Jump to content
Melius Club

leonida

Accertato:cavi con identiche misure elettriche producono comunque variazioni all'ascolto

Recommended Posts

enzo966
10 minuti fa, paolosances ha scritto:

 in quale applicazione potremmo validamente utilizzarli?

Se il metallo è esposto all'aria, forma patina scura (anche se può essere un particolare d'importanza secondaria).

Io ne ho usati un po', dopo averli sguainati, per l'illuminazione della cucina, del bagno e per una centralina delle luci personalizzata in quello che un tempo era il salottino.

Sono interessanti ed utili le loro caratteristiche di plasticità, conducibilità e, anche con la patina, non sono male.

Come ovvio, se sguainati, li uso a 12 V.

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
12 minuti fa, Ligo ha scritto:

Ecco, sui doppini SIP,  per mia esperienza, non sarei così certo ... 

Può darsi che i pochi che ho visto fossero stati fortunati :).

Erano in un cavo sotterraneo che fu tranciato durante dei lavori in strada sotto casa.

Ora che ricordo, saran passati una trentina d'anni se non più...

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
1 ora fa, Giemme ha scritto:

sono certo che abbia subito molte più traversie rispetto ad un cavo dello stereo

Povera!

Se ne hanno ricavato il solfato l'avranno cacciata nell'acido solforico!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

Trent'anni fa forse non erano stati posati da molto ... :)

Scherzi a parte, capita che vi siano tratte in rame degradate ma le condizioni ambientali sono ovviamente diverse rispetto a un cavo casalingo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
3 minuti fa, Ligo ha scritto:

Trent'anni fa forse non erano stati posati da molto

Neppure io lo ero :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
5 minuti fa, enzo966 ha scritto:

Povera!

Se ne hanno ricavato il solfato l'avranno cacciata nell'acido solforico!

Non sembra rovinata dal procedimento e anche le altre monete romane sono ancor in buono stato, compatibilmente con l'età. Dubito però che nel corso dellla loro vita abbiano ricevuto le attenzioni morbose che l'anziano audiofilo dedica ai suoi cavi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@Giemme a me quella moneta sembra in  bronzo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
31 minuti fa, Cano ha scritto:

a me quella moneta sembra in  bronzo 

non sono esperto di monete, forse hai ragione. Le ho trovate vicino ad un luogo in cui i contadini producevano il solfato di rame con vecchie monete in rame del regno d'Italia del 1800. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

Torniamo ai cavi, la digressione sui metalli ci ha spinti a lidi impensati. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ossido
Il 13 giugno 2019 Alle 11:52, garian1 ha scritto:

@Ossidonero ,chiediti il perche' ... nel bianco si usa ossido di titanio

Aiuto allora devo cambiare i cavi ? I miei sono trasparenti !

image.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

quando ho realizzato i miei cavi ho scelto l'argento - affronto solo l'argomento materiale - non tanto per la maggior conducibilita' elettrica dato che si parla di valori abbastanza minimi, quanto per la differente reazione all'ossidazione dei capicorda spellati. Un cavo di rame non si ossida totalmente, dato che la guaina lo isola dall'aria, ma i capicorda spellati si e mentre quest'ultimo perde conducibilita' l'argento, se almeno 4n ha la proprieta', semplificando di molto, di creare un ossido che una volta depositato "scherma" il conduttore stesso dall'azione dell'ossigeno e degli altri elementi presenti nell'aria (come piccolissime, ma presenti parti di zolfo) detto in parole povere l'argento perde molta meno conducibilita' rispetto al rame, detto in termini audiofili completamente errati l'ossido d'argento conduce piu' dell'argento stesso 🙂

Detto questo, spesso e volentieri noi fresconi prendiamo il vecchio cavo, lo stacchiamo, ci mettiamo il cavo nuovo e mamma mia come suona meglio! tutta un'altra cosa! Ma ci siamo mai messi in pausa dall'audiofobia per almeno tre minuti, preso uno spray per contatti, pulito i capicorda del vecchio cavo e riprovato con quello? Oh funziona! 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
Il ‎16‎/‎06‎/‎2019 Alle 11:18, ST1971 ha scritto:

Detto questo, spesso e volentieri noi fresconi prendiamo il vecchio cavo, lo stacchiamo, ci mettiamo il cavo nuovo e...

e ...via andare..di "metodo" Trial and Error!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

Trial and furious...😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
Il 16/6/2019 Alle 11:18, ST1971 ha scritto:

i miei cavi ho scelto l'argento

ti saranno costati un'occhio della testa!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Arnaldo è quello che vi fanno credere i vari audioquest, transparent, nordost e via discorrendo, l'argento, anche fosse il 7n, viene prodotto in ingenti quantità per scopi specifici ben lontani dall'"altra" fedeltà e costa qualche centinaio di euro al chilo, se fai il conto di quanti grammi di argento servono per una cosa da 3mt di cavi di potenza capirai che la cavofollia è una brutta malattia 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Meno.

@ST1971 Quoto, anche se preferirei conversare con te gustandomi l'avatar di Venusia...😍

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Fabio Meno. come non condividere... 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
2 ore fa, ST1971 ha scritto:

se fai il conto di quanti grammi di argento servono per una cosa da 3mt di cavi di potenza

Una coppia di biwiring (otto conduttori totali) da 4 mm2/conduttore, lunga 3 m, un chilozzo d'argento lo contiene tutto per totali 500 € circa di solo argento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@enzo966 ottimo, e gli altri 99.500 euro da dove li hanno tirati fuori? 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966

@ST1971 

be', dai: l'isolante, le tasse, il magazzino, la gestione, il personale, i rischi (che qualcun altro li metta a listino a 1000 €) :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391052
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy