Jump to content
Melius Club

gigi60

Da oggi ho chiuso con il cd

Recommended Posts

BEST-GROOVE

puoi sempre tenere il Wadia utilizzandolo per musica di sottofondo image.png.e561730d6f46533388d6a9324db27957.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
gigi60

Ma non sei in vacanza oggi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@gigi60  no lavoro. ..son qui di turno! -_-

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hironobu

Gianni, cerca di ottimizzare la liquida. Per sorgente il trittico Sotm (vedi Luigi) e poi un buon DAC.

Il digitale può essere pungente ma se ben ottimizzato...

Share this post


Link to post
Share on other sites
bnp978

Ho fatto anche io come te ho riesumato dal box ben conservato il Thorens TD 125 e tutti i vinili ho comprato un pre phono che non avevo più avendolo venduto dieci anni fa e comprato un braccio Audio Technica ATP 12 T una Denon DL 103 e ho messo a prendere la polvere il Meridian 506.Mi stava passando la voglia di ascoltare l'impianto dopo 50 anni di passione meno male che ho provato a riesumare l'analogico che emozione  ho avuto all:ascolto del vinile ora ho comprato una Supex SD 900 Super e una Emt Tsd 15 e vivo felice. Il 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gigi60

Bravo.

Sono andato da Audiograffiti la settimana scorsa,

Ascoltato Boulder e Lansche prima con tutto top Merging e a me ed un amico non e'piaciuto neanche un po,messo il Basis che aveva li tutt'altra cosa.

Ascoltate le Kii con Rockna,suono un po' artefatto ed esile,messo giradischi e' diventato stupendo

Ascoltato Vivaldi e clock più' liquida da un amico e non mi e' piaciuto

Ascoltato da Dimitri top Kalista,non male,Messo Kronos Sparta con testina da 1000 euro molto molto meglio

Ascolto da un amico ML 30 e 31 bello,ma quando mette il Micro con la IO Limited fa paura

Share this post


Link to post
Share on other sites
ics

Ho avuto la stessa tua esperienza in passato; i lettori non mi hanno mai convinto, vinile per una vita. Però negli'ultimi anni, seguendo dei consigli mirati, ho messo su un setup liquido curato in ogni dettaglio ed è stata una sorpresa. Il digitale può suonare al livello del vinile ma tutto deve essere curato,pc, software, alimentazioni,dac...impossibile provare setup di questo genere nei negozi(spesso in queste situazioni i dac non vengono messi in condizioni di rendere al meglio).

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
15 minuti fa, ics ha scritto:

Il digitale può suonare al livello del vinile ma tutto deve essere curato


c'è persino chi cura i dettagli nell'analogico affinché suoni come il digitale. image.png.8d84267550069d5f1b21746f7a5fffa5.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

@meridian Ciao Dario. Sono d'accordo con te. Questione di preferenze anche emozionali. Il vinile ha un grandissimo fascino e non dubito che possa raggiungere altissimi livelli di qualità di riproduzione. Per fare ciò però ci vogliono tantissime energie e investimenti importanti, secondo me. Personalmente da un po' sono fortemente sbilanciato sulla liquida. La meccanica cd è scollegata da tempo. Se acquisto cd li dematerializzo con l'Uniti Core. La sorgente principale è diventata un Lumin A1 collegato in bilanciato al Diablo 300. La praticità è innegabile. La qualità è pari o superiore al cd, la libreria smisurata tra file rippati, hd, streaming Tidal. Il vinile rimane un bel sogno che forse un giorno potrebbe di nuovo concretizzarsi in attesa di tempi migliori.  Non lo escludo. In fin dei conti le varie sorgenti potrebbero convivere, ognuna con pregi e difetti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m

Sembra che l' audio sia l' unico settore merceologico dove i "progressi tecnologici" portino peggioramenti, quindi: valvole migliori di stato solido, diffusori vintage migliori di quelli recenti, liquida peggiore di cd a sua volta peggiore del vinile and so on...🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

gigi, poi se ti stufi anche nel secondo impianto e lo vuoi smaltire all' ecocentro, te lo faccio io il

lavoro, non serve neanche che mi paghi, mi basta un grazie.🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@gigi60 condivido...

Ho un lettore krell kps20 praticamente inutilizzato 

Non mi decido a venderlo solo perché l'oggetto mi piace  :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivantaggi78

Aggiungo che non è necessario un setup analogico al top per surclassare un lettore cd e aggiungo ancora che tutti e dico tutti i setup digitali al top che ho ascoltato (sia in fiere che case di amici) non mi hanno mai convinto ne tantomeno emozionato!!! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

@ivantaggi78 

3 minuti fa, ivantaggi78 ha scritto:

Aggiungo che non è necessario un setup analogico al top per surclassare un lettore cd e aggiungo ancora che tutti e dico tutti i setup digitali al top che ho ascoltato (sia in fiere che case di amici) non mi hanno mai convinto

Sulle convinzioni personali, non metto in dubbio, sul fatto che per surclassare un lettore CD non sia necessario un set up analogico importante, dipende . . . 

Dipende dal lettore, da tutto il sistema come è impostato e ottimizzato, da cosa si ascolta, io sento molto Jazz e il digitale ha vette molto alte, come qualità di ascolto . . . !

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

@ivantaggi78 Ognuno fa le sue esperienze. Esperienza opposta. Ne ho dedotto che ho sempre investito più risorse nel digitale (lettore Naim con alimentazione, Lector cdp 07 con pSu 07, Streamer Ndx con alimentaz, ora Lumin A1) che nell'analogico (Michell Gyro SE al max). Esperienze diverse dunque. Anche a casa di un amico con pre e finali 300b, l'ascolto con un vecchio Linn cd è davvero godibilissimo. Non ha il gira. Non ne farei una crociata di pro e contro. Semplicemente esperienze diverse. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Superciuk
6 ore fa, gigi60 ha scritto:

Ogni ho collegato pre e phono CH con il TD 124 Swissonor,braccio Koetsu e SPU A 95

Le prime 4 carabattole che ti sei trovato sottomano... vadaviaaiciapp. 🙃

Aloha

Mattia

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

Il mio apparato uditivo e il mio portafogli mi hanno sinora convinto che il CD non si batte a parità di investimento di tempo e soldi per ottimizzare impianti, ambiente e supporti. 

Qualora un domani avessi molto, ma molto più tempo e soprattutto molto più danaro per esplorare i limiti e gli assoluti dei due sistemi, magari cambio idea.

Alla liquida ci devo ancora arrivare, ma ci sto lavorando, nel frattempo ho un td125 mkII da vendere e un pl630 che invece rimane perché i pochi vinili che mi tiro dietro da quasi 40 anni continuerò ad ascoltarli, li considero parte di me e non mi sogno neanche lontanamente di odiarli o di sbarazzarmene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stel1963

Io ho chiuso col cd circa 6 mesi fa.  Ho ancora un 1600 cd e un 3000 vinili, di cui solo un 2-300 a mano, il resto negli scatoloni.  Sono passato di colpo alla liquida online in streaming quando sono arrivato on città.  Fino a 2 anni fa ero nelle langhe, ebi cd erano indispensabili.  Infatti, pur essendo area unesco e comune ad alta densità turistica, a Serralunga d’alba chi sta fuori anche di poco dal centro fa parte dei digitally divided.  Da quando sono a Torino invece sono passato a Spotify e Qobutz. Il tutto tramite il google chromecast audio collegato ad un gran buon dac tramite cavo ottico.  La qualità di Spotify in questa config è ottima, appena sotto ad una buona meccanica ( mentre in altre forme la trovo scadente).  E poi mi sono scaricato 5 tera di musica ad altissima definizione, sopratutto vinil rip fatti in rissia su giradischwvda 50.000€. La mia playlist su Spotify comprende circa 120 playlists tematiche, con in media un 100 brani ciascuna.  Una favola molto ben suonante.   Quando voglio ascoltare con calma e bene però metto mano ad uno dei giradischi.  Ariston rd40 gold edition con braccio Rega rb250 ricablato e modificato origin live, oppure thorens 125, 126, 146, 150 e a breve Garrard 301 cin bracci sme, mission etc e testine mc.  Comunque la liquida ha sostituito completamente i cd.  Su Spotify yrovi davvero tutto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
7 minuti fa, stel1963 ha scritto:

sopratutto vinil rip fatti in russia su giradischwvda 50.000€

Questo sarebbe l'unico motivo per cui varrebbe la pena utilizzare la liquida...:  ascoltare vinili rippati ! 👍

ps:  lo streaming è invece "lievemente" una fregatura:  confrontati ormai 3 cd identici nella relativa versione in streaming e... il cd suona sempre nettamente meglio  A PARITA' DI DAC.

Ognuno tragga le sue conclusioni ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maunad83

@maxnalesso ho notato anch'io che alcuni album non sono esenti da difetti su Qobuz e Tidal e le controparti cd a volte suonano meglio. Motivo per cui andando in controtendenza ho preso da poco un Naim CD5 usato in ottimo stato, quindi uso l'accoppiata Raspy/DAC per Qobuz per ascoltare tutto quello che non ho su supporti fisici e scoprire nuovi artisti/album interessanti per poi acquistarne una selezione in vinile (Thorens TD 160 restaurato) o CD in base alle offerte del momento. Ho comunque ottimizzato i costi perché acquisto solo album con una valenza diciamo affettiva. Tornando al discorso CD vs streaming la stessa Naim sembra consigliare il rip dei cd su nas rispetto allo streaming diretto o download.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stel1963

@maxnalesso assolutamente si.  Il cd suona meglio, sopratutto come dinamica.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
stel1963

@Maunad83 ma la stessa distanza che c’è tra Spotify e cd, c’ è Tra cd e vinile.  Con un gran buon piatto, un gran buon braccio e una gran buona testina! (E anche un ottimo stadio phono).  Liquida e cd a paragone sono moooolto più ecomomici e abbordabili

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

Anche nel mio impianto c'è forse una leggera prevalenza in qualità della meccanica rispetto allo streaming da Tidal. Non sempre. Se il cd però è da 9, lo streaming arriva tranquillamente ad 8. Su alcune registrazioni mi pare impossibile distinguere. Alla fine non c'è stata una scelta. L'utilizzo già soddisfacente e la qualità comunque ottima hanno fatto selezione naturale. Semplicemente si è fatta preferire. Mai avrei rinunciato alla qualità di riproduzione in funzione della sola praticità. Il gap è davvero minimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294934
    Total Topics
    6441338
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy