Jump to content
Melius Club

ST1971

USB de noantri contro USB de noiaudiofili

Recommended Posts

ST1971

se riesco a a finirlo in tempo, venerdi nel pomeriggio io ed un amico appassionato di cavi audiofighi faremo un confronto nel mio impianto tra il suo usb transparent premium ed il mio cavo usb autocostruito (autocostruendo per adesso).

Due scuole di pensiero che si scontrano, due teorie che vanno alla guerra all'ultimo bit, chissa' se e cosa verra' fuori.

Quanti di noi credono che tra un cavo usb e l'altro ci sia differenza e soprattutto quanto siamo disposti a spendere per "sentire" questa differenza? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@sandromagni ma della stessa lunghezza...

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio

Prove non ne ho mai fatte, in teoria di differenze non ce ne dovrebbero essere.

In pratica orecchie delle quali mi fido mi hanno detto che ce ne sono, eccome, di differenze fra cavi usb.

E quindi tifo per il tuo cavo nella sfida che sarà 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
deba

ho fatto molte prove, tra cavi USB della stessa lunghezza, a partire da cavi per stampanti, fino ad arrivare al MIT.

la differenza c'è, eccome se c'è.

qui sul forum c'è stata anche una esauriente spiegazione tecnica della cosa.

poi ho upgradato il dac con l'interfaccia di rete e sono "caduto" nelle stesse prove per il cavo Ethernet... e anche lì c'è differenza, ma minore.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
sandromagni

qualunque cosa si cambi, a orecchio pare di sentire differenze. Provate a girare la spina di corrente dell'ampli e vedrete che sentirete differenze. E che siano le nostre orecchie che a seguirle da sole come strumento di misura ci portano troppo lontano ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@sandromagni girando la spina di corrente dell'amplificatore ho sempre e solo sentito il rumore della spina stessa che entra nella presa di corrente 😁 

Mi sa che sono sordo 😬

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
9 ore fa, edigio ha scritto:

In pratica orecchie delle quali mi fido mi hanno detto che ce ne sono, eccome, di differenze fra cavi usb.

Sì, certo. È notorio che col cavo USB audiofilo, gli zeri siano più rotondi e gli uno più affilati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

Le differenze all'ascolto sono eclatanti, se basate sulla suggestione

Altrimenti non ci sono

A meno di difetti di costruzione ovviamente, a me è capitato...un cavo usb che spernacchiava 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikefr
21 ore fa, sandromagni ha scritto:

qualunque cosa si cambi, a orecchio pare di sentire differenze. Provate a girare la spina di corrente dell'ampli e vedrete che sentirete differenze. E che siano le nostre orecchie che a seguirle da sole come strumento di misura ci portano troppo lontano ?

Fatto anche questo,mi chiesero una volta di girare la spina perché qualche cosa secondo loro non quadrava,feci finta di girarla e le cose per i due si aggiustarono magicamente......

Share this post


Link to post
Share on other sites
sandromagni

Dobbiamo accettare che l'orecchio da solo non è strumento di misura affidabile. Ciò che ci aspettiamo di sentire, sentiamo, ovviamente per differenze non enormi. Questo è. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
27 minuti fa, mikefr ha scritto:

feci finta di girarla e le cose per i due si aggiustarono magicamente......

Tipico

Fatti anche io trucchetti del genere. 

Risultato garantito.

Le differenze non esistono se togliamo la nostra fervida immaginazione

O meglio, esistono se non la togliamo

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
1 minuto fa, Ligo ha scritto:

ho smesso di seguire quella che nella mia testa chiamo "audiofilia delle pagliuzze" per concentrarmi sulle travi che sorreggono la buona riproduzione del suono

Vorrei averla scritta io questa bella frase non solo

Vorrei poter dire che seguo il precetto al 100%, cosa non vera

Share this post


Link to post
Share on other sites
sandromagni

@FabioSabbatini basterebbe almeno allocare il dinero tra i vari componenti dell'impianto in proporzione a quanto incide ciascun componente sul risultato. Solo che facendo cosìdopo aver investito su diffusori in primis e dac subito dopo, temo che per il resto dell'impianto resterebbe una piccola fetta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
14 ore fa, Giemme ha scritto:

Sì, certo. È notorio che col cavo USB audiofilo, gli zeri siano più rotondi e gli uno più affilati.

Io non ho provato, ma se delle orecchie delle quali mi fido mi riportano di aver sentito differenze tendo a crederci.

Che poi a me sfugga completamente il motivo di queste differenze è un altro discorso. Non credo che collegandolo alla mia stampante avrò colori più brillanti e maggiore risoluzione, se è questo che intendi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

@FabioSabbatini 

1 ora fa, FabioSabbatini ha scritto:

Vorrei poter dire che seguo il precetto al 100%, cosa non vera

Io penso che non ci sia niente di male a giocare, basta sapere che si sta giocando e che il gioco ci gratificherà ma avrà scarsa se non nulla incidenza sul risultato finale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
1 ora fa, edigio ha scritto:

Io non ho provato, ma se delle orecchie delle quali mi fido mi riportano di aver sentito differenze tendo a crederci.

Mai fidarsi solo delle orecchie:

Segnalato più volte ma ogni tanto è utile riproporlo. Tu senti Yanni o Laurel? Sappi che non sempre ti darà lo stesso risultato pur rimanendo immutati i parametri d'ascolto. Oggi, ad esempio, sento una vocetta da gnomo castrato che dice "ieeeni"; altre volte ho udito una voce baritonale pronunciare "lòrel".

Il tuo amico avrà sicuramente delle orecchie d'oro, ma i motivi per cui si sente o si crede di sentire una differenza sono molti.

Un cavo USB danneggiato o modificato intenzionalmente, produrrà degli errori ma questi saranno visti come disturbi o come interruzioni. Se qualcuno utilizza la solita letteratura audiofila (focalizzazione, piani più distinti, neri infrastrumentali ...) per descrivere ciò che ha appena udito, fingi di credergli ed aspetta che il momento mistico gli passi.

La regola della stampante che non produce cieli più blu a seconda del cavo utilizzato, vale anche per l'audio audio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
deba
7 minuti fa, Giemme ha scritto:

La regola della stampante che non produce cieli più blu a seconda del cavo utilizzato, vale anche per l'audio audio

assolutamente no perché i protocolli USB di comunicazione sono differenti... è per questo che non ci sono perdite di dati nei trasferimenti tra PC e HD o tra PC e stampante, mentre i trasferimenti tra PC e DAC sono affetti da errori, e il tasso di errore dipende dalla qualità del cavo.

ripeto, qui sul forum è stato scritto un paio d'anni fa un dettagliato 3d tecnico sulla cosa.

poi uno fa come crede... e sente come crede.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
22 minuti fa, deba ha scritto:

mentre i trasferimenti tra PC e DAC sono affetti da errori, e il tasso di errore dipende dalla qualità del cavo.

Tutto questo in linea teorica; è assai improbabile che vista l'esigua mole di dati trattati, possa succedere qualcosa di nefasto, altrimenti si sarebbero utilizzate soluzioni più efficienti e sicure rispetto ad un cavo intrecciato da vergini circasse nelle notti di plenilunio. La riprova è che gli errori, volendo a tutti i costi provocarli, causano dei distrurbi o delle interruzioni e non "bassi più lievi e voci meno ferme".

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
1 ora fa, Ligo ha scritto:

penso che non ci sia niente di male a giocare, basta sapere che si sta giocando e che il gioco ci gratificherà ma avrà scarsa se non nulla incidenza sul risultato finale.

Questa invece la scrivo spesso

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
deba
11 minuti fa, Giemme ha scritto:

altrimenti ci sarebbero utilizzate soluzioni più efficienti e sicure

infatti all'inizio i DAC non avevano l'interfaccia USB... è stata aggiunta solo in un secondo tempo perché Firewire e I2S non erano così comuni come la USB nel mondo dei PC.

e questo ha portato a non pochi casini... interfacce USB che non funzionano coi file a 192kHz e via discorrendo, problemi con i file ISO, etc.

L'Ethernet ha migliorato di molto la situazione, anche perché il protocollo usato garantisce l'integrità del trasferimento, le interfacce sono isolate e dotate di un ampio buffer di ingresso dati... infatti se scollegate il cavo di rete, la musica continua ad essere riprodotta (nel mio AC anche oltre 10s).

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

Le differenze misurate dei cavi usb sono stranote

http://archimago.blogspot.com/2013/04/measurements-usb-cables-for-dacs.html?m=1

Del tutto insignificanti all'ascolto

Ma di molto assai

A meno di difetti come detto

Certo...se uno poi usa un dac scarso...di quelli cioè che suonano udibilmente meglio con il femtoclock...be', in quel caso tutto può accadere

Il resto come detto è scientificamente spiegato: suggestione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

I cavi USB , se non difettosi, non possono avere influenze udibili, e questo è quanto la teoria dice. Sono stati misurati e non si sono evidenziate differenze che possano rientrare nei limiti di udibilità. 

Per il resto, come mi è già capitato di scrivere, ognuno sente ciò che sente e nessuno è nella testa di un altro per giudicare le altrui percezioni, però non si tenti di dare giustificazioni oggettive a fatti che non hanno né riscontri teorici né strumentali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

per chi non lo sapesse, di cavi si può discutere solo nella sezione fine tuning. provvedo io

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
5 minuti fa, deba ha scritto:

questo ha portato a non pochi casini... interfacce USB che non funzionano coi file a 192kHz e via discorrendo, problemi con i file ISO, etc.

Non dico che certi problemi non possano manifestarsi, ma mi chiedo se non siano dovuti più a scarsa abilità progettuale o costruttiva nella realizzazione delle elettroniche che non al cavo USB. 

Peccato che come al solito nessuno dedichi un attimo di tempo a prove che dimostrano la scarsa attendibilità di autoproclamati possessori di orecchie d'oro. Il test che ho (ri)pubblicato toglierebbe molte certezze granitiche sull'infallibilità dei propri sensi.

È anche strano vedere che il tempo dedicato ai cavi, alle cremine magiche e alle etichette da applicare alle elettroniche, è apparentemente superiore a quello speso per ampli, diffusori ed ambiente.

In ultimo, mi chiedo se il gruppo chiuso sui cavi, abbia già prodotto qualcosa per cui aspirare ad un eventuale premio Nobel. Semplice curiosità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
4 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

per chi non lo sapesse, di cavi si può discutere solo nella sezione fine tuning. provvedo io

Ops. Dimenticanza. Togli o sposta il mio messaggio se vuoi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni

@FabioSabbatini letto le misure (http://archimago.blogspot.com/2013/04/measurements-usb-cables-for-dacs.html?m=1)che mi sembrano nette e di univoca lettura. Approfitto dell'amicizia di @deba per chiedere un suo commento alle misure data la preparazione tecnica senz'altro superiore, alla mia e a quella di molti dei convenuti al 3ad, nello specifico campo dell'elettronica. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
35 minuti fa, Ettore Achilleo ha scritto:

Finiamola di raccontare frottole.

Il grande equivoco è quello di pensare che se qualcosa in determinate ( e quasi sempre volute) circostanze possa accadere, necessariamente lo debba fare catastroficamente e per giunta in un modo impossibile. Siamo andati sulla luna con sistemi meno complessi di quelli che certi piazzisti vorrebbero rifilare all'anziano audiofilo che vuole ascoltare l'ennesimo remaster di The Dark Side of the Moon

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@ST1971 le differenze tra cavi usb sono ben udibili.

Le noterai anche tu nella prova.

Se ci si ferma a postulati come gli zero e uno, le misure, il cavo che non funziona, la stampante che stampa sempre ecc. non si va da nessuna parte. Non è questo il punto.

Come quando si diceva che il sole gira intorno alla terra, poi le cose cambiarono

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    294273
    Total Topics
    6409052
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy