Jump to content
Melius Club

criMan

Un periodo triste attende gli appassionati di auto...

Recommended Posts

eccheqqua

Concordo, é la macchina che deve servire a me, non io che servo la macchina (come fanno alcuni fanatici-feticisti) 😕

Share this post


Link to post
Share on other sites
Robbie
3 ore fa, piergiorgio ha scritto:

perché l'elettricità te la produci in casa con la cyclette oppure c'è qualcuno anche qui che la controlla per cui se vincolato anche in questo caso ?

mi sa tanto la seconda...

Il petrolio o ce l'hai o non ce l'hai, per le altre forme un paese si può attrezzare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
23 ore fa, lufranz ha scritto:

Smetteranno le auto, ci penseranno le centrali elettriche ad inquinare.


già ..la penso anch'io così. -_-

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
49 minutes ago, Robbie said:

Il petrolio o ce l'hai o non ce l'hai, per le altre forme un paese si può attrezzare.

sacrosanto, ma io facevo il ragionamento del singolo non dello stato : l'italia è la patria del superbollo e dei mille balzelli sulle auto, troveranno sicuramente il modo per fotterti anche sulle energie alternative.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolo 62

Il petrolio se non c'è si compra. L'auto elettrica al momento è ancora troppo limitata e costosa per sostituire quella a scoppio. Se per malaugurata ipotesi il petrolio dovesse finire si dovrebbero ricostruire d'urgenza le centrali atomiche che sono state smantellate ed altre ancora per produrre l'idrogeno necessario per l'autotrazione. Le pale eoliche e il fotovoltaico non possono sostituire il petrolio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
adriatico

beata ignoranza :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966

Vi lasciate spaventare da quisquillie. 

S'installa un gancio di traino e si parte tranquilli.

400kva-brushless-motore-elettrico-300kw-rimorchio-cellulare-diesel-gruppo-elettrogeno.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
v15
7 ore fa, enzo966 ha scritto:

S'installa un gancio di traino e si parte tranquilli.

In un certo senso è vero, le nuove generazioni di ibride offrono un centinaio di km di autonomia in full electric, dopodiché usano il motore a combustione a mo di generatore o come ausilio se si richiedono maggiori prestazioni...insomma fanno tutto "in casa", senza bisogno di ricariche esterne.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Il 10/9/2019 Alle 10:39, appecundria ha scritto:

La Hyundai Ioniq full electric mangia in testa a molte europee e costa 25k.

Esattamente. Presa dopo due classe b. Nessuna sostanziale differenza di prestazioni. 5/600 euro almeno di risparmio di carburante e spesso l'unico rumore è quello delle ruote. Va solo in elettrico anche a 130 nelle opportune condizioni.

Col cambio in S devi stare attento a non prendere chi hai davanti...

41 minuti fa, v15 ha scritto:

un certo senso è vero, le nuove generazioni di ibride offrono un centinaio di km di autonomia in full electric, dopodiché usano il motore a combustione a mo di generatore o come ausilio se si richiedono maggiori prestazioni

No, a meno che non siano plug in

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina
19 ore fa, piergiorgio ha scritto:

ma io facevo il ragionamento del singolo non dello stato : l'italia è la patria del superbollo e dei mille balzelli sulle auto, troveranno sicuramente il modo per fotterti anche sulle energie alternative.

Questa è purtroppo l'amara verità. 

E per anni c'è la menano con "l'adeguarsi alle normative europee" ... ma nell'auto guarda caso siamo enormemente più tassati dei paesi confratelli come mai non ci adeguiamo a loro? Indecente

Share this post


Link to post
Share on other sites
enzo966
3 ore fa, v15 ha scritto:

, le nuove generazioni di ibride offrono un centinaio di km di autonomia in full electric

Ma vuoi mettere? 

Col sistema che propongo, parcheggi il modulo e viaggi leggero col l'auto elettrica prestante, senza trasportare motori a C.I. col loro peso; vuoi fare il viaggio lungo, attacchi il modulo e te lo porti dietro. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
DiZZo
Il 10/9/2019 Alle 14:59, °Guru° ha scritto:
Il 10/9/2019 Alle 12:22, camaro71 ha scritto:

Sei sicuro ?

Ho detto che il rischio (concreto) c'è, mica che sono sicuro...

In accelerazione sicuramente,i motori elettrici sviluppano il massimo della coppia da subito, anche se potrebbero autolimitarle. La Tesla S ha l'opzione "ludicrous mode", che porta l'auto a fare da 0 a 100 km/h in 2.6 secondi, nemmeno una Pagani si avvicina.

Tornando a bomba, io la trovo un'opportunità per gli amanti del motore endotermico, se ci si muove in tempo si possono prendere dei gioiellini usati per togliersi delle belle soddisfazioni, fin quando tra 20 o 30 anni verranno banditi totalmente

Share this post


Link to post
Share on other sites
camaro71
8 minuti fa, DiZZo ha scritto:

Tornando a bomba, io la trovo un'opportunità per gli amanti del motore endotermico, se ci si muove in tempo si possono prendere dei gioiellini usati per togliersi delle belle soddisfazioni, fin quando tra 20 o 30 anni verranno banditi totalmente

una M3 e92 costa ancora troppo per me

Share this post


Link to post
Share on other sites
DiZZo

@camaro71 dicevo , per chi si muove per tempo...le auto divertenti con qualche anno sulle spalle, sono arrivate al punto che perdono pochissimo valore ( es. MX5 ) o addirittura aumentano il proprio valore ( es. Lotus Elise )

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci

I guai inizieranno quando verranno progressivamente eliminati i distributori di benzina a favore delle colonne di ricarica... non sarà più di fatto possibile avere un'auto con motore endotermico.

Finirà che la benzina si comprerà in latte nei supermercati o nei negozi di ricambi auto, come agli albori dell'automobilismo.

Fra le auto a carburante sopravvivranno solo i modelli con fortissima ragione di esistere, come ad esempio le Ferrari, mentre tutto un universo di degnissime auto finirà rottamato anche se d'eoca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
OneShot

Credo che nel giro di pochi anni la tecnologia delle batterie evolverà ulteriormente, migliorando l'autonomia. Vi faccio un esempio. Inizi anni 90 per hobby facevo gare con modelli di auto  elettriche radio comandate. Con le batterie NiCd era difficile fare una manche di 4 minuti... dopo 5 anni il problema era superato. Oggi si riescono a fare tra i 10 ed i 15 minuti di autonomia... Quindi per l'autonomia è solo questione tempo.
Ho guidato qualche ibrida o solo elettrica con differenti tecnologie. Non si può generalizzare il piacere di guida.Un Hybrid BMW da guidare è molto diversa rispetto una Toyota, anzi la BMW quando si scarica è meno divertente. La Toyota non è mai divertente anche se effettivamente non va pianissimo , questo per dire che non tutte le ibride sono pensate alla sessa maniera. Le elettriche pure che ho provato sono tutte molto divertenti, l'unica cosa è che se vuoi fare kilometri in autostrada devi andare molto tranquillo.
Riguardo le auto  a combustione interna sono d'accordo le trovo più divertenti, anche se il divertimento inizia a diminuire con il cambio automatico e d i vari ausili alla guida che spesso non sono disinseribili...

Share this post


Link to post
Share on other sites
DiZZo
15 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

I guai inizieranno quando verranno progressivamente eliminati i distributori di benzina a favore delle colonne di ricarica

secondo me è una situazione che si presenterà non prima di vent'anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
adriatico

ho visto una Tesla 3 parcheggiata in malpensa. Targata Ticino ovviamente. Live è molto più bella che in foto.

Se avessi una colonna di ricarica da 10-15Kw in casa, giusto per avere 160-200 km a notte la comprerei domattina.

(ho guidato diverse volte la S)

Credo di non avere mai fatto più di 3-4 volte all’anno più di 300 km giorno e quelle 3-4 volte avrei potuto/dovuto tranquillamente fermarmi per la mezzora che le colonnine impiegano a ricaricare l’80% della batteria (valore ottimale). L’amico che mi lascia usare la sua model S ci è andato tranquillamente diverse volte a Parigi dove ha degli interessi. Tre tappe per totali 850km circa e solo un’ora per le due ricariche.

.

Dopodiché i problemi che elencavano molti su fornitura e produzione di energia elettrica restano ma penso verrano risolti.

Di sicuro è un falso problema l’autonomia ed il tempo di ricarica... ma falso proprio, per almeno l’80% degli automobilisti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
25 minuti fa, adriatico ha scritto:

Di sicuro è un falso problema l’autonomia ed il tempo di ricarica... ma falso proprio, per almeno l’80% degli automobilisti


Mi preoccupano due problemi specifici sulla ricarica, che non hanno a che fare con quelli che citi:

a) se per un motivo "x" finisco la carica, non me la cavo andando a piedi (o facendomi dare un passaggio) al distributore più vicino e tornando con mezza tanica di super. Devo portare la macchina a una colonnina (a traino?) o trovare una presa da qualche parte;

b) se sono a corto di carica, non posso fare il pieno in 3 minuti ma mi tocca attendere un'oretta (mezzora mi par poco, forse vale per la Tesla).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolo 62

@Fabio Cottatellucci Vero. Ma gli automobilisti non credo che si faranno fregare e continueranno ad usare auto a benzina o ibride o a gas finché ci saranno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
papàpaolo
1 ora fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

a) se per un motivo "x" finisco la carica, non me la cavo andando a piedi (o facendomi dare un passaggio) al distributore più vicino e tornando con mezza tanica di super. Devo portare la macchina a una colonnina (a traino?) o trovare una presa da qualche parte;

Ormai tutti i contratti di assicurazione prevedono il carro attrezzi, basta ci sia un mezzo adibito per una ricarica veloce...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
20 minuti fa, papàpaolo ha scritto:

Ormai tutti i contratti di assicurazione prevedono il carro attrezzi,

Ah bè, allora sto tranquillo... anche il mio lo prevede.

Così se vado in riserva sto sereno, invece di fermarmi a un distributore dietro l'angolo alla peggio aspetto per un'oretta di essere rimorchiato e poi un'altra per la carica :D.

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°

@Fabio Cottatellucci Vorrei dar la reazione triste al tuo post #107, ma non so se comporti un abbassamento del punteggio... 😧

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
6 hours ago, DiZZo said:

Tornando a bomba, io la trovo un'opportunità per gli amanti del motore endotermico, se ci si muove in tempo si possono prendere dei gioiellini usati per togliersi delle belle soddisfazioni, fin quando tra 20 o 30 anni verranno banditi totalmente

tipo un mercedes ml320 diesel (euro 4) con 170.000 km, quindi meno di metà vita, a 12.000 euro... se non fosse perché non si può circolare in città sarebbe stato un ottimo affare

Share this post


Link to post
Share on other sites
adriatico

@Fabio Cottatellucci se vivi da Milano in giú non so risponderti anche se so che stanno installando colonnine a tutto spiano un po’ dappertutto. Da Milano in su soprattutto dal confine in su ci sono un bordello di colonnine ormai.

Non c’è nessun motivo per restare scarichi. Le elettriche hanno una gestione molto avanzata di percorsi, di carica e distanze dalle colonnine. 

Quella di Tesla poi è “bestiale”.

E comunque se non si fanno oltre 400km tutti in un fiato non si resta a piedi, punto.

Chi fa oltre 400km giorno se non raramente: i rappresentanti, gli autisti... e poi?

Il problema è solo la produzione e la distribuzione della corrente: questo non è risolto ancora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fastdoc
1 ora fa, adriatico ha scritto:

Il problema è solo la produzione e la distribuzione della corrente: questo non è risolto ancora.

be' non mi pare poco ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paolo 62

@adriatico Dove non ci sono ancora, però è meglio un'auto ibrida.

Share this post


Link to post
Share on other sites
adriatico

@fastdoc @Paolo 62 

Sono d’accordo. 

Se si riesce a gestirne il costo come soluzione di passaggio vanno benissimo.

Con batterie e potenze da 70-100 km di autonomia, ricaricabili in una notte con 6 kw installabili in ogni casa.

In città un bel po’ di porcheria del percorso casa ufficio la toglierebbe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    295423
    Total Topics
    6463853
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy