Jump to content
Melius Club

Sariosax

Classè CAP151 Amplificatore Integrato

Recommended Posts

Sariosax

Buongiorno

Confermate quanto è scritto in questa recensione?

https://www.tnt-audio.com/ampli/classe-cap151.html

Spero vada bene per le mie bambine Martin Logan Aerious II😘

Rosario

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Sariosax 

Perdonami, ma con un carico non semplice come quello rappresentato dalle tue ML Aerius II, tu, dopo aver letto la recensione indicata, ti rivolgeresti al CAP 151? Io mai.

Nella recensione, infatti, si evidenzia chiaramente e senza giri di parole che quell'integrato non è il massimo per gestire carichi complessi, per non parlare della sua propensione a sfumare i contrasti dinamici.

Personalmente lo ebbi in prova a casa mia a confronto con un YBA Integré nel pilotaggio di una coppia id Jean Marie Reynaud Trentè (un carico del tutto normale e certamente non problematico come quello costituito dalle ML) e non vi fu confronto a favore del Francese.

Lo ritengo un prodotto privo di significative qualità,  da 6 in pagella, ma niente di più.

Per i tuoi diffusori a mio giudizio ci vuole ben altro; e nell'usato, senza arrivare al vintage, come invece è nel caso del CAP 151, puoi trovare numerose alternative di caratura notevolmente superiore e sopratutto adatte alle tue effettive esigenze.

Lascia perdere.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sariosax

Caro Giovanni

Ho avuto modo di ascoltare il Classè CAP151 con il giradischi su delle Martin Logan Sequel e mi è parso tutto molto naturale e morbido, Io amo il Jazz e la musica da camera, e ti dirò, mi sono piaciute molto, il phono lo trovo un punto di forza nel 151. Comunque ho modo di ascoltare lo YBA Passion 100, lo consci? Ha l'ingresso phono? Costa esattamente la stessa cifra del Classè, lo prendo se nel caso pilota meglio le Aerius

Grazie

Rosario

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Sariosax 

Sul morbido non ho nulla da eccepire: il punto è che a mio modo di vedere è un morbido che finisce per spalmarsi su tutto; dunque tendenzialmente bugiardo.

Anche io ascolto molto jazz e molta musica da camera e per entrambi i generi mi sembra che le sonorità ambrate e liquorose non solo non siano una costante, ma neppure una esigenza.

Il Passion 100 è l'equivalente di un Integrè con l'aggiunta del potenziometro a resistenze.

Io lo ascolterei per farmi una idea di una estetica sonora diversa ed alternativa rispetto a quella del CAP 151 con i tuoi diffusori.

Tieni conto che se non dovessi sentire particolari differenze quanto al polmone dell'amplificazione, questo sarebbe assai rilevante; poiché mentre il Passion 100 eroga su 8 Ohms 50 watt, il CAP 151 ne eroga ben 150.

Ai tempi, nella mia prova ebbi modo di impiegare il CAP 151 anche come solo pre; e dal mio punto di vista emerse assai evidente che la qualità della sezione pre del Canadese era nettamente superiore a quella della sezione finale: a mio modo di vedere, timbricamente colorata (al di là dell'accettabile se si vuole rimanere nel territorio della correttezza e della veridicità), con una tendenza assai evidente ad appiattire i contrasti dinamici, e assai poco dotata in capacità di pilotaggio in rapporto ai suoi 150 watt.

Resta il fatto, sacrosanto, che tu devi scegliere quello che più ti piace a prescindere; ed il fatto che io, a mio gusto, ritenga il CAP 151 (non la produzione Classè in generale, ben inteso) un integrato senza infamia e senza lode, ma nulla di più, è del tutto irrilevante.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

@yonnas80 @Sariosax concordo col parere di Giovanni,  il Cap 151 è forse l'unico prodotto insipido della Classè, lo provai con delle 3/5 spendor 15 ohm e sembrava esserci un tappo, una ostruzione al fluire della dinamica. Immagino con le aerius...

Yba molto più reattivo e dinamico, a dispetto dell'inferiore potenza di targa.

Vanno ascoltati,  ovviamente. La differenza tra i due  se posso offrire una analogia: Cap 151 berlina comoda, ma pesante e ipermolleggiata, yba vettura leggera e sportiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sariosax

@yonnas80 

Giovanni e melos62

Siete preziosissimi, sabato dovrò recarmi ad ascoltare,  in un negozio specializzato, sia il Passion 100 YBA  che il Cap 151 Classè su delle Motion 40 Martin Logan. Se lo YBA dovesse piacermi ce la fà a pilotare i carichi difficili delle Martin Logan Aerius che spesso scende anche a 2 ohm, senza recare danni, e un 100 a watt  a 4 ohm,  riesce a dargli corpo nel suono? Nella mia stanza di 16 metri quadrati non supero i 25/30 watt a pieno regime. L'unica cosa che andrei a perdere, TNT definisce l'ingresso phono del Cap 151 "superbo" è MM/MC, mentre quello del YBA è solo MM, ve lo dico in quanto ho 4000 dischi da macinare. Per il momento mi difendo bene con la mia Goldring 1042, campionessa nel rapporto qualità/prezzo.Ha anche un Rondo' 991 Burmester, può andare, ha l'ingresso phono? A proposito, il Passion è a 1500 euro e il Cap 151 a 1600, il Rondò a 2000. come vi sembra il prezzo? Valuta anche il reso, una coppia di Yamaha NS690 II e l'A1020 Natural Sound 

Grazie ragazzi

Rosario

dentro.jpg

YBA_PASSION_100_5ac34c54aefb0.jpg

BURMESTER_RONDO__5c989cf27f1b4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

Yba ha molta più birra di quanto i dati nominali lascino intendere. Io avevo un integrè doppio trasformatore che pilotata alla grande sia proac 2.5 sia le maggie di un amico. Nelle stesse condizioni  Il cap 151 si surriscaldava, potrebbe essere stato un un esemplare difettoso,  ma non credo.  Il burmester potrebbe essere una via di mezzo tra i due come estetica sonora,  va provato se ne hai la possibilità .

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@melos62 @Sariosax

Quanto al prezzo del Passion 100, si può provare a tirare giù in sede di trattativa di qualcosina; diciamo che si potrebbe provare ad arrivare a 1.300 €.

Burmester in effetti è una buona mediazione tra le 2 sonorità.

Tuttavia dal punto di vista del pilotaggio in relazione alla tipologia di acustiche da condurre la vedo una scelta non felicissima.

Anche Burmester infatti non ama lavorare su carichi ostici.

Al riguardo riporto quanto un amico, giornalista del nostro settore, ebbe modo di raccogliere da Dieter Burmester nel corso di una conversazione: noi progettiamo volutamente le nostre amplificazioni, che sotto il profilo qualitativo sono allo stato dell'arte, per andare in crisi con i diffusori con modulo di impedenza che scende sotto i 4 ohm; il diffusore è l'unico elemento passivo della catena, e come tale, deve assecondare il lavoro dell'amplificazione nel miglior modo possibile; è ora di finirla con diffusori che per suonare in un qualche modo richiedono amplificazioni progettate come saldatrici e non come strumenti per riprodurre al meglio la musica.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sariosax

@yonnas80 

Il Passion 100 sarebbe per me un ottimo compromesso qualità/prezzo, il Burmester lo terò in considerazione. Non credo possa patteggiare con il prezzo del Passion 100, in quanto devo fargli il reso dell'amplificatore A1020 e dei diffusori NS690 II Yamaha, mi aspetto da lui una buona valutazione in quanto sono tenuti molto bene. Comunque, anche se lo mette 1000 euro è buono, l'importante che riesca a pilotare efficientemente e egregiamente le Aerius.

Grazie Giovanni, i tuoi interventi sono preziosi

Rosario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capa

Ti porto la mia esperienza per analoghi apparecchi.

Ho avuto tanto tempo fa un Classé CAP 101 che, ai tempi, mi dissero essere assai simile al 151. Apparecchio molto equlibrato, non un fulmine di guerra, ma si faceva apprezzare per questo suo non eccellere in nulla, ma non cedere su nulla. In sostanza mi accodo ai pareri già espressi. Ma più di 1000-1200 euro non ci metterei.

Sempre molto tempo fa ho avuto anche un YBA Integré DT. Qui leggo che il Passion 100 è sostanzialmente la stessa macchina. Certo aveva più birrra ma non mi è piaciuto per nulla, algido e secco, senza coinvolgimento. Se diamo un 6 al Classé, all'YBA più di 4 non se ne parla proprio.

Non conosco minimamente i tuoi diffusori (e questo è un vulnus non da poco se sono diffusori assai "difficili" come mi pare di capire) ma, tra i tre, se c'è di mezzo un Burmester e sta nel budget, non avrei alcun dubbio nel prendere il tedesco. Ma proprio nessun dubbio! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

@Capa sei un po troppo severo con Yba che, negli abbinamenti giusti, non ha alcuna algidità. semmai ha un piglio dinamico che può risultare troppo "puntuto" a chi preferisce presentazioni più rilassate (non voglio dire attufate) più sul versante caldo che su quello neutro. Molto fanno i gusti personali

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Capa 

Le elettroniche YBA, in particolare le amplificazioni, per rendere al meglio, e dunque per evitare di generare quella sonorità da te descritta vanno ottimizzate; diciamo più di quanto richiedano in sede di ottimizzazione altri brands.

Partiamo da quanto anche tu hai riscontrato lato pilotaggio: "aveva più birra". Non esiste che una amplificazione da 50 watt ben progettata abbia più birra di una amplificazione da 100/150 watt altrettanto ben progettata. Se questo avviene, è perché la seconda ha dei problemi strutturali (progettazione), o contingenti (magagne di vario tipo da sistemare in assistenza), ovvero ancora entrambi.

Le sonorità algide da te descritte sono quasi sempre dovute in casa YBA ad abbinamenti sbagliati con sorgente a monte ed acustiche a valle (aspetto che per questo marchio è strategico ancor di più che per altri brands) e/o ad una ottimizzazione trascurata.

Nel caso di YBA, questa ottimizzazione implica: 1) installazione su piani di legno, meglio ancora se multistrato a fibre incrociate (evitando come la peste vetro e pietra di qualsiasi tipo - nel caso non ci siano soluzioni abbordabili il minimo sindacale è il procurarsi dei sottopiedi in multistrato da collocare sotto i piedi dell'elettronica, che sono sempre 3); 2) utilizzare il cavo di alimentazione per e col quale sono state progettate (YBA Diamond di alimentazione, oppure YBA Cristal), 3) curare la messa in fase elettrica di tutta la catena (non a caso i cavi di alimentazione YBA hanno la fase indicata in rosso lato spina); 4) possibilmente utilizzare a monte cablaggio di segnale YBA (direi che nel caso di specie il Cristal va benissimo) ed a valle cablaggio di potenza YBA (direi di nuovo Cristal o Glass, il Diamond essendo tremendamente capacitivo, con le ML potrebbe essere, nel caso del Passion 100, troppo impegnativo).

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sariosax

@Capa 

@melos62 

Ragazzi, vi rispondo a entrambi. melos62, mi hai allarmato molto, ci conto sull'YBA soprattutto per il mio limitato budget, ma soprattutto  perché il Burmester non ha ingresso phono, dovrei acquistare un pre decente, minimo mi costa 500 euro, ho 4000 dischi da suonare. Capa, mi hai rincuorato, a parte che l'YBA tiene molto bene il carico, ha l'ingresso phono e andrei a spendere solo una sommetta di 1000 euro dando indietro le mie elettroniche Yamaha

Rosario

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

@Sariosax veramente direi che Capa ti ha allarmato e io ti ho rincuorato, comunque invertendo l'ordine dei fattori il risultato non cambia: ti orienti sull'Yba. 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
jimbo

Se cerchi corpo lascia perdere Yba,suona nervoso  e luminoso,bocciato,parlo però dell'Integrè,ma pare sia simile quindi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
jimbo

@Capa Si in versione DT ha un suono duro,inascoltabile,nella versione monotrasformatore almeno il basso  era abbastanza soffice,seppure leggero e senza corpo sul mediobasso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capa

@jimbo Sono rincuorato del tuo parere, a volte qua dentro pare di essere uno scemo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@jimbo 

Perdonami, solo per fare la tara alle tue affermazioni, che sono decisamente , improntate alla sicurezza, alla certezza; che esperienza hai delle amplificazioni YBA?

Sono piuttosto curioso perché io ho ascoltato avvalendomi delle amplificazioni del marchio Francese a partire dai miei 25 anni circa, sino ai 45 circa (quindi per 20 anni, sempre circa ben inteso) partendo dall'Integrè monotrasformatore per arrivare ad una configurazione con pre 1 super (soprannominato dal progettista Petit Signature) e doppio finale monofonico sempre serie 1.

Quel tipo di sonorità che tu descrivi con tanta sicurezza come il pedigree sonoro del brand, nella mia limitata e ridotta esperienza, come sopra succintamente descritta, lo ho avvertito solo presso i contesti gestiti da chi non aveva la benché minima idea di come mettere le amplificazioni Francesi nella condizione di rendere al meglio quanto ad abbinamenti ed ottimizzazione,  evidentemente non capendone assolutamente nulla.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Capa 

Pare?

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capa

@yonnas80 Ah! Sarà perché non ho messo la copertina di cachemere all'Integré che suonava così ... ah, lui è tipo che vuole attenzioni, bisogna saperci fare ... ahh ... mica deve servire noi, siamo noi che dobbiamo servire lui ... ahh ...

Ma và, va!

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Capa 

Va tu dove credi, cortesemente.

Alle mie peregrinazioni ci penso io.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capa

@yonnas80 Un signore, sei un signore! Non c'è che dire.

Au revoir.

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Capa 

😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Sariosax 

Ad ogni modo, al di là di opinioni/pareri di vario segno, l'unico giudizio che conta è quello di Sariosax, che fortunatamente, e con molta intelligenza, valuterà il CAP 151 ed il Passion 100 col suo orecchio e col suo gusto.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
jimbo

@Capa mi disse un fan dellyba,per farlo suonare devi aver fede😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sariosax

@yonnas80 

Vi prego ragazzi, non litigate, non ce n'è motivo. Certo, Giovanni, valuterò solo il Classe CAP151 e l'YBA Passion 100, le mie possibilità economiche a questi mi portano. Il negozio mi ha valutato i diffusori  Yamaha NS690 II e l'amplificatore A1020, 500 euro come reso, è un po pochino, che dici? Una cosa Giovanni, nel negozio c'è un cinese Cayin A100T  a valvole, che roba è, pilota bene le Aerius? Sai, sono contrario alla roba cinese difficile da rivendere e ho il terrore che siano cineserie

Rosario

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@Sariosax 

Non intendevo essere riduttivo rispetto a quanto ascolterai, anzi, al contrario volevo rimarcare la sensatezza del tuo atteggiamento, che ti porterà a valutare di persona le 2 alternative a tua disposizione.

Sarà il tuo udito ed il tuo gusto a decidere; così come dovrebbe sempre essere.

Giovanni

Share this post


Link to post
Share on other sites
yonnas80

@jimbo 

Te li scegli bene i "fans" YBA dei quali riportare le opinioni...😉

Attendo ancora di conoscere la tua esperienza diretta col marchio Francese; non mi vuoi raccontare?

Giovanni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sariosax

@yonnas80 

Quindi con questo mi fai sperare anche ad una buona riuscita del CAP 151, paragonandolo al Passion 100?

Giovanni, del cinese  Cayin A100T  a valvole non sai nulla? Sai una cosa? Non ho mai mangiato in un ristorante cinese in vita mia ... indovina perché?🤣

Rosario

Share this post


Link to post
Share on other sites
jimbo

@yonnas80 ci rinuncio non è la primavolta che, discuto con i fan boy del marchio,e comunque parlo solo dellintegre,macchina che conosco bene,sul resto non mi sono  mai espresso

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293893
    Total Topics
    6386051
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy