Jump to content
Melius Club

leonida

Accertato:cavi con identiche misure elettriche producono comunque variazioni all'ascolto

Recommended Posts

sfabio
1 ora fa, Giemme ha scritto:

È chiaro che sia così. Bisogna però vedere con quale scala si misurano le differenze e se queste poi siano percepibili da un essere umano. Tante volte si leggono esperienze di ascolti mirabolanti da parte di simpatici anziani che si rifiutano di tener conto del decadimento fisico dovuto all'età.

Non mi sono spiegato bene o non hai letto con attenzione cosa ho scritto: non escludo che in condizioni particolari ci siano differenze (mi vengono in mente ad esempio dei problemi di interfacciamento) chiaramente percepibili (aggiungerei da chiunque) e che poi vengono descritte, magari in maniera un po' colorita, abissali o con termini simili. Quello che contesto è che non siano misurabili. Gli strumenti di misura hanno precisione di vari ordini di grandezza superiore ai nostri sensi e non mi risulta ci siano caratteristiche fisiche del suono percepibili ma non misurabili, casomai è vero il contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@iBan69 il problema dei test in cieco e' che potrebbero portare a dei risultati che farebbero crollare le certezze audiofile costruite negli anni, tipo che un cavo da 100.000 euro suona necessariamente meglio di un artigianale da 50 o che un'elettronica da mille milioni suona meglio in un determinato contesto rispetto ad altre insospettabili di ben altra categoria di prezzo o peggio ancora che molti di noi, che siamo pronti farci cadere la mascella per la resa di una foglia di basilico appoggiata sul lettore cd in realta' sentiamo a malapena il campanello di casa 🙂

tempo fa, stufo delle ennesime prese in giro per aver scelto un amplificatore "particolare" per amplificare l'alta efficienza e visto che nessuno si decideva a venire da me per toccare con orecchio il risultato lanciai una provocazione, mi sarei caricato in macchina il motivo della presa in giro e sarei andato da chiunque avesse avuto voglia di fare un po' di confronti tra le sue amplificazioni ed il mio giocattolone, piu' la posta era alta (elettronica di pregio) e piu' sarebbe stato divertente, ma non per sbaragliare tutto e tutti, solo per divertirsi insieme e passare un paio d'ore ad ascoltare musica e scambiarsi idee ed opinioni. Secondo te quanti hanno accettato? 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@ST1971 Tutti? 😬😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@iBan69 ti stimo fratello! 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

Rispetto al tema del 3ad il punto non è che Tizio o Caio sentano differenze tra cavi, per quanto mi riguarda uno può sentire differenze anche in base al tempo che fa a Sidney e decidere di ascoltare musica solo quando piove, ma il fatto che si vogliano far passare percezioni soggettive come fatti assodati, come nel test farsesco qui citato.

In mancanza di riscontri oggettivi su possibili cause, le differenze percepite da una persona hanno valore contestuale solo e soltanto come differenze percepite da quella persona in quel determinato contesto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
1 ora fa, ST1971 ha scritto:

problema dei test in cieco e' che potrebbero portare a dei risultati che farebbero crollare le certezze audiofile

Il problema dei test in cieco è che nessuno li sa fare e anche sapendoli fare non sono un test sulla qualità 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 minuti fa, Ligo ha scritto:

In mancanza di riscontri oggettivi su possibili cause, le differenze percepite da una persona hanno valore contestuale solo e soltanto come differenze percepite da quella persona in quel determinato contesto

E così...ma questo vale anche per chi non sente differenze 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

 @Cano Non proprio. E' diverso non sentire differenze in assenza di possibili cause oggettive che le possano giustificare dal sentirle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
17 minuti fa, Ligo ha scritto:

E' diverso non sentire differenze in assenza di possibili cause oggettive che le possano giustificare dal sentirle.

assolutamente no...nessuno possiede una "informazione completa"

quindi l'autorevolezza di chi non sente è identica a quella di chi sente

la gravità esisteva anche prima che la mela cascasse in testa a Newton 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
15 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Un modo per scoprirlo è fare i test in cieco ma qui in genere gli audiofili scappano a gambe levate manco avessero visto il fantasma formaggino.

Questa è L'UNICA SOLUZIONE,  ma farebbe crollare un mondo che sta in piedi sul nulla da almeno 30 anni ... chi ha il coraggio di prendere l'iniziativa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
14 ore fa, Giemme ha scritto:

Credo che tutto questo nuoccia alla credibilità del settore.

Guarda,  la NON credibilità di certe cose nel mondo hifi è stata ampiamente certificata da tempo,  ma come ci sono ancora persone che vanno a farsi leggere le carte nonostante i servizi televisivi di striscia la notizia,  così fa comodo credere ancora a certe cose a sostegno delle proprie insicurezze ... 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
1 ora fa, Cano ha scritto:

Il problema dei test in cieco è che nessuno li sa fare e anche sapendoli fare non sono un test sulla qualità 

Ma cosa vai dicendo?  qui si parla di cavi,  e testare 2 cavi in cieco è la cosa più semplice del mondo!

Ma nessuno se la sente di giocarsi la reputazione dicendo:

<< Io,  che sento abissi fra un cavo e l'altro,  mi rendo disponibile a descrivere le differenze SENZA SAPERE QUALE CAVO STA SUONANDO >>

Cosa c'è di difficile? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
55 minuti fa, Cano ha scritto:

quindi l'autorevolezza di chi non sente è identica a quella di chi sente

NO,  se quello che dice di sentire differenze non fosse in grado di individuare almeno 8 volte su 10 quale cavo sta suonando SENZA VEDERLO.

Dovrebbe in tal caso ritirarsi silente nei suoi appartamenti ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Il vero motivo perché vi è un atteggiamento spesso di rifiuto da parte di recensori e audiofili (accampando varie e tesi) nei fare test alla cieca, è solo perché non sono fatti per l’oggetto/i di per se, ma per il soggetto che l’ascolta!

Il test cieco non serve a determinare le qualità sonore di un apparecchio, diffusore o un cavo, serve a determinare se si percepiscono delle differenze rispetto ad un altro  e di che tipo, e soprattutto se si identifica l’oggetto che sta suonando.

Ne consegue che, potete immaginare, quanti guru, espertoni, e signori dalle orecchie d’oro, cadrebbero in questo semplice test. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
lello64

Eppure sarebbe semplicissimo quantomeno con i cavi di alimentazione, è fattibile anche in due, lo scettico e il pipistrello

Cavo che fa sentire palle di cannone, suono caldo piuttosto che guidare con polso ecc ecc…  contro cavo da pc collegati alla stessa ciabatta, il tutto a casa del tizio che sente tutte quelle robine sopra esposte

Si collegano i cavi in modo randomico per una diecina di prove, lo scettico che fa il test come prova gira  ogni volta un piccolo video dove dice prova 1, prova 2 ecc…. mostrando cosa collega realmente (il cavo non in uso ovvimente rimane nella zona della vaschetta in modo tale che non si possa vedere cosa è stato collegato)

Poi dopo si mettono giù la diecina di video e si confrontano con quello che il pipistrello ha appuntato su un foglio di carta volta per volta

E poi si ride di gusto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauriziox60
1 ora fa, Cano ha scritto:

la gravità esisteva anche prima che la mela cascasse in testa a Newton

paragone del tutto sbagliato.

La gravità era percepita allo stesso modo da chiunque e in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento della storia umana. Dopo Newton, la gravità è rimasta invariata, quello che è cambiato è solo la spiegazione scientifica di un fatto fisico misurabile e misurato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
58 minuti fa, maxnalesso ha scritto:

Ma cosa vai dicendo?  qui si parla di cavi,  e testare 2 cavi in cieco è la cosa più semplice del mondo!

Ma nessuno se la sente di giocarsi la reputazione

sei sicuro?

ma è solo un gioco...se non lo si fa con metodo scientifico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
58 minuti fa, maxnalesso ha scritto:

NO,  se quello che dice di sentire differenze non fosse in grado di individuare almeno 8 volte su 10 quale cavo sta suonando SENZA VEDERLO.

perché 8 su 10?

se fosse 750 su 1000 

lasciate fare i test a chi li sa fare

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauriziox60
21 ore fa, redpepper ha scritto:

Chi ha scritto l'articolo è in malafede cerca di screditare le misure e le misure non le sa nemmeno fare.

l'articolo è ottimo! E' incontrovertibilmente un autogol per i guru. Se hai bisogno della fuffa ammantata di verità scientifica vuol dire che in fondo lo sai anche tu che è fuffa e quindi non riesci a portare niente di valido, riscontrabile, alle tue affermazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
16 minuti fa, mauriziox60 ha scritto:

la spiegazione scientifica di un fatto fisico misurabile e misurato.

quando hanno saputo cosa misurare

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauriziox60
1 minuto fa, Cano ha scritto:

quando hanno saputo cosa misurare

la gravità era cosa conosciuta nei suoi effetti da sempre e sempre lo sarà. Se salti questa affermazione hai gioco facile. Se non la salti, la tua risposta è ancora non pertinente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
1 minuto fa, mauriziox60 ha scritto:

la gravità era cosa conosciuta nei suoi effetti da sempre e sempre lo sarà.

non sappiamo ancora tutto sulla gravità e tanto meno sulla fisica delle particelle

ma qui sono tutti convinti di sapere tutto...basta un test in cieco e abbiamo le risposte, gente che attacca un cavo su un canale e uno sull'altro

gente che sa tutto senza aver la minima infarinatura su cosa sia un test...e parla di metodo scientifico

ma per favore...!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo
3 ore fa, Cano ha scritto:

assolutamente no...nessuno possiede una "informazione completa"

quindi l'autorevolezza di chi non sente è identica a quella di chi sente

la gravità esisteva anche prima che la mela cascasse in testa a Newton

Proprio per nulla. 

Ho visto che ti hanno già risposto ma aggiungo un esempio.

Io dico che stando a Milano sento il basso più fermo se a Londra ci sono 23 C° e un altro dice che non lo sente. Secondo te abbiamo pari autorevolezza perché non siamo certi che non vi sia un nesso tra la temperatura di Londra e l'emissione dei bassi a Milano, secondo me no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
38 minuti fa, Cano ha scritto:

lasciate fare i test a chi li sa fare

Che sarebbero?  Sono tutt'orecchi ... 😜

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

Posto che per quanto mi risulta..in codesto CLUB...di "scienziati" NON ce n'è ...mentre  è pieno di Audiofili,  mi sembra normale che  un audiofilo   riporti, in buona fede,  le proprie esperienze uditive/percettive con riferimento a pratiche più o meno note..in uso e/o disuso ..riferendo delle proprie sensazioni uditive o percezioni ..senza la necessità di dover presentare "certificati e/o certificazione di avvenuti TEST con esiti positivi ..  doppio e triplo "cieco" affinchè abbia "titolo" per parlare e/o per dar corso ad un "contraddittorio"!!!!!!    

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
1 ora fa, maxnalesso ha scritto:

 Che sarebbero?  Sono tutt'orecchi ...

Quelli che hanno studiato statistica, che usano la statistica come strumento di lavoro, in questo caso anche con una certa cultura in neuroscienze 

Il resto è solo un gioco 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
51 minuti fa, Ettore Achilleo ha scritto:

Ti avverto, non si sa mai, che Topolino non è tra quelle attendibili.

Ah...te ne sei accorto?  

Incredibile...allo stesso tempo notevole!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Cano sicuro sicuro di ciò che affermi? No perché proprio ieri pomeriggio ne ho fatto uno e guardacaso le mie impressioni coincidevano con chi la roba testata la conosceva a memoria 🙂

@pino bellissima! 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    293988
    Total Topics
    6391062
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy