Jump to content
Melius Club

ST1971

USB de noantri contro USB de noiaudiofili

Recommended Posts

Gherardo

oh...Dark Side of the Moon non si tocca... ☠️

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
9 ore fa, edigio ha scritto:

Non credo che collegandolo alla mia stampante avrò colori più brillanti e maggiore risoluzione, se è questo che intendi.

Certo di fare cosa utile: la stampante si collega all'host USB in modalità diversa rispetto alla scheda audio.

Indipendentemente dalla considerazione se i cavi USB suonino o meno, il paragone con la stampante, tanto ricorrente, è tecnicamente infondato.

Un cavo USB può benissimo suonare meglio e stampare uguale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer
32 minuti fa, appecundria ha scritto:

paragone con la stampante, tanto ricorrente, è tecnicamente infondato.

Meno male che qualcuno ogni tanto lo ricorda!😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@contemax non è come per la terrapiatta, fai esempi non congruenti.

Ci sono cose che le misure non dicono.

Perché secondo te i lettori cd hanno misure identiche ma suonano diversi?

Quello che non dicono le misure...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
13 ore fa, appecundria ha scritto:

la stampante si collega all'host USB in modalità diversa rispetto alla scheda audio.

Lo si sa, ma è per estremizzare. Si sa anche che è impossibile che un cavo USB possa "spostare i piani, definire la scena, togliere i veli e d appianare i brufoli", eppure ogni giorno qualcuno descrive le sue esperienze estatiche come fatti reali. Un po' come quelli che vanno a Medjugorje e tornano dicendo di aver visto il sole pulsare. E mai che neppure il gazzettino di Sarajevo ne parli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

allora: oggi spero si faccia sta prova, per adesso con cavi non adatti ai palati delicati degli audiofili, nel mio e sottolineo mio impianto la differenza tra un cavo e l'altro e' pari ad uno zero spaccato. Per adesso ho provato roba in mio possesso, dato che il fantasmagorico transparent premium me lo portano oggi pomeriggio ed il mio autocostruito ancora non e' finito. Comunque i protagonisti del test provvisorio sono stai un normalissimo cavo da stampante, un hama da 10 euro ed un qed che dolfi mi ha regalato quando ho acquistato l'sa10. Ripeto, differenze totalmente nulle.

Informaticamente il trasporto dati tra uno scambio "normale" tra computer e periferiche quali scanner, stampanti ed hd e' diverso dallo streaming gestito tramite usb (interfaccia nata per altri scopi e piena di schifezze), ma visti i temporanei risultati nel mio impianto mi vengono delle parziali considerazioni in mente.

La prima e' che non ho un impianto tale per cui posso avvertire differenze in quanto non abbastanza performante, ipotesi scartata in partenza in quanto il problema del mio impianto, soprattutto dopo l'inserimento dell'sa10 e' proprio l'esatto contrario, fa sentire in modo drammatico ogni minimo problema o variazione sia in positivo che in negativo.

La seconda ipotesi e' che la sezione di conversione dell'sa10 che ricordo essere completamente proprietaria e non basata su nessun chip, nonche' dotata di stadi di reclocking abbastanza quotati, potrebbe bellamente fregarsene di quello che gli entra e da dove arriva perche' ha un suo protocollo o modo di gestione custom che prende i dati a pacchetti li rielabora, riallinea, converte (in realta' converte tutto quello che legge a dsd11.2 1bit) e spedisce alle analogiche "as is" senza perdersi nulla. Questa ipotesi potrebbe essere attendibile perche' ho fatto una prova semplicissima, ho preso un cd che conosco a memoria, l'ho digitalizzato, ho masterizzato i files su dvd rom e poi ho provato a leggere da tutte e tre le sorgenti, cd, dvd rom e mac con audirvana ed anche li' la differenza e' stata pari ad un fantastico zero spaccato.

Comunque in serata spero di essermi levato lo sfizio di capire se un cavo usb da quasi 1000 euro fa la differenza 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
1 ora fa, contemax ha scritto:

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche.

@contemax rimaniamo su binari civili, ripetere per 5 volte la stessa frase non apporta vaolre al forum. Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
2 ore fa, contemax ha scritto:

non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Scusami ma a quale titolo questo Ettore rappresenterebbe addirittura "la scienza"?

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
7 ore fa, contemax ha scritto:

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Quindi non date nessun credito al test effettuato da Ettore?

Quindi i terrapiattisti hanno ragione, conta cosa si vede, non cosa dicono le prove scientifiche

Nella storia della scienza, molto spesso è successo esattamente il  contrario, si è creduto a ciò che si vedeva per cui le prove scientifiche erano formulate in base a ciò che si vedeva...

Il Dr. Hughes Bennet, lo scopritore della leucemia,  in tema di germi patogeni, supportato dalla comunità scientifica di Edinburgo, contestando le sue teorie risponderva così a Lister, lo scopritore dell'antisepsi, colui che utilizzando l'acido carbolico o fenico, ridusse la mortalità post operatoria del settanta per cento :

“Where are the germs?

Show them to us and we will believe.

Has anyone seen the germs?”

Dove sono i germi ?

Mostraceli e noi ti crederemo.

Qualcuno ha visto i germi ?

Nel 1924 fu eretto, a Londra, un monumento al dr Lister che affermava esistesse ciò che non  si vedeva

http://himetop.wikidot.com/joseph-lister-s-monument

ma  anche Hughes Bennet è ricordato per la scoperta della leucemia,  avrà certamente visto e dedotto, ma per i germi e le infezioni, fu colpevole, come tanti altri,  di aver creduto soltanto a ciò che vedeva.

http://himetop.wikidot.com/john-hughes-bennett-s-memorial-tablet

Observatio et ratio anziché  ratio et observatio, in questo modo il dottor  Cardarelli fece correggere la targa precedentemente apposta  dal dr Manfrè nell'ospedale di Napoli

la ragione al servizio della sensibilità, non l'inverso

https://books.google.it/books?id=lSlBAQAAQBAJ&pg=PA21&lpg=PA21&dq=cardarelli+observatio+et+ratio&source=bl&ots=EC1aPheQ0e&sig=ACfU3U29NZJzJT0xFnD5dSoRWF_C_oQyaA&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwiU9I2sieniAhWCzqQKHbnJCiEQ6AEwBXoECAgQAQ#v=onepage&q=cardarelli observatio et ratio&f=false

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

Eppure esiste il cavo USB ammazzagiganti, ma ve lo svelerò più avanti. Voglio fare qualche altro test. 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
39 minuti fa, appecundria ha scritto:

Eppure esiste il cavo USB ammazzagiganti, ma ve lo svelerò più avanti. Voglio fare qualche altro test.

Riservalo per i rientri di settembre. Il cavo è un argomento troppo caldo per l'estate.

Sarà difficile eguagliare i record ottenuti col più popolare cavo audio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Ma lo hai letto il suo messaggio?

A volte mi sembra di essere all'asilo!

Ha fatto viaggiare un file di musica facendogli fare di tutto e di più e poi a invertito la fase 

Risultato? Identici!

Questo è un test scientifico

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer
20 minuti fa, contemax ha scritto:

Risultato? Identici!

@contemax 

Alle misure o all'ascolto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
23 minuti fa, contemax ha scritto:

Ha fatto viaggiare un file di musica facendogli fare di tutto e di più e poi a invertito la fase 

Risultato? Identici!

Se sommando un file in fase ad un altro in controfase non c'è niente, anche amplificando, vuol dire che i due file erano uguali o che in tutti quei passaggi non hanno subito cambiamenti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sfabr64
1 ora fa, contemax ha scritto:

Risultato? Identici!

Questo è un test scientifico

Identici, all'ascolto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

bisognerebbe smetterla di citare  la scienza a sproposito, la vita di un fisico  scandita dalla messa a punto di esperimenti complessi per dimostrare  negare una teoria. la maggior parte dei fisici non credono alla fusione fredda, purtuttavia ci sono altri fisici, anche vincitori di nobel, che ci credono e che ci lavorano, e nessuno diice all'altro di tacere in nome della scienza. il mondo reale è più complesso delle nostre semplificazioni,

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

speravo di riuscire a fare la prova con il transparent, ma l'amico stasera era impegnato.

sono comunque riuscito a trovare un altro appassionato armato di audioquest carbon ed abbiamo provato a confrontare i miei qed, stampante, hama ed autocostruito con il suo carbon.

Sara' il voler credere che gli angeli hanno un sesso, sara' il particolare dac chipless del Marantz, sara' quel che sara', ma per adesso all'ascolto non c'e' stata la minima differenza tra un cavo e l'altro, tutto scorre in modo stupendo alla stessa maniera. Transienti velocissimi, tonnellate di informazioni, musicalita', scena, tutto allo stesso modo, nessuna differenza avvertibile.

Per amor di precisione descrivo il processo di costruzione del mio usb. Ho preso dell'argento che mi era avanzato di cui non ricordo la sezione, ma comunque fine, ho isolato ogni conduttore con dei tubicini di teflon leggermente piu' grandi, li ho twistati in modo blando attorno ad un tubicino di teflon vuoto, li ho uniti con nastro di teflon, usato una guaina di rame come schermo, ancora teflon, altra calza di rame, teflon e guaina a coprire tutto l'accrocco. le saldature con stagno all'argento le ho fatte fare ad un amico parecchio piu' bravo di me, io avei costruito una palla di stagno! 😂

Per adesso questo e' quanto, dovro' stare via un paio di settimane per lavoro, ma quando riusciremo faremo il test con il transparent e se anche in quel caso la differenza sara' nulla credo che avremo molto materiale su cui dibattere, soprattutto sul perche' nel mio particolare caso non ci sono differenze udibili 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

@cactus_atomo Se io metto una bottiglia con acqua fredda e un'altra con acqua calda in un congelatore e stabilisco quale si ghiaccia prima conduco un esperimento scientifico.

Secondo te non è scientifico paragonare 2 file dopo avergli fatto fare tutto quel giro? Mi dici cosa è per te la scienza?

Credere nella fusione fredda o meglio che essa si possa mettere in atto per produrre energia è già stato dimostrato, ma per adesso in quantità infinitesimale.

Quindi caro mio, il punto non è crederci o non crederci, ma se sia o no realizzabile

Anche viaggiare nel tempo è cosa possibile ma non realizzabile.

Anche alle elementari si conducevano esperimenti scientifici.

Poi che tu da moderatore entri a gamba tesa è tutto dire!

Il re è nudo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
1 ora fa, contemax ha scritto:

Credere nella fusione fredda o meglio che essa si possa mettere in atto per produrre energia è già stato dimostrato, ma per adesso in quantità infinitesimale.

La fusione fredda, cosiddetta, non c'è mai stata, ormai è quasi certo. 

Qualcosa succede certo ma non dovrebbe trattarsi di fusione.

https://www.nature.com/articles/d41586-019-01673-x

Appena fresco di notizia:

https://www.nature.com/articles/s41586-019-1256-6

Ma...a meno di simili episodi di quella che ormai è definita "scienza patologica" un cavo usb se non difettato suona come qualunque altro non difettato.

Quello che sentiamo e percepiamo è l'effetto di bias cognitivi.

Il cui effetto è ultradimostrato.

Altro che fuffa fredda e insalata mista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Il bello è che gli dimostri coi fatti ( esperimento scientifico) che il cavo USB e tutta l'insalata di contorno non incidono minimamente sul file che arriva al DAC e loro ti dicono che le orecchie dicono altro.

Se non siamo alla frutta ditemi voi dove siamo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966

Un tempo mi divertivo a guardare i cabaret di terrapiattisti, sciechimicari ed antivaccinisti, ora, non più: ci sono amenità più risibili su altri lidl che spaziano in elettronica, chimica, fisica, ecc. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
12 minuti fa, contemax ha scritto:

loro ti dicono che le orecchie dicono altro

be'...tecnicamente hanno ragione

Il punto dove sbagliano (secondo me molti se ne rendono anche conto ma non vogliono ammetterlo apertamente) è che credono che le loro percezioni uditive siano conseguenza di differenze sonore oggettive.

Invece è suggestione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62
23 minuti fa, contemax ha scritto:

Il bello è che gli dimostri coi fatti ( esperimento scientifico) che il cavo USB e tutta l'insalata di contorno non incidono minimamente sul file che arriva al DAC e loro ti dicono che le orecchie dicono altro.

Se non siamo alla frutta ditemi voi dove siamo?

No, no, siamo ancora oltre!

Si sostiene che:

1. due stream che contengono sequenze di bit "identiche", possono suonare in modo differente solo perché "in precedenza" sono stati trasportati attraverso supporti (cavi) diversi

2. i bit trasportati dal supporto più costoso, generalmente suonano meglio

3. le differenze di suono possono anche non essere puri errori (comprensibile), ma differenze che incidono su parametri audiofili quali spazialità,timbrica, etc (sempre con causale coerenza con il punto 2)

Mah

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

Fusione fredda: il suo problema è l'enorme calore prodotto che necessiterebbe di temperature vicine allo zero assoluto per essere dissipato. E questo è il problema teorico. Soluzione pratica: francesi e statunitensi hanno risolto la cosa testando un enorme campo magnetico che tiene la ma di fusione lontana dalle parti della Camera di fusione et voilà, nel 2025 verrà aperta e testata in Francia la prima centrale a fusione fredda, se risponderà alle aspettative entro il 2050 l'intero territorio degli Stati Uniti sarà alimentato da centrali a fusione fredda. 🙂

Per tornare in argomento, come ho esposto poco più su per adesso, all'ascolto, non c'è un singolo bit di differenza tra i vari cavi testati. Eppure sono stati usati i cavi più disparati. Li elenco nuovamente:

- cavo stampante (per dire cavo da due euro)

- hama, circa 10 euro

- QED serie boh, quello buono loro

- autocostruito da me con conduttori argento, connettori placcati oro

- audioquest carbon

Manca all'appello quello che ha scatenato questa voglia di confronto, il transparent USB Premium, prossima settimana spero di infilare anche lui nella lista.

Per adesso, lo ribadisco nel MIO impianto non si avverte la minima differenza 🙂

@ifer secondo me nei tuoi interventi manca sempre un incipit, "secondo me"🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
4 minuti fa, ST1971 ha scritto:

Fusione fredda: il suo problema è l'enorme calore prodotto che necessiterebbe di temperature vicine allo zero assoluto per essere dissipato. E questo è il problema teorico. Soluzione pratica: francesi e statunitensi hanno risolto la cosa testando un enorme campo magnetico che tiene la ma di fusione lontana dalle parti della Camera di fusione et voilà, nel 2025 verrà aperta e testata in Francia la prima centrale a fusione fredda, se risponderà alle aspettative entro il 2050 l'intero territorio degli Stati Uniti sarà alimentato da centrali a fusione fredda

No

Attenzione

Quello che scrivi non c'entra nulla con la fusione fredda

Tu, presumo, ti riferisci alla fusione nucleare...che è una cosa nota e dimostrata

Tra l'altro ormai esistono diverse opzioni parecchio avanzate

Ti riferisci probabilmente a questa:

https://www.nature.com/articles/s41586-019-1256-6

Altro che fuffa, questa è roba seria

NIENTE a che vedere con la fusione fredda o i cavi usb audiofili

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@FabioSabbatini si pardon, grazie per la precisazione ☺️

Il soggetto della discussione resta. Le mie orecchie, il mio impianto ed i cavi che sto usando per la prova dicono a gran voce che si differenze udibili non ne vogliono"sentir"( 🙂 ) parlare

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

non usando musica liquida se non in modo maeginale non mi sono mai posto il problema dei cavi usb, anche se a naso (che non è un metodo scientifico) tenderei a pensare che se ci sono problemi stanno altrove. rinnovo l'invito a non citare la scienza ad ogni 3x2, ogmi teoria scientifica è vera fino a che non viene siperta, ma per superarla occorre pruma metterla in dubbio. la storia è piena di teorie sientifiche considerate inoppugnabili che succesivamente sono state soppiantate da altre o che addirittura si son dimostrate errate. e il mondo è anche pieno di teorie errate che hanno portato cnseguenze positive e non previste. il suoo dei cavi usb per la scienza è un problema irrilevantem che non ha mai meritato ne un poster ne una citazione di strscio in qualsivoglia sede scientifica

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@FabioSabbatini cortesemewnte, non mettere sullo stesso piano fusione fredda (su cui impegnè gli ultimi anni di vita il grande fisico italiano preparata) e i cavi usb. I fusioisti caldi non ci han mai creduto, io non so se funziona, dico solo che se da una reazione escono neutroni quela è una reazion nucleare, che poi la si chiai fusine fredda o pippo pluto e paprino non camba a sstsna delle cose. fine ot

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
2 minuti fa, ST1971 ha scritto:

differenze udibili non ne vogliono"sentir"( 🙂 ) parlare

In questo caso hai ben tre opzioni:

 Terrapiattista, sordo o impianto poco rivelatore

Scegli pure con comodo

2 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

in qualsivoglia sede scientifica

seria...aggiungerei

a parte gli scherzetti tu stimoli un dibattito molto interessante: sul relativismo (Protagora e seguire...)

Io sostengo che in linea di principio hai ragione ma che in pratica tante cose sono ormai acquisite, note e dimostrate, dagli effetti della penicillina a come funzionano i cavi usb 

...comunque giustamente OT, qui.

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    297398
    Total Topics
    6544678
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy