Jump to content
Melius Club

brixx

Ottimizzazione piccoli diffusori "da desktop"

Recommended Posts

brixx

Ciao a tutti

Nel mio studio (4x6m) ho la scrivania col computer dove spesso lavoro e mi piace ascoltare musica... ma da anni non trovo una pace nel setup audio

Attualmente ho una Audioengine D1 collegata al pc che alimenta un Trends TA10.2 (TA2024 amplificatore classe T) che fà suonare due Klipsch che ho scelto per l'alta sensibilità. La situazione non è malvagia, molto meglio delle Tesi di pari dimensioni che avevo prima nello stesso setup, ma secondo me manca qualcosa a livello di acustica. Nonostante dietro la scrivania e la colonna di destra abbia incollato pannelli fonoassorbenti il basso è sempre molto sporco. Dipende dalle canzoni ovviamente, con musica stile "dance" con bassi secchi tutto bene, ma appena ascolto rock con dei bassi tenuti, un disastro. Billy Jean di MJ per esempio...inascoltabile per le risonanze. Ammetto che con le Tesi, che avevano meno basso, il problema era meno evidente, ma comunque non è certo che questi coni da 10 facciano chissà quali frequenze...! Possibili idee, consigli? Può essere che con i diffusori "giusti" cambi qualcosa o è solo una questione di acustica? Il resto della stanza è bello pieno, c'è una grossa libreria, uno spesso tappeto e un divano. L'ascolto in cuffia è da escludere, non mi piace proprio

Grazie!

IMG_20190821_142802.jpg

IMG_20190821_142811.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

Prima di tutto complimenti per la pulizia e nello stesso tempo l’organizzazione dello spazio e della scrivania, davvero molto bella e funzionale. Sulla Audioengine nulla da dire, un ottimo prodotto e le Klipsch non le conosco nel dettaglio.

Magari sto per dire una immensa fesseria (non sarebbe la prima della giornata 😂😂) però credo che potresti toglierti ogni dubbio con due “semplici” prove; semplici se hai la possibilità di farle, naturalmente.

Se riesci a farti prestare un paio di casse attive da desktop, provi a capire se la riproduzione migliora.

Se non riesci con le casse, potresti provare a by-passare il T-amp a favore di un altro amplificatore, e fai la prova.

Le IL Tesi sono prodotti “onesti”, fatti per essere pilotati con qualunque cosa e dal prezzo eccezionale; le Klipsch oltre alla migliore efficienza potrebbero essere un carico “ostico” per il tuo attuale amplificatore, o proprio essere “incompatibili” a livello di pilotaggio/accoppiata. Vado allo a buon senso, ripeto che potrebbe essere solo una cosa non utile 😀👍🏻.

PS: qui  dice tutto ed un po’ il contrario di tutto per il matrimonio T-Amp / Klipsch :

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oste onesto

@brixx io proverei ad abbassare i diffusori sulla scrivania, magari poggiati su basi in foam, in questo modo avresti, da seduto, i tweeter alla giusta altezza delle orecchie. Dalla foto sembra invece che all'altezza delle orecchie ci siano i woofer.

Inoltre io, per la scrivania, ho aggiunto al t-amp il dac schit modi 2, e come Player uso Audinirvana e i risultati sono ottimi.

Alterno come casse le klipsch rb61 e delle bookshef Canton.

Ciao Sergio

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

@Oste onesto In realtà se li abbasso o li inclino o mi puntano sul petto... così ho i tw esattamente altezza orecchie!

Come player ascolto solo streaming da Tidal HiFi, che si interfaccia bene con la scheda e sceglie in automatico il bitrate adatto!

Mi piacerebbe provare delle Q acoustics 3010 che sono simili in dimensioni, ma non ho troppe speranze sul basso...credo dipenda molto dall'ambiente!

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx
16 hours ago, AlbertoPN said:

davvero molto bella e funzionale

Grazie, mobili IKEA reinventati e montati in modo artigianale per ottenere quella combinazione.

Per quanto riguarda le Tesi vs Klipsch che sono identiche in dimensioni, ad un ascolto diretto le Tesi erano chiuse, spente, imparagonabili per me...poi chissà magari è il suono delle Klipsh ad essere enfatizzato e finto...ma molto più piacevole. Il problema resta sempre questa risonanza nelle basse...

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

@brixx per rimanere in “casa”, hai modo di provare speakers arrivi come: https://audioengineusa.com/shop/poweredspeakers/a5-plus-classic-speakers/ ? Magari con questa amplificazione dedicata c’è più controllo complessivo.

In alternativa, mi è appena venuto in mente, qualcosa come questi: https://www.xtzsound.eu/product/tune-4 che fanno proprio del controllo dei bassi e delle frequenze riprodotte una loro caratteristica distintiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx
6 minutes ago, AlbertoPN said:

fanno proprio del controllo dei bassi e delle frequenze riprodotte una loro caratteristica distintiva

Quel che perde il controllo è il portafoglio qui...heheh, decisamente troppo per il desktop

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

@brixx 😂😂😂👍🏻

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oste onesto

@brixx rivedendo il tuo primo post e specialmente la seconda foto ho notato che dietro le casse non c'è neanche un minimo di spazio.

Dato che mi pare siano un modello con il reflex posteriore, può essere che allontanandole un po' dalla parete i bassi migliorino.

Visto che ti piace il suono Klipsch vale la pena di fare qualche tentativo prima di cambiare i diffusori😉😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

@Oste onesto E si ,le ho provate tutte...al limite anteriore e posteriore dei supporti, cambia ben poco! be' per essere un piccolo impianto da desktop suonano bene. Ma in sala ho di recente sostituito delle Klipsch da pavimento con delle monitor audio silver e il salto è stato spaziale, giusto oggi ho riascoltato le vecchie klipsch in sala e mi sembrava che le voci uscissero da delle radioline difettose 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

Se mettessi del fonoassorbente sulla parete dietro i diffusori avrebbe un senso...?

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

@brixx senso o meno, se riesci a dare la prova a costo zero ... decidi poi se ha un senso o no 👍🏻

Share this post


Link to post
Share on other sites
Andrea Parenti

Con i diffusori in quella posizione, credo che l'unica soluzione sia il DRC. 😉
Con un microfono, un'asta microfonica e un po' di pazienza potresti provare https://www.homeaudiofidelity.com/: la spesa si aggira sul centinaio di Euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saiph

Secondo me il problema principale è quella parete a angolo e la libreria dall'altro lato, la distanza dalla parete posteriore a volte non rappresenta un'enorme deficit

@brixx immagino che ti sia difficile cambiare disposizione, in quanto dovresti rivoluzionare tutto il tuo ambiente, ma secondo me in quelle condizioni anche il miglior diffusore suonerebbe confuso perché ci sono troppe riflessioni e questo inevitabilmente crea delle risonanze, per ultima cosa sarebbe consigliabile utilizzare degli stand cosi da prendere un po' di spazio dalla parete posteriore ed avere un margine più ampio di manovra di conseguenza spostare un po' la scrivania più verso il centro della stanza. Ammetto che stravolgere il proprio ambiente in alcuni casi non è possibile, a quel punto l'unica soluzione come già è stato consigliato è affidarsi all'utilizzo di una soluzione attiva tipo Genelec ecc...

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

@Saiph E' cambiare tutto è davvero dura, il resto della stanza è tutta libreria! Ma se sulla parete di SX mettessi del fono assorbente no...? Forse dovrei fare delle prove...

Comunque, per quanto banale possa sembrare non ci avevo pensato, con le spugne nei condotti reflex la situazione è migliorata davvero tanto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saiph

Ostruendo i condotti reflex si ha una minore estensione delle basse frequenze, questo ti da la sensazione di avere un basso più controllato ma in termini pratici ne deriva un suono più compresso meno armonico perdendo di scena e ambienza, ad ogni modo resta comunque un'utile scappatoia in casi del genere, tra l'altro diversi produttori anche marchi famosi forniscono i tappi in bundle, tuttavia una volta posizionati i diffusori lontani dai confini delle pareti migliorerà di sicuro anche il soundstage e vedrai che il suono cambierà in maniera considerevole. I materieli fono assorbenti sono di aiuto ma alla base è la conformazione della stanza e la vicinanza alle pareti che influiscono maggiormente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

@Saiph ok grazie... be' in effetti con due casse a fianco al monitor da pc di certo non pretendevo un grande soundstage, per quello vado in sala... anche perché in efffetti al pc sto anche facendo altro, non ho il cervello solo per la musica! Anche se devo dire che la voce è sparata al centro che sembra uscire dal monitor. Non riesco in nessun modo ad avere un'immagine stereo centrale della voce così accurata nel salone 🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saiph

Da che cosa è composto il tuo impianto nel salone?

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

@Saiph CXNv2 -> Chord clearway -> Naim XS -> VDH clearwater -> Monitor Audio Silver RX6

IMG_20190824_180835.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saiph

Bell'impianto complimenti anche se con quelle Monitor Audio insieme al Nait XS ci vedrei delle Dynaudio, riguardo al fatto che manca quella parte centrale nelle voci penso tu ti riferisca in ambito cinema o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    299609
    Total Topics
    6628935
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy