Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
bost

cronaca e costume Rubio e la tragedia dei poliziotti a Trieste

Recommended Posts

piergiorgio
24 minutes ago, zoso said:

Bravo ... bene ... bis ...tris ...

meglio due poliziotti morti che due delinquenti bendati e/o ammanettati, quindi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
zoso
14 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

meglio due poliziotti morti che due delinquenti bendati e/o ammanettati, quindi.

Non cambiare le carte in tavola. Leggi bene il mio post 54. Ho risposto alla frase di Max67 << ... avrebbero giustamente freddato sul posto ... >>. Non parla di bendaggio e amanettamenti.

Se poi tu sei d'accordo che chiunque commetta un qualsiasi reato debba essere freddato sul posto allora a te dedico questo film

Share this post


Link to post
Share on other sites
claudiofera

Chi diavolo avrebbe mai detto : "meglio due poliziotti morti"?..E' falso!!!!  Proprio a causa di questa retorica ( integrata da decenni di porti delle nebbie ) staremo tutti peggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni
22 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

Il punto è che il problema non è di soddisfare l’opinione pubblica ma quello di risolvere l’eventuale problema, se di problema si può parlare, l’opinione pubblica al riguardo è un problema è non la soluzione.

Ho come l'impressione che se l'opinione pubblica non se ne interessa (al netto dei modi discutibili), tutto passa di fanteria, come per il carabiniere di Roma. In fondo l'impressione è come fosse normale o fato che si vada ad eseguire un arresto disarmati, o che ci si faccia disarmare in una caserma. Non so chi siano i due fratelli ladri di motociclette, ma a occhio non mi sembrano Jason Bourne.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
1 ora fa, 31canzoni ha scritto:

Rubio, ha messo il dito nella piaga

Nessuna organizzazione e' perfetta, nessuna persona per quanto ben addestrata agisce sempre nella maniera corretta,  nessuna attrezzatura funziona sempre come previsto.

Ogni anni in Italia la Polizia di stato arresta circa 5700 persone. E' il momento piu' critico: il delinquente sta per essere arrestato,  e' un delinquente con poco da perdere. 

Dal 2000 al 2019 (oggi) poliziotti morti durante azioni, traduzioni in questura, inseguimenti (quindi inclusi incidenti, causa piuttosto frequente) sono una quindicina.

(Quello che stupisce e' che i delinquenti morti siano la metà, ma si sa il delinquente ha spesso l'effeto sorpresa dalla sua parte)

Non sono numeri da epidemia, quello che colpisce e' (ovviamente) il fatto che due episodi siano accaduti a distanza ravvicinata

Sull'impreparazione dico che i poliziotti vittime non erano pivelli, in generale i poliziotti non sono pivelli e se ci fosse veramente tutta questa approssimazione credo proprio che nei 5700 arresti annui ne andrebbero al creatore parecchi e non (mediamente ) meno di uno all'anno.

Speriamo che il prossimo episodio sia cosi' lontano nel futuro da far tendere il dato verso lo zero.

Sicuramente maggiore preparazione puo' giovare, maggiori attrezzature possono giovare forse anche maggiore libertà di manovra per tenere a bada il soggetto senza avere provvedimenti disciplinari, richieste danni e processi, potrebbe aiutare.

Non voglio il poliziotto sceriffo ma neanche quello timoroso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni

@stefanino bon. Il problema paventato non c'è. Una fatalità. Meglio così se siamo nel fisiologico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2
2 ore fa, maurodg65 ha scritto:

l’opinione pubblica al riguardo è un problema è non la soluzione.

a te onestamente ti vedrei bene inserito nella società nord coreana o direttamente cinese

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
2 ore fa, piergiorgio ha scritto:

meglio due poliziotti morti

TIC 

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

@appecundria secondo qualcuno è così, evidentemente.

2 hours ago, zoso said:

Bravo ... bene ... bis ...tris ...

meglio due poliziotti morti che due delinquenti bendati e/o ammanettati, quindi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
2 hours ago, 31canzoni said:

In fondo l'impressione è come fosse normale o fato che si vada ad eseguire un arresto disarmati

secondo qualcuno è quello che si deve fare.

chi era quella pseudo-carica istituzionale che voleva far fare corsi di bon ton alle forze dell'ordine, contrari ai taser, ecc.ecc. ? 

ah già ma sono bufale da facebook, come la tassa sulle merendine

Share this post


Link to post
Share on other sites
zoso

@piergiorgio secondo qualcuno è così, evidentemente. 

32 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

meglio due poliziotti morti che due delinquenti bendati e/o ammanettati, quindi.

Ancora mi tiri in ballo con questa frase ? E' solo una distorsione di quello che ho evidenziato nel post 54. Piuttosto entra nel merito e rispondimi al mio post 62. Altrimenti TACI e non inventarti cose che non ho mai scritto, evidenziato e nemmeno pensato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

non so, ho fatto il reply ad appecundria ed è rimasto questo reply; a volte mi rimane impostata una risposta nel reply anche dopo aver postato, che non riesco più a cancellare nè coi tasti appositi nè col tasto dx del mouse.

calmati un attimino, per favore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
58 minuti fa, audio2 ha scritto:

a te onestamente ti vedrei bene inserito nella società nord coreana o direttamente cinese

Il problema italiano è che siamo agli antipodi di quella visione del mondo, riteniamo che personalmente ci debba essere concesso tutto, ovviamente pretendiamo il rispetto assoluto della legge da parte di tutti gli altri e su questo diventiamo integralisti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
21 minuti fa, piergiorgio ha scritto:

a volte mi rimane impostata una risposta nel reply anche dopo aver postato

Quando apri un messaggio, clicca su "Pulisci l'editor".

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
1 ora fa, piergiorgio ha scritto:

meglio due poliziotti morti che due delinquenti bendati e/o ammanettati, quindi.

Lo ha spiegato appecundria in un precedente post, a Trieste un fratello ha convinto l’altro ad autodenunciarsi per un reato, il furto di un motorino, lo ha accompagnato in questura e poi il fratello ladro è uscito di testa ed ha fatto ciò che ha fatto, ora senza inventarsi dinamiche, ad oggi ai più sconosciute, può essere comprensibile che di fronte ad un criminale che si è autodenunciato il livello di attenzione degli agenti fosse ridotto.

Ad essere indagato è solo colui che ha sparato, non l’altro fratello.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauriziox60

Il livello di attenzione in un posto di polizia non dovrebbe mai essere così basso da permettere che qualcuno possa sfilare una pistola di un agente e ammazzarne due. Qualcosa non ha funzionato ed è allarmante che sia avvenuto in quel luogo e con quella dinamica. Le FF.OO. sono chiamate a un compito nevralgico, importante per la tenuta sociale ed estremamente pericoloso. Le critiche servono a non piangere ulteriori morti, non a sminuirne le figure. 

Quei due poveretti potevano essere tutelati meglio nell'esercizio delle loro funzioni? se penso che la risposta possa essere affermativa, ci sta che scatti la critica dura. Proprio perché due persone ci sono rimaste!

Share this post


Link to post
Share on other sites
maximo

Vi sfugge un piccolo particolare... Il delinquente possiede quella che a Napoli si definisce cazzimma

Cos'è la cazzimma, per i non Napoletani:

Cazzimma è un’espressione napoletana, diffusa soprattutto nel lessico giovanile campano e utilizzata, secondo il Dizionario storico dei gerghi italiani (Milano, Mondadori, 1991, p. 89) di Ernesto Ferrero, per indicare un insieme e un intreccio di atteggiamenti negativi: "autorità, malvagità, avarizia, pignoleria, grettezza". Una tale definizione è certamente troppo generica, tuttavia il dizionario di Ferrero ha il merito di fornire una rara testimonianza lessicografica della voce cazzimma che, invece, non è registrata dai maggiori dizionari dialettali napoletani, i quali potrebbero averla tabuizzata perché sentita come volgare.

Una definizione più precisa di cazzimma ci è data però dal noto cantautore partenopeo Pino Daniele, cui dobbiamo, tra l’altro, una delle prime attestazioni di questa parola nella sua canzone manifesto A me me piace ’o blues (contenuta in un album del 1980), dove dichiara in modo provocatorio: «tengo a cazzimma e faccio tutto quello che mi va». A chi gli chiede che cosa sia la cazzimma, Pino Daniele risponde così:

Già, “’a cazzimma”. Chi non è napoletano e non ha mai avuto modo di sentire questo termine, si chiederà giustamente di che si tratti. Ebbe’, “cazzimma” è un neologismo dialettale molto in voga negli ultimi tempi. Designa la furbizia accentuata, la pratica costante di attingere acqua per il proprio mulino, in qualunque momento e situazione, magari anche sfruttando i propri amici più intimi, i propri parenti [...]. È l’attitudine a cercare e trovare, d’istinto, sempre e comunque, il proprio tornaconto, dai grandi affari o business fino alle schermaglie meschine per chi deve pagare il pranzo o il caffè (P. Daniele, Storie e poesie di un mascalzone latino, Napoli, Pironti, 1994, pp. 52-53).

In effetti la cazzimma è innanzitutto la 'furbizia opportunistica', e colui che tiene la cazzimma è propriamente un individuo furbo, scaltro, sicuro di sé, è il dritto che sa cavarsela, anche se ciò comporta scavalcare gli altri. Ma il termine copre uno spettro di significati o, per meglio dire, di atteggiamenti ben più ampio. La cazzimma può infatti indicare anche semplicemente la 'cattiveria gratuita', come spiega, in un suo sketch, il comico napoletano Alessandro Siani, il quale, a un ipotetico milanese che gli chiede: "Cos’è la cazzimma?", risponde così: "Nun t’o bboglio ricere, chest’è ’a cazzimma!", cioè "non te lo voglio dire, questa è la cazzimma!". Inoltre, i blog della rete ci forniscono alcuni esempi dell’uso di cazzimma con una connotazione quasi positiva per indicare una sorta di 'atteggiamento grintoso, risoluto'. In un blog per calciofili, ad esempio, un tifoso pretende che i giocatori della sua squadra del cuore tirino fuori la cazzimma: "Quella cazzimma ignorante, da gente vera, che non ha paura di nulla e di nessuno, che affronta la sfida con determinazione".

Circa l’origine del termine, va notato che esso non sembra essere un neologismo degli anni ’80, come vuole il cantante Pino Daniele, e, secondo Renato De Falco, sarebbe nato nel linguaggio studentesco-adolescenziale napoletano alla fine degli anni ’50 (R. De Falco, Alfabeto napoletano, Napoli, Colonnese, 1994, pp. 34-35). Ma se le accezioni di cazzimma fin qui segnalate sono senz’altro della seconda metà del Novecento, è probabile che la parola esistesse già prima nel dialetto partenopeo, seppur con un altro significato. Il lessico giovanile napoletano, infatti, è spesso ripreso dal dialetto, anche se le voci dialettali nel passaggio al gergo conoscono notevoli mutamenti semantici. Tra i giovani campani sono molto diffuse, ad esempio, parole come pariare 'divertirsi' o chiattillo 'figlio di papà', che, tuttavia, in queste accezioni sono neologismi novecenteschi, poiché i significati dialettali originari di pariare e chiattillo sono rispettivamente quello di 'digerire' e di 'piattola, parassita'.

Per quanto riguarda l’etimologia di cazzimma, essa risulta abbastanza evidente, va cioè collegata al nome dell’organo sessuale maschile + il suffisso napoletano -imma. Tale suffisso proviene, come il corrispettivo italiano -ime, dal latino -īmen, originariamente legato ai verbi in -ire (munimen, fulcimen), ma che nel momento in cui si è legato ai nomi ha iniziato a esprimere un’idea collettiva piuttosto che un concetto astratto. Ma se il toscano -ime si riscontra in un numero limitato di sostantivi maschili deverbali e denominali relativi soprattutto alla terminologia agricola (come concime, mangime, lettime, guaime), il napoletano -imma risulta tuttora molto produttivo e, inoltre, ha assunto accanto a una connotazione collettiva anche una dispregiativa, dando origine a vari termini di genere femminile; qualche esempio: rattimma 'eccessiva libidine espressa attraverso parole o gesti', scazzimma 'secrezione cisposa', sfaccimma 'liquido seminale', sodimma 'sudore copioso', zuzzimma 'sporcizia'.

In ogni caso resta opaco il senso letterale di cazzimma che, forse, in origine indicava una 'secrezione fisiologica' come l’affine scazzimma 'secrezione cisposa'. Per il passaggio semantico si veda il caso di sfaccimma che da 'liquido seminale' è passato ad indicare 'la feccia, il peggio' e nel corso del Novecento anche una 'persona furba e intraprendente'. D’altra parte dalla stessa base etimologica di cazzimma hanno avuto luogo, in italiano come nei dialetti, tante forme e vari significati figurati, come, ad esempio, l’italiano cazzuto 'furbo' ma anche 'grintoso, aggressivo', il napoletano (che è poi entrato in italiano) cazziare 'rimproverare', o ancora il milanese cazzoeur 'persona di malaffare' (adoperato dal Porta).

In conclusione: cazzimma è un termine dialettale napoletano che, da un probabile precedente significato letterale di ambito fisiologico, a partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso è passato ad indicare, per traslato, un atteggiamento opportunistico o prevaricante, sempre e comunque mirato a danneggiare, a coartare o a sopraffare gli altri. Il successo e la diffusione di questo dialettismo (e dei suoi derivati, come cazzimmeria e cazzimmuso) nell’italiano regionale della Campania (e forse di qualche regione vicina), anche in opere di carattere artistico e letterario, è stato senz’altro favorito dal fatto che in italiano non esiste un sinonimo esatto e univoco di cazzimma. Ma se la parola resta senza dubbio un regionalismo, il significato che trasmette è, come fa notare ancora Pino Daniele, fin troppo comune "in una società come la nostra, dove certe volte il diritto diventa un optional e anche se non sai fare niente, puoi andare avanti con la cazzimma

I poliziotti, spesso, non ce l'hanno, salvo casi particolarissimi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
camaro71

se i 2 soggetti fossero stati ammanettati o almeno immobilizzati con le fascette non sarebbe successo nulla, ma basta vedere il polverone sollevatosi a luglio in occasione dell uccisione del carabiniere e le foto dei 2 americani ammanettati e incappucciati e tutti a tracciarsi le vesti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
1 ora fa, 31canzoni ha scritto:

Il problema paventato non c'è. Una fatalità. Meglio così se siamo nel fisiologico.

la fatalità deve comunque essere oggetto di analisi accurate perche' e' solo cosi' che il dato cosiddetto fisiologico cambia.

.

A fine 800 su 1000 nati vivi il 33% moriva in tenera età. Era il dato fisiologico di allora 

Oggi siamo sotto lo 0,4% e questo e' il dato fisiologico di oggi.

Quando accade si lavora per capire e vedere come evitare o cosa migliorare perche' il dato fisiologico tenda verso lo zero.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
claudiofera

Ma cosa vorresti ammanettare oppure incappucciare..facciamo una guantanamo in ogni commissariato,e la risolviamo cosi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
3 ore fa, stefanino ha scritto:

Sicuramente maggiore preparazione puo' giovare, maggiori attrezzature possono giovare forse anche maggiore libertà di manovra per tenere a bada il soggetto senza avere provvedimenti disciplinari, richieste danni e processi, potrebbe aiutare.

Telecamere nei commissariati, nelle questure e nelle caserme? Ho sentito al TG che non ci sono in posti come quelli e un po' mi ha sorpreso. Se ci fossero state, visto che l'assassino sembra non voglia collaborare, probabilmente le indagini sarebbero già chiuse.

Sono posti "delicati" lo capisco, ma a mio parere sarebbe meglio metterle.

Share this post


Link to post
Share on other sites
zoso
36 minuti fa, camaro71 ha scritto:

se i 2 soggetti fossero stati ammanettati o almeno immobilizzati con le fascette non sarebbe successo nulla

E' uno solo che ha rubato il motorino, poi portato in questura dove poi ha sparato. Il fratello non c'entra nulla con tutto questo. Si è limitato a seguire in Questura la volante con a bordo il fratello. Appena ha sentito gli spari si è rifugiato in un ufficio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivantaggi78

Ma davvero ci stiamo preoccupando di quello che dice un coatto che in tv si strafoca??   

Le nostre forze dell’ordine sono fra le migliori del continente, altro che male addestrati!!!
Certezza della pena!!! È quello che manca!!! Perché se ladri, assassini, spacciatori ecc...tornano liberi dopo pochi giorni a che caz...serve il pregevole lavoro di polizia e carabinieri?? A niente!!! Garantisti di un bel piffero!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivantaggi78

@zoso è solo uno che ha ucciso due persone per di più deputate alla nostra sicurezza, che vuoi che sia!! 
 

leggo davvero cose deliranti, inenarrabili!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
camaro71

@zoso non cambia il succo del mio discorso

Share this post


Link to post
Share on other sites
zoso
2 minuti fa, ivantaggi78 ha scritto:

Certezza della pena!!! È quello che manca!!! Perché se ladri, assassini, spacciatori ecc...tornano liberi dopo pochi giorni a che caz...serve il pregevole lavoro di polizia e carabinieri?? A niente!!! Garantisti di un bel piffero!!!

Scusa, ma cosa c'entra la Certezza della pena (di cui siamo tutti d'accordo) con l'argomento del 3d che tratta della dinamica dell'incidente ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
zoso
3 minuti fa, ivantaggi78 ha scritto:

 è solo uno che ha ucciso due persone per di più deputate alla nostra sicurezza, che vuoi che sia!! 
leggo davvero cose deliranti, inenarrabili!!!

Ho solo precisato per dovere di cronaca che si tratta di una sola persona e non due. Ma le leggete le notizie prima di postare? Un minimo di precisione nel riportare i fatti non è reato. Poi è OVVIO che il contenuto non cambia.        

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivantaggi78
5 minuti fa, zoso ha scritto:

siamo tutti d'accordo


siam tutti d’accordo eppure non accade, perché allora?? 
Il problema è pertinente, molto pertinente perché se davvero ci fosse un sistema che garantisse questo la grande maggioranza dei delinquenti non sarebbe a piede libero...e ciò di cui parliamo non sarebbe mai successo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2
1 ora fa, maximo ha scritto:

"autorità, malvagità, avarizia, pignoleria, grettezza"

praticamente le caratteristiche base di un politico sui generis.

Share this post


Link to post
Share on other sites
zoso
7 minuti fa, camaro71 ha scritto:

non cambia il succo del mio discorso

Certamente che non cambia il succo di...  pompelmo. Ma provare a essere un poco precisi ogni tanto ... fa così schifo? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    296206
    Total Topics
    6495440
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy