Jump to content
Melius Club

andrea7617

Quale subwoofer per Magneplanar 1.6???

Recommended Posts

andrea7617

Ho preso questi diffusori da un paio di mesi e sono soddisfatto di come suonano. Hanno dei limiti nell'impatto (punch) che sono noti. Non è una questione di bassi perché ne hanno. Volevo sapere da chi le ha integrate o sentite integrate da un subwoofer in modo positivo, su che marche/modelli puntare. La stanza è quasi 25 mq e le Maggies sono (ora) ad 1 metro dalla parte di fondo. Budget 600-700 € massimo rigorosamente usato. Velodyne? Rel? Oppure??? Non volevo un bestione, solo un piccolo aiuto nel punch. 8 o 10 pollici? 

Non suggerite di cambiare casse perché mi piacciono e danno un fronte sonoro ed una finezza veramente notevoli!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
il Marietto

@andrea7617 

Da ex possessore di Magneplanar credo che a causa della velocità dei pannelli sia complicato trovare qualcosa che non crei scollamento con il taglio della frequenza , rischi di spendere più in sub che delle Maggie.

Con cosa le amplifichi ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado

@il Marietto quoto, avrei scritto la stessa cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bluenote

Io ho i Bkelec con le SoundLab molto piu' complicate delle Magneplanar e vanno benissimo.

Uso DRC e faccio lavorare i pannelli sopra i 120hz.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@il Marietto Unison Unico 100. I bassi ci sono ma per renderle perfette servirebbe più punch, nella riproduzione batteria in particolare quando si va su con il volume. Leggevo di sub veloci come Rel o SVS.

Una cosa però: il sub vorrei fosse collegabile anche ai morsetti dei diffusori. Unico 100 ha la possibilità di pilotare un sub attivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
leika

Verissimo, i pannelli sono velocissimi il rischio di scollamento con il sub è certo,

 Io con i miei pannelli  Podium ho trovato grande beneficio con il sub woofer Sunfire True , bisogna provare 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bluenote

E' normale che sommare la gamma bassa di un sub con quella di un diffusore sia come andare avanti un po' alla cieca, o meglio ad orecchio, tentando di individuare il giusto livello e taglio.

Poi senza misure si fanno spesso disastri...

Share this post


Link to post
Share on other sites
gioangler

Ho il sistema Magneplanar MC1 DWM da circa 6 anni, che in questo periodo é nuovamente sistemato nei sui imballi, ciò detto! nel mio caso la gamma bassa non esiste quasi per niente in quanto i pannelli di quelle dimensioni non riescono proprio a riprodurla e quindi le ho volute abbinare al proprio sub: 1) se devi comprare un sub rimani su Magneplanar, questa soluzione ti consente di far passare le 1.6 direttamente dal DWM e quindi sei certo di avere il giusto taglio per la gamma che interessa, 2) se le Magneplanar sono conosciute per la difficoltà di inserimento in ambiente con il sub ... anche il suo... ti vai a complicare ancor di più la vita, perché lo dovresti mettere in mezzo e ad una distanza diversa dall asse delle tue, attenuandolo o esaltandone le doti in funzione della distanza dalla parete di fondo. Per me che non era possibile posizionarlo in centro L ho messo all’ angolo sinistro (il lato é totalmente irrilevante) un po’ imboscato e non ti nego che non mi ha mai sfocato la scena attraendola a se stesso. 3) due é meglio di uno ... ma il prezzo é elevato. 4) le magneplanar te le godi per quello che sono. 5) vuoi sapere se il basso il sub lo fa!! Si lo fa di più dei pannelli ma anche lì non paragonabile ad un punch de sub va a finire ... anche pusch pull. 6) il sub o i sub chiamano ulteriore corrente ... e proprio nella loro riproduzione fanno soffrire gli ampli. Saluti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617
5 ore fa, bluenote ha scritto:

Io ho i Bkelec

Non li ho mai sentiti nominare. Ho visto il sito. Puoi cortesemente descriverli?@gioangler le 1.6 hanno sia bassi che punch anche se quest'ultimo è un po'in secondo piano. Basterebbe un aiutino. Pensavo addirittura ad un sub da 8 pollici... avevo visto dei Velodyne CHT8 (forse più adatti ad HT?) usati che vengono via a pochi soldi. In passato ho avuto un Chario Hercules...un bestione inutile nel mio ambiente... già al minimo faceva vibrare tutto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

Avendo un paio di BK da un po', come @bluenotebluenote ben sa, direi che la qualità è eccellente. Possono migliorare il basso in sistemi con diffusori passivi di qualunque tipo e costo.

Esistono certamente tanti altri ottimi sub, tante alternative altrettanto valide,  inoltre i BK hanno limitata flessibilità, nel senso che hanno solo i soliti controlli. DRC va implementato a parte, per un risultato ottimale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@FabioSabbatini @bluenote ho visto tra i BK il modello XLS 200, tra l'altro ho trovato su audiograffiti un utente che ne vende 2 a 550 € spediti (con poco più si prendono nuovi). E'un sub in sospensione pneumatica (non dovrebbe gonfiare). Ma quale sarebbe il vantaggio di usarne 2 al posto di uno? 

A parte il vantaggio estetico di avere simmetria visiva nell'impianto (mi disturba il disordine), vantaggi dal punto di vista sonoro???

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini

@andrea7617 

Quelli sono gli xls200

Non li prenderei

Consiglio P12-300SB-FF oppure XXLS400

Più sub: ne abbiamo parlato tanto

Distribuisci in modo più uniforme la rif del basso...dove buca uno, l'altro può compensare

Più sono, i sub, meglio è

Qui viene spiegato molto meglio:

https://www.theabsolutesound.com/articles/audiokinesis-swarm-subwoofer-system/

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@FabioSabbatini 

quelli che citi sono però dei bestioni che sinceramente non vorrei mettere in casa...

Cosa hanno che non va gli xls200? Cercherei solo un aiuto nel punch...

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
Adesso, andrea7617 ha scritto:

sono però dei bestioni 

Non li definirei bestioni...certamente non sono cubetti tipo quelli che vanno tanto di moda

Comunque ovvio se non ti piacciono lascia perdere

1 minuto fa, andrea7617 ha scritto:

Cosa hanno che non va gli xls200?

Non so mai sentiti però non li prenderei...woofer da 10...non mi piace l'idea. Magari va alla grande.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Xabaras
8 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Magari va alla grande.

Vanno molto bene, veloci e rapporto prezzo qualità ottimo, io lo consiglio. Ho da poco sostituito un rel t5 con due bk xls200 che affiancano le mie dynaudio contour 1.8 mkii. Certo  il xls 400 andrà ancora meglio ma il 200 già è un bel sentire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bluenote

@andrea7617 

Hai una stanza di circa 25 metri quadri per cui e' meglio usare sub un po' piu' grandi.

Pensa che io ho due P12-300SB-DF in una stanza di 20 metri quadri e mi sembrano piccolini.

Cosa fondamentale, ti consiglio di far lavorare i pannelli sopra una certa frequenza. Ne gioveranno parecchio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maui_76

Io ho un SVS SB-1000.

È un sub un po' particolare: tra i più piccoli della sua categoria (è un cubo di 33 cm per lato), è in sospensione pneumatica ed è piuttosto potente, sfoggia 300 Watt RMS e 720 di picco.

È molto completo, ha entrambi i tipi di collegamento hi e low e il controllo di fase 0-180 continuo (più tutte le altre features che non sto qui ad elencare).

Il cono è un 12 pollici.

Se si acquista sul sito SVS.it, in questi giorni è in offerta a meno di 500€ nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
otaner

io uso due di questi https://www.stereophile.com/subwoofers/904james/index.html; piuttosto veloci e frenati.

In ambito 2ch imposto il xover a 50 hz ( giusto per aiutare le 3.6 sulle note più gravi) mentre per l'home theater il xover è impostato a 90 hz.

Renato

Share this post


Link to post
Share on other sites
maui_76

Anch'io ho il crossover impostato al minimo, mi trovo bene sia con la musica che con la TV. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

Grazie a tutti per le risposte.

Direi che la sospensione pneumatica dovrebbe essere meglio per le Maggies.

Relativamente ai Velodyne CHT sapete dirmi qualcosa riguardo alle prestazioni in ambito musicale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

@andrea7617 Ciao Andrea.

Sub piccolo e veloce,amplificato e possibilmente con regolazione della fase.

Se ascolti a volumi mediobassi,setti il sub alla frequenza di taglio piú bassa,e lasci il pannello a gamma intera.

Il sub interverrà solo quando necessario.

Se invece ti piace smanettare le cose si complicano,un sub attivo da almeno 25 per ogni diffusore,e taglio dei pannelli sempre alla frequenza piú bassa possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
otaner
1 ora fa, pino ha scritto:

Se invece ti piace smanettare le cose si complicano,un sub attivo da almeno 25 per ogni diffusore,e taglio dei pannelli sempre alla frequenza piú bassa possibile.

Condivido pienamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@pino Grazie Pino

come dicevo non cercherei più presenza in basso ma un supporto al punch. Ovvio che con il sub ci sarà anche più discesa in basso.

Ma per te quali sono i sub "veloci"?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

I Velodyne,il Carver,i vecchi Audiopro Ace Bass.

Evita i woofer da  38" .

Se vai di usato dipende da cosa trovi,se vai sul nuovo puoi considerare l'eventuale acquisto del secondo sw.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bluenote

@andrea7617 

Il punch non si ha certo sotto i 50hz, motivo per cui e' sbagliato tagliare il sub cosi in basso sovrapponendolo poi alla gamma bassa dei pannelli.

Uscirebbe fuori solo un pastrocchio. Ecco la spiegazione per cui la maggior parte di chi introduce un sub sente poi slegamenti e preferisce farne a meno.

Se mi dici il resto dell'impianto posso sicuramente darti qualche indicazione, se no, vai a tentativi. E' un modo comunque per divertirsi.

Usi solo musica liquida ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
4 ore fa, pino ha scritto:

Se invece ti piace smanettare le cose si complicano,un sub attivo da almeno 25 per ogni diffusore,e taglio dei pannelli sempre alla frequenza piú bassa possibile.

@andrea7617 E' meglio tagliare alla più alta posssibile, non il sub che non sta dietro al pannello ma il contrario. E' il pannello che non ce la fa. E ce la fa sempre di meno più si scende in frequenza.  Direi di stare sui 100, 120 hz. I pannelli sotto i 100 vanno in crisi, quella mancanza di impatto, visto che una certa discesa comunque la fanno, altro non è che compressione dinamica.  Da un lato chiedono watt per funzionare, dall'altra non li sopportano. Appena si alza il volume, sempre che non ci siano picchi in gamma bassa dovuti all'ambiente, il suono disunisce sbilanciandosi verso il medio alto. In pratica si alza il volume ma sui bassi la pressione sonora non sale. Più tagli in basso più il problema resta. Per il discorso velocità del sub non ci pensare nemmeno, è il solo abbinamento all'ambiente che rende il suono coerente o meno. Se si fanno le cose per bene credo che il risultato possa essere più che soddisfacente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@bluenote ho l'integrato Unison Unico 100 ed il lettore di rete Pioneer n 50. Poi ho un equalizzatore Outline ep 15 che fa anche un taglio (volendo) sotto gli 80 Hz. Con le Maggies non l'ho più utilizzato...@grisulea non posso dire che il suono su sbilancia verso l'alto, comunque rimane sempre gradevole nonostante manchi in parte la botta. Ma non è assente, considera che ascolto anche rock e metal e comunque mi piacciono. I bassi aumentato con il volume, quantomeno non ho alzato fino ad arrivare a quello che mi descrivi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bluenote

@andrea7617 

Mi sa che con l'Outline puoi fare poco perche' vedo che ha una sola uscita selezionabile tra quella sbilanciata e quella bilanciata, mentre a te ne servono due.

Un buon prodotto e' il sempreverde DBX223XS che costa pochissimo ed e' di buonissima qualita'.

Lo metterai subito dopo il Pioneer utilizzando dei semplici adattatori sbilanciato/bilanciato.

Col DBX puoi selezionare la frequenza di taglio, che come ti ha suggerito Grisulea, potrebbe essere tra 100 e 120hz.

In questo modo farai lavorare meglio sia l'Unison Research che le Maggie.

Per i sub non hai che l'imbarazzo della scelta, anche se io ne prenderei due con wf da 12 pollici almeno.

Il discorso trattamento attivo (drc, dirac...) e relative misure poi dipende da quale livello di implementazione vuoi raggiungere.

Ma credo che gia' cosi' potrai divertirti.

Al limite, invece del DBX, puoi prendere qualcosa di simile, ma con dsp incorporato. Ovviamente costerebbe qualcosa in piu'.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@bluenote ...la situazione si fa complessa...io volevo semplicemente aggiungere un sub (o due perché uno solo mi rovina la simmetria visiva) comunque senza aggiungere altre apparecchiature...non volevo stravolgere il suono delle Maggies che mi piace così ma aiutarlo un po' e basta con la musica che meno le si addice (ma comunque riproducono bene)...

Share this post


Link to post
Share on other sites
bluenote

@andrea7617 

Il suono delle Maggies non lo stravolgi affatto. Le fai solo lavorare molto meglio.

Senza misure e trattamento attivo, la cosa non mi sembra cosi complessa.

Poi il Dbx non costa neanche tanto per quello che fa.

https://www.thomann.de/it/dbx_223_xs.htm?ref=search_prv_1

Se vuoi qualcosa di piu' serio:

https://www.thomann.de/it/the_t.racks_dsp_204.htm

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294934
    Total Topics
    6441345
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy