Jump to content
Melius Club

pizicaniolo

Exposure vs Naim

Recommended Posts

pizicaniolo

Salve a tutti, secondo voi quale dei due marchi rispetta di più il tipico sound inglese ?? Leggendo su vari forum inglesi sembra quasi siano più apprezzati gli Exposure eppure in italia si parla sempre quasi esclusivamente di Naim !! Esperienze , sensazioni... ps mi sono appena accattato una coppia di mono 3010s2 quindi occhio a parlare male 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
giangi68

scusa ma quale sarebbe il tipico sound inglese? Conosco naim, cambridge, rotel, rega ecc ecc e gia tra loro si fatica a identificare un typical sound. Mi domanderei piuttosto cosa cerco ib un ampli e non mi sconvolgerebbe scoprire che il  sound preferito viene da un tedesco o un italiano.

Ps dove abbinerai i tuoi exposure?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

@giangi68 be' il sound inglese ha certe caratteristiche diverse da un sound americano, la mia è anche una constatazione di un marchio ( Exposure ) molto considerato in patria e molto meno da noi, ma d’altronde si potrebbero fare molti altri esempi ... @Cano io sono rimasto colpito da un ascolto Fatto con una catena Exposure pre e finali mono serie 3010s2 e Totem forest, che mi ha fatto capire dove vorrei arrivare... ho amato tutti i diffusori che ho avuto, naturalmente con le loro caratteristiche, da Proac a JBL, da B&w ad ATC passando per Magneplanar, tutti molto diversi tra loro, con le loro caratteristiche più accentuate o meno su certi parametri, ma credimi per i generi di musica che ascolto Exposure-Totem sono un bel sentire

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleniola

@pizicaniolo io mi sono recentemente accattato l’integrato top di gamma di Exposure, il 3010S2D. Sono molto soddisfatto, ma se devo essere sincero é stato un ripiego perché il supernait2 costava il doppio.

Paragonando i due, l’Exposure ha piú spinta, mi sembra un pelo piú cattivo ma sul dettaglio vince Naim.

Specifico che il SuperNait era “liscio” (senza alimentazione separata)

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

gli exposure con i numeri romani sono tutti eccellenti nella loro categoria di prezzo. gli attuali sono validi ma a mio paerere più anonimi

ps il cosiddetto british sound non è rappresentativo della intera produzione, vintage e moderna, degli apparecchi britannici, imf bw lowther tannoy spendor sono 5 modi diversi di leggere la musica. ci sono alcune caratteristiche base (però più evidenti sui prodotti vintagge e spesso perse nella produzione odierna)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sankara

quoto @Cano  !! La mia compagna ha un trittico epoca Farlowe , i VI VII VIII acquistato su mio consiglio è ti assicuro essere strepitosi !!! Sono un po’ più asciutti dei miei 62/140/ HiCap serie Olive.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

@aleniola sai io ascolto maggiormente musica rock e blues e di conseguenza amo il basso profondo frenato e il pugno quando serve... nella catena che ho avuto modo di ascoltare ho ritrovato queste caratteristiche, accompagnata da ottima musicalità, davvero una gran sensazione@cactus_atomo e verissimo quello che dici, oltre al modo diverso di interpretare il sound da parte dei marchi, negli anni i soliti hanno modificato lo stesso forse per cercare di incontrare maggiormente il consenso del pubblico, a volte in meglio altre in peggio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@pizicaniolo non metto in dubbio che i nuovi, specialmente i 30 possano suonare bene ma non hanno nulla a che vedere con la vecchia produzione 

Come dice Enrico tutti quelli siglati con numeri romani erano macchine eccellenti con grande musicalità 

Erano nettamente preferibili a naim per chi ascoltasse classica e jazz mentre i naim erano preferiti per la musica rock 

Oggi naim ha fatto grandi passi avanti mantenendo di  base gli stessi progetti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim
1 ora fa, giangi68 ha scritto:

Conosco naim, cambridge, rotel, rega ecc ecc

Rotel va considerato Jap

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleniola

@pizicaniolo Exposure per il rock va molto, molto, molto bene 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
massimo1974
3 ore fa, pizicaniolo ha scritto:

ps mi sono appena accattato una coppia di mono 3010s2 quindi occhio a parlare male 

era quella coppia ad un prezzone su Subito? a quale pre li hai attaccati? come vanno?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

@aleniola allora la sensazione era giusta 😜@massimo1974 si proprio quelli, sono in arrivo quindi non ancora collegati

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinghio

Tempo fa confrontai un 3010 con un Verdi 100 macchine equivalenti con delle totem staff..

nulla l'inglese ha avuto la meglio.. la spinta sotto era notevole.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleniola

@pizicaniolo prova l’accoppiata Exposure/Neat, per me è stata vincente e con un rapporto qualità prezzo stellare

Share this post


Link to post
Share on other sites
valter

Io ho avuto la tua coppia 3010s2 con il loro pre, amplificazione splendida. Insieme a Bryston ol suono più vicino all'evento reale. Se riesci trova il pre 3010S2.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FedeZappa

https://www.ebay.it/itm/Preamplificatore-stereo-EXPOSURE-23-XXIII-CON-PHONO-MM/223537816083?hash=item340be46213:g:d7AAAOSw7sBc8wXI

Questo in teoria dovrebbe essere superiore...

E' l'ex top di gamma prima dell'introduzione della serie mcx, il prezzo e' proporzionato.

Purtroppo non l'ho mai confrontato al 3010s2.

Non so neppure come va la scheda phono perché io ho il xxiii liscio. 

Una grande accoppiara con il xxviii ma dovrebbe esserlo anche con i mono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

@aleniola non conosco le neat ho dato un occhio al sito, sicuramente suonano bene ma se non riesco ad ascoltarle prossimamente cercherò le forest, grazie comunque del suggerimento@valter bene mi conforta@FedeZappa l’ho visto quel pre bisognerebbe vedere se si sposa felicemente con questi finali, credo di si ma bisognerebbe verificare impedenze e altri valori 

@FedeZappa tra l’altro è a due passi da casa mia

Share this post


Link to post
Share on other sites
aleniola

@pizicaniolo se mai dovessi passare per Milano, da Spinelli Hi Fi hanno entrambe i marchi di diffusori e anche le elettroniche Exposure. Hai visto mai... 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
salvatore66

Sui vecchi Naim serie olive secondo me andavano meglio i ore e finali Naim ma su gli integrati sempre vintage meglio Exposure serie XV o XX che i vecchi nait 3 sempre secondo me. Sul nuovo non so ma il suoernait dovrebbe essere un ottimo ampli

Share this post


Link to post
Share on other sites
FedeZappa

@pizicaniolo 

Se stai cercando anche dei diffusori che si abbinino bene ad Exposure (parlo per quanto riguarda il mio finale, il xxviii), metti nella lista anche le Kudos e le Estro Armonico. 

Si tratta di ascolti molto diversi, nel caso dovresti dare indicazioni su ambiente di ascolto (metratura, riflessione/assorbimento in gamma alta e bassa, vincoli di posizionamento), sorgente e gusti musicali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
carmus

Ho avuto il super XV e il nait2 e 5i, nettamente superiore il primo sia come timbrica che come dinamica e pulizia di suono. Ho avuto anche un finale sempre con in numeri romani (credo xxiii o xxviii) che invece  mi ha deluso parecchio pilotato da un arc reference (forse non era l’abbinamEnto giusto)Credo che i vecchi exposure fossero migliori rispetto agli attuali. Non ho mai ascoltato il Supernait però 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@carmus a mio avviso il nait 2, con tutti i suoi limiti, possiede uno dei suoni piu belli di tutta la storia dell'hifi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

Sicuramente il supernait e un gran integrato e Naim in generale è una certezza, è sempre questione di gusti, interfacciamenti, gusti musicali ecc adesso proviamo Exposure poi vedremo... devo dire che quando avevo i mono 135 serie olive oltre alle doti di qualità e pilotaggio avevo l’impressione di maggiore senso stereofonico, non so come spiegare in un pezzo di the wall la batteria passava da un lato all’altro come non era mai successo con altri finali, sicuramente dovuto alla completa separazione degli stessi... speriamo di ritrovare quelle sensazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
31 minuti fa, carmus ha scritto:

questione di gusti

Certo...infatti ho scritto "a mio avviso"  :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293893
    Total Topics
    6386068
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy