Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
keres

cronaca e costume Mediterranea

Recommended Posts

keres

@GianGastone Pure Salvini sa cosa è un hotspot, ha usato propriamente il termine, mi viene il dubbio che te non lo sai... 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
5 ore fa, keres ha scritto:

Chi è senza colpe scagli la prima pietra

Devo dirti che ho rivisto il mio giudizio politico su M5S, rivisto in meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsettopeloso

@Paranoid.Android no me lo ha dato tua mamma.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow

2019-07-05.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
9 ore fa, keres ha scritto:

harakiri ( ho scritto giusto?)

sarebbe più appropriato "seppuku".

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
6 hours ago, Martin said:

seppuku

troverebbero mai un kaishakunin?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
3 minuti fa, qzndq3 ha scritto:

troverebbero mai un kaishakunin?

secondo me il Dibba potrebbe provarci, al limite si darà la katana sui piedi...

😏

Share this post


Link to post
Share on other sites
vizegraf

In questo momento (secondo VESSELFINDER) la Alan Kurdi con a bordo 65 "naufraghi" è molto più vicina a Malta che a Lampedusa, ma dirige verso Lampedusa.

Secondo voi perché?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paranoid.Android

@orsettopeloso villano

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone
18 minuti fa, vizegraf ha scritto:

In questo momento (secondo VESSELFINDER) la Alan Kurdi con a bordo 65 "naufraghi" è molto più vicina a Malta che a Lampedusa, ma dirige verso Lampedusa.

Secondo voi perché?

Perche' da noi hanno gia' trovato un lavoro in regola che li attende

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
21 minuti fa, vizegraf ha scritto:

Secondo voi perché? 

perché da noi potranno sbarcare anche senza autorizzazione, entreranno in porto di notte e si salvi chi puó...

Share this post


Link to post
Share on other sites
vizegraf

@GianGastone Me fai morì (come dicono a Ravenna)😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow

La “divina ispirazione” di Travaglio

Come mai le ong “trovano i migranti”? 80 morti davanti alla Tunisia

Il Foglio Quotidiano

6 Jul 2019

Un giorno magari le ong ci sveleranno quale divina ispirazione le fa trovare sempre nel posto giusto al momento giusto nello sterminato Mediterraneo”, scriveva Marco Travaglio nel suo editoriale di domenica scorsa. Il direttore del Fatto insinua che le ong siano in combutta con i migranti o peggio con i loro trafficanti, altrimenti come saprebbero dove caricare a bordo le persone “nello sterminato Mediterraneo”? E’ lo stesso tipo di insinuazione che è stato già smentito più volte dalla magistratura – in questo caso non esercita il solito ruolo di faro per il direttore – e che eccita molti fan di Matteo Salvini e della sua copia minore Luigi Di Maio, che spesso ha parlato di “taxi del mare”. Ebbene, giovedì al largo di Zarzis, un porto della Tunisia, un barcone si è rovesciato e sono annegate ottanta persone secondo la testimonianza di quattro naufraghi raccolta da Associated Press. E se questo disastro non bastasse, ce ne sono decine di altri a dimostrare che, purtroppo, nemmeno le ong in missione riescono a trovarsi

nel posto giusto al momento giusto “nello sterminato Mediterraneo”. E in molti casi le persone muoiono. Possiamo pensare che di molte stragi – accadessero sulla terraferma diventerebbero fatti eccezionali che riempirebbero i giornali per settimane – non sapremo nulla perché non ci sono sopravvissuti. Se il mare si richiude sopra di te magari di notte e non c’è “la divina ispirazione” nessuno lo verrà a sapere. Questo è il Mediterraneo di oggi. Le ong non devono pattugliarlo altrimenti sono accusate di collusione con i trafficanti di persone. La guardia costiera libica è corrotta e comunque lavora soltanto sotto costa e quando recupera i migranti li riporta in Libia dove le cose vanno malissimo. Le missioni poco robuste organizzate dall’Unione europea sono appunto organizzate dall’Unione europea, che è un’istituzione guardata con sospetto in Italia. Con o senza divina ispirazione, qualcuno però dovrà sorvegliare cosa succede nel tratto di mare fra Europa e Africa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
4 ore fa, vizegraf ha scritto:

Secondo voi perché?

Perché hai sbagliato a consultare la mappa, è almeno 10 volte più vicina a Lampedusa, d'altra parte mi pare che nemmeno Salvini dica il contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vizegraf

@appecundria Credo che tu abbia ragione, l'ho scaricato da poco e non lo so usare bene. Scusa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

@wow come argutamente dice un nostro oramai celebre membro: "i morti per morbillo non scrivono su Facebook".

Lo stesso si può dire degli annegati, non li vediamo nei selfie di Salvini quindi non esistono. Esiste solo ciò che è mediaticamente evidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
4 minuti fa, vizegraf ha scritto:

Scusa

Ma figurati! Paga un giro di spritz 😋

Share this post


Link to post
Share on other sites
vizegraf

@appecundria Con sto caldo?

Allora meglio un "Cuba Libre"🍹

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
39 minuti fa, wow ha scritto:

Se il mare si richiude sopra di te magari di notte e non c’è “la divina ispirazione” nessuno lo verrà a sapere.

Ho letto testimonianze secondo le quali questi "naufraghi", all'ultimo momento prima di andare a fondo, gridano il proprio nome e luogo di provenienza.

Sperano che qualcuno degli altri si salvi e mandi la notizia a casa: guarda che tuo figlio è morto.

Mi ricorda quelli disintegrati dalle bombarde nella Grande Guerra che per il Regio Esercito erano dispersi, scomparsi, non vivi non morti. A meno che non si fosse salvato un testimone. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

@appecundria mi fa accapponare la pelle anche con sto caldo infame, come se fossimo sotto zero. Meglio pensare ad altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

Chi ha voglia di leggere cosa ha da dire l'imputato può cliccare sul comunicato. 

Nel frattempo la barca è entrata in porto, questa volta la GdF non ha ricevuto ordine di frapporsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

Appunto, troppo alto il rischio di farla affondare con manovre ostruzionistiche?

Che si fa sul serio (o meglio finta visto il barchino della Finanza)  a seconda dei possibili danni che poi non sai come cavartela?

Miserabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
10 ore fa, vizegraf ha scritto:

Malta che a Lampedusa

Comunque, a prescindere, volevano andare a Malta, ma è una barca per 18 persone con 65 a bordo, ha chiesto supporto che è stato negato da Salvini (e da Malta).

"Non possiamo fare più di 20 miglia nelle nostre condizioni: faremo rotta su Malta se verranno inviate delle imbarcazioni di soccorso per le persone a bordo di Alex". Queste le parole che ripetutamente Erasmo Palazzotto, capomissione per Mediterranea a bordo del veliero Alex, rivolge all'MRCC (Maritime Rescue Coordination Center) italiano e maltese nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 luglio, subito dopo aver salvato 54 persone al largo della Libia. Le telefonate sono molte, tutte ravvicinate tra le 3 e le 4 del mattino e la posizione dell'equipaggio è sempre la stessa: "Vediamo le luci di Lampedusa, non possiamo abbandonare un porto sicuro quando non si hanno sufficienti scorte: non appena sapremo che i soccorsi per i passeggeri sono partiti da La Valletta, cambieremo rotta". Parole che spiegano la decisione finale di sbarcare a Lampedusa e che rispondono alle dichiarazioni di Matteo Salvini delle ultime ore. "Malta - aveva detto il ministro dell'Interno - ha dato la disponibilità, è un porto sicuro europeo e non si capisce perché questi trafficanti debbano decidere dove andare e non andare". Nelle telefonate è invece sempre chiara la volontà di Alex di andare a Malta, purché in condizioni di assoluta sicurezza per i migranti: condizioni che La Valletta ha rifiutato spiegando che già l’assegnazione del porto era di per sé una concessione eccezionale di natura politica, e per altro che questa non comportava una vera e propria assunzione di responsabilità.

C'è il video.

Share this post


Link to post
Share on other sites
criMan
Il 5/7/2019 Alle 09:43, keres ha scritto:

Vista la calma piatta, dove raccolgono questi naufraghi, direttamente da imbarcazioni in avaria?

Leggo solo ora, erano su un gommone.

Si parte! 

Come previsto il rompighiaccio Sea Wach ha aperto le danze. 

Facciamo una previsione, entro il mese ne attraccano 4.

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

Se li hanno presi da un gommone  correndo forse qualche rischio, portarli a Malta visto che aveva dato la disponibilità quali grossi rischi avrebbe comportato? La nave non era attrezzata per avvicinarsi alla banchina?  Vorrei solo capire.

Comunque anche ammettendo un eventuale impossibilità a farli scendere dalla nave direttamente la ong avrebbe potuto affittare un imbarcazione idonea a portarli in sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@appecundria vista la parata di scudi...inutile opporsi. 

Sarebbe stato riconfermato l'agire del Magistrato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@criMan e pur se fosse?Se altri stati continuano a negare la loro cooperazione?

Non si può certo  cambiare la geografia. 

E gli altri stati,penso,su questa circostanza facciano conto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@keres keres...gli esseri umani non si scaricano.

Le merci  si scaricano.

Che termini sprezzanti  della dignità umana...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    296321
    Total Topics
    6500311
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy