Jump to content
Melius Club

mozarteum

politica ed economia Elezioni anticipate, rimpasto o governo Lega/PD?

Recommended Posts

audio2
6 minuti fa, Cano ha scritto:

e se non venisse sfiduciato? 

questo me lo sono chiesto anche io prima.

opzione a; la lega cambia idea, bella figura di palta

opzione b: lega vota contro, pd leu cespugli e sottobosco vario votano la fiducia, ovvero come autoinc. e avanti popolo

(con boldrini ministra dell' interno e carola rackete sottosegretaria ad honorem )

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
4 minuti fa, audio2 ha scritto:

si intesterebbero eventuali

meriti.

meriti di cosa? della finanziaria prossima ventura? 


comunque salvini porge nuovamente la mano al m5s perché vede la possibilità di rimanere col cerino in mano.

la domanda è: saranno così polli da cascarci? si, perché sono troppi i parlamentari che non possono permettersi di perdere il posto ma temo che sarà un vietnam su tutto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

nello stesso discorso di prima sulle deleghe ecc ecc ho sentito testuali parole " hanno ricominciato ad annusarsi "

manco i canidi di sesso non maschile che usano praticare la mercificazione del proprio corpo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
12 minuti fa, Cano ha scritto:

e se non venisse sfiduciato? 

Per non essere sfiduciato la Lega dovrebbe votargli la fiducia dopo aver presentato una mozione di sfiducia visto che non credo che il PD o Forza Italia o Fratelli d’Italia siano disposti a votare la fiducia al Capo del Governo grillino, quindi non credo sia un’ipotesi fondata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
2 minuti fa, audio2 ha scritto:

" hanno ricominciato ad annusarsi "

«Sono arrivate delle proposte e le accolgo. L’amico Di Maio chiede il taglio dei parlamentari. Va bene: si tagliano 345 parlamentari e poi, per dignità, onestà si va subito al voto. Noi ci siamo. Affare fatto».

i politici sono tutti spregiudicati ma qui si sta raggiungendo l'apoteosi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
1 minuto fa, maurodg65 ha scritto:

Per non essere sfiduciato la Lega dovrebbe votargli la fiducia dopo aver presentato una mozione di sfiducia visto che non credo che il PD o Forza Italia o Fratelli d’Italia siano disposti a votare la fiducia al Capo del Governo grillino, quindi non credo sia un’ipotesi fondata.

È improbabile che prenda la fiducia ma non impossibile, specialmente se la lega non facesse più parte del governo 

Salvini non è scemo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

La partita a scacchi piu' noiosa di tutti i tempi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

lufranz

...

  Il 12 agosto 2019 Alle 18:31, lampo65 ha scritto:

Si da per scontato che vi possa essere una crescita infinita, come fossimo ancora nel dopo guerra o venissimo tutti dai campi e una ciotola di riso come i cinesi. Per altro le risorse non sono infinite

...

No, non siamo andati oltre. Questo è un discorso fondamentale in qualsiasi campo ma non lo sento fare quasi mai.

Le aziende prevedono sempre una crescita per l'anno successivo, e fanno il pianto greco (con tanto di teste tagliate) se questa crescita non c'è o è inferiore a quanto sognato.

Il PIL deve sempre crescere. I prezzi crescono o comunque l'inflazione dovrebbe essere sempre positiva. Il tenore di vita personale dovrebbe crescere. I consumi dovrebbero crescere. La popolazione mondiale cresce e non si dovrebbero porre limiti di legge al suo aumento. Le prestazioni di qualsiasi tecnologia dovrebbero sempre crescere. E via discorrendo.

Osserverei però che la maggior parte (per non dire la totalità) dei sistemi reali, siano essi fisici, economici o biologici, si può descrivere abbastanza bene con un sistema di equazioni differenziali.

Per chi non lo sapesse, in matematica le equazioni differenziali ordinarie possono avere solo tre tipi di soluzione:

- Una costante o una funzione che tende a una costante col passare del tempo

- Una funzione che oscilla periodicamente entro limiti definiti e finiti

- Una funzione che - oscillando o meno - tende a infinito.

In matematica, dicevo, queste soluzioni sono tutte accettabili. Ma nella realtà, che l'equazione differenziale descrive solo entro certe condizioni, la soluzione che tende a infinito provoca prima o poi la rottura del sistema descritto: se è un sistema fisico qualcosa si sfascia per sforzo eccessivo, se è economico prima o poi arriva una crisi devastante, se è biologico qualcuno o qualcosa muore (ad esempio perché il cibo finisce).

Sarebbe il caso di starci attenti.

...

https://it.wikipedia.org/wiki/Entropia

http://www.treccani.it/vocabolario/entropia/

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

lufranz

...

  22 ore fa, Savgal ha scritto:

Ma ciò implica che il capitalismo debba essere ripensato.

...

Certamente: non eliminato e sostituito dal comunismo, ma ripensato. 

Un obiettivo ragionevole potrebbe essere la stabilità al di sotto del massimo livello di consumi e profitti sostenibile dal sistema, per avere un minimo di margine di sicurezza. Ma vallo a spiegare ai dirigenti di una qualsiasi multinazionale che ogni anno pretendono un aumento del fatturato come se il mercato potesse avere una capacità di assorbimento infinita di qualsiasi prodotto.

Ho visto aziende che nel periodo di vacche grasse invece di gestire con cura la crescita del fatturato si sono ingrandite a dismisura, spesso spendendo anche quello che supponevano di guadagnare negli anni futuri (senza ovviamente prendere in considerazione l'ipotesi che tale crescita di fatturato fosse solo momentanea o che comunque non potesse crescere esponenzialmente per tutto il periodo considerato). Poi le vacche sono dimagrite, i costi della struttura sono rimasti quelli del tempo passato, i debiti fatti non sono stati onorati, gli operai sono stati mandati a casa… non serve che dica come è andata a finire: la zona industriale qui è piena di capannoni abbandonati che parlano da soli.

...

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

Liberazione 16 aprile 2008, Maurizio Pagliassotti, 16 aprile 2008

...

l’Arcobaleno: «Pensa solo a froci e zingari, non a noi».

Liberazione 16 aprile 2008 «Un partito che pensa solo agli omosessuali e agli zingari, mentre dei lavoratori se ne è sbattuto fino all’altro giorno» E’ il commento lapidario di Luca, quaranta anni, operaio Fiat alle carrozzerie Mirafiori da undici

...

l’Arcobaleno: «Pensa solo a froci e zingari, non a noi».

Liberazione 16 aprile 2008 «Un partito che pensa solo agli omosessuali e agli zingari, mentre dei lavoratori se ne è sbattuto fino all’altro giorno» E’ il commento lapidario di Luca, quaranta anni, operaio Fiat alle carrozzerie Mirafiori da undici. Tira un vento gelido in corso Settembrini mentre uno sciame di operai entra dalla mitica porta due dentro lo stabilimento metalmeccanico più importante d’Italia. Pochi metri più in là c’è la cinque, quella nel 1980 fa era chiamata "porta Karl Marx." Venti giorni fa Franco Giordano era venuto a volantinare proprio tra questa gente e l’accoglienza era stata fredda ma non rabbiosa, come invece era capitato qualche mese prima ai capi dei sindacati. La sensazione è che gli operai di Mirafiori abbiano assistito alle elezioni come si assiste alla finale di coppa del mondo tra Brasile e Germania: in qualcosa di interessante sì, ma lontano. Poi è arrivata il ceffone della disfatta inaspettata della Sinistra Arcobaleno, che ha assunto un valore molto superiore rispetto alla vittoria della destra. Se venti giorni fa nessuno aveva voglia di parlare ieri invece le lingue erano più sciolte, un profluvio di commenti duri e spietati. Roberto: «Un partito che difende i ladri (rumeni, ndr) che rubano nelle nostre case, incapace di farci aumentare gli stipendi che sono da anni sempre uguali. Ho votato Lega». Giovanni: «Batosta necessaria, anche se troppo violenta. Ci speravo che la Sinistra Arcobaleno perdesse duro, ma non così tanto. Io ho votato Pd non per convinzione ma proprio per far perdere Rifondazione. Fino all’ultimo ero indeciso se votare Lega. Mi sembra infatti quest’ultima quella che in questo momento è più vicina ai lavoratori». Francesco: «Quando parlano alla televisione quelli di sinistra io non capisco un caz** di quello che dicono. Usano paroloni... la globalizzazione... il movimento... Tutte menate, a noi interessa lo stipendio, vivere un po’ meglio, avere due soldi in più in tasca. Basta. Rifondazione dice che è stata una vittoria aver ritirato le truppe dall’Iraq e io rispondo: e a me cosa ne viene in tasca?». Roberto: «Ma noi cosa c’entriamo con Pecoraro Scanio? L’ambiente? Sì è importante ma io voglio sentire suonare altre corde, quelle che mi toccano direttamente. Mi dispiace, sono deluso ma dopo molti anni ci voleva». Annamaria: «In Fiat hanno votato in massa la destra. Sono degli irresponsabili... venerdì c’era un sacco di gente che sghignazzava sulla vittoria di Berlusconi, diceva che era giunto il momento di far rubare un po’ anche lui... La classe operaia non esiste più, gli operai sono persone il cui unico sogno è cambiare lavoro, fare un po’ di soldi e sbattersene di tutto il resto». Gianni: «Questa notte non ho dormito. Sono incazzato e deluso. Ho votato Sinistra Arcobaleno e così tanti come me dentro questa fabbrica. Moltissimi che sostengono di essersi astenuti in realtà hanno scelto la Lega. Soprattutto i giovani sono di destra, quando li sento parlare mi sembra di avere davanti Calderoli». Il discorso generazionale appare importante. I più anziani sembrano aver preso almeno in considerazione l’ipotesi di votare Sinistra Arcobaleno, forse per ragioni storiche. I giovani invece paiono essere semplicemente disillusi o di destra. Commenti a caso tra i volti poco più che imberbi che entrano in fabbrica: «Non me ne frega niente», «Bertinotti veste il cachemire io guadagno mille euro al mese. Una volta ho visto Ferrero arrivare con la Renault 5 tutta scassata. Lui mi piace invece. Sono cose importanti per noi queste...», qualcuno parafrasa anche Trotzkj: "prima distruggere, poi costruire". Gli operai con i capelli bianchi sono attoniti, la loro analisi racconta di un mondo operaio che non riconoscono più, arrabbiato con tutti, siano essi padroni o sindacati. «Davanti a questa porta ventotto anni fa volevamo cambiare il lavoro in Italia... Penso che quello che è successo ieri sia l’ennesimo frutto avvelenato di quella sconfitta». E per il futuro? Il domani non esiste anche se vi è un diffuso timore che la mancanza della sinistra in parlamento apra le porte alle peggio situazioni: «Veltroni farà l’opposizione? Siamo a posto...» Riguardo la sinistra e le sue scelte prossime venture mancano i suggerimenti: gli operai sono preoccupati dal crollo delle vendite di auto in Europa, Fiat compresa. Il destino della sinistra interessa quei pochi iscritti alla Fiom che resistono dentro la fabbrica, gli altri pensano che domani sarà un altro giorno, uguale a ieri. Maurizio Pagliassotti

LIBERAZIONE 16 APRILE 2008

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

media-tivvù-fessobuco-twetter-mid-woofer...e chiacchiere...stanno a ZERO !

l' uomo (!) è ESSERE VOTANTE  di default !

nel supermarket-posta-benzinaio-busta paga-dichiarazione redditi...e cesso perpetuo in strada...

poi...ANCHE alle elezioni politiche...quando capita...

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2
10 minuti fa, cinemascope ha scritto:

«Un partito che pensa solo agli omosessuali e agli zingari, mentre dei lavoratori se ne è sbattuto fino all’altro giorno» E’ il commento lapidario di Luca, quaranta anni, operaio Fiat alle carrozzerie Mirafiori da undici

questo 10 anni prima della bbestia, lo dedichiamo a brian.

10 minuti fa, cinemascope ha scritto:

«Quando parlano alla televisione quelli di sinistra io non capisco un caz** di quello che dicono. Usano paroloni... la globalizzazione... il movimento... Tutte menate, a noi interessa lo stipendio, vivere un po’ meglio, avere due soldi in più in tasca.

pure questa

.

grazie cinema per il reperto storico.  ps: ma sei vivo e respiri o sei anche tu un bot del sistema ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
4 minuti fa, audio2 ha scritto:

«Quando parlano alla televisione quelli di sinistra io non capisco un caz** di quello che dicono. Usano paroloni... la globalizzazione... il movimento... Tutte menate, a noi interessa lo stipendio, vivere un po’ meglio, avere due soldi in più in tasca.

questo è perfetto per spiegare perché gli slogan funzionano meglio della realtà e perché in tanti sono finiti a votare quelli che sono contro gli interessi dei lavoratori nella maniera più evidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

una pre bestia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
6 minuti fa, audio2 ha scritto:

«Un partito che pensa solo agli omosessuali e agli zingari,

in effetti la sinistra ha fatto moltissimo per gli zingari... 😂 

bellissimo che ci si riferisca ad affermazioni da bar per spiegare la politica...

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

Cinema grazie ho letto con interesse. Spero lo abbian fatto anche altri, ti ho dato un melius per ogni post 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
1 minuto fa, audio2 ha scritto:

una pre bestia.

si è provato a spiegare bene questo concetto, lo hanno fatto in tanti ma fai finta di non capire...

gli slogan e la bestia agiscono su istinti che esistono, non inventano pulsioni nuove.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

si buonanotte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres
3 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

in effetti la sinistra ha fatto moltissimo per gli zingari... 😂 

bellissimo che ci si riferisca ad affermazioni da bar per spiegare la politica...

Sei moto abile 🙂 ...estrapolare mezza frase da quello che ha riportato Cinema che è ben più articolato interessante ed approfondito. Abile si fa per dire o al più per ridere 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

@audio2 

La soluzione è semplice, Salvini dirà ai datori di lavoro di aumentare le retribuzioni degli operai.

Il solo dubbio è per quale ragione la Lega non lo abbia fatto negli otto anni e mezzo in cui è già stata al governo del paese; l'articolo era del 2008 e dal 2001 al 2006 la Lega era stata al governo e nel 2008 lo era di nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
33 minuti fa, keres ha scritto:

Sei moto abile 🙂 ...estrapolare mezza frase da quello che ha riportato Cinema che è ben più articolato interessante ed approfondito. Abile si fa per dire o al più per ridere 🙂

ho citato audio 2 che ha estrapolato quello che ho commentato, stai più attento ;)

comunque questi hanno votato lega e berlusconi che, governando parecchio questo paese, di concreto per loro non hanno fatto assolutamente nulla, poi qualcuno si è rivolto pure al m5s che ha fatto pure meno.

adesso riproveranno con salvini che con la flat tax aiuta quelli che operai non sono.

ovvero a furia di cercare gente che abbindola con parole semplici, come se parlare della globalizzazione non sia fondamentale per tutti nel nostro mondo, ci si ritrova fregati assai più che dall'odiato renzi.

però se la prendono con gli stranieri, senza fare nulla neppure in quel campo anzi... e pare sia sufficiente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

@briandinazareth 

Già è meglio e più semplice commentare le due parole citate da audio2 che in realta' si riferiva globalmente al post di Cinema. Hai vinto un cewingum

16 minuti fa, Savgal ha scritto:

Il solo dubbio è per quale ragione la Lega non lo abbia fatto negli otto anni e mezzo in cui è già stata al governo del paese; l'articolo era del 2008 e dal 2001 al 2006 la Lega era stata al governo e nel 2008 lo era di nuovo.

Perché indipendentemente da chi ha governato negli ultimi 25 anni, la politica ha badato all'interesse di pochissimi cercando al contempo di far finta di non aumentare le tasse. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

@Cano 

Non c'è discorso in cui Salvini non si richiami più volte al "popolo", che diventa una specie di unità mistica in cui non ci sono classi sociali, non ci sono ceti, non ci sono conflitti di interessi. Il tutto costruito su un guazzabuglio di rivendicazioni eterogenee e continuamente cangianti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
4 minuti fa, keres ha scritto:

Già è meglio e più semplice commentare le due parole citate da audio2 che in realta' si riferiva globalmente al post di Cinema. Hai vinto un cewingum

sono stato citato e ho risposto su quello, che parte gradiresti che commentassi? 


certo che voi grillini avete una bella faccia tosta facendo finta di essere opposizione quando i risultati si vedono in modo così plateale, da roma a torino fino al governo nazionale...

tutto questo senza difendere renzi o bertinotti, le critiche sono sempre piovute scroscianti da "sinistra"... questa è la differenza profonda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

Voi chi? I grillini sono morti, ti aggiorno.

I risultati dei grillastri invero incatenati, nulla hanno da invidiare a quelli che li han preceduti e che li seguiranno, il mazzo di carte è lo stesso.

Un requiem

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
3 minuti fa, keres ha scritto:

Voi chi? I grillini sono morti, ti aggiorno.

fino all'altro ieri eri uno dei loro pasdaran, hai quindi cambiato idea?

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

@briandinazareth Mi leggi poco, lo capisco, ho già spiegato, più di una volta, vai in pace ti assolvo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

@keres 

Brutalmente, chi è collocato alla base della gerarchia sociale non accetta quella collocazione, la vive come una ferita al proprio narcisismo. L'ideologia marxista ha avuto un ruolo importante nel costruire una coscienza di classe e con essa l'orgoglio di appartenere ad un gruppo sociale che aveva la missione storica di avviare il mondo verso una società nuova, la società comunista, una specie di paradiso in terra. Il dissolversi dell'ideologia marxista ha fatto perdere a costoro l'orgoglio di classe e si sono chiusi in un individualismo rancoroso, che percepisce il futuro come una minaccia. E avere più denaro, e non si comprende quanto di più, non cambia la percezione. Non è un caso che gli ottanta euro al mese di Renzi, che corrispondono a 1000 euro in più in un anno per i lavoratori con basso reddito, non abbiano cambiato di nulla questa percezione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
1 minuto fa, keres ha scritto:

Mi leggi poco, lo capisco, ho già spiegato, più di una volta, vai in pace ti assolvo

si, è il sistema che gli ha rovinati... 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
keres

@briandinazareth Goditi i frutti che verranno e sbadiglia che a quest'ora non si raglia.

Buona notte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    297398
    Total Topics
    6544678
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy