Jump to content
Melius Club

ST1971

USB de noantri contro USB de noiaudiofili

Recommended Posts

31canzoni

@Gici HV uno arruolato, quando e se arrivano altri volontari, ci organizziamo nei dettagli. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

@FabioSabbatini 

Purtroppo con brani Pop registrati da schifo e ipercompressi ho sbagliato anche con MP3 a basso bitrate 😭

Sarà per questo che non sento differenze neppure quando giro la spina?

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni

Poco tempo fa ho venduto un cavo di segnale a cui tenevo molto, un Kimber KGAG, che suonava benissimo e che era il mio orgoglio. Ero erroneamente convinto che fosse collegato ad un apparecchio invece che a un altro e ogni tanto ascoltandolo mi convincevo che in effetti aveva un suo perché e che suonava meglio di un qed silver signature, poi dopo mesi mi sono accorto dell'errore e che quando ascoltavo il kimber in realtà era il qed e il qed era il kimber. Mi sono sentito un po', c...one, e ho percepito con mano, anzi con orecchio che le mie aspettative mi facevano sentire ciò che non c'era...eppure erano soggettivamente reali le mie percezioni, ci avrei messo la mano sul fuoco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
12 minuti fa, 31canzoni ha scritto:

eppure erano soggettivamente reali le mie percezioni, ci avrei messo la mano sul fuoco.

Ma erano reali! Reale (ai nostri fini) è ciò che percepisce il nostro io cosciente. 

Alle estreme conseguenze: il cervello fa parte dell'impianto.  🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@31canzoni 

Niente di male a sentire differenze che scaturiscono dal nostro cervello se per noi sono reali. Io contesto fortemente chi adduce spiegazioni inesistenti o presunte superiorità nei confronti di chi non le avverte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
araxis

Tempo feci delle prove insieme a mia figlia che suona il violino.Lei ascolta molto raramente musica nell'impianto principale.

Le prove erano sui supporti dove appoggiare le elettroniche.

Alternavo grafite hd e blocchetti di legno di ebano, ascoltando brani di musica con il violino solo.Le chiedevo se sentisse cambiamenti e di che entità.

Con mia sorpresa  aveva le stesse mie sensazioni riguardo i cambiamenti,e con sensibilità molto maggiore .Riteneva importanti questi affinamenti per l'equilibrio globale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni
19 ore fa, lukache ha scritto:

Dai su Luca, non s'è mai visto un redazionale che parli male dell'oggetto che pubblicizza e vende. Se poi lo si legge con senso critico ci si rende conto che a parte l'ipse dixit e la critica preventiva all'impianto di chi non sente  "le differenze sono comunque avvertibili utilizzando un impianto sufficientemente rivelatore.", non vi è nulla, e poi la perla della chiusa finale Come dice MIT: “Orgogliosamente Progettato e costruito a Rocklin in California,  USA”.

Ovvio poi che se dicesse "Orgogliosamente progettato e costruito a Fratta Polesine - Rovigo basso Veneto", non sarebbe la stessa cosa.😋

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@newton chi ti da la certezza che un dac/sorgente che fa avvertire differenze, ammesso che queste siano reali e non derivate da soggestione, tra cavi usb sia oggettivamente migliore da uno che non ti fa sentire una virgola di differenza? rispondi sinceramente se ti va, magari sei un progettista di circuiti elettronici e riesci a fugare ogni dubbio nato e cresciuto in questa discussione.

@araxis ti credo senza problemi, un conto e' un cavo usb che collega due elettroniche con stadi di reclocking, alimentazioni e circuitazioni che non sappiamo come sono realizzati ed un conto e' smorzare le vibrazioni soprattutto quelle che affliggono un lettore cd/sacd. Sara' suggestione o no, ma avendo a che fare con una sezione bassi possente e parecchio articolata ho prestato parecchia attenzione ai piedoni di tutte le elettroniche, dei tavolini e dei diffusori, tanto che mi sono deciso a tirare giu' due ipotesi e farmele realizzare da un simpaticissimo e competentissimo appassionato di musica titolare di una officina di precisione 🙂

Come ho specificato piu' volte in questa discussione la mancanza di differenze tra i vari usb l'ho appurata nel mio impianto e posso dire con una ragionevole sicurezza che non e' perche' l'impianto e' squilibrato, non "rivelatore" (tutti sti segreti che rivelano i nostri impianti chi glieli confidera'? 😁 ) o poco performante, cio' non toglie che in situazioni diverse ci possano essere impressioni completamente opposte alle mie, in fondo l'alta fedelta' e la santeria si assomigliano molto 🙂

Venerdi passero' a trovare lukache portandomi dietro il mio usb autocostruito, molto probabile che vengano fuori risultati divefferenti, chi puo' saperlo, in fondo queste diatribe possono essere anche semplici pretesti per conoscerci e scambiarci opinioni 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060
11 minuti fa, ST1971 ha scritto:

in fondo queste diatribe possono essere anche semplici pretesti per conoscerci e scambiarci opinioni 🙂

e bere in compagnia, magari un alcolico a 24/192 🤣😉 poi vedi come canti e suoni

13 minuti fa, ST1971 ha scritto:

chi ti da la certezza che un dac/sorgente che fa avvertire differenze, ammesso che queste siano reali e non derivate da soggestione, tra cavi usb sia oggettivamente migliore da uno che non ti fa sentire una virgola di differenza?

Quanto mi piacerebbe intrometteri ... ma aspetto la risposta di @newton

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@carbonizer 😂🍸😂

sull'ultima parte da te quotata credo che abbiamo una linea di pensiero abbastanza simile 🙂

 e poi sbaglio o l'adiofilo medio ha la capacita' di compiacersi anche di una cosa che potenzialmente potrebbe essere piu' un difetto che un pregio? Parlando di cavi di alimentazione e' opinione comune tra professionisti e progettisti di apparecchiature broadcast (ho avuto la fortuna di incontrare alcuni giapponesi che lavorano nella divisione broadcast di sony) che un'elettronica se ha bisogno di un cavo di alimentazione particolare per funzionare bene vuol dire solo ed esclusivamente che e' progettata a cazdecan e se lo dice chi progetta oggetti che arrivano a costare qualche milione di euro non ho grossi problemi a credergli 🙂

parlando di apparecchiature medicali la cosa fondamentale e' la completa schermatura da disturbi di qualsiasi tipo ed in quei casi il pacchetto elettronica/cavo di alimentazione viene venduto in bundle, non viene interpellata la nordost o la acrolink per farsi fornire un filo audiofilo da ennemila euro, quelli vengono lasciati a noi 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060

@ST1971  spero anche sulla prima... perché mi pare di capire che sei nel senese... e tra cinta e vini senesi ci verrei a vivere ... sarà che per me IMHO il rosso toscano è il top.
Non è l'unico ... ovvaimente ma non molti gli stanno dietro e pochi quelli che gli stanno davanti.
Scusate l'OT

Share this post


Link to post
Share on other sites
araxis

@ST1971 C'è da dire che il "cavo usb de noialtri " è fatto teoricamente bene .

Ci puoi dire dove ti sei procurato il materiale per farlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton
9 minuti fa, araxis ha scritto:

C'è da dire che il "cavo usb de noialtri " è fatto teoricamente bene .

Ci puoi dire dove ti sei procurato il materiale per farlo?

infatti, se è argento 7n secondo me c'è poco di meglio per un cavo usb e dalla descrizione sembra che l'abbia fatto pure bene, non ho capito se c'è anche il conduttore dei 5v che magari è un po' critico. Ma insomma tutti i top Audioquest, Wireworld e molti altri che non lo dichiarano quello usano.

Magari un impiego di almeno 50/100 ore anche non audio lo rifinirebbe un po'...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@carbonizer toglimi l'impianto stereo, ma non la buona tavola! 🙂

@araxis i conduttori in argento erano degli spezzoni avanzati dal materiale usato per fare i cavi di segnale e potenza, acquistai quel materiale in cina su un sito che adesso non c'e' piu' dove peraltro acquistavano materiale grezzo anche molti professionisti. adesso quel tipo di argento lo puoi trovare da distributori come audiogears, ma ovviamente adesso non lo trovi piu' alle cifre a cui lo presi io, dovresti trovare un grossista che tratta questo tipo di materiali e non roba per orefici. il resto e' tutta roba che gia' avevo, ma che puoi facilmente reperire sempre da audiogears che tra l'altro vende interessantissime guaine di fibra di carbonio e mu-metal, costosette, ma interessanti 🙂

i connettori usb placcati oro li ho presi dallo stesso amico che mi ha fatto le saldature nel suo centro assistenza per elettroniche pro. et voila' 🙂

Cosi', giusto per divertimento ho in mente un paio di modifiche per il pin che trasporta i 5 volts, ma per adesso voglio farlo "suonare" e venerdi cerchero' di sentire in un contesto non mio quanto fa schifo rispetto al mit di lukache 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton
2 ore fa, Giemme ha scritto:

Parliamone: dimmi cosa senti di differente. "Sento meglio" o "sento peggio", sono risposte troppo stringate. Mi piacerebbe sapere cosa migliora in modo "drammatico", volendo usare un termine audiofilo.

Estensione e naturalezza in alto sono parametri su cui spesso le differenze fra usb emergono. Poi presenza e qualità del basso.

Per altro sono parametri sempre molto critici nel digitale in generale e nella liquida in special modo, al di là dei cavi, e sono i primi difetti e i più fastidiosi che portano secondo me gli audiofili maturi a preferire i giradischi.

Aggiungo, generalizzando un po', che la resa dei cavi digitali non è molto diversa da quella dei cavi analogici in termini di sensazioni d'ascolto e family sound (quando c'è come nel caso wireworld e cardas per esempio). Poi i parametri sono tanti, non sono un tecnico e le spiegazioni non le cerco, non le capisco. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

@newton Visto che ci sei, potresti cortesemente rispondere alla domanda che ti ho posto? (#204)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Member_0060
2 minuti fa, Ligo ha scritto:

@newton Visto che ci sei, potresti cortesemente rispondere alla domanda che ti ho posto? (#204)

-

@newton e se ti va anche alla domanda #220

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

@carbonizer @Ligo Non ho certezze e non voglio catechizzare nessuno, rispondo per i dubbi miei che ho cercato nel tempo di fugare, diciamo.

Ho provato isolatori e interfacce di reclock che in teoria dovrebbero annullare tutti i problemi e livellare tutto e invece no: ci sono chilometri di discussioni su computer audiophile per chi ha voglia di approfondire. Con gente più preparata di me e che ha provato ancora più roba.

I set up dove i cambi a monte non producono cambiament udibili, piccoli o grandi, mi limito a dire che non li invidio...magari sono rassicuranti per chi li possiede, per carità. Sorgente digitale o altro che sia nella catena. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
3 ore fa, Ligo ha scritto:

non partecipo, ho già fatto questo test e se gli mp3 sono a 320 non ci becco quasi mai. Sarà per questo motivo che per me i cavi usb sono tutti uguali?

Cosa c'entrino gli mp3 con i cavi è un grosso mistero 

2 ore fa, Ligo ha scritto:

Niente di male a sentire differenze che scaturiscono dal nostro cervello

Ancbe le cose tutte uguali scaturiscono dal cervello 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Io contesto fortemente chi adduce spiegazioni inesistenti o presunte superiorità nei confronti di chi non le avverte

Io contesto chi parla di fuffa se non le sente 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@newton secondo me fai sempre lo stesso errore, dici che per la tua limitata esperienza e fin qui ok, poi parlando di chi non sente differenze dici che non li invidi, sottintendendo sempre la solita cosa, ovvero che o siamo sordi o abbiamo impianto peggiori del tuo. Orbene, faccio il tuo stesso errore adesso. Dico che dopo aver inserito l'sa10 non invidio chi sente differenze in un cavo USB, perché secondo me si sbatte per cercare una cura ad un male che sta da un'altra parte, ovvero nelle elettroniche che ha che probabilmente lo rassicurano dal punto di vista audiofilo, ma tecnicamente sono zoppe. Fin qui stiamo facendo lo stesso identico errore, presupporre che se non la pensano come me sono peggiori di me, adesso ti propongo una parziale soluzione al tuo dilemma. È dall'inizio della discussione che mi vedi scrivere che usando l'sa10 come dac non solo i cavi USB non introducono la minima differenza, ma leggendo lo stesso file da cd originale, da computer dopo averlo acquisito e da DVD rom dopo averlo masterizzato come dati non si avverte la minima differenza, ma solo tantissime armoniche, dettagli, musica e tutte le caratteristiche che fanno così felici noi appassionati. Ora, possibile che ti sia così arroccato dietro alla tua fede da non farti venire la curiosità di farti prestare un sa10 per provarlo nel tuo impianto e renderti conto se è vero o meno e nel caso fosse vero se il problema dell'influenza sei cavi in realtà non sia da attribuire al dac che poi così perfetto non è? Mi pare un atteggiamento molto audiofobo e ben poco conoscitivo 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Cano io contesto fortemente ci parla di impianti schifosi o problemi di udito se risponde a chi in determinati contesti non sente differenze. Miseria ladra, passiamo più tempo a contestare fortemente piuttosto che ac sciogliere dubbi e magari ad ascoltare musica! 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 ore fa, ST1971 ha scritto:

ti da la certezza che un dac/sorgente che fa avvertire differenze, ammesso che queste siano reali e non derivate da soggestione

Ahahahah...non c'è neanche più differenze tra le sorgenti 

Hai fatto bene ad aprire il 3ad sulla suggestione...solo che hai sbagliato le conclusioni 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
1 minuto fa, ST1971 ha scritto:

contesto fortemente ci parla di impianti schifosi o problemi di udito se risponde a chi in determinati contesti non sente differenze. Miseria ladra, possiamo più tempo a contestare fortemente piuttosto che accoglie dubbi e magari ad ascoltare musica! 😉

Sbagli io non ho mai sostenuto questo e non perdo tempo con stupidi test in cieco 

Ascolto sempre e solo musica...ora con questo ora con quel componente e le differenze a lungo andare sono sempre evidenti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Cano riesci a fare un enorme minestrone di concetti e quote nel tentativo di due sempre la solita cosa: non so cosa voglio dire, ma ho ragione 😉

Senti differenza nel cambio di elettroniche? Bravo, hai scoperto l'acqua calda, pure io ce le sento, altrimenti avremmo tutti lo stesso impianto.

Contesti quello che dico io sul fatto che lo stesso brano letto da diversi supporti e processato dallo stesso dac non ha differenze all'ascolto? Mi spiace per te che ti diverti a perdere tempo a denigrare piuttosto che a scoprire se è vero eppure ci vuole pochissimo, vieni da me e si ascolta, poi magari mi dici se la mancanza di differenze è causata dall'impianto scadente oppure se è l'esatto contrario. Come diceva la sandrellina in non ci resta che piangere: basta provare provare provare provare...

😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@ST1971 comunque nell'impianto dove avevo sorgente denon e ampli Marantz ho provato diversi cavi...niente, suonava sempre male allo stesso modo 

Il denon l'ho tenuto e anche cambiando cavi a valle cambia niente 

Con krell, naim, lavardin, graaf, audiogram, icepower...invece cambia sensibilmente 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@ST1971 io non ho detto che non ti credo ma quello che succede a casa tua mi interessa ben poco...è circoscritto a casa tua e alle tue orecchie 

A casa mia se collego un'altra meccanica al dac del CD krell suona molto diversa dalla meccanica krell 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV
1 ora fa, ST1971 ha scritto:

che un'elettronica se ha bisogno di un cavo di alimentazione particolare per funzionare bene vuol dire solo ed esclusivamente che e' progettata a cazdecan e se lo dice chi progetta oggetti che arrivano a costare qualche milione di euro non ho grossi problemi a credergli 🙂

Standing ovation. 👏👏👏

...eppure c'è chi li cerca con caratteristiche sonore precise...😳

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    296845
    Total Topics
    6521632
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy