Jump to content
Melius Club

FabioSabbatini

L'impianto ideale: percentuali

Recommended Posts

FabioSabbatini

Room: 40% 
Speakers: 40% 
Integrated amp: 12% 
     Power-amp: 8%
     Pre-amp: 4%
DAC: 5%.
Source hardware (PC, streamer): 0.5% 

Source software (ie. playback software) - 0.5% 
Analogue cables - 1% 
Digital cables - 0.1% 

Maggiori dettagli li trovate qui:

http://archimago.blogspot.com/2019/07/summer-musings-how-much-difference-does.html#more

Direi che condivido totalmente 

D'altra parte non è che sia rocket science, solo buon senso

È anche una eccellente guida per chi vuole cominciare. Se dovessi cominciare farei più o meno così. Almeno per la parte relativa alla qualità del suono, poi ciascuno giustamente ci mette del suo a piacere (estetica, bling, blasone...). 

Basta essere consapevoli, almeno un po', di ciò che conta e quanto conta.

Screenshot_20190707-072923_1.thumb.jpg.8751925af5b60febc136fa0ee6826f79.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
23 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Source hardware (PC, streamer): 0.5% 

cioè 50 euro buttati Qui...vuole dire 10.000 euro buttati Nell intero sistema! Cosa offre il mercato con 50 euro..iva inclusa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@extermination 

Qui è spiegato bene:

Source hardware (PC, streamer): 0.5% - With a decent DAC, whether a streamer is a PC or Raspberry Pi makes no real difference as demonstrated. I'll throw in 0.5% here just to remind folks to be reasonable in placement and to use fanless devices. Again, not tough to get at low prices these days given technological advancements in speed and lower power demands.

Give me a bitperfect and asynchronous digital interface like asynchronous USB to the DAC and of course ethernet. WiFi would be fine so long as it's fast enough and maintains a robust connection. While often not as ideal from a fidelity perspective, S/PDIF like coaxial and TosLink are fine though generally more jittery with most DACs while providing better backward compatibility and ease of hookup (no special handshaking, typically "it just works!"). It's more about function and features than "sound quality" for computers and digital streamers.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics
3 minuti fa, eduardo ha scritto:

Praticamente, una delle solite minchiate estive

+1 ad ogni parola...+1000 a minchiate

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics

Per rendersi conto di quanto sia falso ciò che sostiene l`arcimago di Oz è sufficiente partecipare ad una delle tante manifestazioni che l`importatore italiano di avalon organizza in tutta Italia..credo che ognuno di noi abbia assistito almeno ad uno di questi eventi.Chiedete in queste occasioni di mettere un brano con il cd, il vinile e poi lo stesso con i bobine e sentirete che tipo di differenze emergono (stessi diffusori, stessa stanza...stessi ampli...diverso impianto, ma totalmente diverso). La sorgente merita almeno un 25% nel risultato finale..ma per la mia esperienza e conseguente opinione, anche più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

Poi la dimensione delle stanze medie di ascolto in USA - CANADA è molto ma molto più grande che da noi ... Là un impiegato di medio livello ha pro- capite una metratura di casa di circa 3 - 4 volte superiore 

Share this post


Link to post
Share on other sites
piona252

Sono d'accordo che ambiente e diffusori siano sicuramente la parte più importante per poter avere un ascolto di livello.

Ci si può prendere spunto perché tutto sommato la classifica dell'importanza dei componenti che formano la catena a mio avviso è abbastanza veritiera anche se non sono per niente d'accordo con le percentuali riportate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanobt76
28 minuti fa, ics ha scritto:

La sorgente merita almeno un 25% nel risultato finale..ma per la mia esperienza e conseguente opinione, anche più

+1 Probabilmente il Mago Otelma utilizza delle powerline per fare i test su Streamer & Co...50 o 10k euro non cambia suona tutto egualmente piatto...mah 

Share this post


Link to post
Share on other sites
afbevi

Concordo nell'impostazione generale. Diffusori e ambiente hanno un ruolo determinante, più delle altre componenti, sul risultato finale.

Non concordo però nel fissare percentuali fisse e valide per tutti alla stessa maniera.

Molto dipende da come i vari sottosistemi interagiscono tra loro, dalle relative sensibilità e sinergie.

Anche in questo caso, verità assolute e percentuali dello zero virgola a mio avviso hanno poco senso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabbe

@afbevi vero la % dovrebbe essere una pura indicazioni che va preso per quello che vale. Ma non posso contestare in toto la scaletta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
afbevi

@fabbe Vero, rimanendo quindi sulla scaletta secondo voi, per chi ascolta anche in cuffia, la voce diffusori e ambiente può essere sostituita con la voce Cuffia? 

(Siamo in torno all'80% ... 🤔)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@afbevi no...le cuffie sono un mondo a parte 

Trovare una cuffia che suoni male è davvero difficile anche a 50 euro 

Trovare un sistema diffusori ambiente che suoni male è più facile trovarlo rispetto ad uno che suoni bene...e la percentuale di quelli che suonano male aumenta esponenzialmente con l'aumentare delle dimensioni di diffusori 

Share this post


Link to post
Share on other sites
afbevi
4 minuti fa, Cano ha scritto:

esponenzialmente con l'aumentare delle dimensioni

Interessante quello che dici, dipende dalla dimensione o da come sono progettati/realizzati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vmorrison

@afbevi principalmente da come sono progettati. 

Salute

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vmorrison
37 minuti fa, fabbe ha scritto:

la torta indica l'influenza che il componente ha sul suono a prescindere dal prezzo.

Chiaro che sia così. 

Salute

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
8 minuti fa, afbevi ha scritto:

Interessante quello che dici, dipende dalla dimensione o da come sono progettati/realizzati?

Sicuramente il progetto conta molto...ma conta di più l'interazione diffusore-ambiente 

Più è grande piu interagisce con l'ambiente 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Audiohiker

Posto che l'ambiente ognuno ha quello che è riuscito a destinare a questa passionaccia...quindi gli assegno un bel 0%

pur sapendo che in realtà influenzerà pesantemente il risultato finale, se in un ambiente disgraziato metterò un componente di pregio, avrò in percentuale lo stesso miglioramento che lo stesso componente di pregio mi darebbe in un ambiente dedicato.

Faccio un esempio a caso se prendo il mio Accuphase E480 e lo ascolto , invece che nel mio salotto di 30mq in una stanza di 12mq, tutta la qualità intrinseca (se di nostro gusto)della macchina sarà evidente in entrambe le situazioni.

Ogni componente ha la medesima importanza (sempre secondo me è la mia esperienza). Quando aumenti la qualità di un componente della catena emergono immediatamente i limiti degli altri elementi qualora non fossero dello stesso livello, devi trovare il giusto equilibrio, e lo trovi non sbilanciando l'investimento su di un solo elemento.

Che poi la sorgente conti un 5% è solo il cavallo di battaglia del simpatico autore della discussione😀...sempre lì va a parare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Audiohiker

Mi spiego meglio...l'ambiente è il fattore X che può migliorare o peggiorare il risultato finale.

non fa parte delle percentuali di investimento della catena

Share this post


Link to post
Share on other sites
afbevi

@Cano @Vmorrison La mia esperienza: nel mio impianto principale ho diffusori in cassa chiusa alti circa 150 cm profondi 50 che pesano 50 kg ciascuno.

Suonano bene ed hanno una facilità di posizionamento imbarazzante.

Sul secondo impianto ho diffusori da scaffale (posizionanti necessariamente su scaffale) con bass reflex anteriore e pur suonando bene sono ancora alla ricerca della chiusura del cerchio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@afbevi non c'è una regola...ma solo una statistica 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ettore Achilleo

80 % di incidenza del connubio diffusori ambiente è decisamente troppo poco.

Almeno un 95%.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ettore Achilleo
1 ora fa, ics ha scritto:

è sufficiente partecipare ad una delle tante manifestazioni che l`importatore italiano di avalon organizza in tutta Italia..credo che ognuno di noi abbia assistito almeno ad uno di questi eventi.Chiedete in queste occasioni di mettere un brano con il cd, il vinile e poi lo stesso con i bobine e sentirete che tipo di differenze emergono

Le stesse differenze tra master diversi che emergono con qualsivoglia buon diffusore.

Comunque quando si parla di Avalon il problema non è quanta percentuale destinare agli altri componenti dell'impianto, ma quanto non destinarne alle Avalon stesse.

Diffusori veramente insopportabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dsl

se ascolti le avalon ottimizzate in ambiente al 95%, saranno sempre diffusori insopportabili per te, quindi hai postato una cazzata😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf

1% in cavi analogici, vuol dire spendere 100 euro in tutto fra segnale, potenza, alimentazIone.

Ma manco i cavo scettici piu' talebani spedono solo quella cifra sull intero impianto.😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

importanza e pecentuale di spesa non sono in relazione biunivoca. superati certi livelli di qualità e costo, piccoli miglioramenti richiedono investimenti monetari importanti. esistono livelli di qualità minima accetttabile che variano a seconda del componente (posso avere un buon dac spendendo molto poco, ma se voglio un diffusore completo il rezzo non sarà mai da mercatone. le percentuali di spesa cambiano se devo investire 1000 o 100.000 euro per un impianto completo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maurjmusic

...il   "conto"  potrebbe anche tornare per gli  "audio - facoltosi "

Room: 40%    =   € 200.000
Speakers: 40%  = € 200.000
 Power-amp: 8%  = € 40.000
Pre-amp: 4%  =   €  20.000
DAC: 5%. =  € 25.000
Source hardware (PC, streamer): 0.5%   =  €   2.500 

Source software (ie. playback software) - 0.5%  = €   2.500
Analogue cables - 1%   =  € 5.000
Digital cables - 0.1%  =  € 500  

Misc: 0,90  =  4.500

  il tutto  per    "sole"   ( mettere l'accento  dove piu' aggrada)    € 500.000,00   ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294296
    Total Topics
    6409877
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy