Jump to content
Melius Club

dipparpol

...primo registratore a bobine?!

Recommended Posts

Paolo 62

I modelli a tre motori sono meccanicamente molto più semplici dei monomotori. I Revox sono fatti a schede come i professionali e dovrebbero essere più semplici da costruire in fabbrica. Mai capito perché i giap si complicassero la vita a costruire registratori così complicati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

Ragazzi, risolto il problema del rec!!! Era semplicemente saltata una molla che spinge la slitta del commutatore rec/play. Rimessa al suo posto e ora la spia si accende! Ho anche pulito i contatti, lavato le cinghie (sono ancora buone dopo 40 anni!) E pulito le elettroniche con pennellino e aria compressa. Direi che basta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
what
12 ore fa, dipparpol ha scritto:

) senza nastro va in posizione rec ma non si accende la spia. ci vuole un nastro per forza per registrare? l

Nel mio GX 210 d,e sicuramente anche questo,metti in pausa spingi il tasto rec e contemporaneamente vai di leva play fino alla posizione rec.Se la procedura è giusta si accende la spia,quindi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@ediate quando ho aperto il Teac A3440 ho subito richiuso...confuso!

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

@what se hai letto, ho risolto! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@paolosances Condivido .... tanto belli fuori quanto brutti all'interno(come progetto) quando si guarda un Revox all'interno si rimane a bocca aperta per l'intelligenza progettuale

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

Amici, ho ancora dato un'occhiata all'interno... A me sembra a posto, non credo di dover fare altri interventi... I componenti elettronici speriamo siano ancora buoni, visivamente di sicuro... Non ne no visti, gonfi, secchi o che perdono acido...

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
18 ore fa, Paolo 62 ha scritto:

Mai capito perché i giap si complicassero la vita a costruire registratori così complicati

La vetta della complicazione l'hanno raggiunta nelle piastre a cassette.  Provate a fare un'operazione di regolare manutenzione come sostituire cinghie e idler in questo prodotto del demonio, poi mi dite.

spacer.png

La prima ora di lavoro serve per estrarre il blocco dal case del registratore senza fare danni (per la cronaca stiamo parlando di un Naka CR7), le successive tre per accedere alle cinghie smontando mezzo meccanismo e rimontare tutto quanto.

Questa invece si disassembla completamente in meno di 15 minuti, e per "completamente" intendo case vuoto e tutte le varie parti stese in bella mostra sul tavolo.

spacer.png

La meccanica, che si rimuove dal case togliendo 4 viti e staccando mezza dozzina di connettori a pettine, si smonta tutta in altri 10 minuti.

Ma cinghie e gommini non ne ha, quindi non si deve perdere nemmeno un secondo per sostituirli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz

TEAC X1000R

spacer.png

REVOX B77

spacer.png

Pensate solo cosa significa cercare un guasto nel primo e nel secondo rovistando in giro con sonde e puntali, e poi dissaldare e sostituire il componente difettoso.

Non servono ulteriori commenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
16 ore fa, paolosances ha scritto:

quando ho aperto il Teac A3440 ho subito richiuso...confuso!

E non è uno dei peggiori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolo 62

@lufranz Il Revox è un esempio di razionalità. Gli unici limiti di quel capolavoro di ingegneria che è stato sono le due velocità di funzionamento (altri ne hanno tre o quattro) e la mancanza della doppia equalizzazione e della versione autoreverse, scelta giustificabile visto che sarebbe stato necessario adottare una meccanica a doppio capstan per ottenere il full autoreverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
53 minuti fa, Paolo 62 ha scritto:

la mancanza della doppia equalizzazione e della versione autoreverse

La doppia equalizzazione è presente solo in pochissimi apparecchi tutti pro o semi-pro in quanto ha senso averla solo con 2 tracce e velocità di 38 cm/s.

Volendo non dovrebbe essere difficile modificare un B77 HS per implementarla, basterebbe riprogettare le schede REC e PLAY con doppia rete RC e un paio di CD4066 a fare da switch.

Per quanto riguarda l'autoreverse, complica la macchina se si vogliono mantenere delle prestazioni buone e comunque ne aumenta notevolmente il costo a causa del raddoppio delle teste. Non occorre necessariamente il doppio capstan (TEAC, Pioneer): macchine come il "nasone" RS1700 o i vari Akai usano un solo capstan centrale con meccanica simmetrica, in queste condizioni basta invertire il senso di marcia del motore principale e variare la coppia tra bobina supply e take-up (un paio di relè o un po' di componentaglia da due lire in più se il controllo è elettronico) per far funzionare tutto indifferentemente in una direzione o nell'altra.

Un difetto i Revox (A77, B77, PR99) lo hanno: la mancanza di un controllo elettronico del tensionamento del nastro. Solo il C270 lo ha.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolo 62

@lufranz Mi pare che ci siano stati dei B77 IEC. Per quanto riguarda l'autoreverse in riproduzione si sarebbe potuto ottenere montando una quarta testina a destra del pinch roller e del capstan, spazio permettendo. Solo che non è stato previsto in fase di progettazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Akai GX 636

IMG_20180826_151457_BURST002.thumb.jpg.ff2981b756223d824bb561edcd986bb9.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

Amici, questo è lo stato del rullo pressore. Premetto che al tatto risulta "gommoso" quindi nè duro nè appiccicoso. L'ho giá abbondantemente lavato con acqua e sapone.

IMG_20190914_132721.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
bambulotto

Questo converrebbe cambiarlo ma ti costa più del registratore...😬

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

Eh lo so... Magari provo a scartavetrarlo un po'... Oggi vado a prendere qualche nastro e mi deve arrivare una flangia vuota. Se mi da problemi, lo sostituirò... Si può sostituire solo la gomma senza nucleo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolo 62

@dipparpol Non so se vada bene.@lufranz Mi chiedo quanto tempo ci voglia per assemblare un registratore "alla giapponese" e quanto per costruirne uno tipo Revox.

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
On 9/13/2019 at 9:10 AM, lufranz said:

TEAC X1000R

c'è un piatto di pastasciutta lì dentro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@dipparpol In effetti sembra piuttosto deteriorato... non sò se cartavetrando tu riesca a risolvere, e comunque occhio a non ovalizzarlo...

P.S. oggi a Marzaglia vendevano un Rtr come il tuo, ben tenuto e revisionato (a detta del venditore 🤔) comunque chiedeva 130 euro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

@oscilloscopio eh sí, i prezzi sono quelli... In quanto al rullo pressore finchè non provo non posso sapere! Esteticamente lascia a desiderare, ma al tatto mi sembra "gommoso" al punto giusto. Nè appiccicoso nè secco. Comunque oggi ho raccattato un nastro di riciclo da sacrificare ed una flangia vuota. Poi mi sono lasciato prendere lo a mano ed ho acquistato pure due di questi: che ne dici??

IMG_20190914_222647.jpg

Domani farò delle prove!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@dipparpol Questi nastri sono ottimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@dipparpol Ottimi nastri, ho letto che il 4000 DB è tarato con gli Scotch 211ma credo vadano molto bene i Maxell

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz

Il Maxell UD in bobina è un signor nastro. Quello nella scatola blu e nera è l'ultima serie prodotta, fine anni 90 - inizio 2000.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
10 ore fa, Paolo 62 ha scritto:

Mi chiedo quanto tempo ci voglia per assemblare un registratore "alla giapponese" e quanto per costruirne uno tipo Revox.

Io mi baso sui tempi necessari a smontare e rimontare un apparecchio per la revisione.

Un Revox si smonta e si rimonta in pochi minuti canticchiando, per smontare un jap ci vuole una tanica di calmanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
Il ‎13‎/‎09‎/‎2019 Alle 17:48, Paolo 62 ha scritto:

Mi pare che ci siano stati dei B77 IEC

Con equalizzazione IEC esiste solo la versione HS 19-38 2T. Ma è solo IEC, non ha la possibilità di commutazione IEC/NAB. Esisteva anche la NAB, ad ogni modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vaurien2005

Mi inserisco con un quesito su IEC NAB, sul A77, il selettore puo essere posizionato su  l’una o l’altra va usato in rec o funziona solo in ascolto ? Il revox lo ho dai tempi dal liceo, sempre usato in maniera basica, solo per registrare  su un tot di UD XL ll, gli lp, ma non ho mai capito sta cosa.

grazie a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    295423
    Total Topics
    6463853
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy