Jump to content
Melius Club

Pifa63

Diffusori emozionanti cercasi

Recommended Posts

Guglielmo 61

@ClasseA concordo e...se posso...aggiungo anche la locazione e l'altezza da terra dei monitor fa molta differenza, soprattutto sui bassi che ,come noto ,viaggiano a terra,più il diffusore è in basso e magari vicino al muro oppure in un angolo più i bassi aumentano. Difatti,ora i 4 monitor che possiedo non stanno a terra ma sollevati  di 40 cm,così mi piace di più il basso è più dettagliato e meno profondo.A proposito, LA BESTIA NERA DI TOKYO È ANCORA QUI CON ME È NONOSTANTE GLI ANNI DI ONORATO SERVIZIO È ANCORA IMPECCABILE E IMMACOLATO.UN CARRO ARMATO !!!

20190929_131641.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

@Gici HV @ClasseA ciao a tutti ,sono stato assente per un po,ora finisco il discorso...Tornando ai monitor ....è verissimo ,siccome hanno una altissima efficienza, anche a basso volume rendono fin troppo e soprattutto se si trovano in un ambiente medio (16/20 mtq) sia i bassi sia (in particolar modo ) gli acuti ,trapanano le orecchie. Per ovviare a questo,adottò un sistema molto semplice pratico ed economico.Ho preso un tappetino in gomma spugna (si trovano nei brico center Di diversi spessori)e lo ho messo davanti alla tromba tweeter come attentatore meccanico,è molto efficace,si tratta solo di trovare lo spessore giusto.In questo caso,dopo alcune prove lo ho messo da 1 cm .Lascia comunque passare molto bene le alte frequenze ma le attenua leggermente e le rende molto più gradevoli.Per quel che riguarda i bassi invece,in alcuni casi vanno bene così, (dipende dai gusti e dalle fattezze dello strumento in questione,)in altri casi ,come ad esempio, con i monitor che possiedo ora ,per attenuare l,effetto sub e la notevole profondità,ho semplicemente chiuso lo sfiato del bass reflex con un tappo di spugna.Ci è voluta un po di pazienza e qualche prova di ascolto ,ma ne è valsa la pena...Peccato siamo lontani...se solo qualcuno di Voi abitassi qui vicino ,mi piacerebbe farvele ascoltare credetemi fanno veramente paura!A proposito, proprio un mesetto fa ho scoperchiato il pm 75 per pulirlo (una soffiata leggera una volta l'anno).È sempre uno spettacolo guardare dentro ste macchine soprattutto se sono datate e ben tenute

20191104_185547.jpg

20191104_185618.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

20191104_185519.jpg

20191102_205029.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

20191102_154019.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

20191104_185650.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

I diffusori cosa sono precisamente? 

Un po' mi dai ragione sulla eccessiva presenza e ruvidità delle medio alte frequenze visto che sei intervenuto per attenuarle..😊     hai fatto benissimo,il tutto deve piacere a te,l'hifi non esiste,si tratta sempre di my-fi. 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA

@Guglielmo 61 

Il rimedio della gomma piuma sul tweeter è pratico, magari non rigoroso, ma  efficace. Il Marantz è sempre bello a vedersi e non suona nemmeno male. Ne ho avuti diversi tra cui anche l'8000 e il 7200 col tastino in classe a.

Però ti posso dire per esperienza che l'esuberanza sugli alti o acuti un po' fastidiosi e trapananti dipende oltre che dalle casse anche dall'amplificatore.

Ho avuto modo di riascoltare un Marantz che avevo conservato come muletto dopo essere passato a McIntosh e ti posso assicurare che la differenza di grana, di liquidità sulle frequenze medio alte è davvero moolto ma moolto :) elevata. Solo prove dirette possono dimostrarlo. E questo senza nulla togliere ai validi ed economici Marantz da me molto apprezzati.

Un Rotel o un Marantz da 500 o 1000 euro purtroppo NON suonano come un Pass, un Accuphase o un McIntosh. È la dura realtà, a parte le solite considerazioni sui prezzi. Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
2 ore fa, ClasseA ha scritto:

ti posso dire per esperienza che l'esuberanza sugli alti o acuti un po' fastidiosi e trapananti dipende oltre che dalle casse anche dall'amplificatore.

Qui il discorso è diverso, quella è una cassa per sonorizzare ampi spazio o ambienti affollati o molto assorbenti; è nata proprio così, DEVE avere un suono molto aperto a quelle frequenze, altrimenti quando la ascolti nelle condizioni di cui sopra, avrà un suono chiuso, attufato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA

@AlfonsoD 

Una cassa pro non adatta all'uso home, insomma. Boh?? 

Ad ogni modo il mio discorso sul ruolo dell'amplificazione resta comunque valido siano casse grezze siano maggiormente raffinate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
3 ore fa, ClasseA ha scritto:

Una cassa pro non adatta all'uso home,

Tutto dipende da come si fanno suonare gli altoparlanti: la stessa cassa, "adattata" ad un uso home, dà la paga a molti diffusori col blasone.

Non parlo di questa in particolare, perché non la conosco, ma i driver nati per uso pro, lavorano in scioltezza a livelli di ascolto casalinghi, con distorsioni e pienezza di suono sconosciuta al nostro mondo (e non parlo di chi ascolta con le shoebox).

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA

@AlfonsoD 

Gli altoparlanti sono una cosa una cassa un'altra. È un insieme sapiente di molti aspetti. Non bastano altoparlanti pro per fare una buona cassa. Ci vuole il progetto giusto, il litraggio le dimensioni del cabinet e i materiali, il crossover ovviamente.

Non tutte quelle pro infatti sono adatte ad essere inserite in ambiente domestico. Tuttavia, a parità di cassa, l'amplificazione è decisiva. Un buon monitor da studio ad esempio un conto è amplificarlo con il Marantz da 500 euro, un altro con un Pass o un McIntosh da 10000.  Provare per credere. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD

@ClasseA Ma perché io ho detto qualcosa di diverso? stiamo parlando della stessa cosa in termini diversi e/o di argomenti diversi, non mi sembra di avere detto qualcosa in contraddizione con la tua successiva risposta.

Io mi riferivo al fatto che la cassa fosse stata "corretta" con l'uso del foam come filtro meccanico (che poi si può utilizzare in modi anche diversi a seconda quello che si vuole correggere, per esempio rivestendo l'interno della tromba per attenuare la medio-alta senza perdere troppo nelle altissime, etc...), dicendo che si poteva ottenere lo stesso effetto con l'intervento sul filtraggio interno degli altoparlanti e che quest lavorerebbero anche più in scioltezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA

Concordo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

@ClasseA @AlfonsoD @ClasseA @Gici HVciao a tutti...ottime osservazioni ,assolutamente serie ,professionali e disinteressate...grazie.Comunque ,ribadisco non sono certo un audiofilo ,ma un grande appassionato e ascolto e suono da sempre  e ritengo di avere 2 buone orecchie.Come ho detto in un'intervento precedente, non sono certo qui a dire che il mio ampli suona meglio di un accuphase o di un Mac,o che dei monitor da 3...4...500 euro la coppia suonano meglio di 2 klipsh ,sia ben chiaro .Dico semplicemente, che mi è sempre piaciuto sperimentare e ,a volte,come potete leggere a pag.3,da un problema o da un errore ,spesso,può nascere un evento inaspettato, in questo caso, da quando molti anni or sono mi sono accorto della notevole dinamicità e presenza dei monitor studio ed ho cominciato ad adattarli ,a volte anche modificando il crossover ecc...ho provato veramente molta soddisfazione e ho anche ottenuto, ad onor del vero, dei risultati inaspettati.Peccato siamo sparsi un po per tutta la penisola, mi piacerebbe davvero farseli sentire dal vivo.MA NON DIMENTICHIAMO CHE,SEMPRE E COMUNQUE, OGNUNO È AUDIOFILO A MODO SUO.Come ho già spiegato in un esempio a pag 3,ho avuto modo di ascoltare impianti assolutamente modesti e molto ben suonanti ,ma anche impianti molto costosi e sonoricamente inferiori ,non solo in casa ,anche in auto,ad esempio io nel furgone ho un impianto montato da me e composto da oggetti tutti rigorosamente di seconda mano ,comprati per poche lire ,che ha come cuore una vecchia autoradio alpine,e vi garantisco che suona da Dio ,

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

Ci sono poi molti fattori ,come abbiamo già avuto modo di dire,che incidono molto sul suono.Le dimensioni del locale,la posizione delle casse ,la sorgente sonora ,che non è mai uguale,ci sono dischi/cd ecc...che hanno una profondità e bassi esagerati, ce ne sono di quelli con certe voci di donna acutissime e secche,stridule ecc...e poi rimane sempre il gusto personale,chi ama i bassi, chi ama i dettagli, chi ama i toni più alti ecc...

Share this post


Link to post
Share on other sites
qzndq3

@Guglielmo 61 Premetto che se piace a te, va bene quello che hai fatto.

Hai modificato un bass reflex in un quasi sospensione pneumatica (forse un aperiodico) e fin qui poco male, ma l'attenuazione del TW realizzata così è di sicuro poco lineare e taglia di brutto dai 3-4KHz in su con una attenuazione crescente in funzione della frequenza.

Visto che ti piace sperimentare, se hai un minimo di dimestichezza con il saldatore, puoi cimentarti con qualche resistenza ad attenuare il TW in modo lineare, senza modificare l'impedenza vista dall'ampli e la risposta del Xover.

Di seguito una tabella di facile comprensione ed il link ad un  calcolatore, hanno in sostanza la stesa funzione, dovrai impostare l'impedenza del TW e l'attenuazione voluta, ti verrà restituito il valore delle due resistenze da mettere una in serie ed una in parallelo al TW.

http://www.claredot.net/it/sez_Audio/rete-attenuazione-a-impedenza-costante.php

AttenuazioneTW.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guglielmo 61

@qzndq3 gentilissimo e molto professionale, grazie,apprezzo molto👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

buongiorno a tutti, avendo aperto questa discussione, mi sembrava giusto farvi sapere che, attraverso ascolti, consigli e recensioni, alla fine ho preso una decisione e un'occasione e ho acquistato delle Dynaudio Contour 30. Che dire??? Favolose! Costruzione impeccabile, laccatura degna di un grande mobiliere, suono entusiasmante, mai affaticante, emozionante, fisico.

Unica leggerissima pecca, rispetto le Proac Response D1 è un suono leggermente meno godibile a bassi volumi. Temo che in questo possa concorrere, tuttavia, anche il mio integrato valvolare. In ogni caso un bilancio generale di cui non potersi lamentare!!!

Grazie a tutti per i preziosi consigli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mla

@Pifa63 congratulazioni per l'acquisto, la parola giusta mi sembra "enjoy"!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

Grazie @mla !!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
centurione

@Pifa63 belle 👍 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bic196060
Il 31/10/2019 Alle 18:03, Guglielmo 61 ha scritto:

.A proposito, LA BESTIA NERA DI TOKYO È ANCORA QUI CON ME È NONOSTANTE GLI ANNI DI ONORATO SERVIZIO È ANCORA IMPECCABILE E IMMACOLATO.UN CARRO ARMATO !!!

20190929_131641.jpg

i sansui di quella serie sono delle eccellenti macchine, complimenti, bello!

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    297573
    Total Topics
    6552527
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy