Jump to content
Melius Club

bongio

Ar3A improved musical fidelity B 200 /Cyrus 2

Recommended Posts

bongio

Buongiorno avendo acquistato le Ar 3A improved (ascolto solo musica classica) quale fra  questi 2 amplificatori Musical Fidelity B200 e Cyrus 2 è piu adatto per pilotarle ?  Inoltre è cosi vero che le AR3AI  sono nettamente superiori alla Celestion Ditton 44 sulla musica classica? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
nirone95

Ciao, per me un pelino meglio il b200, ma anche il Cyrus 2 può dire la sua, forse potresti provare qualche finale americano tipo sae, bryston oppure harman ma cambia il budget...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@bongio 

13 ore fa, bongio ha scritto:

Inoltre è cosi vero che le AR3AI  sono nettamente superiori alla Celestion Ditton 44 sulla musica classica?

Mah, non si può dire così, a priori. Bisogna sapere come vengono pilotate sia le AR che le Celestion, di quale stanza si dispone... le variabili in gioco sono veramente tantissime. Ai tempi in cui ero giovane (sigh!) si dava per scontato che l'accoppiamento Thorens-Shure o Stanton-Marantz-AR fosse il non plus ultra per la classica così come lo fossero impianti meno "rigorosi" ma con le JBL come diffusori per la musica rock (o moderna, in generale). E' una tesi che ancora oggi resiste tra alcuni appassionati di hifi; secondo me non c'era e non c'è niente di vero (se un diffusore è buono, riproduce tutto bene) e alcuni accoppiamenti erano più spinti di altri solo perché l'importatore era lo stesso per tutte le marche che venivano consigliate di volta in volta. Personalmente non ho mai apprezzato le AR, le ho sempre trovate troppo chiuse per i miei gusti, anche se non le ho mai sentite con amplificatori che rendessero loro giustizia. Ma se la timbrica è quella (da lì è disceso dalla notte dei tempi che vadano bene con la classica) non credo che anche amplificandole a dovere spuntino quegli alti che non ci sono per precisa impostazione progettuale e scelta tecnica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ab1058

@ediate non cambierai mai.

Se andiamo a leggere un po' di storia scopriremo che le AR storiche hanno un impostazione sonora frutto di migliaia di ore d'ascolto.

L'impostazione con gli acuti leggermente indietro sono una scelta progettuale partendo dall'idea che ad un concerto di musica classica l'ascoltatore è seduto

in una fila e quello che sentirà è diverso da quello che le orecchie di uno meno fortunato ( o ricco..)  sentirà 10 o più file indietro.

@bongio se ascolti musica classica in terza fila, allora le AR sono i diffusori perfetti, a patto di avere molta birra, moltissima. Anche se ascolti a volumi bassi o bassissimi.

Indispensabile alzarle da terra di un po', indispensabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
claudiofera

Buongiorno,sono completamente d'accordo a metà anche qui (cit.della cit.)..sono ottimi ampli,ma per me  non c'entreranno molto con le a.r..il b-200 ha una notevole timbrica"dorata", e buona spinta ..raro trovarne un esemplare..il cyrus two con la psx ha ancora più spinta, ma è un po' meno "raffinato" del b200..tutti e due comunque vanno sul"caldo",stessa cosa le casse...quindi il matrimonio con le tue a.r potrebbe portare  a un rapido divorzio,causa latitanza di acuti ...mi sà che ti sei preso una bella gattina da pelare...ps:avrai speso -che sò- 800 euro per le ar..per amplificarle bene non te la caverai con poco..se integrato deve essere,forse meglio che abbia i controlli di tono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@ab1058 Ciao Andrea.

11 ore fa, ediate ha scritto:

quegli alti che non ci sono per precisa impostazione progettuale e scelta tecnica

L'ho pure scritto che è una precisa scelta... e come sempre, aggiungo che non è una scelta che condivido, ma io sono io e non ascolto solo musica classica, per cui le mie "esigenze" sono antitetiche a quelle che mi presenterebbero i diffusori AR. Non critico nulla, per carità, d'altra parte Villchur è Villchur, io sono un appassionato qualsiasi, con gusti ed esigenze, ripeto, diametralmente opposte al tipico fruitore di AR. Tornando in tema, consiglio al nostro amico  @bongio ampli tosti e correntosi (Harman-Kardon PM665vxi o forse anche un finale Citation XXII...).

Share this post


Link to post
Share on other sites
ab1058

Il fatto che vadano bene con la musica classica NON esclude che vadano bene anche con gli altri generi. Anzi !

Diffusore per musica classica, distinzione che non dovrebbe esistere, vuol solo dire che sono capaci di riprodurre un violino che sia credibile!

Cosa che tantissimi altri NON sono capaci. Un diffusore non lo puoi confrontare con la musica elettronica, non esiste riferimento. Punto.

Ascoltiamo le voci, gli strumenti acustici e poi parliamone. Ma solo DOPO averle ascoltate come si deve.

E posso garantire che anche il pop esce da quei diffusori come poche altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alberto1954

Cyrus 2 ma con il PSX per muovere adeguatamente le AR

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@ab1058 

2 ore fa, ab1058 ha scritto:

Il fatto che vadano bene con la musica classica NON esclude che vadano bene anche con gli altri generi. Anzi !

L'ho scritto anche io (mi autoquoto):

15 ore fa, ediate ha scritto:

(se un diffusore è buono, riproduce tutto bene)

Non ho mai pensato, fin da quando mi sono avvicinato all'alta fedeltà, che si potesse classificare un diffusore "ok per un certo tipo di musica, non ok per altri". E' innegabile però che alcuni diffusori possano avere un "punch", una "dinamica", una brillantezza su certe gamme che rende un certo tipo di musica più godibile sui diffusori "A" che su quelli "B"...

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3

@bongioIo con un MF A200 ci pilotavo con soddisfazione le AR90, che non sono un carico facilissimo. Il B200 è un po' più potente, per qunto riguarda l' erogazione di corrente dovrebbero essere simili, l'A200 spinge bene anche a basso volume ed è un po' più raffinato, in teoria è un classe A, non saprei fino a quanti Watt prima di communtare in AB. Volendo trovare un difetto è che scaldano parecchio. Hanno  un basso bello pieno, ma un po' lungo, firma dei MF di quegli anni.

A200 e B200 si dovrebbero trovare intorno ai 500€ ma va controllata che la pasta conduttiva che va alla "bistecchiera" non sia troppo secca.

Io con le AR ci ascolto di tutto, dalla classica al jazz al rock più scatenato, come metro di paragone ho anche una coppia di JBL "piccole" le L56.

Per quanto concerne l'impostazione della gamma alta mi itrovo con quanto scritto da @ab1058non sono dei monitor che ti sparano addosso, è tutto un po' lontano, per me molto rilassante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Comunque personalmente tutta questa carenza di acuti sulle AR non la percepisco, ho anche diversi diffusori tedeschi (Heco, Canton, Telefunken, Nordmende) che sono di timbrica piuttosto aperta e dovrei accorgermi della cosa, ma Sia sulle AR 18 che sulle 162 una carenza di acuti non l'ho mai percepita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@oscilloscopio nelle AR più "recenti" modernizzarono un po' il suono, avvicinandolo di più agli standard dei gusti e della musica in voga in quel periodo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@ediate Lo sò Edilio, ma anche le 18 che se non erro sono del 1977, una volta sostituiti i condensatori come suggerito da @ulmerino e @BEST-GROOVE quel tweeter ferrofluido ha tirato fuori una voce di grande qualità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@oscilloscopio I condensatori sono micidiali, quando sono fuori specifica riescono a danneggiare il suono come pochi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@ediate Sai che sono sempre stato piuttosto talebano, in merito a sostituzioni su componenti vintage, ma devo ammettere che in effetti la sostituzione ha portato a grandi benefici...

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
6 hours ago, oscilloscopio said:

Comunque personalmente tutta questa carenza di acuti sulle AR non la percepisco,

Nemmeno io, a me va bene così. Però attenzione va bene fare un paragone utilizzando le 18, ma le 162 poco hanno a che vedere con le AR precedenti.

Qundo lavoravo in negozio ho più volte paragonato in commutazione diretta AR e Canton, allora si usava fare così in fase di vendita, la maggiore brillantezza Canton era evidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@qzndq3 Come brillantezza dell'insieme del diffusore sicuramente, quello che intendevo è che comunque gli acuti non mancano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
6 hours ago, oscilloscopio said:

quel tweeter ferrofluido

Uhmm sei sicuro che quel TW a cono sulle 18 sia ferrofluido? Sono certo che lo fosse il cupola (per intenderci quello delle 58, 90, 9) ma mi sembra che il cono non lo fosse.

Ad ogni modo il suono riprodotto da quel TW semplice semplice è niente male.

6 hours ago, oscilloscopio said:

Quello che intendevo è che comunque gli acuti non mancano

Concordo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@qzndq3 Si, è un ferrofluido (ne contiene 325 gr)

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
29 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

Sai che sono sempre stato piuttosto talebano, in merito a sostituzioni su componenti vintage



sappiamo ...sappiamo...  :D


 

29 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

la sostituzione ha portato a grandi benefici...



sapevamo anche quello...da una vita!  Vero @ulmerino?      image.png.f6bd0c5efe3f0f3f66b1285d885b9bf3.png    

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@BEST-GROOVE Và bè...adesso non "gasarti" troppo...😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
6 hours ago, oscilloscopio said:

ne contiene 325 gr

e la mad... 325 grammi di ferrofluido in quel TW... mi sembra una quantità enorme! Ma stiamo parlando dello stesso TW?

a169b694e184c37ea16eda95e5075465_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@qzndq3 Sì, il tweeter è quello, ho letto il dato su un forum inglese...

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
6 hours ago, oscilloscopio said:

Sì, il tweeter è quello, ho letto il dato su un forum inglese...

325 grammi di olio con un po' di materiale ferroso in sospensione è qualcosa come un bicchiere da acqua... credo il dato fosse errato. Il ferrofluido dovrebbe andare giusto nello spazio tra la bobina ed il magnete...

Se mi viene voglia vado a vedere su classic speaker, anche perché prima o poi dovrò cambiarlo sui miei TW a cupola che hanno oltre 30 anni, mi chiedo se anche i MID siano con il ferrofluido, dalle brochure non si capisce, spero proprio di no

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@ediate @qzndq3 Non sò il peso specifico del ferrofluido, però potrebbe essere che il dato sia errato, non ho approfondito ulteriormente la questione, quando ho un attimo approfondisco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3

@oscilloscopioHo guardato un po' in giro, pare che con 0.5 ml (una siringa da insulina) si riescano a fare tranquillamente 2 TW da 1". Il ferrofluido di fatto è una sospensione di nanoparticelle di ematite o ferrite ricoperte di tensioattivi in sospensione con un solvente che può essere acqua. 1 ml di acqua pesa 1g, 1 ml di ferro 8 g, il ferrofluido 5 g o giù di lì. In totale su due TW dovremmo essere nell'ordine dei 2-3 grammi. Uso il condizionale perché non ho esperienze dirette.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@qzndq3 Può essere tranquillamente, come ho scritto è un dato che ho letto su un'altro forum, e quindi da prendere assolutamente con beneficio di inventario...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293893
    Total Topics
    6386027
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy