Jump to content
Melius Club

leonida

Accertato:cavi con identiche misure elettriche producono comunque variazioni all'ascolto

Recommended Posts

Member_0060
30 minuti fa, ics ha scritto:

Invece no...perché a parità di misure (questo è il tema del 3d) possono corrispondere percezioni diverse .

Solo quando le misure sono fatte male o se si fanno quelle sbagliate. Due cavi che misurano un metro (misurato) e pesano un chilo (misurato) possono dare percezioni diverse ma solo perché non è quella la misura.
Ma se si percepisce chessò, una maggiore "aria tra gli strumenti" per citare l'audiofilo, allora da qualche parte c'è una misura che darà e deve dare un responso differente, piccolo o grande che sia

Il tema del 3d sembra più la pubblicità alla o al tipo di Belden., anche se ha il coso da 80mila euro dollars.

Share this post


Link to post
Share on other sites
redpepper
15 minuti fa, carbonizer ha scritto:

il coso da 80mila euro dollars

A proposito volevo vedere le misure che è in grado di fare questo LCR bridge da 80000 $ , ho cercato con google "HP LCR Bridge" e "HP LCR Meter" la ricerca non da nessun apparecchio nuovo, solo vecchi strumenti non più in produzione. O non sono bravo nella ricerca o chi ha scritto l'articolo questo ponte di misura da 80000 dollari se lo è inventato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Otto von Ubert Steiner

Ho preso due bicchieri identici, ho versato in entrambi la stessa quantità di acqua, alla medesima temperatura, con la medesima viscosità, conducibilità elettrica, colore, Identica proporzione tra idrogeno e ossigeno, identico residuo fisso, ma di due marche differenti: che ci crediate o meno, le due acque avevano sapori differenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060
Adesso, redpepper ha scritto:

A proposito volevo vedere le misure che è in grado di fare questo LCR bridge da 80000 $ , ho cercato con google "HP LCR Bridge" e "HP LCR Meter" la ricerca non da nessun apparecchio nuovo, solo vecchi strumenti non più in produzione. O non sono bravo nella ricerca o chi ha scritto l'articolo questo ponte di misura da 80000 dollari se lo è inventato.

come scrivevo qualche post addietro, credo che lo abbia citato più per impressionare.
Noi qui al lavoro abbiamo vari strumenti HP tra LCR e analizzatori di spettro, questi ultimi, sono giganti e pesantissimi ... ma sono tutti belli datati anche se godono ancora di grande stima e funzionalità... forse sbaglio ma non credo che HP faccia più tali attrezzature.

Share this post


Link to post
Share on other sites
captainsensible

HP non fa più stumenti di misura con il proprio nome dal 1996, per cui è roba che ha minimo 25 anni...

CS

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
19 minuti fa, captainsensible ha scritto:

HP non fa più stumenti di misura con il proprio nome dal 1996, per cui è roba che ha minimo 25 anni...

CS

Ma immagino che abbiano tutti i documenti di revisione e tarature varie periodiche in perfetto ordine. Giusto?

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060
48 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Ma immagino che abbiano tutti i documenti di revisione e tarature varie periodiche in perfetto ordine. Giusto? 

🙂

i nostri la devono avere, ma a volte (se ben tenuti) servono più per accontentare la burocrazia che altro,  quello che mi lascia perplesso è il citare il prezzo di apparecchiature in quel modo, lo trovo inutile e diciamo che è più da sboroni più che da engineering .. diciamo che oggi andrebbe di moda usare il termine terrapiattisti ... sarà che li ho scoperti da poco e proprio non me ne faccio una ragione.

Aggiungo anche che non necessariamente un costruttore medio deve comprare costosa attrezzatura, quando non se la può permettere o il progetto non giustifica il costo di acquisto, la può anche noleggiare ed i costi sono ben diversi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Otto von Ubert Steiner

@ifer Esatto: posso anche misurare 50 parametri, trovandoli identici, eppure notare una differenza. Colpa del cinquantunesimo parametro non considerato, magari nemmeno ipotizzato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
2 ore fa, Otto von Ubert Steiner ha scritto:

notare una differenza

Infatti se il punto è:

" notare una differenza all'ascolto" come dice il titolo, allora questa è la cosa più facile del mondo, per un audiofilo.

Esempio paradossale e un po' esagerato, giusto per rendere l'idea: scommettiamo che se un audiofilo fa una puzzetta a Sidney ci sarà qualche altro audiofilo, magari in Calmucchia, che sosterrà che a causa di detta puzzetta la scena sonora è cambiata? Chesso', il soundstage è meglio scandagliato?

Esistono esempi documentati di cose simili..anzi anche peggio...il famoso Machina Dynamica Teleportation Tweak, ve lo ricorderete immagino.

Questo per dire che il punto NON può essere SE un audiofilo rileva differenza all'ascolto. Succede praticamente sempre, per molto meno...pecette, sassolini, frequenze subsoniche e ultrasoniche ecc...

Il punto è se le differenze che l'audiofilo soggettivamente sente, esistono. Se cioè esistono oggettivamente. E in caso affermativo, se siano di un ordine di grandezza da poter  essere considerate udibili e significative.

Un modo per scoprirlo è fare i test in cieco ma qui in genere gli audiofili scappano a gambe levate manco avessero visto il fantasma formaggino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

 Un modo per scoprirlo è fare i test in cieco

Utili 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics

Io suggerirei i test in sordo...sicuramente tutto suonerà uguale, allo stato dell`arte..il silenzio infra e intra strumentale ai massimi livelli, quasi pari allo stato vegetativo dell'arte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
7 minuti fa, ics ha scritto:

Io suggerirei i test in sordo...sicuramente tutto suonerà uguale,

Li conoscono già...sono i più utilizzati 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

fintanto che  ... una " differenza"   soggettiva e NON  oggettiva ... produce all ASCOLTO i medesimi  EFFETTI di una  differenza sia soggettiva che oggettiva...per quell ascoltatore NON fa " differenza"!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
3 minuti fa, extermination ha scritto:

fintanto che  ... una " differenza"   soggettiva e NON  oggettiva ... produce all ASCOLTO i medesimi  EFFETTI di una  differenza sia soggettiva che oggettiva...per quell ascoltatore NON fa " differenza"!!

Sono totalmente d'accordo su questo

Lo dico spesso

E va benissimo

Ma è una informazione inutile e potenzialmente fuorviante per tutti gli altri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Ma è una informazione inutile e potenzialmente fuorviante per tutti gli altri

Anche quella di non sentire differenze dove ci siano  

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

@FabioSabbatini  Sono parzialmente d accordo! Quando si informa qualcuno di una propria sensazione...non supportata da una preventiva indagine scientifica ( diciamo quasi sempre) ..ma scientificamente possibile..( spesso) ..Non credo ricorrano i presupposti da te richiamati!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
Il 10/6/2019 Alle 10:42, leonida ha scritto:

Misurazioni attraverso apparecchiature costosissime, 32 anni di esperienza in Belden, il maggior

... venditore di fumo e palle spaziali.

Possibile che ormai si dia più importanza ad un groviglio di fili che ad ampli e diffusori? In un mondo parallelo in cui c'è gente che sente le differenze fra un file wave e lo stesso convertito in flac, in cui ci sono "fenomeni" che sentono i suoni più brillanti se si utilizza un cavo USB "audiofilo", tutto è possibile ma, passato il momento del sorriso di fronte a tante paranoie, rimane lo sconforto di vedere abbindolate tante persone dal sedicente guru di turno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
21 minuti fa, Cano ha scritto:

Anche quella di non sentire differenze dove ci siano  

Qualche settimana fa c'era più di un forumer che sosteneva di percepire le differenze fra un file wave e lo stesso convertito in flac. Per assecondare chi è  preda di queste allucinazioni, bisognerebbe dargli ragione? Cito un caso fra i tanti; non occorre sforzarsi molto per trovare fautori di teorie completamente al di fuori della ragione. Credo che tutto questo nuoccia alla credibilità del settore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
9 minuti fa, Giemme ha scritto:

Qualche settimana fa c'era più di un forumer che sosteneva di percepire le differenze fra un file wave e lo stesso convertito in flac. Per assecondare chi è  preda di queste allucinazioni, bisognerebbe dargli ragione?

Non lo so...non ho mai perso tempo a fare prove del genere 

Tu si? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
sfabio

Mi auto cito da un altro thread:

Personalmente sono sicuro di saper riconoscere in cieco un cambio di diffusori, un cambio di amplificazione (non sempre), ma non mi è mai capitato di sentire differenze abissali come alcuni dicono in un cambio di dac o cavi (argomento di questa discussione). Non escludo però a priori che esistano e non siano solo frutto di suggestione; sono però altresì convinto che una misura "giusta", come un null test effettuato sulle elettroniche (e cavi) in questione e durante il normale utilizzo con un programma musicale, sarebbe in grado di evidenziare tutte le differenze realmente percepibili e percepite.

Buona serata

Fabio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
19 minuti fa, Cano ha scritto:

non ho mai perso tempo a fare prove del genere 

Tu si? 

Neppure io, per le stesse ragioni per cui anche tu preferisci passare il tempo in modo diverso. Il thread è comunque molto interessante da leggere, se uno vuole rendersi conto di fino a quale punto può giungere la suggestione.

Il rischio, come ho scritto prima, è che questi racconti sciamanico, facciano passare per fesserie anche esperienze più serie e documentate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
2 minuti fa, sfabio ha scritto:

Non escludo però a priori che esistano e non siano solo frutto di suggestione

È chiaro che sia così. Bisogna però vedere con quale scala si misurano le differenze e se queste poi siano percepibili da un essere umano. Tante volte si leggono esperienze di ascolti mirabolanti da parte di simpatici anziani che si rifiutano di tener conto del decadimento fisico dovuto all'età.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
6 minuti fa, Giemme ha scritto:

Neppure io, per le stesse ragioni per cui anche tu preferisci passare il tempo in modo diverso

E allora perché lo escludi se non hai nemmeno provato? 

6 minuti fa, Giemme ha scritto:

Il thread è comunque molto interessante da leggere, se uno vuole rendersi conto di fino a quale punto può giungere la suggestione.

Questo da ambo le parti 

Perché chi non sente le differenze avrebbe ragione? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
Adesso, Cano ha scritto:

allora perché lo escludi se non hai nemmeno provato? 

Perché è qualcosa di talmente cretino da non dover essere preso in considerazione. Se comprimi in zip un file di Word e poi lo decomprimi, avrai nuovamente quello che avevi prima. È assai improbabile che la protagonista del racconto compresso e poi decompresso, cambi il colore dei capelli o anziché avere una casa in Brianza si trovi in un trullo ad Alberobello. Nessuno prenderebbe in considerazione affermazioni del genere, eppure in campo audio,  questa è la normalità: "il messaggio sonoro è meno focalizzato..." Mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
13 minuti fa, Cano ha scritto:

Perché chi non sente le differenze avrebbe ragione? 

Perché non ci sono differenze. Non è la stessa cosa di una prova "mp3 contro wave", ad esempio. È inutile cercare differenze senza un minimo di conoscenza o di ragionamento. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

Ad ogni modo è inoppugnabile che "esercizi e  abilità"  abbassino.. la soglia " percettiva" e che di conseguenza anche il " peso" attribuito ad una determinata differenza percepita possa poi risultare determinante..anche di fronte all' indifferenza di altri!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@Giemme quindi non hai provato quindi non sai se ci siano differenze ma sicuramente non ci saranno perché se un esperto di word 

Mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
1 minuto fa, Cano ha scritto:

quindi non hai provato quindi non sai se ci siano differenze ma sicuramente non ci saranno perché se un esperto di word 

Audiofili. Un mondo a parte😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69
3 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Un modo per scoprirlo è fare i test in cieco ma qui in genere gli audiofili scappano a gambe levate manco avessero visto il fantasma formaggino.

Perché qui, molto spesso ... casca l’asino (pardon il super audiofilo!)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    295556
    Total Topics
    6469842
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy