Jump to content
Melius Club

leonida

Accertato:cavi con identiche misure elettriche producono comunque variazioni all'ascolto

Recommended Posts

carbonizer

sembra pubblicità alla Belden 🤣
No vabbè, sono bravi, non sono i Pirelli ma vanno bene... basta che non si montano la testa e inizano a far pagare tutto un occhio della testa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69
4 minuti fa, leonida ha scritto:

Non tra cavi identici ma tra cavi diversi con misure identiche.

Ammessa l'esistenza di una differenza all'ascolto, logica vorrebbe che l'origine di quest'ultima dovrebbe essere ricercata indagando sugli aspetti che costituiscono la differenza fra i cavi in questione, certamente non su ciò che strumentalmente sia risultato assolutamente identico. 

Innanzitutto, grazie del chiarimento, avevo capito male io ... 

detto questo, se i cavi sono diversi, per costruzione e progetto (geometria delle fibre, dimensioni, guaina e schermature, ecc. ) fermo restando che sia possibile che diano  misurazioni identiche ... mi sembra, del tutto “normale” che suonino in modo diverso, altrimenti non ci sarebbero progetti con soluzioni differenti. 

Insomma, hanno scoperto che cosa? 🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

@iBan69 faranno 3 misure 3 ...RLC...!

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
57 minuti fa, iBan69 ha scritto:

mi sembra, del tutto “normale” che suonino in modo diverso

se cavi identici alla misure e che non producono variazioni strumentalmente misurabili suonano in modo diverso,  per quale altra motivazione dovrebbero farlo?

1 ora fa, iBan69 ha scritto:

(geometria delle fibre, dimensioni, guaina e schermature, ecc. )

risulta che qualcuno di questi parametri  produca variazioni  strumentalmente riscontrabili o tali da poter produrre una diversa percezione del bilanciamento tonale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
3 ore fa, 31canzoni ha scritto:

Grazie della risposta. Quindi secondo il tizio se io comprassi ad esempio due coppie di cavi di segnale medesimo modello della diciamo Nordost le due coppie potrebbero essere tranquillamente diverse? E non solo tra di loro ma potenzialmente anche tra i due singoli cavi che costituiscono la coppia...alternativa corrttiva sarebbe matcharli ad orecchio. Corretto? Grazie ancora.

Non precisamente. 

Non si tratta di differenze fra cavi del tutto identici come nel caso dell'esempio che hai riportato.

Non si tratta di un fine matching dei due cavi anche se il tizio dichiara di essere l' unico fra tutti i costruttori ad effettuarlo.

Il tizio afferma che cavi con identiche caratteristiche elettriche ma costruiti con materiali differenti, pur del tutto ininfluenti sui classici parametri elettrici certificati, producono comunque variazioni all'ascolto.

________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Galen Gareis (who was firmly in the objective camp) did something the other engineers and skeptics didn’t. He borrowed a couple of branded speaker cables from Hanson AV – and listened.

To his surprise, he was hearing some substantial differences between cables. Eventually, he discovered that even when a cable has the same R (resistance), C (capacitance), and L (inductance) – they could still sound different. Different copper variants also had their own signatures.

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Propone quindi cavi con identiche specifiche tecniche riguardo i parametri tradizionali ma con sensibili differenze all'ascolto che  attribuisce principalmente, se non esclusivamente,   alla qualità ed alla varietà del rame utilizzato.

Conductor Options:

There are three options available for the signal conductor composition (shielding is TPC on all varieties). The difference between these is purely one of material, and not of design; regardless of whether your cable is made with TPC, OFE or OCC, the internal structure is the same, and the termination methods and hardware are the same.

The conductor choices for XLR cable are TPC, OFE and OCC. TPC is Electrolytic Tough-Pitch Copper, widely used in communications cable of all sorts. OFE is Oxygen-Free Electrolytic Copper (99.99% pure); OCC is Ohno Continuous Cast copper (99.99998% pure). The outer jacket color is red for TPC, violet for OFE, and green for OCC.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
56 minuti fa, leonida ha scritto:

se cavi identici alla misure e che non producono variazioni strumentalmente misurabili suonano in modo diverso,  per quale altra motivazione dovrebbero farlo?

Evidentemente non hanno fatto le misurazioni giuste 

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
5 minuti fa, Cano ha scritto:

Evidentemente non hanno fatto le misurazioni giuste

esattamente,

non può esserci effetto senza una causa, e c'è, o dovrà esserci, una misura per ogni effetto.

Citando il famoso assioma di Von Recklinghausen,   "If it measures good and sounds bad, -- it is bad. If it sounds good and measures bad, -- you've measured the wrong thing."

potrebbe aggiungersi a seguire…..  and if there's a difference that  you don't measure, you've measured the wrong thing.

http://hhscott.com/vonrecklinghausen.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69
1 ora fa, leonida ha scritto:

se cavi identici alla misure e che non producono variazioni strumentalmente misurabili suonano in modo diverso,  per quale altra motivazione dovrebbero farlo?

36 minuti fa, Cano ha scritto:

Evidentemente non hanno fatto le misurazioni giuste

8 minuti fa, leonida ha scritto:

non può esserci effetto senza una causa, e c'è, o dovrà esserci, una misura per ogni effetto

Ecco, in conclusione... 

1) le misure effettuate non sono in grado di stabilire le diversità tra cavi, che però ci sono con l’ascolto

2) quindi le misurazioni sono insufficienti o sbagliate 

3) quello che hanno accertato, con l’ascolto già si sapeva: cavi diversi, risultati sonori diversi

4) l’ascolto è un parametro più decisivo di qualunque misura

buona notte 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
6 ore fa, Ettore Achilleo ha scritto:

Solo chiacchiere.

E distintivo

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
5 ore fa, Ettore Achilleo ha scritto:

Il problema è che non c'è manco l'effetto.Solo chiacchiere.

Anche questa una rispettabile credenza, dovuta probabilmente al non percepire differenze fra cablaggi vari.

Fa il paio con quella opposta di chi, percependo invece variazioni , nonostante l'inesistenza di un riscontro strumentale e nonostante quanto in realtà misurabile  sia del tutto insufficiente a provocarle, , rimane comunque fermamente convinto  che i cambiamenti percepiti siano  generati da un'oggettiva variazione del segnale elettrico. 

Credenze opposte, ma pur sempre credenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

come quella che un cavo equalizza, migliora drammaticamente la resa dell'impianto...

la sindrome del pescatore fa parte della natura audiofobica, e' innegabile. Se non fossimo tutti figli dell'esagerato (modo di dire della campagna senese) l'alta fedelta' avrebbe ben poco da offrire, chi si metterebbe all'anima esborsi da decine di migliaia di euro per ottenere un quid a volte microscopico, che c'e', ma e' sempre un piccolo passettino?

Quanti di noi ascoltano musica e quanti usano i loro soliti quattro dischi demo alla ricerca di una chimera che o te la immagini o non la vedi?

Le prove come quella protagonista di questa discussione sono solo figlie della nostra voglia di farci suggestionare.

Le prove in cieco fanno troppa paura e non perche' svelano la "gabola", ma perche' potrebbero ridimensionare e di parecchio la dimensione dell'ultimo pesce pescato 🙂

Ovviamente secondo me 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

...sti 3D son na figata! sparate a " raffica" sul " bersaglio"!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@extermination e viene data la possibilita' di sparare al cecchino, in fondo sono discussioni molto equilibrate 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
carbonizer
32 minuti fa, extermination ha scritto:

...sti 3D son na figata! sparate a " raffica" sul " bersaglio"!!!

19 minuti fa, ST1971 ha scritto:

@extermination e viene data la possibilita' di sparare al cecchino, in fondo sono discussioni molto equilibrate 🙂

Meglio dei terrapiattisti.  🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics

Che a misure uguali corrispondano differenti percezioni è una realtà di fatto che, per la portata generale, è ontologicamente inaccettabile per chi fonda tutte le sue convinzioni sull`assoluta completezza ed esaustività di un paio di grafici nel definire il fenomeno della riproduzione audio. Non può essere accettato semplicemente perché comporta l`inutilità stessa delle misurazioni..in quanto a misure uguali possono derivare differenti percezioni e quindi si dovrebbe ammettere che una elettronica dalla buone misure possa suonare male. Quindi è ovvio che la reazione naturale, a fronte di una teoria che annulla le burografiche certezze, sia additare chi sostiene ciò di fessopatie varie...

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
25 minuti fa, ics ha scritto:

a misure uguali possono derivare differenti percezioni e quindi si dovrebbe ammettere che una elettronica dalla buone misure possa suonare male

a misure uguali ( che tipo di misure?!) possono derivare differenti percezioni e quindi si dovrebbe anche ammettere che un sistema di riproduzione dalle buone misure ( che tipo di misure?!) possa  suonare male... in CORRELAZIONE  ...al sistema uditivo e percettivo dell ascoltatore di turno" !

Cambi  ascoltatore..((cambi accoppiata))..cambia il risultato!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@extermination ti quoto totalmente 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo
28 minuti fa, ics ha scritto:

Che a misure uguali corrispondano differenti percezioni è una realtà di fatto che, per la portata generale, è ontologicamente inaccettabile per chi fonda tutte le sue convinzioni sull`assoluta completezza ed esaustività di un paio di grafici nel definire il fenomeno della riproduzione audio.

Non penso affatto che a fronte di misure uguali non si possano avere diverse percezioni ma le percezioni non certificano nulla se non per chi le ha. E' diverso dire "io sento differenze" dal dire "ci sono differenze perché io le sento".

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

@ST1971 Mi fa molto piacere!

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
5 minuti fa, Ligo ha scritto:

E' diverso dire "io sento differenze" dal dire "ci sono differenze perché io le sento".

" io credo di sentire differenze"!! ..alle volte ..un po di prudenza ..dove tutto può sembrar diverso  anche solo cambiando marca del dopobarba..potrebbe aiutare !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
salvatore66

In sintesi la verità è che le misure che si conoscono oggi non sono complete, o non si conoscono per valutare come suono un cavo ma anche un elettronica. Mia opinione

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics
2 ore fa, extermination ha scritto:

al sistema uditivo e percettivo dell ascoltatore di turno" !

Cambi  ascoltatore..((cambi accoppiata))..cambia il risultato!!

Il problema è che rimane una differenza a parità di misure; se le (attuali)misure fossero esaustive della realtà a parità di misure non ci dovrebbero essere differenze percettive, ma se ci sono vuol dire che le misure "non misurano" tutto...esiste un non misurato che fa la differenza e che viene percepito (nel bene o nel male).

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

@ics In un mondo "perfetto" in cui dovessero esistere tutte le misure "perfette" ...si potrebbe affermare di poter misurare perfettamente la ""realtà fisica"...ma ...mai e poi mai la realà percepita..tantomeno... del singolo individuo ( misure auditive dei singoli a parte) ..nei migliori dei casi.. si può parlare di "ragionevole" correlazione (tra normodotati) tra parametri oggettivi ed attributi percettivi

Share this post


Link to post
Share on other sites
carbonizer

Le misure esistono e si possono fare tutte,  alcune sono rappresentative delle differenze uditive, obbligatoriamente.
Che poi le differenze non ci piacciono e che le stesse ci fanno dire suona male o suona bene è un'altro discorso ma ad una differenza uditiva deve corrispondere una misura diversa e viceversa.
Però "misure" è un termine generico, anche il peso di un cavo o del singolo connettore è una misura.

edit: ovviamente le misure possono discostarsi anche di poco, quel tanto non essere percepibili dall'orecchio umano.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics
34 minuti fa, carbonizer ha scritto:

differenza uditiva deve corrispondere una misura diversa e viceversa

Invece no...perché a parità di misure (questo è il tema del 3d) possono corrispondere percezioni diverse .

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

Per la musica il sistema di misura migliore è l'orecchio.

Ovviamente di che l'ha buono!😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo
19 minuti fa, ics ha scritto:

Invece no...perché a parità di misure (questo è il tema del 3d) possono corrispondere percezioni diverse .

Il tema del 3ad, per come è stato posto, parla di "accertamento". Le percezioni, la mia, la tua, quella del tizio dell'articolo, non accertano nulla di nulla se non che, nel caso specifico, lui ha percepito delle differenze, quindi è sbagliato e fuorviante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
7 minuti fa, redpepper ha scritto:

Chi ha scritto l'articolo è in malafede cerca di screditare le misure e le misure non le sa nemmeno fare.

...be' per farsi un'idea del livello dell'articolo bastava arrivare a leggere del blacker background.

Almeno Fremer è bravo ad intrattenere.

Questo è solo imbarazzante.

Chi ha scritto l'articolo, ahimè, scredita soprattutto se stesso, methinks.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391049
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy