Jump to content
Melius Club

31canzoni

Cavi: un mercato maturo tra razionalità ed emozioni

Recommended Posts

maxnalesso
4 ore fa, floyder ha scritto:

i cavi vanno provati, provati, e poi provati ... senza guardare marche e prezzi,

Anche io concordo con Dario "meridian" nel sottolineare questa frase importantissima !!

Sia mai che,  in alcuni impianti,  sia meglio una classica piattina rosso/nera (non sto scherzando) rispetto a cavi molto più costosi ma di impostazione particolare ...

In particolare su sistemi vintage la prova dei cavi deve essere fatta con molta attenzione,  visto che i sistemi stessi sono nati quando il mercato dei cavi non esisteva per nulla ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso

@floyder Viso il prezzo esiguo,  compro anch'io il NorStone e lo provo nel mio impianto.  voglio vedere se va meglio del mio attuale cavo di potenza,  pagato a suo tempo 300 mila lire per la coppia da 3 metri (quindi un cavo di prezzo "medio",  ma di qualità molto elevata).

Grazie della segnalazione,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

@maxnalesso L’ho acquistato dopo ever letto l’entusiasmo di un forumer, ma di altri lidi, che per un pó ho seguito (di tanto in tanto lo leggo ancora) e visto la sua attendibilità e conoscenza hi-fi ho detto ... perché no, con venti euro si può fare, e da allora è rimasto nel mio impianto, male che vada ti rimborso e me lo accatto io😂😎😱

Share this post


Link to post
Share on other sites
gorillone

Prova i Sommercable orbit ii da 4mm

Share this post


Link to post
Share on other sites
piona252

E' incredibile: quando si apre un 3d che riguarda i cavi in una settimana arrivano 10 pagine di risposte, provocazioni e in certi casi quasi insulti, Segno tangibile che l'argomento interessa tutti.

Non sono riuscito a leggere tutti i messaggi postati, mi sono fermato credo alla quinta pagina poi mi si incrociavano gli occhi.

Per quanto mi riguarda, in passato ero molto cavo scettico (e in certi casi lo sono ancora) nel senso che non ho mai pensato alla piattina rosso/nera ma nemmeno al cavo che costasse più di 50 mila lire. Poi ho avuto la fortuna di poter provare ed ascoltare con le mie orecchie e sul mio setup varie tipologie e marche di cavi e mi sono dovuto ricredere: il cavo cambia eccome il suono dell'impianto. E non parlo del cavo da 5000 euro, parlo di tutti i cavi indipendentemente dal prezzo che non sempre "più alto" è sinonimo di miglioramento (però spesso è così).

Alla fine quello che più mi è piaciuto è entrato a far parte del mio impianto (tutto rigorosamente usato per non fare mutui) e con soddisfazione ora penso di aver trovato pace. Sono sicuro che ci sarà di meglio o di peggio ma non mi interessa proprio. Ultimo arrivato è stato il cavo phono che oltretutto è anche quello dove ho trovato più differenze fra il cavo "vecchio" e il nuovo migliorando talmente la resa del mio giradischi da lasciarmi letteralmente incredulo e lo dico io che sono un quasi cavo scettico. Parlo però dei cavi di segnale e potenza.

Dove invece sono sempre e continuamente scettico ( e chi mi conosce lo sa) è il reparto alimentazione dove sinceramente proprio non riesco a sentire alcuna differenza.

Che dire: il consiglio non può essere altro che PROVARE a casa tua e poi decidere con le tue orecchie perché la sorpresa con il cavo è sempre dietro l'angolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

@piona252 io credo che in questo forum non esistono cavoscettici, ma persone con un approccio sbagliato, un cavo non deve cambiare il suono ma solo migliorare un impianto già perfetto, e questo a mio parere è molto ma molto difficile, e provare è l’unica soluzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
7 ore fa, piona252 ha scritto:

il cavo phono che oltretutto è anche quello dove ho trovato più differenze fra il cavo "vecchio" e il nuovo

Hai una testina mm? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
RockTheDog

Riporto esclusivamente la mia esperienza, con il mio impianto (lo stesso che trovate nel profilo) , quando usavo i vecchi cavi Qed Silver anniversary XT , vicino a metà volume, il finale andava in protezione. 

Soltanto una volta evidenziato il problema mi sono informato per risolverlo e scopro su un sito USA, che il marchio delle mie casse secondo il modello richiedono una sezione minima del cavo (awg) .

Cambio cavo con Ricable  Dedalus ( sezione adeguata a quanto riportato in tabella) e il problema scompare. 

Evidentemente il problema era reale e nel mio caso tangibile, quindi dire che la scelta dei cavi è fuffa a prescindere non è corretto,

ovviamente la resa sonora del diffusore è cambiata notevolmente .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giemme
Il 11/8/2019 Alle 18:31, maxnalesso ha scritto:

visto che i sistemi stessi sono nati quando il mercato dei cavi non esisteva per nulla ...

...e tutti vivevano felici e contenti anche senza

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
1 ora fa, RockTheDog ha scritto:

quando usavo i vecchi cavi

Erano terminati o spellati? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
5 minuti fa, Giemme ha scritto:

..e tutti vivevano felici e contenti anche senza

per secoli si curava efficacemente (a detta di tutti) praticamente ogni malattia con le sanguisughe. Andavi dal barbiere, ti facevano il salasso e poi ti sentivi meglio. Eccome se ti sentivi meglio. La differenza era "chiaramente percepibile".

Alla luce di ciò, cosa vuoi che sia qualche decennio di cavocredenza.

Oggi si dice che basta un cavo per scaldare un impianto...pensa a quali incredibili progressi ha fatto la tecnica.

Ha proprio ragione, il grande Emanuele Severino.

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
RockTheDog

@enzo966 comprati su futurshop con terminazioni originali qed (banane).

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
13 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Oggi si dice che basta un cavo per scaldare un impianto...

D'alimentazione e, fin qui, una persona normale pensa che se un componente non superconduttore non è alimentato, non scalda perché non dissipa... 

Invece, dietro quello "scaldare", c'è tutt'un'altra storia: una poesia; financo  una magia esoterica inimmaginabile per dei miseri, oscurati, comuni mortali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
20 minuti fa, enzo966 ha scritto:

dietro quello "scaldare", c'è tutt'un'altra storia: una poesia; financo  una magia esoterica inimmaginabile per dei miseri, oscurati, comuni mortali.

Mi fa piacere di non essere l'unico ad avere "l'approccio sbagliato"

Siamo in due

Una percentuale ragguardevole, tutto sommato

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
49 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Oggi si dice che basta un cavo per scaldare un impianto...pensa a quali incredibili progressi ha fatto la tecnica.

...ma insomma ci credi o no alla scienza dei cavi...hiend?

si chiaro!😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
30 minuti fa, Arnaldo ha scritto:

ma insomma ci credi o no alla scienza dei cavi...hiend?

Io ritengo di esserlo sempre stato, chiaro.

Il problema è che spesso si leggono frasi attribuite al sottoscritto che non ho mai scritto né pensato.

Esempi: tutti i cavi suonano uguale, tutti i dac suonano uguale (questa poi...), e via discorrendo...

Rispondo alla tua bella domanda: si, ci credo. I cavi possono suonare diversamente. A me è capitato più volte ed in maniera perfettamente documentabile.

Sempre detto.

 Ovvio che avrei diverse altre precisazioni da fare...(entità delle differenze, mie opinioni sui reali motivi che portano tanti a dichiarazioni tipo "mi è caduta la mascella", alternative a disposizione per ottenere molto di più con molto meno, rapporto costi/benefici, fuffa spacciata per scienza, sciamanesimo tolteco applicato al cavo ecc...), anche se in fondo abbastanza inutili.

O meglio, sarebbero utili se ad esempio stessi parlando con personaggi tipo Dario o Sandro (che è ovviamente direttamente interessato)... comunque gente che mi dà l'impressione di saper interloquire senza pregiudizi ed in buona fede. 

Purtroppo questa impressione tante volte non ce l'ho.

Preciso che non mi riferisco alla tua domanda, perfettamente corretta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
15 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:
44 minuti fa, Arnaldo ha scritto:

ma insomma ci credi o no alla scienza dei cavi...hiend?

Io ritengo di esserlo sempre stato, chiaro.

Il problema è che spesso si leggono frasi attribuite al sottoscritto che non ho mai scritto né pensato.

Esempi: tutti i cavi suonano uguale, tutti i dac suonano uguale (questa poi...), e via discorrendo...

Rispondo alla tua bella domanda: si, ci credo. I cavi possono suonare diversamente. A me è capitato più volte ed in maniera perfettamente documentabile.

Ok, grazie! Finalmente ho un quadro più chiaro.

16 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Ovvio che avrei diverse altre precisazioni da fare...(entità delle differenze, mie opinioni sui reali motivi che portano tanti a dichiarazioni tipo "mi è caduta la mascella", alternative a disposizione per ottenere molto di più con molto meno, rapporto costi/benefici, fuffa spacciata per scienza, sciamanesimo tolteco applicato al cavo ecc...), anche se in fondo abbastanza inutili. 

O meglio, sarebbero utili se ad esempio stessi parlando con personaggi tipo Dario o Sandro (che è ovviamente direttamente interessato)... comunque gente che mi dà l'impressione di saper interloquire senza pregiudizi ed in buona fede. 

Purtroppo questa impressione tante volte non ce l'ho.

Preciso che non mi riferisco alla tua domanda, perfettamente corretta. 

Qui mi sono nuovamente perso...Dario chi è e Sandro chi è?

Le tue opinioni su certe dichiarazioni, dove e/o a chi le hai fatte presenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
30 minuti fa, Arnaldo ha scritto:

Qui mi sono nuovamente perso...Dario chi è e Sandro chi è?

Ma...sei nuovo del forum o è una domanda scherzosa?

Comunque...gentaglia facinorosa ...da evitare assolutamente...

🙂

I nick credo siano Meridian e Saperusa o qualcosa di simile...ma era solo per fare due nomi, ce ne sono tanti altri

30 minuti fa, Arnaldo ha scritto:

Le tue opinioni su certe dichiarazioni, dove e/o a chi le hai fatte presenti?

In molti miei post. 

30 minuti fa, Arnaldo ha scritto:
50 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:
 

Ok, grazie! Finalmente ho un quadro più chiaro

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
16 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:
46 minuti fa, Arnaldo ha scritto:

Qui mi sono nuovamente perso...Dario chi è e Sandro chi è?

Ma...sei nuovo del forum o è una domanda scherzosa?

Comunque...gentaglia facinorosa ...da evitare assolutamente...

🙂

I nick credo siano Meridian e Saperusa o qualcosa di simile...ma era solo per fare due nomi, ce ne sono tanti altri

🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

se l'avessi scritta io...avrei già fatto il pieno di punti!

...però sei iscritto al circolo fan club del Guru...non ti sembra una contraddizione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
1 ora fa, FabioSabbatini ha scritto:

Siamo in due

Ci fosse l'achilleo (che spero non sia assente per contrappasso cavistico di problemi al tendine) saremmo in tre almeno.

P.S.: qualcosa di mistico c'e: ho qualche problema ai cavi delle ginocchia. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
1 minuto fa, Arnaldo ha scritto:

...non ti sembra una contraddizione?

No

Sono stato invitato

Ho accettato volentieri

Se vuoi ti mando in privato ciò che ho scritto lì

Stesse cose che scriverei qui

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
5 minuti fa, enzo966 ha scritto:

Ci fosse l'achilleo

OT: secondo alcune voci, non confermate ma nemmeno smentite, pare sia emigrato in  Calmucchia

Sono tentato di seguirlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni

Importante sarebbe non essere manichei. La giusta obiettività ed il giusto peso da attribuire alle cose. Certo la superscienza, la normale non funziona, applicata ai cavi...ma anche all'hifi tutta continua a farmi ridere ma non per manicheismo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piona252
11 ore fa, enzo966 ha scritto:

Hai una testina mm? 

No la testina è MC (ortofon cadenza bronze).

Share this post


Link to post
Share on other sites
piona252
17 ore fa, floyder ha scritto:

, e questo a mio parere è molto ma molto difficile, e provare è l’unica soluzione

Esatto Antonio bisogna provare questo è il succo del discorso! perché provando potresti anche scoprire che il tuo impianto ha potenzialità che nemmeno sospettavi.

E aggiungo poi:  a mio avviso è quasi automatico che un cavo diciamo così di fascia alta possa risultare il 90% delle volte migliore di uno di fascia media o sopratutto bassa trannne in qualche rara occasione (almeno per la mia esperienza). La differenza però che si può percepire (sempre per mia esperienza) fra un cavo  di media fascia diciamo sui 300/400 euro e un cavo di alta fascia diciamo sui 1400/1500 euro è sicuramente superiore rispetto alla differenza precepibile fra un cavo da 1500 euro e uno da 15k euro ed è per questo che a mio avviso è folle spendere cifre simili per un collegamento. Sempre da mia esperienza personale meglio spendere 1000 euro per trattare l'ambiente cosa questa si, che fa cambiare il risultato drasticamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN
12 ore fa, RockTheDog ha scritto:

che il marchio delle mie casse secondo il modello richiedono una sezione minima del cavo (awg) .

Cambio cavo con Ricable  Dedalus ( sezione adeguata a quanto riportato in tabella) e il problema scompare

Evidentemente il problema era reale e nel mio caso tangibile, quindi dire che la scelta dei cavi è fuffa a prescindere non è corretto,

@RockTheDog però bisognerebbe scindere le due cose.

Nel Tuo esempio specifico avevi un cavo di sezione non adeguata a portare la giusta energia ai diffusori; ovviamente mettendone uno adeguato in sezione, il problema è scomparso. Questo è un problema “tecnico di base”.

Qui la scelta del cavo è funzione delle specifiche tecniche minime richieste, a prescindere dalle qualità “soniche” del cavo.

Nel thread si parla invece di cambiare o scegliere cavo in funzione di una precisa connotazione sonica (colorazione) che si intende apportare alla riproduzione del proprio impianto, al netto di richieste tecniche specifiche (come nel Tuo caso).  

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso

Bene bene ... per una prova a costo praticamente 0,  mi sono acquistato 15 metri di Norstone,  come da link allegato:

https://www.amazon.it/NorStone-CL150-2x1-5-Translucent-Bianco/dp/B0026RI3PE/ref=sr_1_5?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&crid=24KCHNFH5L7TP&keywords=norstone+cavo&qid=1565933854&s=gateway&sprefix=norstone%2Caps%2C156&sr=8-5

Quando arriva,  taglio 2 spezzoni da 3 metri e lo provo a confronto col mio cavo titolare,  pagato a suo tempo circa 300 mila lire:  vediamo ovviamente il risultato NEL MIO CONTESTO e poi ,se necessario,  apriremo 3d apposito come era stato fatto a suo tempo per il Focal Elite R1,  di cui riporto l'interessante considerazione di "Gimmetto":

<< Meno male che se ne accorto qualcuno... Sono i cavi di segnale del mio impianto, phono compreso e sono eccellenti. Acquistati su Amazon, hanno sempre vinto il confronto con cavi dal costo dieci volte maggiore (ovviamente differenze sfumate che dipendono dai valori di interfacciamento elettrico del mio impianto). Alle faccia di chi non solo ancora crede alle fasce di prezzo, ma addirittura alle fasce di prezzo dei cavi >>

Ovviamente senza nulla togliere ai cavi che,  per complessità costruttiva e/o per effettiva qualità sonora, sono di un livello decisamente più elevato (vedi i Silcable, da me toccati con mano:  come minimo,  per fare un cavo così,  ci vogliono 2 giornate di lavoro, e considerando anche solo i costi di manodopera, siamo già a 30 volte il valore di questo cavo 👍 )

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo
Il 14/8/2019 Alle 12:16, enzo966 ha scritto:

Ci fosse l'achilleo

però non c'è e non ci pare carino che si tirino in ballo gli assenti.

se qualcuno lo vuole seguire fatti suoi, lo facesse senza proclami e senza inondare di ot le discussioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294941
    Total Topics
    6441931
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy