Jump to content
Melius Club

wow

politica ed economia Italia Spaccata

Recommended Posts

wow

Prendetevi un'oretta di tempo libero e guardatevi questa puntata di Presa Diretta. 

https://www.raiplay.it/video/2019/10/Presa-Diretta---Italia-spaccata-2ad778a3-bd38-437e-8c20-2b09e006bf68.html

Si supera il luogo comune, si parla di realtà sconosciute e si va sul propositivo. 

Poi se vi va ne parliamo. 

(ottima impressione il ministro Provenzano) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale SantoiemmaGiacoia

@wow molto interesante anche la seconda parte ove spiega cosa sia il CRISPR.

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

ne ho visto un pezzo alla tv. Certo che se il sud fosse in mano allo stato e non alla mafia veramente saremo la nazione più forte d'europa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

E anche iacona si è gabanellizzato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
19 ore fa, crosby ha scritto:

se il sud fosse in mano allo stato e non alla mafia

Oggi c'è qualche differenza? 👿

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder
Il 10/10/2019 Alle 14:49, crosby ha scritto:

Certo che se il sud fosse in mano allo stato e non alla mafia ...

Che fai ... sfotti??

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
7 ore fa, buranide ha scritto:

Oggi c'è qualche differenza?

mah io ho due amici poliziotti (marito e moglie) diversamente settentrionali

Questi la prima cosa che hanno fatto una volta in servizio e' stato chiedere il trasferimento al nord.

Ho l'impressione che una qualche differenza ci sia

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow

Avete  visto il programma?

Possiamo parlare di quello oppure siamo condannati alla conntinua celebrazione delle magnifiche sorti e progressive del nord (possibilmente est) Italia e alla condanna perpetua della diversamente Italia mafiosa, omertosa e nullafacente? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
54 minuti fa, stefanino ha scritto:

Ho l'impressione che una qualche differenza ci sia

Io non parlavo di differenze (evidenti) tra nord e sud, ma di 'differenze' (meno evidenti) tra stato e mafia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
Il 10/10/2019 Alle 14:49, crosby ha scritto:

se il sud fosse in mano allo stato e non alla mafia

è in mano alla seconda per volontà del primo (entitá che poi spesso non sono piú facilmente distinguibili tra loro, purtroppo)

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
1 ora fa, floyder ha scritto:

Che fai ... sfotti??

Piú che altro banalizza, non pensando che la criminalitá organizzata è comunque ben radicata anche al nord...

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

sono argomenti difficili da affrontare attraverso un forum, io non intendevo sfottere nessuno sia chiaro, quello che ho detto nasce da una piccola considerazione che ho fatto: quando avvii una piccola realtà produttiva e sei costretto a dover pagare il racket per non subire attentati mi dite chi si prende questa briga o preferisce andare altrove a lavorare o scegliere la via del posto di stato?

le nostre coste sono un patrimonio ma per buona parte non sn attrezzate per il turismo, come mai? il clima favorirebbe tursimo 6mesi all'anno. non ci sono imprenditori al sud?

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
56 minuti fa, crosby ha scritto:

il clima favorirebbe tursimo 6mesi all'anno.

Il clima al sud permette turismo 12 mesi all'anno, ma senza servizi e infrastrutture non vai da nessuna parte, poi mettici il cancro della criminalità organizzata ed ecco che hai terra bruciata... e non solo nel turismo, per restare nel nostro ambito, come mai un'azienda come Axiomedia nata a Palermo dopo qualche anno ha trasferito la sede a Milano? Il titolare ha sposato una milanese o è rimasto folgorato dalla cassoeula?😈

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

@buranide appunto,  io cosa sto dicendo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
12 minuti fa, crosby ha scritto:

appunto,  io cosa sto dicendo?

E' indubbio che il sud ha una 'zavorra' pesantissima, ma l'ignavia e credo anche la complicitá di elementi dello stato ha fatto sí che la 'zavorra' abbia invaso anche il resto del paese, dove si presenta in forme 'mimetizzate' ma altrettanto pericolose, vedi industria dei rifiuti tossici ad esempio. Si, purtroppo è un argomento difficile da affrontare su un forum...

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

@buranide infatti il sud è in mano alla mafia perché lo stato o è colluso o è indifferente o è spaventato, cioè i singoli individui temono per la loro incolumità e delle loro famiglie. forse così è più completo. Il problema delle mafie è presente anche al nord ovviamente ma i risultati delle due italie (spaccate) sono evidenti. poi spiegatemelo voi il perché. Vorrei capire perché dal veneto fino all'abruzzo le coste sono attrezzate e  in puglia iniziano a esserlo meno. non parliamo poi di calabria e sicilia, 

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
1 minuto fa, crosby ha scritto:

è colluso o è indifferente o è spaventato,

piu che colluso direi coincidente... se non 'coincidi' ti fanno fuori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

@buranide dillo come vuoi, colluso perché ci guadagna ci fa affari con

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
1 minuto fa, crosby ha scritto:

ci fa affari con

fanno affari con loro stessi, in quanto componenti di cosche e quant'altro, un pó come il celeste che i soldi pubblici li usava come se fossero suo patrimonio personale (a proposito di 'mafie nordiche')

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Il programma è indecente. Peccato perché stimavo Iacona. 

Riassumo per punti e mi taccio, essendo palese il bias di fondo che va per la maggiore.

  • Atteggiamento servile e zerbinato nei confornti del ministro.
  • Ospitata di emeriti imbecilli liberi di sproloquiare senza alcun contradittorio.
  • Omissione volontaria degli elementi scomodi alla messa cantata con tesi precostituite. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

@buranide @crosby Nel mio caro Sud (e ti garantisco anche giù al nord ,,,, si è sempre meridionali di qualcuno) esiste la mafia, la camorra e via dicendo, come esiste in tanti altri paesi, con la piccola differenza che c’è chi la combatte e chi no, avere dei governanti (non lo dico io ma l’informazione) ed un paese costruito per i malavitosi ed i potenti grazie a leggi ad personam che poi ricadono sui cittadini e tutta la comunità c’è poco da guardare meridiani e paralleli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
9 ore fa, Martin ha scritto:

Ospitata di emeriti imbecilli liberi

CVD.

Allontanati dalla rappresentazione del Sud e della Questione Meridionale in salsa verde ed ecco che saggisti, intellettuali, economisti e docenti universitari diventano emeriti imbecilli e un ministro, con appena un mese di governo, che dice, come raramente accade, cose di estrema saggezza, diventa colui che ha goduto dello zerbinaggio e del servilismo del conduttore.

Un po' di contegno non farebbe male, anche se ormai, ai tempi della politica mojito, va di moda spararle grosse e possibilmente ignoranti. 

Le tesi precostituite sarebbero quelle che hanno capito, decenni fa, in Spagna dove l'alta velocità hanno iniziato a costruirla per collegare le zone più depresse del Paese e in Germania dove si sono resi conto che all' ovest avanzato sarebbe di gran lunga convenuto una ex ddr messa subito in condizione di competere.

Di scandaloso, nella trasmissione, si dice che sbloccando gli investimenti al sud (e in genere favorendone lo sviluppo) ne deriverebbero grossi vantaggi anche per il nord oltre alla possibilità di far diventare l'Italia diventare la maggiore economia europea.

Ma purtroppo le visioni sono quelle tipiche di pratiche politiche e di politici che riescono fare capottare un trattore da fermo in un parcheggio.

Come sintetizzava con estrema franchezza il dirigente Ducati, lo sviluppo dell'industria settentrionale è avvenuto grazie alle manovalanze a buon mercato provenienti dal sud sottosviluppato che, differenza di quanto accaduto in Francia o Germania, non hanno comportato i gravi problemi di integrazione delle manovalanze straniere. 

Tutto si tiene. 

9 ore fa, Martin ha scritto:

mi taccio

Meglio così, voglio pensare che tu non abbia visto la trasmissione e che ti sia basato su qualche maldestro resoconto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

premesso che trovare un' ora ininterrotta per vedere un filmato è un' impresa, oggi ci provo.

detto questo, adesso abbiamo il governo più di sinistra e meridionalista che io ricordi, quindi

non vedo  problema alcuno a riequilibrare le cose. o no ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
1 ora fa, audio2 ha scritto:

trovare un' ora ininterrotta per vedere un filmato è un' impresa

a meno che la tua occupazione principale sia il building site watching 😂😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

Da pugliese la mia valutazione. 

Il territorio della regione presenta notevoli differenze. La provincia di Foggia potrebbe avere l'agricoltura più ricca del paese, ma soffre di una carenza di imprenditorialità e di una presenza della delinquenza che limita fortemente lo sviluppo. Forse è necessaria una occupazione militare del territorio per debellare il fenomeno.

La provincia di Bari è la più sviluppata della regione, con presenze imprenditoriali importanti. Non si è tuttavia avviato un processo di sviluppo virtuoso. Le tante imprese di piccolissime dimensioni non hanno compiuto il salto di sviluppo che è avvenuto nel nordest. 

Taranto vive intorno alla più grande industria di Europa, ma nella provincia si è mosso molto poco, a parte il caso isolato della industria aeronautica. 

Per Brindisi valgono considerazioni simili. 

Lecce ha avviato un buon processo di sviluppo del turismo, ma ha la agricoltura più arretrata della regione e la minor presenza di attività industriali. 

Vi sono poi dei fattori che limitano lo sviluppo. La rete ferroviaria è ferma agli inizi del Novecento e non si parla di alta velocità. 

Vi sono poi dei fattori limitanti. Due vanno evidenziati. Il primo è la carenza di "capitale sociale". Ho lavorato per dieci anni in una associazione di categoria e mi sono tante volte scontrato con l'individualismo un po' ottuso che non consente di avviare iniziative di cui avrebbero beneficiato tutti. Vi è un diffidenza non sempre motivata che non consente di collaborare efficacemente su obiettivi comuni. Vi è poi uno scarso spirito civico e di rispetto delle leggi che pone ulteriori limiti.

Vi è la gestione politica del territorio, ma di ciò scriverò in un altro momento. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

ed io per vedermi un puntata di presa di quello che è dovrei pure registrarmi.

già da li si vede che mancano le condizioni pre base per fare qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
xalessio

@audio2 oggi anche per andare al bagno devi essere registrato...

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

lo stanno replicando ora su rai3, ne ho visto un pezzo ma fra poco esco. comunque a parte qualche generica dichiarazione di intenti migliorativi,

che comunque sono sempre meglio di quelli peggiorativi, raramente ho sentito una tale sconclusionata sequela di fesserie belle e buone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
Il 11/10/2019 Alle 18:36, buranide ha scritto:

ma di 'differenze' (meno evidenti) tra stato e mafia...

se la mafia e' tra i cittadini pretendere che non ve ne sia traccia nelle amministrazioni e nel potere costutito e' una illusione

Sono da sempre convinto che però sia una presenza minoritaria e che nelle istituzioni centrali (stato) sia meno presente

A mio parere piu' probabile che invece vada a permeare le amministrazioni locali dove hanno un forte controllo territoriale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
buranide
15 minuti fa, stefanino ha scritto:

nelle istituzioni centrali (stato) sia meno presente

imho ormai criminalitá e stato sono molto spesso non distinguibili (per la serie che il piú pulito ha la rogna), ai tempi di Andreotti esistevano mediatori tra criminalitá e uomini politici, oggi i mediatori non servono piú...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    299495
    Total Topics
    6625084
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy