Jump to content
Melius Club

Petersim

Jbl 4319..che sorpresa ?

Recommended Posts

Cano

@codex spettacolo le 4350  :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Petersim

@BasBass @Cano @eduardo @codex 

Mi sembra che quando ho proposto la stessa domanda, Eduardo abbia espresso una leggera preferenza per le 4315 rispetto alle 4319.

Le altre sono d'accordo che non possano essere paragonate perché, pur essendo vintage, appartengono a categorie credo troppo superiori (4333, 4343, l220, l300 ecc. ecc.).

In quest'ultimo inciso correggetemi se sbaglio perché non le ho mai ascoltate

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex

@Petersim 

Quando sono uscite le 4319 avevano un prezzo decisamente invitante, tanto che un amico negoziante affermo' che a quel livello di costo facevano fuori il 90% della concorrenza...
Le costruivano però in Messico, ed infatti la mia coppia, appena aperti gli scatoli, manifestò un problema: ad un woofer avevano invertito la polarità del cablaggio. Nulla di serio, però ho riso per giorni al pensiero dell'operaio che le aveva montate durante la siesta 😂.

Ritengo che tutta la serie di cui fa parte la 4319 sia da considerare a sé stante, con richiami stilistici ad un passato glorioso ed una indubbia impostazione monitor, ma nulla più.

Correggo un errore: le 4319 sono ancora a catalogo nella serie Jbl Synthesis, quella che culmina, non a caso, con le Everest.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Petersim

@codex scusami non ho compreso. Cosa intendi per 

2 ore fa, codex ha scritto:

tutta la serie di cui fa parte la 4319 sia da considerare a sé stante

le 4307, 4319, 4429, 4365, 4367 ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
BasBass

Forse mi sono espresso male, un po' precipitosamente, chiedo scusa...

Allora, il mio pensiero era: visto che le 4319 vengono vendute nuove con uno street price di circa 3500€, e visto che più o meno con lo stesso prezzo è possibile mettere le mani su diffusori come le 4315 o le L220 (e con qualcosa di più forse anche le 4333 e le 4343), mi chiedevo, ferme restando le corrette considerazioni su volume dei diffusori, collocazione in ambiente, impegno nel pilotaggio etc., come spendereste i vostri soldini.

Ovviamente avendo la possibilità di collocarle sensatamente in ambiente e di poterci "giocare" un po' per farle rendere al meglio...

Io le 4319 le ascoltai qualche anno fa ad una fiera, mi piacquero parecchio ma non mi fecero gridare al miracolo, ma erano anche pilotate da un integrato Harman Kardon... Mi piacerebbe poterle ascoltarle inserite in un sistema che renda loro giustizia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

@BasBass Messa così, con prezzi più o meno equivalenti (ma le 4315 dovrebbero costare meno di 3.500 Euro, e le 4343 un po' di più), sceglierei certamente le 4343.  Che però andrebbero amplificate a dovere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
20 ore fa, codex ha scritto:

C'è stato un momento in cui avevo preso una fissa per le 4350, poi sono rinsavito, purtroppo...

Beato te, a me non è mai passata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex
15 ore fa, Petersim ha scritto:

le 4307, 4319, 4429, 4365, 4367 ?

In origine era così, ed erano distribuite da Kenwood Italia.

Ora sono trattate da Adeo Group, ed unificate nella gamma Jbl Hi End Synthesis ai diffusori di alto prezzo (DD Everest, K, S etc.).

Da quanto ho visto non c'è più la 4365, ora viene proposta solo la 4367, di impostazione diversa (due vie invece di tre).

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex

@AlfonsoD 

Non ho avuto un Waf favorevole...😅

A parte gli scherzi, l'obbligo della biamplificazione con contorno di cross esterno mi ha indotto a cercare altre strade.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo
28 minuti fa, codex ha scritto:

biamplificazione con contorno di cross esterno

Infatti.

Diffusori  di estremo fascino,  ma complicati da gestire a livello di pilotaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
42 minuti fa, codex ha scritto:

A parte gli scherzi, l'obbligo della biamplificazione con contorno di cross esterno mi ha indotto a cercare altre strade.

12 minuti fa, eduardo ha scritto:

Infatti.

Diffusori  di estremo fascino,  ma complicati da gestire a livello di pilotaggio.

be', da questo punto di vista diciamo che per me sarebbe una semplifcazione, visto che il sistema che sto mettendo insieme di vie ne ha quattro e viaggiano tutte col proprio amplificatore, anzi anche col proprio dac.

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex

@eduardo @AlfonsoD 
Ho ascoltato diversi sistemi ad amplificazione multipla, gli unici che davano un risultato corrispondente alle aspettative erano corredati da un cross elettronico esterno.

Tutti gli altri "artifici" spesso non rendevano giustizia alle potenzialità dei diffusori, magari semplicemente per le difficoltà di interfacciamento.
Ovviamente, come sempre, è anche questione di gusti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
35 minuti fa, codex ha scritto:

Ho ascoltato diversi sistemi ad amplificazione multipla, gli unici che davano un risultato corrispondente alle aspettative erano corredati da un cross elettronico esterno.

Questo è il punto principale.

La biamplificazione passiva è solo una complicazione ed i risultati sono assolutamente scarsi rispetto alle necessità hardware.

In tutti i sistemi multiamplificati ho però sempre "sentito" il peggioramento derivante dal crossover elettronico esterno.

E' per questo che sto mettendo insieme un sistema dove il crossover agisce vi software, prima che i file siano convertiti in analogico, dopodiché ogni via viene decodificata dal suo dac (in effetti è un dac ad 8 canali) ed inviata direttamente all'amplificatore specifico per l'altoparlante che deve pilotare, senza interposizione di alcun elemento passivo (altro componente che ho trovato sempre molto "interpretativo").

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

@AlfonsoD Una cosina semplice semplice,  insomma  😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD

@eduardo Mica tanto... ci sto lavorando sopra da un annetto almeno.

Ma per ora tutto con mezzi di fortuna, nulla di definitivo; quando il sistema funzionerà a dovere, ogni amplificatore ed ogni altoparlante sarà di primo livello.

Ma non ci allontaniamo troppo, siamo completamente O.T.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Petersim
3 ore fa, AlfonsoD ha scritto:

Ma non ci allontaniamo troppo, siamo completamente O.T.

Nooooo. Io pensavo solo che tu volessi far esplodere le 4319 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Petersim

@AlfonsoD @eduardo @codex comunque da una settimana sto ascoltando in parallelo le 4319 con Klipsch Fortè 3 e Cornwall 3. Se vi interessa un confronto posso postare qualcosa oppure, se pensate sia più corretto, apro nuova discussione

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
Il 5/10/2019 Alle 13:59, Cano ha scritto:

gli am audio sono ampli senza controreazione, questo finché il diffusore è facile può essere un pregio ma di certo non è una situazione ideale in generale 

Prova a diminuire la polarizzazione come ti hanno suggerito 

Generalmente si cerca l'ampli per i diffusori che piacciono...non i diffusori in base all'ampli 

Controreazione e pilotaggio sono cose diverse. Nessuna relazione tra loro. Non sugli am audio. Gli am pilotano qualsiasi carico, se non ce la fanno loro scordarsi che lo facciano altri se non su carichi impossibili, in pratica su oggetti non definibili diffusori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
7 minuti fa, grisulea ha scritto:

Gli am pilotano qualsiasi carico, se non ce la fanno loro scordarsi che lo facciano altri

Sinceramente non è quello che ho sentito io 

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
Il 5/10/2019 Alle 13:52, Petersim ha scritto:

pensavo che gli am audio potessero pilotare tutto o quasi.

Pensavi bene. Guarda qualsiasi prova su audio review e vedrai che la curva di ccl non curva affatto. Sale diritta a conferma che tutta le tensione disponibile viene erogata sul carico pur se sfasato e basso. Gli a 80 ad esempio su 4 ohm sfasati sparano picchi dinamici di quasi 400 watt per canale senza scomporsi. La controreazione non centra nulla, serve ad altro e se non c'è porta ad una sola controindicazione, basso smorzamento. Gli am comunque usano un sacco di dispositifi finali in parallelo per diminuire la resistenza di uscita. Il loro smorzamento, non paragoanbile ad uno spectral ovviamente proprio perché non controreazionati, è comunque sufficiente a gestire quasi tutti i diffusori in gamma bassa (come smorzamento, il pilotaggio non è un problema). Accortezza va usata proprio nella scelta del diffusore, se il diffusore ha di suo un basso dilagante meglio evitare qualsisi oggetto privo di controreazione, una buona cassa chiusa o un reflex bello "sveglio" vanno comunque bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
4 minuti fa, Cano ha scritto:

Sinceramente non è quello che ho sentito io 

Da cosa lo hai dedotto? Con quali diffusori?

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex
1 ora fa, Petersim ha scritto:

sto ascoltando in parallelo le 4319 con Klipsch Fortè 3 e Cornwall 3

Filosofie diverse... se ti va potresti darci qualche spunto di riflessione, dopotutto è una comparazione delle 4319 con altri sistemi, quindi non mi sembra OT.

Share this post


Link to post
Share on other sites
codex
5 ore fa, AlfonsoD ha scritto:

E' per questo che sto mettendo insieme un sistema dove il crossover agisce vi software, prima che i file siano convertiti in analogico, dopodiché ogni via viene decodificata dal suo dac (in effetti è un dac ad 8 canali) ed inviata direttamente all'amplificatore specifico per l'altoparlante che deve pilotare, senza interposizione di alcun elemento passivo (altro componente che ho trovato sempre molto "interpretativo").

Impostazione interessante, ma vorrai convenire che non è esattamente "plug and play".

Presumo che anche i diffusori siano realizzazioni diy, non ricordo molti quattro vie in commercio, salvo aggiunte esterne (tipicamente sub e stw).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@grisulea hanno basso un po' molle, spinge ma articola poco, provato con atc e altre, come le AE2 

La mancanza di controreazione si sente e li rende critici nella scelta dei diffusori 

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo
2 ore fa, Petersim ha scritto:

sto ascoltando in parallelo le 4319 con Klipsch Fortè 3 e Cornwall 3. Se

Vai tranquillo, sei autorizzato 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Petersim
36 minuti fa, grisulea ha scritto:

Accortezza va usata proprio nella scelta del diffusore, se il diffusore ha di suo un basso dilagante meglio evitare qualsisi oggetto privo di controreazione, una buona cassa chiusa o un reflex bello "sveglio" vanno comunque bene

Fai un esempio di diffusore per i mono B80 per favore che sia aderente a queste caratteristiche, rapportando tali diffusori eventualmente suggeriti (e se le hai ascoltate) alle Jbl 4319 ed alle Fortè 3 e Cornwall 3.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
48 minuti fa, Cano ha scritto:

hanno basso un po' molle,

Smorzamento, non pilotaggio, due cose diverse. Tutti gli ampli poco o per nulla controreazionati corrono il rischio di averlo. Il pilotaggio è una cosa diversa. La cassa può essere facilissima da pilotare ed avere comunque un basso debordante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@grisulea una Atc non ha un basso debordante se la piloti bene 

Quando serve smorzamento e non c'e la cassa e pilotata male 

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
31 minuti fa, Petersim ha scritto:

Fai un esempio di diffusore per i mono B80 per favore che sia aderente a queste caratteristiche, rapportando tali diffusori eventualmente suggeriti (e se le hai ascoltate) alle Jbl 4319 ed alle Fortè 3 e Cornwall 3.

Grazie

Purtroppo non ho mai provato personalmente e quindi poco conosco i diffusori di cui si discute. Ti posso dire che ho pilotato due sub reflex da 300 litri con woofer da 21" con ottimi risultati, sia con gli a 80 che con gli a50 plus s2. Se ascolti in prevalenza classica o jazz immagino un buon risultato. Resta il fatto che un pessimo basso al 90% dipende da un cattivo rapporto diffusori ambiente. Un elevato smorzamente mitiga il problema ma non lo risolve. Oggi i sub sono sotto ampli pro ad alto smorzamente, non noto particolare differenza. Un problema avevo ed il problema ho. Come sempre sarebbe opportuno provare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
12 minuti fa, Cano ha scritto:

Quando serve smorzamento e non c'e la cassa e pilotata male 

Non è pilotata male, è sottosmorzata, mal "controllata". Cosa diversa. Se non usiamo termini corretti e condivisi si rischiano malintesi. Il pilotaggio dipende dalla corrente che l'ampli è in grado di gestire, lo smorzamento e quindi il controllo dipende dalla resistenza di uscita. Gi ampli giap degli anni 80 erano controllatissimi (ultra controreazionati) ma incapaci di pilotare carichi difficili. Gli am sono circa l'opposto. Restano ampli eccellenti se usati a gamma intera. Me come tutto devono piacere.

Direi comunque che con le cornwall potrebbero andare. Mi pare di ricordare un diffusore ben smorzato e con basso non particolarmente esteso. Se così fosse quel po di rotondo degli am potrebbe essere perfetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296206
    Total Topics
    6495423
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy