Jump to content
Melius Club

dogma

Differenza diffusori bipolo tripolo dipolo

Recommended Posts

dogma

Come da titolo vorrei cercare di capire al meglio le  caratteristiche, pregi e difetti di queste tecniche di costruzione dato che vorrei usarle per fare dei surround

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

che budget hai per un sistema completo già fatto ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
giangi68

Non è che intendi biampli biwiring o monowiring. Dipolo e bipolo sono sinonimi ma tripolo applicato al diffusore non l'ho mai incontrato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dogma

no no, intendo proprio tripolo. 

Ci sono anche se pochissimi pare, quindi volevo capire bene le differenze

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci

bipolo, ha due altoparlanti che emettono in direzioni sfasate, entrambi alloggiati nello stesso cabinet (bi polo = due poli). Per farti un'idea immagina, in pianta, una sorta di rombo tagliato in due lungo la diagonale maggiore, con la faccia lunga poggiata al muro e un altoparlante su ciascuna di quelle corte.

esempio: https://www.klipsch.com/surround-sound-speakers


tripolo, immagino perché è la prima volta che lo sento, come sopra ma con tre altoparlanti e quindi tre facce sfasate. Penso che sia qualcosa che somiglia in pianta ad un esagono tagliato come sopra.


dipolo, ha un solo altoparlante dei medi ed eventualmente dei mediobassi libero di emettere in entrambe le direzioni, sia frontale che posteriore, alloggiato per questo non in un cabinet ma su un pannello, libero sia davanti che dietro.

Credo che "di" venga usato nel senso di "sdoppiato", come ad esempio in "diplopia"; il termine comunque mi sembra mutuato dalla teoria dei campi magnetici.

Un dipolo fornisce una sorprendente ampiezza e spazialità ma è difficile da realizzare per via del rapporto fra dimensioni del pannello e frequenza: ci vorrebbe un pannello enorme per evitare interazioni fra l'emissione anteriore e quella posteriore in controfase quando la lunghezza dell'onda sonora si avvicina alla metà della larghezza del pannello (cioè alla distanza fra il centro d'emissione e il bordo del pannello medesimo).

Ricordo che una decina d'anni fa una Casa scandinava (Dynaudio?) ne aveva realizzato un esemplare-ammiraglia, molto costoso, che sembrava aver superato questo limite e che riscosse un grande successo, ma che non ha poi avuto grande seguito.

Esempi di dipolo: http://www.audiocostruzioni.com/a_d/diffusori/monovia-bebo-ciare/ciare.htm ;  https://nightingale.it/it/prodotti/categorie/diffusori/ctr-2/ .



Per i surround si usano i bipolo (da quanto dici, oggi anche i tripolo); i dipolari non servono (e non hanno senso) come surround ma si utilizzano nell'hi-fi due canali.

Attenzione perché molti usano i due termini indifferentemente per indicare i bipolo; potresti quindi sentirti dire che i dipolo sono adattissimi come surround semplicemente perché il tuo interlocutore non ha mai approfondito la differenza e avrebbe dovuto dire bipolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

Io sentito queste dipolo dal progettista/ costruttore Alberto Bellino, per me,anche in rapporto al costo,notevoli...

Screenshot_20190809-110707_Chrome.thumb.jpg.4a4080cd2f80b079c660744d78c95982.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
portnoy
1 ora fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

una Casa scandinava (Dynaudio?) ne aveva realizzato un esemplare-ammiraglia, molto costoso,

forse intendevi le JAMO 909 ?

fantastiche 

image.thumb.png.77b2cf8216f1ed081891d811dc891c82.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

@portnoy non ho mai avuto il piacere di ascoltarle ... come erano ? 👍🏻🌈

Share this post


Link to post
Share on other sites
portnoy

@AlbertoPN purtroppo neanche io. le comprerei solo per quanto sono belle 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
11 minuti fa, portnoy ha scritto:

forse intendevi le JAMO 909 ?

Mi sa di sì.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FedeZappa

Le Wharfedale tri-surround, tripolo con baffle frontale solo x le vie basse, con i tweeter che occupano 2 dei 3 lati:

Screenshot_20190809-145904.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@portnoy Bellino si è chiaramente ispirato alle Jamo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun
On 8/9/2019 at 12:04 PM, portnoy said:

@AlbertoPN purtroppo neanche io. le comprerei solo per quanto sono belle

nel caso, magari un ascolto preliminare io lo farei... aldilà che sono dei dipolari (e se non ne hai mai sentito uno potresti anche rimanere deluso... riproduzione gamna bassa in primis), non tutti sono uguali, anche se apparentemente/visivamente lo sembrano, e questi Jamo personalmente non li reputo particolarmente riusciti né tecnicamente (addirittura ridicola, tecnicamente parlando, la rastrematura a livello della sezione bassa) né sonicamente, per non parlare poi del loro rapporto Q/P... 

ps: a me piacciono molto i dipolari dinamici a cono o anche ibridi, quelli ben progettati/riusciti ovviamente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun

l'amico quando scrive 'tripolo' in realtà credo volesse scrivere 'tipolo' che non è altro che un dipolo dove sul retro è montata una paratia verticale collocata a metà della larghezza del baffle... questo permette di simulare (ma anche nella realtà) un baffle più esteso con vantaggi per l'emissione in gamma bassa soprattutto in termini di abbassamento della frequenza dove sopraggiungono le note problematiche dovute alla confluenza di emissioni in fase e controfase; infatti si consiglia di adottare tale 'trucco' per i driver dove questi debbono coprire la gamma più bassa... ma non è escluso che anche mid-wf o woofer alti (quando presenti) possano sfruttarne i vantaggi. 

Dipolo... Tipolo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun

tanto per riprendere il discorso al dipolo della Jamo citato sopra, è da notare come la soluzione adottata sul retro del baffle questa impiega sì una struttura verticale ma limitandosi ad avere solo esclusivamente il compito di reggere il diffusore senza alcun rilevamente apporto in termini acustici. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

La Lucas attraverso il Thx ha fatto largo uso dei bipolo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dogma

@ontherun

No no intendevo proprio tripolo tipo quelle che ha postato fedezappa. 

Se poi in realtà non si chiamano così quello non lo so. 

Adesso salta fuori anche il tipolo, interessante XD. 

Per quanto riguarda il bipolo, come funziona rispetto ad un diffusore convenzionale? 

Io ho letto che sfrutta le pareti intorno per far rimbalzare il suono che così diventa avvolgente ma vista la confusione che c'è in giro con il dipolo non mi spenderei se le cose stanno diversamente. 

Avendo però una parete parzialmente aperta su un lato dove al massimo potrò mettere una tendone acustico tipo cinema mi è essenziale capire se puo andare bene nella mia saletta

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

dogma, ti ho già risposto nell' altro tread, prendi un sistema già fatto e senti un tecnico, rischi di buttar via

una montagna di soldi per niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@dogma Le tripolo,come ti hanno già detto,sono per i canali surround in un sistema HT..

Share this post


Link to post
Share on other sites
5mare
Il 9/8/2019 Alle 16:03, Gici HV ha scritto:

@portnoy Bellino si è chiaramente ispirato alle Jamo..

In effetti è il contrario...

Share this post


Link to post
Share on other sites
giangi68

I diffusori bipolari come detto hanno altoparlanti sia sul baffle frontale che quello posteriore o come nel  caso di jami baffle aperto ovvero altoparlanti liberi in aria. Mirage negli anni 80 inizio 90 aveva un intero catalogo dei primi. Sono casse difficili da posizionare perché la radiazione posteriore deve poter rimbalzare sulle pareti posteriori per ricreare un credibile fronte sonoro unico al punto d'ascolto. Anche le Tebaldi di opera oggi mi pare sfruttino la radiazione posteriore ma permangono le difficoltà di posizionamento e l'esigenza di una sala dedicata e trattata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dogma

@giangi68 veramante quello mi pare sia il dipolo a giudicare da quanto è stato detto. 

Il bipolo dovrebbe avere altoparlanti solo anteriori, però non ho capito se sfruttano il rimbalzo sulle pareti o se semplicemente l'uso delle due facce rende meno localizzabile il punto di emissione sonora

Share this post


Link to post
Share on other sites
giangi68

Si dipolo; ogni cassa in ambiente emette suoni che rinforzano o cancellano frequenze interagendo con le pareti, chiaro che se hanno un fronte attivo sulla parete posteriore questa interazione diventa fondamentale per la corretta riproduzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
viale249

Un diffusore dipolare può essere sia un open baffle che una cassa dotata di trasduttori montati sul pannello anteriore e posteriore e l'emissione avverrà in controfase sulle due facce del diffusore. Nel caso di un diffusore bipolare l'emissione sarà in fase (e per questo motivo non possibile con una soluzione open  baffle). Durante la scorsa edizione di Degustazioni Musicali a Lido di Camaiore era possibile ascoltare due diffusori con queste distinte caratteristiche di emissione: Tuscanini Idillia (dipolo) e Priami Aria (bipolo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
dogma

@giangi68

Perfetto grazie, quindi nessun problema di interazione con la stanza del bipolarerispetto ad uno classico. 

Ps. Mi è partito il quote per sbaglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
FedeZappa

@dogma  hai visto questi?

Centrale a 3 vie con doppio cono da 17:

https://www.ebay.de/itm/Wharfedale-Opus-TRI-Center/123866741028?hash=item1cd7087924:g:eZkAAOSwxohdSnBo

Surround tripolare:

https://www.ebay.de/itm/Wharfedale-Opus-Surround/123866728819?hash=item1cd7084973:g:UOQAAOSwmgVdSYIv

Sono nuovi e poco conosciuti, si svalutano e per questo credo non andranno via a molto.

Il sound wharfedale e' neutro e controllato e sono in genere diffusori facili da posizionare in ambiente. 

Il venditore spedisce anche in Italia. Gli ho scritto per curiosità e mi ha risposto che per il centrale chiede 20€ di spedizione. Per i tripolari non so.

Ti mancherebbe solo i frontali, più facili da trovare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
emil63

Io ho avuto in ascolto a casa mia le Jamo 909.

Diffusori straordinari.Solo non avevo la disponibilita' al tempo...

Adesso mi attizzano molto gli americani di Pure Audio Project.

Fanno della modularita' il loro cavallo di battaglia,additittura con la possibilita' di scegliere il trasduttore dei medi,a paicere (Heil Grand,trombe o Voxativ...)

Diificile però ascoltarle...

Date un occhio al loro sito...

http://www.pureaudioproject.com/#next

Trio15-Horn1-Open-Baffle-Speakers-by-PureAudioProejct-in-Singapore-Steinar-845x684.jpeg

Quintet15-ESS-AMT1-Rainer-Koss-1-e1560000764226-495x400.jpg

Classic15-Open-Baffle-SPeakers-by-PureAudioProject.jpg

IMG_1739-495x400.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun
5 hours ago, emil63 said:

Adesso mi attizzano molto gli americani di Pure Audio Project.

Fanno della modularita' il loro cavallo di battaglia,additittura con la possibilita' di scegliere il trasduttore dei medi,a paicere (Heil Grand,trombe o Voxativ...)

Diificile però ascoltarle...

Date un occhio al loro sito...

http://www.pureaudioproject.com/#next

PAP è una delle prime destinazioni ogni volta che vado al MHE... anche quest'anno non mi ha deluso... nella saletta che normalmente ospita le Azzolina, non molto adatte per la size dell'ambiente, quest'anno il buon Ze'ev proponeva le Quintet15 con Voxativ ac4a alternando sorgente analogica e digitale... tra le riproduzioni più impressive una 'Giorgio by Moroder' davvero emozionante (per quanto questo genere di musica possa esserlo) che una volta per tutte conferma come un OB (dinamico... full cono o cono/magnetoplanare/ribbon che sia) ben progettato con driver ad hoc può regalare una prestazione soddisfacente anche in gamma bassa). 

PAP si distingue anche per avere un rapporto prezzo/costo materiali tra i più convenienti sulla scena dei costruttori di acustiche... in questo caso oltretutto i costi sono perfettamente trasparenti... c'è anche però da dire che i PAP vengono offerti in kit da montare stile Ikea... il livello delle difficoltà per l'assemblaggio è però molto basso... very easy direi. 

Altro costruttore di OB dall'ottimo rapporto Q/P da tenere d'occhio è Spatial Audio che in certi aspetti preferisco quasi a PAP (i piccoli Duo almeno ma anche i Trio15 quando configurati 2 vie) in particolare per il fatto che predilige utilizzare driver per la gamma superiore (quando i woofer passano il testimone) più prestanti almeno in termini di effetto wall-of-sound /spl. 

ps: PAP non è americana... bensì israeliana... Ze'ev poi ha studiato una struttura produttiva/distributiva che coinvolge Stati Uniti e Germania (per ora)... non escludo che verrà coinvolta anche qualche facility in estremo oriente. 

ps2: gli esemplari dei Quintet in demo al MHE sono/erano sul sito PAP on sale al miglior bid... l'ultimo era intorno ai 6500€/$... 

Quintet 15 bid

IMG_20190810_170539_mod.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
pro

Azzzzz quanto sono alte.

Non mi ci stanno nella music room.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@pro Puoi mettere solo 2 woofer...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294941
    Total Topics
    6441947
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy