Jump to content
Melius Club

ST1971

USB de noantri contro USB de noiaudiofili

Recommended Posts

Ligo

@ifer Vedo che non vuoi rispondere e invece continui a parlare di misure. Fa niente, in fondo anche non rispondere è una risposta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

@ifer Vedo che non vuoi rispondere:  Chi dice che io o un altro non sappiamo dove buttare l'orecchio o lo facciamo peggio di te? O che abbiamo maggiori problemi di udito? Invece continui a parlare di misure. Fa niente, in fondo anche non rispondere è una risposta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@ifer mi ero ripromesso di non intervenire piu' in questa discussione, ma cambio idea, troppo gustosa! 🙂

secondo te la resa di un violino del 700 rispetto a quella di uno moderno non e' misurabile? Sicuro sicuro? secondo me puoi misurare benissimo la differenza sonica che c'e' tra un violino e l'altro, ricordati che un violino come qualsiasi altro strumento altro non e' che un diffusore, quindi puoi misurare senza nessun problema la risposta in frequenza, ti diro' di piu', le onde sonore sono energia e quindi sviluppano calore, prova a misurare lo spettro termometrico della cassa di risonanza di un violino eseguendo tutta la scala musicale, vedrai che differenza c'e' tra un violino con legno stagionato per 300 anni ed uno moderno e che differenza c'e' tra un violino di noce ed uno di mdf (ovviamente ho preso due materiali a caso per rendere l'idea, anche se un violino di mdf... 😂)

suvvia signori, finche' si parla del sesso degli angeli va bene, e' divertente, ma quando si sconfina forse e' il caso di fermarsi un secondo risistemare il nodo alla cravatta e ripartire 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

Tutto ciò senza considerare che i violini non c'entrano nulla con i cavi USB, tema del 3ad.:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@lello64 certo un test promosso e sponsorizzato dal fabbricanre del violino moderno..e con una metodologia che di scientifico ha poco. resta il fatto che due violini suonano diversi, meglio o peggio è questione di gusti

ps in anni lontani un mio amico biologo e ricarcatore di fama internazionale pubblico un dotto articolo aulle proprietò benefiche del caffè, tutto vero, ma omise di parlare dei rischi perché a ricerca era finnziata da una multinazionale del caffè

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@ST1971 ancora con la risposta in frequenza? da sola è una misura inutile, fosse utile tutti gli ampli sarebbero uguali, dipende da come misuri la risposta in frequenza, ma il suono dipende pure da altr. tutto volendo di può misurare, a patto di avere un modello rappresentativo della realta, gli strumenti di misura adatti e la capacità di gestirli e interpretarli. in genere misure di questo tipo sono troppo complesse per essere utilizzate in campo audio, quelle che abbiamo a disposizione sono una versione semplificata, che può essere onesta (se realizzata da un indipendente) o plotata dall'ufficio marketing, ma comunque poco rappresentativa del reale. sbagliano premi nobel a interprewtare le misure, cerchiamo di essere un po meno sicuri di essere in grado di misurare il mondo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@cactus_atomo io ho semplificato di molto il discorso, ma il succo resta lo stesso, le differenze soniche oggettive di due strumenti sono perfettamente misurabili per quanto poco voglia dire ai fini della resa globale. la mia era una replica all'affermazione di ifer. Che poi le misure da sole vogliano dire poco o nulla posso pure essere d'accordo anche perche', per fare un esempio sconfinando in un campo diverso, io posso avere un televisore perfettamente calibrato con sonda e software, perfettamente rispondente alle specifiche rec709 o bt2020, ma se a me piace vedere le persone con la pelle verdognola il televisore perfettamente calibrato mi fara' schifo 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
lello64
1 ora fa, cactus_atomo ha scritto:

certo un test promosso e sponsorizzato dal fabbricanre del violino moderno..


in pratica quello che succede tutte le volte che leggiamo qualcosa su cavi e accessori

con la differenza che questi oltre a scrivere dimostrano quello che dicono con dei test

e quando dimostrano non barano muovendo i volumi come fanno certi...

comunque... a parte che i test di questo tipo sono stati diversi ed hanno portato tutti agli stessi risultati... io credo che la differenza sostanziale sia che in quell'ambiente la gente, probabilmente per il fatto di essere professionisti, riescono a farlo un test di quel tipo... ed in modo sereno

in questo ambiente invece il gonzo non ci sta a fare la parte del gonzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@lello64 pensi che tutti i violinisti che usano uno stradivari o un guarneri del gesù siano gonzi? loro con violino ci lavorano

Share this post


Link to post
Share on other sites
lello64
1 minuto fa, cactus_atomo ha scritto:

pensi che tutti i violinisti che usano uno stradivari o un guarneri del gesù siano gonzi? loro con violino ci lavorano


questo non c'entra nulla con il discorso fatto

c'è un valore storico che se permetti esula dal meglio o peggio

resta il fatto che i test dimostrano che c'è della suggestione anche in quel campo e che se si bada al suono fine a se stesso... be'... il guarnieri può non essere il massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@ST1971 non voglio innescare una pollemica, ma ho lavorato 35 anni in un ente di ricerca e so bene cosa costi il fare misure accurate, mettere a punto modelli, interpretare i risultati.. e le controversie non mancano, La realtà è diversa dai modelli matematici, una misua elettrica in regime statico mi da utili informazioni, ma  ben diversa da una misura in regime statico. Da persona eminentemente pratica, ho deciso che anche se alcuni accessori dovessero funzionare, ce ne sono talmnte tanti sul mercato che non ho me il tempo ne  voglia di provarli tutti, preferisco ascoltare musica o al limite fare altro. La differeza di suono la fa innanzitutto il sw, elemento su cui non posso intervenire. Nella mia esperienza un impianto perfettamente tarato su un brano suonerà medmente male su tutti gli altri. più che il suono perfetto cerco quello cje mi dia una versione possibile dell'eveno sonoro con la media delle regisgtrazni che scolto

Cambiare caci e supporti è faticoiso, se devo sudare meglio una bella serata di tano, almeno maneggio delle donne e non dei oezzi di filo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
6 minuti fa, cactus_atomo ha scritto:

Cambiare caci e supporti

Fa ingrassare, lo dice il dottore. 

Pur non essendo appassionato di tan(g)o e rimpiangendo il fatto di perdere alcune occasioni, condivido tutto quello che hai scritto. È il vero modo di ascoltare la musica, senza scervellarsi su tutta la parte elettrica che c'è dietro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@cactus_atomo pensiero condivisibile in toto, ma personale. Usare il large hadron collider per fare luce e leggere un buon giallo e' assurdo, se si capisce il paragone, quindi sono in linea col tuo pensiero, ma per tornare sull'argomento si sta contestando il fatto che io, nella mia situazione non stia rilevando la benche' minima differenza di resa tra cavi usb di varia natura o peggio, i soliti soloni attribuiscono, come sempre si fa in questi casi, la mancanza di differenze rilevata alla schifezza del mio impianto o del mio udito o di entrambi e qui le misure non c'entrano un mazzo c'entra solo il solito vezzo audiofilo di affermare a priori che se un altro appassionato ha un'esperienza diversa dalla mia quell'appassionato ha qualcosa che non va 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@ST1971 le esperienze di tutti vanno rispettate, senza demonizzarli con giudizi aprioristici (suggestione, impianto rivelatore, ecc) purtroppo in troppi si sentono l'ombelico del mondo e ritengono le loro sensazioni le uniche valide. Ho una foto fatta io viaggio, che sembra un fotomontaggio, io con jeans leggeri e polo a maniche corte, la mia amica con giacca a vento, golfino e sciarpa, temperatura uguale ma sensazini diverse. C'è la tendenza a rigttare cme errata ogni eserienza divera dalla nostra, fortuna che l'hifi non è una religione atrimenti troppe notti di san bartolomeo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@cactus_atomo gia' 😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

Moderazione scusate l'ultimo OT:

@Ligo @ST1971 

L'articolo si chiude con questo inciso;

Qualcosa pare suggerire che nessuna équipe scientifica potrà mai venire a capo di questo groviglio di variabili.

Come detto sopra anche da Cactus  la risposta in frequenza è inutile sia per ampli che per violini, secondo me è così pure per i cavi usb.

Ligo non capisco perché continui a dire che non ti ho risposto, mi sembra di essere stato eloquente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

A dire il vero io una differenza tra cavi USB l'ho sentita, erano entrambi da stampante ma di differente lunghezza, 1,2 e 3mt,quello più lungo andava nettamente peggio (me ne sono accorto immediatamente malgrado sia sordo),visto che il cambio lo facevo solo per praticità logistica ho rimesso quello più corto.

Ovviamente dei motivi tecnici di quel risultato non ne ho la più pallida idea,forse il cavo più lungo aveva dei problemi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060

@ST1971 

Il 12/6/2019 Alle 08:10, ST1971 ha scritto:

se riesco a a finirlo in tempo, venerdi nel pomeriggio io ed un amico appassionato di cavi audiofighi faremo un confronto nel mio impianto tra il suo usb transparent premium ed il mio cavo usb autocostruito (autocostruendo per adesso).

Due scuole di pensiero che si scontrano, due teorie che vanno alla guerra all'ultimo bit, chissa' se e cosa verra' fuori.

Quanti di noi credono che tra un cavo usb e l'altro ci sia differenza e soprattutto quanto siamo disposti a spendere per "sentire" questa differenza? 

Non ho capito se con le due scuole di pensiero intendi il diy vs commerciale o cavo costoso vs cavo economico...


comunque molto dipende dall'usb, alcuni dac hanno, tramite lo stesso cavo usb, sia i dati che la 5v, altri solo i dati.

Io sono di parte e diyer quindi faccio tifo per te.. ma com'è finita, se è finita ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@carbonizer anche io avevo chiesto l'esito della prova, St1971 dice che lo ha scritto

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@Gici HV ma erano stessa marca o costruzione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo
1 ora fa, ifer ha scritto:

Ligo non capisco perché continui a dire che non ti ho risposto, mi sembra di essere stato eloquente.

Ci riprovo poi basta altrimenti divento noioso per chi legge.

Perché io ti chiedo: Chi dice che io o un altro non sappiamo dove buttare l'orecchio o lo facciamo peggio di te? O che abbiamo maggiori problemi di udito? 

Te lo chiedo perché al tuo post #87 hai scritto che chi certifica la qualità delle orecchie è: "l'orecchio l'otorino e il saper dove buttare l'orecchio nella prova."

Tu  mi rispondi che non tutto si può misurare, che non è la risposta alla mia domanda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060

@ifer 
Si lo ha scrito ... che non ha sentito differenze... solo che mancava alll'appello un cavo specifico ... ma forse importa poco.
Resto scettico anche io sui cavi usb a meno che non portino anche la tensione, in tal caso potrei perderci un po di tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo
2 ore fa, cactus_atomo ha scritto:

non voglio innescare una pollemica, ma ho lavorato 35 anni in un ente di ricerca e so bene cosa costi il fare misure accurate, mettere a punto modelli, interpretare i risultati.. e le controversie non mancano, La realtà è diversa dai modelli matematici, una misua elettrica in regime statico mi da utili informazioni, ma  ben diversa da una misura in regime statico. Da persona eminentemente pratica, ho deciso che anche se alcuni accessori dovessero funzionare, ce ne sono talmnte tanti sul mercato che non ho me il tempo ne  voglia di provarli tutti, preferisco ascoltare musica o al limite fare altro. La differeza di suono la fa innanzitutto il sw, elemento su cui non posso intervenire. Nella mia esperienza un impianto perfettamente tarato su un brano suonerà medmente male su tutti gli altri. più che il suono perfetto cerco quello cje mi dia una versione possibile dell'eveno sonoro con la media delle regisgtrazni che scolto

Cambiare caci e supporti è faticoiso, se devo sudare meglio una bella serata di tano, almeno maneggio delle donne e non dei oezzi di filo

Concordo con te su tutto tranne che qui si sta parlando di cavi USB santo cielo, non servono modelli matematici e misure in regime dinamico per asserire che alle misure non vi sono differenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

ad ifer ho detto che l'ho gia' scritto perche' avevo postato impressioni parziali non avendo fatto il confronto con il transparent. Comunque le riscrivo.

Per adesso tra cavo usb stampante, usb hama, qed, autocostruito e audioquest carbon non ho avvertito nessuna differenza. Forse mercoledi potremo fare il confronto aggiungendo il transparent, a quel punto provero' a fare un confronto in cieco e postero' le impressioni 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@Ligo la risposta alla tua domanda è che in alta fedeltà niente certifica niente.

Non c'è un ente deputato a rilasciare certificazioni in materia.

Le misure non certificano.

L'otorino pure non certifica ma con un test uditivo individua se la conformazione di un condotto uditivo fa passare certe frequenze meglio di altre, ognuno di noi ha una conformazione del condotto diverso, il condotto è di fatto un filtro e questo spiega il fatto che di fronte ad un impianto si abbiano impressioni di ascolto differenti.

Ovviamente il test individua anche se ci  sono deficit uditivi.

Dove buttare l'orecchio si acquisce con l'esperienza.

Come per i vini ad esempio io non so identificare grandi differenze tra 2 vini di qualità media ma se magari  facessi un corso di sommelier lo potrei fare.

A me però piacerebbe anche non te la prendessi sul personale, perché non era questa la mia intenzione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

@ifer 

Non la prendo sul personale, anche se la tua risposta lascia adito a interpretazioni sul fatto che tu ci senti bene e hai esperienza e io no.
Da ciò che hai scritto ora si può dire che nessuno, sino a prova contraria, può fare assunti sulle capacità uditive o sull'esperienza  di un'altra persona. Quindi, ed è ciò che tenevo a chiarire, non esiste una schiera di eletti che sentono differenze e una di sfigati che non le sentono, c'è solo chi sente differenze e chi non le sente. Chi non le sente conferma ciò che oggi dice la teoria, che è a sua volta confermata dalle misure, chi le sente nega la validità di entrambe.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@Ligo 

17 minuti fa, Ligo ha scritto:

Chi non le sente conferma ciò che oggi dice la teoria, che è a sua volta confermata dalle misure, chi le sente nega la validità di entrambe.

Mi pare sia proprio il sunto delle infinite diatribe in questa sezione!😊

E purtroppo non se ne esce e questo tipo di discussioni si ripetono ciclicamente all'infinito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
4 ore fa, Gici HV ha scritto:

Ovviamente dei motivi tecnici di quel risultato non ne ho la più pallida idea,forse il cavo più lungo aveva dei problemi...

Questo fenomeno che hai osservato sarebbe impossibile. Anche se il cavo lungo avesse avuto un problema.

Come lo spieghiamo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@ifer @appecundria Non so come spiegarlo,dico solo che con il cavo più lungo il palcoscenico era più stretto in maniera evidente, rimesso il primo tutto è tornato a posto. 

Non so il marchio dei cavi in questione,sono quelli della stampante che ho in casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pro

Una volta ho provato a mettere una prolunga di 5 mt per spostare il dac vicino alla posizione di ascolto. Il pc non rilevava più il dac. Bhooo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    296907
    Total Topics
    6522972
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy