Jump to content
Melius Club

sonoio

Cavo digitale 75 ohm

Recommended Posts

goldeye

@giannifocus Meglio usare i coassiali... 

Diverso il discorso se parli di quelli in fibra di vetro, anche se io fra 2 Wadia, con il mio attuale impianto, preferisco sempre il MIT coassiale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cesare
3 ore fa, maui_76 ha scritto:

diverso il discorso per l'ottimo 2534 Neglex Quad.

ma questo se non sbaglio non è un coassiale 75 ohm, è un cavo per terminazioni bilanciate

Quindi meglio un normale cavo audio anche per collegare un'uscita digitale al DAC?

Share this post


Link to post
Share on other sites
cesare
7 minuti fa, goldeye ha scritto:

Meglio usare i coassiali... 

sembrerebbe anche a me . A questo proposito il Mogami di maggior qualità dovrebbe essere il 2964, se non sbaglio. Dovrebbe andar meglio del 2497 citato da Maui

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

@goldeye assolutamente uso coax AQ Carbon tra il lettore e il dac

Share this post


Link to post
Share on other sites
cesare

mi sa che ho sbagliato e come costo è esattamente al contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maui_76
4 ore fa, cesare ha scritto:

ma questo se non sbaglio non è un coassiale 75 ohm, è un cavo per terminazioni bilanciate

Sì sì certo, infatti lo usavo per collegare il pre e il finale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Max64

Mi aggancio a questa discussione per una richiesta molto simile.

Dopo oltre dieci anni mi sono finalmente regalato un nuovo acquisto: un DAC Mark Levinson 360S. Spero solo che le mie orecchie siano in grado di apprezzare almeno un po' le sue qualità 😀! Ora devo acquistare un cavo S/PDIF di costo ragionevole per collegarlo al Meridian 506/24 e/o all’OPPO 93.

In prima battuta sarei orientato al prima citato da @Nerodavola62 cavo Canare L-3CFB, che potrei acquistare qui a Roma; eventualmente sul sito francese Audiophonics è anche disponibile la versione L-5CFB che ha un maggior diametro e di conseguenza minor resistività; la prima domanda, più che altro una curiosità, è proprio questa: ha senso orientarsi sul cavo dal diametro maggiore, o questo è utile solo per un utilizzo come cavo video su lunghezze elevate?

Ma la domanda vera è ovviamente un’altra: considerando il “prestigio” del convertitore, vale la pena spendere un po' di più? Anche nel mio caso però il budget è limitato a 150 euro, magari sull’usato. Sempre dopo lettura dei  post precedenti, tra i papabili mi viene in mente il Van Den Hul Digi-Coupler 75 ohm o, leggermente sopra il budget, ma trovandolo usato rientrerei nei limiti, il Nordost Blue Heaven di @alberto75. Forse, con un po’ di pazienza, potrei prima o poi trovare il “suo” Madrigal MCD-2; qualcuno lo ha mai provato?

Come sempre grazie in anticipo dei vostri consigli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
6 minuti fa, Max64 ha scritto:

considerando il “prestigio” del convertitore, vale la pena spendere un po' di più?

Complimenti per il dac

Considerando il prestigio ovviamente si

Considerata la qualità, un qualsiasi cavo spdif non rotto ti da già il massimo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@Max64 Non lesinare troppo... Anche se bisogna provare, hai un dac stellare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Max64

@goldeye Purtroppo il budget al momento è quello. Fra qualche mese si vedrà...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

@giannifocus 

Il 31/10/2019 Alle 14:54, giannifocus ha scritto:

ma di sicuro i cavi ottici sono tutti uguali.

Infatti, anche perché il 99% sono tutti in plastica e non in fibra di vetro come sarebbe meglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Quel dac merita forse più a livello psicologico per stare tranquilli, andrei di prodotti finiti dalle Case produttrici, AQ, Wireworld, VDH, Nordost non sbagli certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@giannifocus MIT Digital Reference si trova intorno ai 200 euro o poco meno.. L'avevo venduto e l'ho ricomprato, unica volta in vita mia. 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Ottimi i Mit avuti qualcuno anch'io.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sav70

@Max64 ho il tuo stesso dac con meccanica ml 31.5,uso un madrigal mcd sbilanciato,porta pazienza e prendi questo,lo trovi tra i 180-220 euro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62

@Max64 trattandosi di segnale digitale dubito (e la mia limitata esperienza al riguardo conferma) che un cavo - ancorchè costoso - possa performare meglio di uno che rispetta i requisiti tecnici richiesti dal protocollo.

Non sono neppure certo che tutti i cavi "blasonati" citati sopra impieghino poi connnettori 75ohm, a differenza di un full Canare.

Comunque riconosco che spendere quello che ...si riesce, talvolta fa stare in pace con la coscienza.

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@Nerodavola62 Non sempre il più costoso è il migliore per il proprio impianto... Come per gli altri cavi bisogna provare. Ho voluto spendere 30 euro per un Belden con connettori bnc Canare, ottimo in relazione al prezzo, ma  è meno trasparente rispetto ad un MIT Digital Reference, che ha anche una gamma bassa più piena, necessaria con le Proac D38. Un pre serie MIT Oracle è ancora più trasparente, ha dettagli più chiari, migliore scena, ma preferisco il fratello minore... Se cambiassi i diffusori chissà... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62

@goldeye Si avevo letto, e non discuto la tua esperienza al riguardo, e concordo con te sulla mancanza di relazione fra prezzo e qualità di un conduttore (se esitesse, al crescere del costo tutti i cavi TOP convergerebbero inevitabilmente verso una prestazione paragonabile; invece - per mia esperienza - non è per nulla così).

Nello specifico io non ho ascoltato un MIT, ma qualche altro cavo digitale si, e non ho rilevato alcuna differenza all'ascolto.

Ma può essere che il mio DAC (i.e. l'ingresso, ove eventuali... magagne vengono oggi facilmente recoverate) non sia particolaremente... sensibile al cavo utilizzato; oppure il mio impianto non sufficientemente rivelatore.

Non escludo anche influenza della mia professione, per cui non riesco a concepire come una trasmisisone "digitale" possa essere ...modificata su specifici paramentri acustici come se si trattasse di una trasmissione analogica con banda estesa.

Ma si sa, la percezione di ognuno di noi è inconsciamente influenzata da qualcosa, sempre... 😉

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@Nerodavola62 Ho voluto provare anche la connessione col cavo in fibra di vetro connettori ST... Suona più etereo del coassiale, considerando il prezzo è un fuoriclasse. L'ho conservato, non si sa mai... 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62

@goldeye concordo al 100%; anch'io tendo a conservare (quasi) tutti i cavi, perché quello che non serve oggi può ritornare prezioso domani !

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Vorrei fare anch’io così e infatti qualche volta mi son visto costretto a ricomprare qualche cavo già avuto che semmai tornava utile col nuovo impianto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Max64

Grazie degli interventi. Mi piace il suggerimento di @ifer per il Neutral Cable, azienda italiana, anche se dubito si possa trovare entro il budget indicato. Mi intriga molto, comunque, anche l’idea di restare in casa Madrigal.

Direi che per ora mi indirizzerò verso il Canare, per poi nelle prossime settimane vedere se si rende disponibile sull’usato uno dei cavi sopra citati. Se poi lo trovassi, e provandolo non sentissi differenze, potrò sempre rivenderlo allo stesso prezzo, o in alternativa tenerlo, spostando il Canare sull’OPPO per l’audio dei blu-ray o sul MySky.

A questo proposito, dato che i cavi pronti tipo quelli citati hanno connettori RCA/RCA, probabilmente mi converrà farmi fare il cavo Canare, che se ho ben capito viene assemblato ad hoc, con terminazioni RCA/BNC, in modo da utilizzare l’ingresso BNC del convertitore e lasciare libero l’ingresso RCA per l’eventuale nuovo cavo.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@Max64 Concordo.. Anch'io ho fatto fare ad hoc un Belden con connettori bnc Canare.. Buone prestazioni, ma ho poi rimontato il MIT😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Max64

@goldeye Una curiosità: il cavo digitale di cui parli è il MIT Digital Reference, quello per capirci che si può vedere nella foto a questo link? O ci sono diverse versioni?

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@Max64 Si proprio questo... Ho anche un Oracle preserie rispetto al definitivo MA, è più definito con una migliore scansione in profondità della scena, ma con l'attuale setup preferisco il Reference. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
STEFANEL

Ho il Mogami 2497 tra l’X40 usato come sorgente e il Dac30 Accuphase , me lo sono assemblato da me con buoni connettori RCA se puo’ essere utile si trova a poco e da me ha scalzato il pur buon QED Reference 40 che costa 10 volte tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
Il 4/11/2019 Alle 12:24, giannifocus ha scritto:

Quel dac merita forse più a livello psicologico per stare tranquilli

Il 4/11/2019 Alle 17:53, Nerodavola62 ha scritto:

Comunque riconosco che spendere quello che ...si riesce, talvolta fa stare in pace con la coscienza

Queste sono le cosa più sensate che ho letto in questo 3d ...

perché dal punto di vista della trasmissione di un segnale digitale,  quello che dice @FabioSabbatini  è l'unica verità vera:  tutto il resto,  sono le solite nostre menate di audiofili,  compreso il fatto assai pericoloso di consigliare un cavo "x" perché sentito in un determinato impianto,  quando poi nel suo sistema magari suona meglio il cavo  "y",  che spesso (guarda un po') costa 1/20esimo ... 😏

Share this post


Link to post
Share on other sites
goldeye

@maxnalesso Mi sarebbe piaciuto  che l'ascolto del Belden fosse come il MIT... Perché psicologicamente ero predisposto... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gorillone

Anch’io ho il Mogami 2964 assemblato dall’utente che ha aperto la Portento audio e sono sempre vissuto tranquillo, poi, a me piace più l’analogico, quindi ... battezzo già che cd e liquida vadano peggio del gira.

Devo dire che il tutto è un po’ freddino, forse è colpa del Dac

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    297308
    Total Topics
    6540812
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy