Jump to content
Melius Club

melos62

cronaca e costume Si potrà migliorare la scuola in Italia?

Recommended Posts

briandinazareth

io però non ho ancora capito a che tipo di valutazione potrebbero essere sottoposti gli insegnanti, concretamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

https://www.orizzontescuola.it/miur-oltre-800mila-docenti-di-ruolo-quanti-sono-i-supplenti/

Alunni

Gli alunni, che frequenteranno la scuola nel corso del 2018/19, sono circa 8,6 milioni, tra istituti statali e paritari.

I 7.682.635 alunni delle scuole statali sono suddivisi in 370.611 classi.

Organico docenti

I posti in organico, sia dell’autonomia che di fatto, sono in totale 822.723, di cui 141.412 di sostegno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Le capacità dimostrate  dagli  alunni potrebbero essere un punto di partenza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
1 ora fa, ClasseA ha scritto:

Se ho un titolo faticosamente conquistato perché mai non mi dovrebbe essere riconosciuto?

Tanto se un venditore di bibite allo stadio o una con la terza media possono diventare ministri, a che serve la laurea ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
12 minuti fa, Panurge ha scritto:

Le scuole statali qui vanno benissimo, ottimo classico, istituto tecnico con ragazzi occupati in breve tempo. Le private sono terribili in effetti, diplomifici puri.

capisci che giudicare il sistema nazionale soo da ciò che vedi nel tuo orticello non è garanzia di correttezza del gudizio.

Se utilizzassi il tuo criterio, potrei dirti che nel raggio di 5 chilometri da casa mia funzionano alcune tra le migliori scuole paritarie e statali d'Italia (vautazione svolta dal nucleo di valutazione dell'invalsi) e anche tra le peggiori scuole italiane, statali e paritarie.

Occorre conoscere meglio il sistema. e poi voi di Biella non siete italiani.  (tra l'altro è appena giunto ad Alba un mio caro amico di gioventù, nominato DS. Porterà un po' di civiltà e sartu in quielle lande tristi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Serie, non tristi, finalmente il tuo amico mangerà e berrà in modo civile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lufranz
4 minuti fa, Panurge ha scritto:

Serie

Spesso "serio" è termine politicamente corretto per "triste".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

La gente che sorride più di una volta alla settimana è inaffidabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
9 ore fa, melos62 ha scritto:

ma nel senso che mi dai ragione avendo l'impressione di contraddire le cose che scrivo. 

No, nel senso che non leggi quello che scrivo... :)

9 ore fa, melos62 ha scritto:

non mi hanno detto fesserie si parlava di oltre 70mila euro da dividere tra i docenti di ciascuna scuola

Non mi risulta che ci siano state cifre di questa entità da "dividere" ler effettuare le prove invalsi

9 ore fa, melos62 ha scritto:

Travet, appunto 

Non direi. Viceversa chi dovrebbe occuparsi di questa parte organizzativa? 

9 ore fa, melos62 ha scritto:

Niente di male??

Niente di male perché (come ho spiegato poco dopo ma tu non leggi :) ) rinunciando a selezionare, perché cosi si vuole, demandi ad altri questo ruolo... 

8 ore fa, melos62 ha scritto:

Infatti sarebbe ora di abolire il valore legale del titolo di studio 

È una scelta... 

1 ora fa, ClasseA ha scritto:

Ecco, così anche il minimo incentivo a studiare va a farsi benedire!

Idea particolarmente storta, e comunque ingiusta alla base. Se ho un titolo faticosamente conquistato perché mai non mi dovrebbe essere riconosciuto? È un dato oggettivo che non può essere trascurato!

Sono d'accordo 

1 ora fa, ClasseA ha scritto:

scuola non ha rininciato a un bel niente. Esistono pressioni di vario tipo che richiedono di innalzare il numero di diplomati e laureati, inevitabilmente a discapito della qualità.

Sono d'accordo per le cause. Ma di fatto la scuola non seleziona

50 minuti fa, melos62 ha scritto:

stesso valore legale di un titolo comprato in un diplomificio oppure ottenuto col todos caballeros.

Adesso non esagerare. Le sfumature melos62, le sfumature... 

43 minuti fa, melos62 ha scritto:

scuole statali di mxxda che sfornano somari politici no?

Caro melos, altro difettuccio: troppo ossessionato dall'anticomunismo. Non so cosa ci vedi di politico in un somaro se non la possibilità di essere manipolato da populismi e fascismi. Non capisco poi perché una scuola privata, magari il modello madrassa credo a te caro, dove, non dimentichiamolo, c'è anche un profitto di impresa da retribuire, dovrebbe funzionare meglio. In Italia, fatte pochissime eccezioni (e vorrei vedere quando paghi parecchie migliaia di euro di retta) non esistono scuole private, confessionali e non, che funzionino meglio delle scuole private. Non parlo dei diplomifici. comunque la scuola che tu chiami di m***a, nonostante i problemi che non abbiamo problemi a mettere in evidenza, ha livelli qualitativi che in molti altri stati si sognano. Purtroppo sulla scuola ci pontificano tutti, ma lo stato italiano ci investe se non ricordo male, il 3.5% del PIL contro una media europea del 5%.

56 minuti fa, melos62 ha scritto:

Gli utenti possono essere migliorati solo dall'educazione e dall'istruzione. 

Sono d'accordo. Evidentemente fa comodo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
1 ora fa, Panurge ha scritto:

capacità dimostrate  dagli  alunni potrebbero essere un punto di partenza?

Così giudichi gli alunni non necessariamente il lavoro dei docenti. 

Tu hai capito quale è il problema. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
44 minuti fa, melos62 ha scritto:

sistema nazionale soo da ciò che vedi nel tuo orticello non è garanzia di correttezza del gudizio

Scusami, (se è lecito) ma il tuo orticello qual è? Di cosa ti occupi? Perché ho l'impressione che parli un po' troppo per relata refero

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
6 minuti fa, wow ha scritto:

Caro melos, altro difettuccio: troppo ossessionato dall'anticomunismo

non c'entra nulla nel mio discorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
47 minuti fa, melos62 ha scritto:

vautazione svolta dal nucleo di valutazione dell'invalsi)

Dove non esiste il cheating... Ah Melos... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
57 minuti fa, Panurge ha scritto:

Le capacità dimostrate  dagli  alunni potrebbero essere un punto di partenza?

il fatto è che non si parte dalla stessa base, occorrerebbe valutare il differenziale tra quando entrano e quando escono.
 

si potrebbe anche fare, non so quando sarebbe attendibile.

io però non riesco mai ad arrivare alla fine, ovvero pare che in concreto non esista modo di valutare e quindi ci teniamo i fancazzisti pagati quanto quelli bravi... e tutti pagati poco.

questa era una discussione con mia madre quando insegnava e con alcuni miei altri parenti insegnanti ancora in servizio.

siamo sinceri: quasi nessun docente, anche se bravo, ha voglia di farsi valutare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
1 minuto fa, melos62 ha scritto:

c'entra nulla nel mio discorso.

Sei tu che parlando di somari politici paventi un indottrinamento appunto politico e immagino anche di colore rosso 

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
1 minuto fa, briandinazareth ha scritto:

quando entrano e quando escono.

Bravo 

2 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

potrebbe anche fare, non so quando sarebbe attendibile.

Ma almeno è un procedimento corretto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
briandinazareth
Adesso, wow ha scritto:

Ma almeno è un procedimento corretto 

io vorrei qualcosa di concreto, ovvero che dei docenti proponessero qualche strumento pratico per valutare, ne sento diversi stanchi di impegnarsi ed essere sullo stesso piano di quelli che non fanno assolutamente nulla (o peggio, fanno danni).

ma, come dicevo, ne parlo con insegnanti da anni e alla fine finisce che è impossibile valutare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
37 minuti fa, wow ha scritto:

Sei tu che parlando di somari politici paventi un indottrinamento appunto politico e immagino anche di colore rosso

Stai facendo quelli che a Napoli si chiamano "film Luce" 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
42 minuti fa, wow ha scritto:

Perché ho l'impressione che parli un po' troppo per relata refero

non proprio. Per oltre dieci anni ho fatto parte del centro servizi di un'associazione nazionale di enti del terzo settore, il mio ambito è quello dell'organizzazione aziedale, politiche di bilancio e risanamenti aziendali, sono specializzato nel campo delle imprese sociali (enti non lucrativi, come lo stato). Quindi conosco bene la realtà italiana sia delle scuole paritarie, sia di quelle statali delle diverse aree geografiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Socialista!

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

🙂 infatti, le imprese sfigate, non quelle dei tuoi Paperoni

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
47 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

io però non riesco mai ad arrivare alla fine, ovvero pare che in concreto non esista modo di valutare e quindi ci teniamo i fancazzisti pagati quanto quelli bravi... e tutti pagati poco.

in un mio intervento sopra ho esposto quali sono gli aspetti sui quali ritengo giusto e vorrei essere valutato e, ovviamente , essere retribuito di conseguenza.

Sarà che lavoro in una scuola che funziona bene, nel complesso ben diretta e organizzata, classificatasi spesso prima o tra le prime in una classifica speciale di Eduscopio Piemonte, ma credimi, dal mio orticello ti posso dire che quello dei fancazzisti è un problema assolutamente marginale, minore che in altre realtà lavorative  anche perché, sempre per quanto mi riguarda, c'è un discreto controllo tra colleghi e la consapevolezza di vedere saltare posti di lavoro qualora dovessero calare le iscrizioni.

A proposito di posti di lavoro e di cali di iscrizione. Potrebbe essere questo meccanismo a indice di gradimento uno dei problemi?

La scuola che si piega al gradimento dell'utenza? (figurarsi nelle private...)

Una scuola che complica poco la vita ai propri studenti?

Una scuola nella quale si fa di tutto e di più (sempre a parità di investimenti) e non poco ma bene?

Parliamo anche di calo percepibile, anno dopo anno, delle capacità di apprendimento, rielaborazione, trasformazione in competenze dei nostri studenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
1 ora fa, wow ha scritto:

Dove non esiste il cheating... Ah Melos..

Forse non sai di cosa si parla. Si tratta della ispezione analitica, che dura almeno tre giorni pieni da parte di tre ispettori del Nucleo centrale di Valutazione del sistema nazionale di Istruzone, di scuole che hanno  partecipato al programma di autovalitazione obbligatoria, scelte a campione tra tutte le scuole italiane. Comporta l'esame analitico di documenti,  modelli organizzativi, colloqui e interviste riservate a tutte le componenti della scuola, dirigenti, docenti, alunni, famiglie, personale ata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
29 minuti fa, melos62 ha scritto:

Stai facendo quelli che a Napoli si chiamano "film Luce"

puoi sempre chiarire il significato di quel "somaro politico"...

23 minuti fa, melos62 ha scritto:

Quindi conosco bene la realtà italiana sia delle scuole paritarie, sia di quelle statali delle diverse aree geografiche.

non so quanto questa tua attività (nel senso di non lavorare nella scuola) te lo consenta ma non lo metto in dubbio anche se certi tuoi giudizi (anche sulle private) mi sembrano molto influenzati da un forte bias (come direbbe Brian)... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
1 minuto fa, wow ha scritto:

puoi sempre chiarire il significato di quel "somaro politico"

come il sei politico di comune memoria

1 minuto fa, wow ha scritto:

mi sembrano molto influenzati da un forte bias

nonsignore, l'atteggiamento professionale a cui sono stato necessariamente tenuto è quello di un esame il più possibile neutrale, come quello del medico che valuta gli esami diagnostici; sarebbe meglio che argomentassi concretamente anzichè pensare di indebolire le affermazioni altrui insinuando chissà quale "bias". ( conosco quello delle mie 845 preferite)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Emerge comunque la solita dicotomia nord-sud.

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62
5 minuti fa, Panurge ha scritto:

Emerge comunque la solita dicotomia nord-sud

certamente, in media il livello culturale di uscita è sensibilmente migliore al centro nord, così come la qualità delle scuole statali e paritarie. In media. 

Ovviamente vi sono numerose eccezioni, per cui alcune eccellenze nazionali sono al sud. Così come tanti studenti del sud risultano tra i migliori nelle università del nord.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
19 minuti fa, melos62 ha scritto:

insinuando chissà quale "bias"

quel "scuole statali di m***a" e la tendenza a fare , in modo semplicistico e a volte sprezzante, di tutta l'erba un fascio non mi sembrano molto neutrali o si tratta di accaloramento argomentativo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
40 minuti fa, Panurge ha scritto:

Emerge comunque la solita dicotomia nord-sud.

questa è un'altra storia.

I livelli culturali di uscita medi copiano i livelli economici, i livelli di capacità fiscale per abitante e quelli degli investimenti regione per regione.

Il fatto che al sud ci siano solo scuole sgarrupate non credo che sia dovuto esclusivamente alla malagestio...

A Reggio Calabria per asili nido e servizi sociali si spendono 19 euro per bambino e a Trento 2450 euro (dati Istat 2017)

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
32 minuti fa, melos62 ha scritto:

Si tratta della ispezione analitica, che dura almeno tre giorni pieni da parte di tre ispettori del Nucleo centrale di Valutazione del sistema nazionale di Istruzone, di scuole che hanno  partecipato al programma di autovalitazione obbligatoria, scelte a campione tra tutte le scuole italiane. Comporta l'esame analitico di documenti,  modelli organizzativi, colloqui e interviste riservate a tutte le componenti della scuola, dirigenti, docenti, alunni, famiglie, personale ata.

quando leggo queste cose (e della gente che ci crede) non so perché mi viene da sorridere...

Caro Melos in questo ambiente (e per fortuna non solo in questo) ci lavoro da quasi trent'anni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    295423
    Total Topics
    6463848
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy