Jump to content
Melius Club

iBan69

Milano hi-fidelity - 5 e 6 Ottobre 2019

Recommended Posts

nexus6
6 minuti fa, crosby ha scritto:

@nexus6 non è pitti uomo... è milano hifi

ci sono vie di mezzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
nexus6

MARCUSMELIUS

...si tratta di pura e semplice mancanza di idee.

Estelon: un buon esempio di sana modernità

image.thumb.png.622deb38610e1537a455897b80244c26.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
Superciuk
3 ore fa, iBan69 ha scritto:

Guardando quel video è ripensando alla manifestazione, mi sorge una domanda che rivolgo a voi tutti: 

ma, abbiamo veramente bisogno di tutta questa offerta di prodotti hifi? 

Per prodotti, intendo non solo sorgenti, amplificazione e diffusori, ma anche tutta quall’accessoristica nata attorno a questo hobby.

Pur rispettando la libera imprenditorialità, pur propenso alle innovazioni tecnologiche, e curioso di nuove invenzioni,  mi chiedo se l’offerta abbia superato di gran lunga la richiesta e il ricambio di un impianto sia effettivamente una necessità o una forzatura dettata dall’offerta e dal marketing (in cui inserisco le riviste del settore), nuovi prodotti che a guardar bene così nuovi/innovativi, spesso non sono.

Che fautore di questa presunta necessità o desiderio, siamo in primis noi stessi, non vi è alcun dubbio, perché sappiamo bene che in quest’hobby, la componente suggestiva soggettiva, comanda i nostri desideri ludici. 

Questo lo sanno bene costruttori, distributori e rivenditori, e fanno leva su questo per stuzzicare i nostri desideri per trasformare tutto questo in un bisogno.

Ma razionalizzando il tutto, mi sembra che questo ambiente sia ripiegato su se stesso, dove il bacino di utenti  si stia riducendo sempre più, in quanto venuto a mancare da tempo, l’afflusso di nuova acqua fresca, in quel bacino.

E allora ci ritroviamo alle fiere, sempre noi, con sempre loro, a comprarci e a venderci oggetti che non ci cambieranno certo la vita audiofila, anche se noi ci speriamo sempre.

Come dico sempre ... l’importante è esserne consci ... poi, ognuno faccia ciò che si spera lo renda felice.

Roberto

Già 40 anni fa c'era il detersivo che lavava "più bianco che più bianco non si può"...... eppure... e le massaie rifiutavano 2 fustini del nuovo detersivo al posto di quello che lava più bianco che...  Purtroppo non mi hanno mai offerto 2 mono al posto di uno stereo...

Aloha

Mattia

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

@nexus6 i duffosori sono bruttini non bruttissimi ma il divano non si può guardare, ci si può stare seduti giusto il tempo d'attesa perché il dottore ti chiami in studio

Share this post


Link to post
Share on other sites
MARCUSMELIUS

@nexus6 Se le idee sono  un paio di  aspirapoveri in una cella frigorifera direi che ormai siamo al ridicolo e alla più totale mancanza di gusto e consapevolezza .

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

image.png.229255eabd4bc20edca53bed62f74e13.png

uguaglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
MARCUSMELIUS

@crosby Ma allora non sono neanche moderni!!!!! Hanno copiato in maniera vergognosa dagli anni 70...sempre li si va a finire...la decade immortale!!! 😱

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

image.png.b0822ad181f633ac443e66acfb721f35.png

ti passo questi che sono bruttini ma originali, e suonano a mio parere bene

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabbe

@crosby quoto pienamente

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina
4 ore fa, iBan69 ha scritto:

Guardando quel video è ripensando alla manifestazione, mi sorge una domanda che rivolgo a voi tutti: 

ma, abbiamo veramente bisogno di tutta questa offerta di prodotti hifi? 

Per prodotti, intendo non solo sorgenti, amplificazione e diffusori, ma anche tutta quall’accessoristica nata attorno a questo hobby.

Pur rispettando la libera imprenditorialità, pur propenso alle innovazioni tecnologiche, e curioso di nuove invenzioni,  mi chiedo se l’offerta abbia superato di gran lunga la richiesta e il ricambio di un impianto sia effettivamente una necessità o una forzatura dettata dall’offerta e dal marketing (in cui inserisco le riviste del settore), nuovi prodotti che a guardar bene così nuovi/innovativi, spesso non sono.

Che fautore di questa presunta necessità o desiderio, siamo in primis noi stessi, non vi è alcun dubbio, perché sappiamo bene che in quest’hobby, la componente suggestiva soggettiva, comanda i nostri desideri ludici. 

Questo lo sanno bene costruttori, distributori e rivenditori, e fanno leva su questo per stuzzicare i nostri desideri per trasformare tutto questo in un bisogno.

Ma razionalizzando il tutto, mi sembra che questo ambiente sia ripiegato su se stesso, dove il bacino di utenti  si stia riducendo sempre più, in quanto venuto a mancare da tempo, l’afflusso di nuova acqua fresca, in quel bacino.

E allora ci ritroviamo alle fiere, sempre noi, con sempre loro, a comprarci e a venderci oggetti che non ci cambieranno certo la vita audiofila, anche se noi ci speriamo sempre.

Come dico sempre ... l’importante è esserne consci ... poi, ognuno faccia ciò che si spera lo renda felice.

Roberto

analisi coerente e che lascia una nota malinconica. condivido .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@MARCUSMELIUS a gusto mio bei mobili,inseribili facilmente in molte abitazioni. 

...ma queste linee non sono certo una novità,gli artigiani della bassa veronese li hanno in esposizione da parecchi anni.

PS: a me le Estelon piacciono ma sono fuori budget. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

Noi appassionati siamo i primi ad essere c@@@@@@i.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alfa71omega

Entro nella chat anche io per dire la mia personale. Non so se è perché ho visto Roma e Monaco, ma quest'anno mi è sembrata molto sottotono. E' per me la terza volta a Milano. Due sistemi mi sono piaciuti particolarmente: Klipsch + Mc e quello con le ProAc ma non ricordo la catena. Anche le Estelon mi sono piaciute. Essendo un patito del brand Klipsch, e possedendo le Forte III, devo dire che le vere farfalle le ho sentite su quell'impianto... peraltro tutta musica che mi calza a pennello. Per il resto, non me ne vogliate, non l'ho trovato particolarmente "elettrizzante". Ricordo lo scorso anno nella saletta al piano terra dietro al bar, una gran bella sessione di ascolto con le Harbeth 40.2 e Rega.. tanta roba. AL primo piano poi a destra delle scale c'era il solito impianto ma forse con una diversa amplificazione che mandava ogni tanto i Floyd e non suonava male pur con casse dalle dimensioni esagerate. Mah... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone
49 minuti fa, MARCUSMELIUS ha scritto:

Se poi si vuole seguire le mode almeno lo si faccia con quelle migliori che si rifanno,ovviamente,al passato:

(sbaglio o il mobile si rifà alle Cornwall...?)

https://interiorsgallery.it/finalmente-un-nuovo-stile-ecco-il-rustico-moderno/    

A pare si rifaccia paro paro certi mobili per raccogliotori e rinfuse delle mie elementari (anni '70), solamente non sono in formica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pippo63

@alfa71omega probabilmente Proac le hai sentite con Pass Int-25,anche a me comunque ha colpito molto quello che usciva dalle Cornwall,secondo te che le possiedi quali differenze tra queste e le Forte?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gimmetto

@networkcode Analisi impeccabile👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
alfa71omega

@pippo63 Io ho le Forte III non le Cornwall. Però ti posso dire che l'estensione in basso è maggiore e più precisa. L'idea è che siano delle Forte pompate, dove con pompato intendo più dettaglio e più vigore nell'erogazione. Sono curioso di sentire le nuove Cornwall con midrange nuovo. Quest'impianto è forse quello più riuscito della fiera, quantomeno più omogeneo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pippo63

@alfa71omega si scusa mi sono spiegato male ma avevo capito che avevi le forte,vedrò di farmi un giro a Gallarate dal bravo espositore per sentirmele meglio(le Cornwall)

Share this post


Link to post
Share on other sites
alfa71omega

@pippo63 se hai spazio per le Cornwall prova a sentire direttamente le Horn. E' un esperienza che trascende le altre Klipsch. Io ci rimasi di sasso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
alfa71omega

@MARCUSMELIUS Le forte le ho, le JBL suonano veramente bene (sentite a Roma), simili ma non uguali alle mie. Le Warfedale non le ho mai sentite.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

@networkcode   tempo fa lo "  stereo " era di moda ma faceva polvere nelle sale di molti di noi.

Poi se ci basta la tua analisi può darsi .. a me no ... la temperatura all'interno di un frigor la misuri e basta - una singola funzione molto semplice

un circuito di un fluido termovettore , un compressore, una valvola di laminazione isoentalpica, uno scambiatore - un altro conto passare da dati digitali ( o meccanicamente discreti) a corrente elettrica, da amplificare e da trasformare poi in energia meccanica e poi acustica :

quindi tecnologia digitale + equazioni di maxwell + equazioni d'onda di helmoltz + equazioni di navier stokes per la meccanica dei fluidi

Mi rimetto l'anello al naso 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@networkcode io penso che, semplificando il più possibile, la questione non sia tanto tra ieri e oggi, tra stereo e frigorifero ... ma, tra chi usa l’impianto per ascoltare musica, e chi usa la musica per ascoltare l’impianto!
La differenza è sottile, ma fondamentalmente, nell’approccio a questo hobby. Ovviamente, uno non esclude l’altro. La fiera dell’hifi, è l’apoteosi del secondo modo di vivere l’Alta Fedeltà, dove ci si va ad ascoltare impianti. Non vi è nulla di male in questo ... basta non esagerare, altrimenti vi è una distorsione del principio mezzo/fine. 
Probabilmente, il giusto approccio, sta a metà. 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

Con le "Forze" oggigiorno disponibili ..in ambito  elettronico ed elettroacustico, un Sistema di riproduzione che " Non suona" ..Non è comprensibile se Non Analizzando ..nei meandri della propria mente e\o dell acustica della propria stanza!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

L' acustica della propria stanza e' sempre almeno buona. Sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

Comunque sino a quando e ora sempre di piu' ci perde nell' estetica e nelle finiture hanno ragione i produttori. Costi/prezzi compresi. Poi basta non lamentarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
imaginator

Lo scopo ultimo dell’hifi non è banalmente quello di riprodurre musica ma quello di creare un emozione nel riprodurre musica, Il feeling , il trasporto nell’ascolto di un brano che potenzialmente un impianto hifi può ricreare è qualcosa che tendenzialmente sarebbe sentito e riconosciuto da qualsiasi appassionato di musica, che abbia un minimo di dimestichezza con ascolti dal vivo, ma anche un sentimento strettamente personale dato dalla preparazione in materia, dal proprio trascorso e dalla propria sensibilità.  Se la vediamo  (e la sentiamo) sotto questo aspetto più l’impianto è di livello più riuscirà in questo scopo. Il problema è che alcuni (ultimamente molti) di noi appassionati per formazione o percorso lavorativo sono focalizzati solo sul lato tecnico della questione e perdono di vista o ignorano quasi totalmente il lato emozionale (che forse sotto sotto non è quello che li ha portati a praticare questo hobby) che è il motivo principale , a mio avviso,  per cui valga la pena investire in hifi. A quel punto basta poco più di un compattone,  ammettiamolo, tanto la musica si sente lo stesso e piuttosto bene.

Sta ad ognuno di noi paragonare o meno l’impianto ad un frigorifero un tostapane o a qualcosa che va oltre, senza per questo pretendere che il nostro pensiero sia per forza condiviso da ogni appassionato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
25 minuti fa, GianGastone ha scritto:

L' acustica della propria stanza e' sempre almeno buona.

Per fare i " tortelli"!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296206
    Total Topics
    6495390
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy