Jump to content
Melius Club

Pifa63

Diffusori emozionanti cercasi

Recommended Posts

Pifa63

Ciao a tutti,

premetto che sono assolutamente consapevole che in musica, come forse in qualsiasi altro campo, l'emozione sia un concetto assolutamente personale, tuttavia, volendo cambiare diffusori e avendo ascoltato poco nella mia esperienza di audiofilo, vi chiedo un consiglio.

Provengo da un impianto che è partito un po' casualmente e che via via si è evoluto fino alla forma attuale che vede: unicamente una sorgente liquida, cioè utilizzo solo Qobuz HD come fonte musicale (mi piace ascoltare spesso brani nuovi), streamerizzata da un Innuos Zenith mk2 (pilotato da Roon), collegato via usb ad una Gustard U16 che va via i2S ad un Dac Holo Audio Spring2 KTE, collegato ad un Ampli integrato valvolare Vexo, che pilota delle ProAc Response D1 (bookshelf). Le Proac sono su stand disaccoppiati e la stanza è trattata con Audimmo su soffitto e Artnovion sulla parete di fondo.

A questo punto se non vi ho ucciso di noia (ma ritenevo indispensabile descrivere il mio set up) vi espongo il problema.

Premetto che il suono che ho non lo trovo brutto e aggiungo che non posso ascoltare musica a volumi troppo alti per ascolti serali e perché vivo in appartamento, tuttavia vorrei cambiare diffusori, perché per quanto corretto e con un discreto (ma non esagerato, purtroppo) soundstage, vorrei più emozione dalla musica che ascolto, che trovo definita, corretta, ma un po...stitica, perfettina... non so come altro definirla.

Ritorno perciò alla mia premessa iniziale: dato che l'emozione in musica è un fatto personale, vi dico cosa mi piacerebbe personalmente: un suono più "fisico" (ma non rimbombante nei bassi), un suono più grande e corposo, un suono che "ti ci perdi nella musica", che non è solo suono. Il tutto senza perdere la definizione degli strumenti, la correttezza del timbro...

Impossibile? Oppure possibile, ma a prezzi assurdi? Diciamo che al momento attuale e vendendomi qualcosa, potrei spendere circa 3/4.000 euro nell'usato. A me non sembrano nemmeno in assoluto pochi soldi, ma leggendo i listini sembra che un bel paio di casse sotto i 10000 euro siano solo robaccia!!! 😊

Sperando di non aver annoiato ringrazio tutti quelli che vorranno intervenire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
marcos1959

"Un suono che "ti ci perdi nella musica", che non è solo suono. Il tutto senza perdere la definizione deglistrumenti, la correttezza del timbro..."

Magneplanar 1.7

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxraff

AR3a

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

@marcos1959 , purtroppo scartate a priori per le dimensioni: mi buttano fuori di casa! 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

@maxraff  non trovo il sito. È un’azienda in attività?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gagarin

@Pifa63 

Ciao Pifa

su quella cifra se riesci prova ad ascoltare le Dali Epicon 2.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxraff

@Pifa63 Acoustic Research AR3a sono diffusori che devi cercare nel vintage, risalgono agli anni 70, si trovano a prezzi molto più bassi del tuo budget ma essendo datate devi comunque mettere in conto qualche intervento a livello di controllo dei componenti, ribordatura woofer, ecc...

Se però ascolti solo rock, meglio passare ad altro...sono strepitose con il jazz e la classica, soprattutto con la classica

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun

@Pifa63

non hai scritto forse la cosa più importante... le dimensioni dell'ambiente (altezza incl.) dove le farai suonare nonché quanto sei libero nel posizionarle. Hai già un'idea se rimanere eventualmente con dei bookshelf o provare dei floorstander. Se poi magari ci dai qualche dettaglio in più riguardo a questa decisione di cambiare diffusori... oltre a quello che vorresti ottenere magari potrebbe essere utile anche sapere come ci sei arrivato a questa decisione; es. come sono posizionate attualmente i diffusori, hai fatto delle prove (e quali) per vedere se magari con i tuoi attuali diffusori (o meglio il tuo impianto come sistema... principalmente l'amplificazione che peraltro almeno io non conosco se non come nome) potevi almeno avvicinarti a quanto desiderato... cambio posizione diffusori, prove con altri modelli di diffusori e/o di amplificatori, alleggerimento o anche totale eliminazione del trattamento acustico... non sarebbe la prima volta che questi facciano più danni che migliorie. 

Prima di tutto ciò sarebbe inutile nonché anche una perdita di tempo per tutti consigliarti qualcosa o cosa provare a fare. 

ps: le ProAc che hai sono le DB1, giusto ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

Duevel bella luna, tedesche, 2 vie, omnidirezionali, 6ohm, 91db...

Se cerchi diffusori con cui emozionarti e divertirti senza spippolarti con prestazioni tecniche da laboratorio, posizionamento, sweet point, stanze, trattamenti, catene da calibrare, prova ad ascoltarle, se ne fottono dell'ambiente e potresti trovare quello che cerchi e forse anche di più...

Nuove vanno sui 9000€ ma nell'usato le trovi anche molto al di sotto del tuo budget.

Io ho avuto le sorelle minori "planets" e devo dire che già solo con loro la prima settimana la passai a riascoltare tutta la discografia che avevo perché le omnidirezionali Duevel hanno un modo di suonare la musica davvero unico, ti sembra davvero di essere a un live (i dischi dal vivo, poi...una magia), ma queste gli sono superiori, imparagonabili...e purtroppo per un po' resteranno il mio sogno nel cassetto.

Tra l'altro, una bella recensione la fece il noto sito dell'esplosivo, prova a vedere se fanno al caso tuo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

Innanzitutto grazie a tutti per l’entusiasmo e per i consigli. Rispondo a tutti in modo da delineare meglio le mie ricerche.

Come detto a @marcos1959 escluderei le magneplanar e così rispondo parzialmente anche a @ontherun : troppo impegnative come ingombro. Mi piacerebbe infatti passare ad un diffusore a pavimento che presumo ( a torto o ragione) possa darmi una “fisicità “ maggiore per quanto riguarda il suono, ma la collocazione in una sala che non è dedicata alla musica, non mi permette di esagerare con gli ingombri. Escludo perciò le magnetoplanari, ma un diffusore da pavimento mi stuzzica.

La collocazione attuale delle Proac (non sono le Db, ma il modello che è stato sostituito dalle response D2) è il frutto di prove e spostamenti vari, allontanando e avvicinando i diffusori dal muro e dalle pareti (limitatamente alle condizioni obbiettive e abitative). Ugualmente è stato per le trappole acustiche e i pannelli che ho impiegato con vari esperimenti e test per eliminare un basso rimbombante causato principalmente dalla parete vuota dietro ai diffusori. Come ultimo elemento, sempre rispondendo a @ontherun , la stanza è circa 6,50 x 5,50 , altezza 2,70 con travi al soffitto e l’impianto occupa metà sola della stanza (perciò in posizione asimmetrica nel senso della larghezza) mentre l’altra metà è occupata da divano e tv. Non so se sono stato chiaro, ma eventualmente metterò foto. Altro elemento utile: sul fianco della cassa destra, quella più accostata alla parete ( l’altra come detto ha uno spazio di 3 metri e un divano in mezzo prima di incontrare la parete di sinistra, che ha due pote finestre) e pure alle spalle dell’ascoltatore qui prEsente, ci sono due librerie piene di libri.

Rispondo infine anche al gentilissimo@maxraff dicendo che cerco volentieri nell’usato per questioni di budget, ma sebbene non mi dispiaccia una estetica un po’ retrò (mi piacciono ad esempio le devore orangutan e le audionote) tuttavia non esagererei col vintage per paura di dover correre dietro alle riparazioni rimanendo senza musica per un po’.

scusate se sono stato troppo,prolisso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

@landrupp scusa ma vedo solo ora la tua risposta perché stavo scrivendo. Prima di prendere le Proac avevo già considerato le duevel ( le planet) per gli stessi validissimi motivi che tu citi, ma il suono confrontato direttamente con le mie Proac era decisamente più “impastato” a tal punnto da preferirgli le proac. Probabilmente le bellaluna sono un altro livello, ma allora le proac usate erano tutto ciò che potevo permettermi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ulmerino

@Pifa63 Snell, dalla c4 in poi, passando per la d e la e3 o e4, forse piu' adatte alle tue esigenze puoi provare anche le Snell type A, ma esigono l'ambiente giusto...Infinity Modulus con il suo subwoofer servocontrollato, Tdl a linea di trasmissione, B&W serie 800 matrix o matrix 2 o 3, ma devi cambiare ampli, kef 104ab, 105 e 107...dahlquist serie dq (28/30, anche le 10 volendo)...questo nel vintage...

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

@Pifa63 le planets non sono confrontabili con le bellaluna in nessun modo, sono su due livelli opposti: diciamo che se non sei mai andato in moto, le planets sono come andare in vespa, ti diverte e ti dà l'idea di cosa sia viaggiare su due ruote.

le bella luna, al confronto, è una gran turismo di quelle toste toste, insomma, una vera due ruote.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Oste onesto

@Pifa63 @Pifa63 Ciao, mi sembra strano che nessuno abbia consigliato, a qualcuno che cerca emozione, le Klipsch.

Lo faccio io: Klipsch! Klipsch! Klipsch!

Con il tuo budget puoi spaziare dalle RF7 ai modelli Heritage (Forte, Cornwall, ecc.), o addirittura alle bellissime Palladium (se le trovi usate).

Prova a sentire il celebre suono live!

Sergio

Share this post


Link to post
Share on other sites
brixx

An altro voto da parte mia per Dali, io son rimasto folgorato dalle Rubicon 5. Basso presente e controllato, doppio tweeter SPETTACOLARE, mai sentito chitarra suonare così, senti le corde davanti a te. Voci non troppo calde ma molto reali e presenti. Soundstage SPETTACOLARE e anche per queste poca fatica di posizionamento, vanno dritte dritte parallele al muro di fondo, come indicato su istruzioni, e così io ho le voci piazzate al centro in maniera definitissima

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun
2 hours ago, ulmerino said:

Infinity Modulus con il suo subwoofer servocontrollato

per averlo avuto (sebbene con grandi gioie ma anche dolori) almeno dal lato sonico lo raccomanderei senza alcuna remora; relativamente facile da pilotare sebbene servano watt buoni (non importa se s.s. o valvole) quantità q.b., la differenza di qualità di ciò che sta a monte la fa sentire tutta con grande facilità, realmente capace di riprodurre tutta la gamma di frequenze disponibili in qualsiasi registrazione con un equilibrio, quando ben settato/posizionato, encomiabile, naturalmente emozionante, nessun bum-bam né tantomeno un eccesso di frequenze all'altro estremo (lower-high/high tendenti al liquido se ben pilotato), immagine 3d complessivamente di buon valore, eccellente in profondità, buona orizzontalmente e solo discreta in altezza (dipende anche dalla distanza del punto d'ascolto), comportamento quasi magico in posizionamento nearfield (<=1.5mt), dinamica, sia micro sia macro, eccellente pur nei limiti (anche un po' oltre) di un 5.25".

Subwoofer estremamente versatile sia in fase di posizionamento sia di regolazione (provate personalmente almeno 3 posizioni alquanto differenti tutte con eccellenti risultati) e soprattutto molto musicale, sensazione di aria e presenza di suoni/rumori a frequenze al limite del subsonico veramente emozionante/reale... ricordo ancora oggi i rumori generati dai listoni del pavimento del palco cedendo sotto le scarpe e le gambe della/e sedia/e nell'album di Clapton 'Unplugged' o sempre il palco mentre subiva i salti del maestro Chun Wang. 

In cosa non eccellono: dinamica assoluta o meglio, SPL max, limitata/o ovviamente dal 5.25" ma riscontrabile solo in ambienti superiori a 30/35mq e solo con punto d'ascolto particolarmente distante. Scena verticale, come già detto, solo discreta ma migliora con punto d'ascolto più distante... va cercato un buon compromesso con altri parametri. 

Per finire il quadro sonico dico solo che il sistema di diffusori con cui sostituì il Modulus, e cioè il Renaissance 90, me lo fecero rimpiangere e non poco e questo nonostante gli inconvenienti di cui riporto più sotto. Il Modulus era quasi in tutto superiore e dove non lo era (poche cose non fondamentali) se la giocava alla grande. Giusto per la cronaca... le amplificazione utilizzate nel tempo... AM Audio prototipo replica Cabre Stradivari un telaio stereo, Spectral DMA 80 (update 90), SF Power 1 (6550), Electrocompaniet Nemo Mono, Audio Analyse PA-60 e, giusto per curiosità, vari integrati jap (solo i satelliti con questi)... Sansui AU501x, Luxman LV112 e forse anche qualcun altro.  Best match... Spectral e Electrocompaniet Nemo e SF Power 1 subito dopo. 

Dicevo che lato sonico il sistema Modulus completo (anche con un solo sub) lo consiglierei a spada tratta ma c'è un però; per il lato affidabilità del subwoofer non posso esprimermi in maniera altrettanto positiva... parlo ovviamente da mia esperienza e da quella della persona che ha acquistato il sistema da me. Soffre maledettamente il trasporto in particolare se mal maneggiato. La sezione del servo montata insieme alla scheda amplificatore all'interno del sub può subire dei danni qualora il sub subisca grandi/violente scossoni/cadute anche se perfettamente imballato. Se questo accadesse oggi non vorrei essere nei panni del suo possessore... all'epoca invece la cosa non era particolarmente critica in quanto le due volte che dovetti ricorrere all'assistenza per problemi al servo tutto si risolse piuttosto facilmente (sostituzione scheda servo/ampli) oltretutto senza dover sborsare una lira... sono poi venuto a sapere che il problema era cosa ben saputa a Infinity (l'importatore era all'epoca Definitive Audio di Roma). 

Scusate la lunghezza del post anche perché probabilmente un po' OT tuttavia penso che tutto sommato questo possa venir anche utile... se non altro uno sa cosa potrebbe succedere sebbene non è detto che ciò debba avvenire per forza. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun
2 hours ago, Pifa63 said:

Ugualmente è stato per le trappole acustiche e i pannelli che ho impiegato con vari esperimenti e test per eliminare un basso rimbombante causato principalmente dalla parete vuota dietro ai diffusori.

Risultato ? Sei poi riuscito a rimediare, magari anche non completamente, a questo problema ? 

Te lo chiedo perché se non è così, e comunque questa è una cosa sempre da considerare, raccomandare diffusori con gamma bassa/medio bassa anche solo un po' più generosa di quanto dovrebbe essere (come alcuni modelli citati) potrebbe risultare una cosa non molto corretta. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ulmerino

@ontherun al limite penso possa andar bene anche con un moderno subwoofer amplificato di rango, tipo velodine o rel...l'ho consigliato perche', pur non avendolo mai posseduto, l'ho ascoltato diverse volte, anche in sedute di ascolto molto lunghe, e ho potuto settarlo e provare vari posizionamenti...secondo me, il sistema sub-satelliti piu' bensuonante mai concepito, superiore a molte realizzazioni di rango...anche moderne e molto piu' costose...il problema di spl non e' un problema, poiche' @Pifa63 non ascolta a volumi elevati...mi sono ripromesso un giorno di acquistarlo, anche i soli satelliti...tra le poche cose che hanno lasciato veramente il segno nel mondo dei diffusori high-end.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bolz69

Un amico ha le Bella Luna e confermo che dal punto di vista emozionale sono fantastiche. Forse sotto altri parametri “audiofili” hanno qualcosa da farsi perdonare ma certo non nella emozione d,ascolto come mi pare la intende l’autore Del 3d. Certo che un altro amico ha le klipsch Cornwall e anche lì ad emozione (diversa) ci siamo ma se ti buttano fuori di casa con le Ar3a...

poi ognuno di noi si emoziona per suoni diversi, basta vedere cosa ho io in firma 😆

direi che non ti resta che girare un po’ e ascoltare tanto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mr.Alexis

@Pifa63 Innanzitutto complimenti, da quel che ho visto di sfuggita in rete hai della bella roba! Azz hai una disposizione diciamo “forzata “ decisamente ostica... io arrivo da anni di diffusori da stand e come te volevo più emozione quindi al momento sto trovando soddisfazione con delle Klipsch RF-3 quindi mi sento di consigliarti di valutare appunto delle Klipsch come già detto sopra... certo che il fatto di non poter alzare il volume può limitare a mio parere la questione emozione. Di sicuro se fossi in te andrei di alta efficienza visto soprattutto la questione del volume ma anche l’ampli che possiedi.

Non ci hai detto che musica ascolti, parametro fondamentale per la scelta dei diffusori.

Una domanda, hai postato in questa sezione perché cerchi esclusivamente dei sistemi classici?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

Innanzitutto vi ringrazio tutti, anche quelli che non ho avuto il tempo di citare. Apprezzo il calore e l’entusiasmo dei vostri contributi, che nascono dalla vera passione per qualcosa che si ama. E non è poco!

Cercheró di mettere ordine alla valanga di ottimi consigli e di iniziare ad ascoltare quanto più posso, partendo da quanto consigliato da voi, per farmi un’idea personale. Purtroppo l’ascolto di altri sistemi non è cosa facile per vari motivi: reperibilità innanzitutto, tempo, ma soprattutto, per le poche esperienze avute, trovo difficile valutare un componente singolo ascoltato all’interno di una catena audio, inserita in un ambiente diverso da quello che conosco, troppe le variabili!!!

In ogni caso, intanto, pensavo di fare un salto al Milano Hi fidelity, dove cercherò di privilegiare tra gli ascolti qualcosa consigliato da voi (ammesso che lo trovi).

Per completezza di informazioni aggiungo che musicalmente, ma anche gastronomicamente, sono onnivoro: ascolto veramente di tutto, anche se mi trovo ad abbandonare molto velocemente l’ascolto del rock che una volta amavo tanto; non so dirvi se sia l’etá o l’impianto hi fi che tende a diventare “baccanoso”... in ogni caso il 60% della musica è jazz e  a cascata la classica un pizzico di elettronica e comunque qualsiasi cosa capiti. Gli unici generi che non mi danno alcu godimento sono il rap e la lirica.

Rispondo inoltre a @ontherun relativamente ai bassi: ho risolto abbastanza bene coi bassi (salvo certe incisioni) ma devo dire che Mi infastidisce quando sia la gamma alta che quella bassa “si sfuocano” o hanno un difetto di “fringing” ( faccio il fotografo e non saprei come altro dirlo meglio), pertanto mi piace la gamma bassa ed alta presente ma ben controllata, anche se questo potrebbe dipendere dalla catena a monte dei diffusori.

Ultima nota che risponde sia a @ulmerino che a@ontherun: ho un po’ paura ad inserire nella mia catena un ulteriore elemento, il sub, per non incasinare ulteriormente il tutto. Se riuscissi a semplificare sarei più contento.

Grzie a tutti. 

P.S. @Mr.Alexis ho inserito questa discussione fra i sistemi classici perché credevo che parlare di diffusori hi fi Rientrasse in questa categoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bombolink

Ciao, innanzi tutto complimenti per l'ottimo ampli che hai.

Penso che il suono che lamenti sia colpa del tuo front-end digitale, io lavorerei anche su quello.

Per i diffusori penso che il più adatto tenuto conto degli ingombri siano le klipsch heresy.

In seguito avendo magari la possibilità di utilizzarne di più grossi potresti rivilgerti ai modelli maggiori oppure cercare una tannoy anche vintage con il trsduttore da 15 pollici.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mr.Alexis
3 ore fa, Pifa63 ha scritto:

ho inserito questa discussione fra i sistemi classici perché credevo che parlare di diffusori hi fi Rientrasse in questa categoria.

👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

vai ad ascoltare qualche diffusore attivo, tipo Adam, Dynaudio o ATC.

portati i tuoi dischi/files e lascia a casa eventuali pregiudizi :)

p.s. col tuo budget, più la vendita di ampli e diffusori, puoi puntare a qualcosa che può essere definito 'definitivo'

Share this post


Link to post
Share on other sites
bolz69

@Pifa63 se vai al mi hifidelity dovresti trovare il distributore delle bella luna e magari prendere un appuntamento. Lui sta in provincia Bg. 

Temo però - dopo che hai specificato cosa non ti piace nell’ulTimo post - che sarebbe più saggio intervenire con un diffusore tradizionale e io andrei su delle torri di qualità con tweeter a nastro che sicuramente ti risolve quel problema percettivo in alto e con più woofer mediopiccoli che danno meno botta ma maggior controllo (ammesso che non ti occorra l’intervento di un dsp che io proverei come prima cosa).

potresti magari dare un occhio al catalogo monitor audio e soprattutto Elac che recentemente proprio in questa tipologia di diffusori hanno rilasciato ottimi prodotti. 

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3
19 hours ago, Pifa63 said:

avevo già considerato le duevel ( le planet)

Le bella luna in gamma medio alta. per quello che ricordo, sono molto meno morbide. Direi quasi all'opposto delle planet. Per entrambe basso notevole.

Per quello che cerchi, mi ritrovo abbastanza nei suggerimenti che ti stanno dando gli amici forumer, soprattutto Dali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances
21 ore fa, ulmerino ha scritto:

dahlquist serie dq (28/30, anche le 10 volendo)...questo nel vintage...

Perdonami, ma le uniche Dahlquist degne di nota sono le DQ 10.

I modelli successivi non riescono ad eguagliarle, figuriamoci migliorare.

Budget 1500/ 2000 euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ulmerino

@paolosances be', non se sarei cosi' sicuro...hai mai sentito una Dq30i settata e amplificata bene? l'ho avuta per un paio d'anni e spesso la rimpiango...

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@ulmerino mai "rimpiangersi addosso" allora !

Riacquistale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    297572
    Total Topics
    6552504
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy