Jump to content
Melius Club

milani_elek

INNUOS (mini,zen,zenith,statement...)

Recommended Posts

milani_elek

Premetto: non voglio scrivere di "Sound Quality" eccetera ora... Magari qualche accenno... forse... ☺️
Cioè: ho voluto questo Topic per qualche breve considerazione, magari poi, in seguito...
Parto dall'assistenza, il "support" (via email)... Entro un'ora ti rispondono; provato sia quando non ero un loro cliente e alla stessa maniera di oggi che ne posseggo uno di seconda mano, (non è lo statement, per mia poca fortuna!) sebbene trattasi di un ex-demo che "inspiegabilmente" è stato su eBay in UK per mesi, sebbene ci fossero 30/40 "osservatori".

Addirittura (concedendo il permesso, ovvio) si connette da remoto (il tecnico) e lavora sul tuo PC!

Sembrano cose "da poco" ma ricordo un Marchio notissimo della "vecchia HIEND" (oggi sempre sulla cresta dell'onda perché le sue macchine sono sempre superlative!) e di cui posseggo una meccanica/DAC piuttosto costosa che ancora oggi... Ebbene, mi chiede -dopo che scopri da solo che c'è un aggiornamento!- di portare/spedire 25 Kg. di device al Distributore per fare l'upgrade del firmware!
"Vecchia HIEND!"

L'ultima volta siamo quasi (tramite il Distributore italiano) arrivati a gridarci al telefono... poi l'ho spuntata scrivendo che SAREI STATO RESPONSABILE SE NON DOVESSE RIPARTIRE il device...
Come ho fatto: su una USB ho flashato il firmware e, in 20 secondi di orologio ho fatto da solo! GRATIS...
(Quanto tra spedizione e "lavoro" avrei dovuto pagare... non lo voglio nemmeno pensare...)

Vecchiacci.

Invece.. 'sti giovani di INNUOS... fantastici.

...

La macchina... che direte e a ragione... è un "mini PC ottimizzato"... + CD ripper...

Bhè... ne ho avuti di "PC"... da quando 15 anni fa' (circa... uff... gli anni passano... però...) eravamo "tutti" convinti che un iMac poteva sostituire i lettori e le meccaniche da 10mila euri!
Poi.. i NAS... i Sistemi operativi "minimi per audio"... e via le USB... vai di Ethernet... filtri... SOtM eccetera... streamer...
INNUOS, lo accendi come il vecchio ampli integrato e, in circa 3/4 secondi di cronografo... funziona.
MUTO.
Sebbene non ho tanti soldi di optare per le versione SSD... m'ero già messo il cuore in pace che qualche "scricchiolio" dall'HDD ci doveva stare... NO. NULLA. MUTO.
Impressionante; mi si dice che fa una specie di "buffer dati" per mandarli al... DAC... via USB (cosa che io non faccio perché passo sempre con la Ethernet tutto al mio fido LUMIN...) 
Eppure sì ... è muto.
In realtà (paranoid audiophile mode) se metti l'orecchio sullo chassis... lui produce un rumore sordo... boh! Una specie di vibrazione... costante: infatti le versioni TOP hanno dei piedoni allo scopo di contrastarle che dovrebbero costare (ad occhio ) molto.
Io ci ho messo sotto 3 belle "PYON audio" e... "muto" anche per i più "crazy" come il sottoscritto.

...

Ho circa 2 Terabyte di Musica non compressa... (tanta roba)  e... "fila via che è un piacere": mai tentennamenti, sempre "sul pezzo"! 
Gli ficchi un CD nella fessura e ti pesca velocissimamente i metadati e ti ritrovi i brani e copertina in .wav oppure .flac, come hai settato nelle preferenze.

...

Il software:
a prova di... nemmeno windows per bimbi... o la modalità "android per anziani" è più facile di questo: inserito "a caso" in qualsiasi presa Ethernet connessa al modem/router... all'accensione della sua APP oppure (meglio, per me) apri il browser dal Laptop/PC e lo vede: massimo 5 secondi di orologio!
Hai poi le finestre stile... vabbè... "anziani", l'ho già detto, dove metti "sì" oppure "no".
(E ti fa' anche backup se gli piazzi un HDD sul retro oppure una USB "capiente")

...

Che dire ancora e senza parlare di "SQ"... impressionante.
(E ne ho viste di "cose")

Ah! Ringrazio di cuore un amico che sovente mi da' una mano, un consiglio insomma al telefono (stile INNUOS devo dire ormai 😁) e lui è @Pippo87 

Grazie della lettura, di questa spensierata riflessione e... aggiungo:     ... buoni ascolti!

Luca

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo87

Ciao Luca, hai finito l’importazione della libreria ?? Tutto OK ??

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

@Pippo87 Tutto piuttosto bene devo dire; sarà anche perché i file erano ben "metadatizzati" dal PC a suo tempo... a parte qualche "caos" di quelle compilation che ti ritrovi sempre e comunque tra... i dischi audiophile... e qualche cosa nelle "impossibili" catalogazioni della Classica, dove basta una virgola, uno spazio a fare un...
Ma... tutto sommato bene.
Poi, se devo dire tutto... da "my Innuos" rilevo 4298 album... Lumin mi fa la scansione su 3888 e poi "disponibili" sempre da Lumin 3872.
Qua mi riservo di... boh!

...

P.S. Ho avuto sempre da loro via email "il benestare" a fare backup con una HDD da USB anche NON SSD che son soldi sprecati dice.
Ho chiesto se... mi accollo rumori eccetera ma dice che no... tutto silenziosamente e in ogni modo consiglia di fare saltuariamente aggiornamenti di backup in manuale e quindi staccare pure il disco esterno... che con 50/60 euro (2 Tera) lo ho già preso.

A risentirci!

L.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

Questo brand mi stuzzica parecchio ... 😊🏻

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo87

@AlbertoPN @milani_elek Chiedi all’autore del thread ... siete corregionali 😀

Peraltro regione splendida !!! Ci ho lavorato 10 anni prima di andare in pensione ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

A disposizione!
 

L.

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

Bhè...se hai "domande", usa pure questo thread... in topic. Certamente per altro... leggerò volentieri anche sulla posta privata del forum.

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

Dal catalogo Innuos, poco più del modello base e cioè: ZEN mk3

(2 Tera HDD)

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlbertoPN

@milani_elek ciao e grazie.

Volevo chiederti quale sia la tua catena digitale e che altri confronti hai fatto (di recente).

Ho notato che a “piccoli steps” di upgrade corrisponde un esborso abbastanza cospicuo, ma qui ci potrebbe stare, però le recensioni e le impressioni d’uso sono sempre estremamente positive. Mi pare che è un Roon point, corretto ? Così lo puoi sfruttare anche con quella piattaforma e non solo tramite la app/gestione proprietaria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

Dunque...
Per quanto mi riguarda ho "eliminato" definitivamente PC e USB: troppe variabili (comunque le USB per essere davvero "audiophile" e tutta la loro gestione software ma soprattutto nell'hardware hanno bisogno di essere esageratamente ben costruite eccetera).
Ho notato che nella liquida anche i player "contano" (suonano) e poi la cura dell'alimentazione è oltremodo importante.
Significa che i file li ho fatti passare per l'Ethernet laddove la connessione al DAC (di questo ho avuto conferma -per quello che conta... e per me ... conta... da personaggi che sono parte del team di Simaudio Moon, della stessa Innuos per dirne due...) NON è USB. Non voglio dire che DAC USB fanno... pena... anzi, ma, per avere un "Sound Quality" davvero TOP bisogna spendere e "raggirare" tante problematiche che... mentre per avere la stessa e sicuramente molto oltre SQ, la connessione via AES/EBU (bilanciata!) è una via molto più "semplice".

Quindi (rientro in topic) ho anche tolto il NAS (e "minimserver") che pensavo "perfetto" anche se di origine informatica e fanless.
"Inaspettatamente" ZEN (usato come media server) stoccando nel HDD i file, passa via ethernet la Musica allo streamer (LUMIN U1) il quale poi tramite connessione analogica XLR entra nel DAC (Moon 750D)... "inaspettatamente" perché "suona meglio"!

Attenzione a quel  "suona"... 

Ecco: una cosa che vorrei sottolineare è... "la sensibilità" che una catena digitale mi consegna che la paragono (paradosso!) a quella dei migliori sistemi analogici... intendo testina MC e step-up e prephono eccetera, laddove ogni "micro-cambiamento"... bla bla bla.

Ecco che nel sistema "liquid" mio che riassumo in:

Innuos (media server) su HDD ---> Lumin U1 (streamer) ---> Moon 750D (DAC) tutto via ethernet, cambiamenti non indifferenti all'ascolto (Sound Quality) li ho avuti inserendo tra il MODEM/ROUTER (Fritzbox alimentato da SBOOSTER, Al. lineare) uno SWITCH alimentato sempre in lineare costruito da un nostro amico qui (KTM...) su base "CISCO" (robbetta da 25 euri).
Anche un filtro passivo SOtM prima di entrare nel LUMIN ha fatto la sua parte! (Cavi Ethernet MELCO, che costano "poco").

I piedi (3) sotto il DAC e sotto Innuos (che ripeto è "muto" ma produce un sordo rumore costante percepibile SOLO se ci appoggi l'orecchio!) sono PYON AUDIO (provateli!) mentre sotto il LUMIN le "pietre" piuttosto famose SUBLIMA.
Nota: Roon non lo uso (sì, sia LUMIN che Innuos lo possono "gestire"!) e questo per una ragione economica devo francamente dire.
INNUOS non ha un APP dedicata ma solo l'interfaccia da browser (o WIN) e quindi il "controllo" di tutto è dall'App di LUMIN (iOS) per me... tramite un iPad mini di qualche anno fa'.
Miglioramenti possibili? Sempre ma per ora io mi "fermo" qui... il CD è "indietro" (SQ) a parte tutto e lo posso dire con molta ragione essendo facilitato dal confronto perché è sempre "lui", il Moon che è sia DAC sia "meccanica", quindi connesso con stessi cavi eccetera... (Innuos come ho scritto è uno "base" e le versioni SSD per ora costano parecchio...SSD comunque è sicuramente meglio di HDD!) e poi il mio DAC ha l'opzione della alimentazione che costa circa 7000 euri... che io non mi posso permettere. Quindi ce ne sarebbero di...
Ultima cosa: il "software"! Noto (ma non è la prima volta... solo che oggi...lo noto ancora di più...) che molte, troppe tracce "HD" (24bit... Hz... 96...128... eccetera) sono TAROCCHI.
(Qua servirebbe un thread apposito, se già non c'è...) Voglio dire... sì... il DAC rileva l'HD ma... ritengo siano operazioni commerciali e basta, laddove è stato fatto "upsamplig" con qualche buon PC e fine; significa che nessun "Tonemaster" ha visto il Master... e quindi sono solo file /album  "pompati"... e la versione Flac 16/44 suona DECISAMENTE MEGLIO e non di poco. (Il mio DAC non riconosce  DSD ma Innuos può farli  "vedere" come FLAC via software...)
Spero di essermi fatto comprendere... di non aver contribuito a generare "flame" perché queste sono le mie personali impressioni di un sistema audio che mi soddisfa parecchio, sebbene certamente non è uno che -abbassando la SQ e non di poco- si possono avere con "500" o "1000" euri e che tutto sommato suonerebbe bene perché "la liquida" suona "subito bene" con una partenza "a razzo"... poi... però... rallenta di brutto e il GAP con il SACD e CD (con macchine di livello) diviene quasi insuperabile... poi c'è l'analogico, le bobine...il DAT (!) ma... siamo già OFF TOPIC.

CIAO.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
araxis

Ottime macchine:io ho lo zen mini mKII con alimentazione esterna lineare.

Sono continuamente aggiornate ,il software via rete come hai detto tu.

Funzionano benissimo mai un problema .Qualcuno dice che suonano altrettanto bene come i Naim e il rip è migliore .

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

@araxis  Hai provato a mettere i due (Innuos) su un tavolo e "ascoltare" il tavolo con l'orecchio?
Percepisci un "rumore costante"? (La differenza la senti solo se spengi l'apparecchio)
P.S. Terabye? (HDD penso, ovviamente)

Il backup lo fai, vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites
araxis

Il rumore non ho fatto troppo caso,si molto basso.

Faccio il back up su hd esterno e lo tolgo ,è il sistema migliore.Capienza 1 TB pieno al 75 x 100...

Al momento è la mia sorgente preferita con dac teac in usb

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@milani_elek tieni presente che io di queste cose non so praticamente nulla ma l'Innuos potrebbe essere usato tranquillamente senza il Lumin,o sbaglio? 

Ovviamente non so se questa soluzione farebbe crollare la qualità audio...🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jazzlover

Ogni passaggio degrada inevitabilmente il suono. 
L’ Innuos può gestire tutto lo streaming fino al dac, peccato che non abbiano ancora pensato ad una soluzione con dac integrato, che salterebbe un altro passaggio.

Guardate ad esempio cosa ha progettato Vitus Audio con il SIA 030: un unico apparecchio che fa da amplificatore, steamer e dac, quella è la formula vincente, imho.

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

@Gici HV Sì... usando l'uscita USB-DAC verso ovviamente un DAC USB ma... come ho scritto sopra... (ma).

Il "sistema" è appunto un sistema. Non è detto a priori che inserendo nella catena audio un device debba "crollare tutto" @Jazzlover  infatti se il DAC non è USB (e deve costare TANTO per le ragioni che ho "spiegato" sopra e confermatemi proprio da...) è "meglio" inserire uno streamer che poi abbia l'uscita analogica (bilanciata meglio al "cubo!") al DAC.
L'Innuos ha anche apparecchi come lo ZENITH e poi versioni SSD e lo "Statement" che nulla hanno da invidiare a nessuno, anzi...
Attenzione: i "marchi storici" hanno NECESSITA' di programmatori e, "guarda caso" sono pochi sul mercato: tra questi ci sono quelli di "Innuos".
P.S. Riguardo la USB... dicevo di "difficoltà" e "spendere tanto": non a caso, Innuos (come anche altri...) ha appena messo sul mercato un "semplice" "adattatore" USB: costo oltre 2000 euri, significa che "gestire bene audiophile" la USB è... un "casino", (tenere d'occhio per sitemi "qualità/prezzo" sempre iFi audio) sebbene funzionano anche quelle di... "Cocktail audio"... ecco, l'ho detto 😅

E poi... il DAC... meglio sia un apparecchio fatto e pensato da chi fa' DAC. IMHO. E vale anche per i "tutto in uno" i quali (Ayre ad esempio) sebbene suonano benissimo... mi ripeto. "la liquida" è ... come l'analogico: sensibilissima a ... tutto, specie all'alimentazione.
Innuos oltre al "software" infatti cura e "tanto" proprio quella.
Occhio non voglio fare apologia ai portoghesi/inglesi di Innuos infatti anche SoTM ha un approccio molto ma molto valido (sebbene in altra direzione) sul digitale; poi come non nominare AURENDER, e poi certamente i neozelandesi (costosi) di ANTIPODES e i giapponesi MELCO (Auralic secondo me... "indietro" a tutti, sicuramente a Innuos, sebbene sono i loro apparecchi interessantissimi in alcune catene magari "valvolari"...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo87

@Gici HV @milani_elek non c’è necessità di uno streamer ... basta collegare un DAC con ingresso ethernet direttamente alla presa Ethernet dell’Innuos targata “streamer” ... poi basta un’app (a me piace molto Fidata, disponibile solo per iPad, purtroppo non gestisce lo streaming da Tidal/Qobuz) che sia in grado di indirizzare l’uscita su un Renderer (funzione che un ingresso Ethernet fa).

Oppure “accendere” Roon Core che è fornito con l’Innuos (ovviamente serve acquistare la licenza ...) e collegare sempre un DAC Ethernet come sopra, poi Roon gestisce la rete con i suoi protocolli e le sue app, compreso streaming da Tidal/Qobuz

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek
19 minuti fa, Pippo87 ha scritto:

DAC con ingresso ethernet

Eh! Già è "difficile" averne ("buoni") con ingresso USB... "Ethernet" poi.
Credo ce ne siano pochissimi a oggi. 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

Cioè l'innuos fa girare roon core senza smanettare nel os?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo87

@newton cosa intendi con “smanettare” ??? 

Innuos ha già Roon nell’OS, basta accenderlo (ovviamente il Core vuole la licenza ...), puoi attivare il Core oppure il bridge ... Roon è già nel menu dell’Innuos. Ovviamente se attivi Roon si “spegne” automaticamente la gestione della libreria dell’Innuos perché Roon “prende il controllo” del sistema

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo87

Questo è il menù dell'Innuos:

Immagine.thumb.jpg.e141728c14cf597203322e3da91b22c2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

ah non lo sapevo. l'ultima volta che avevo guardato c'era da intervenire per installarlo. Bene!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pifa63

Ciao, sono un sodisfatto  possessore di un Innuos, lo zenith mk2 con un terabyte di memoria solida. Ronzii nemmeno l’ombra, anche se non ho mai auscultato la macchina con maniacale attenzione, a dir la verità. 😄

Anch’io confermo la celerità dell’assistenza, anche se non ne ho mai avuto bisogno: si è installato il tutto superfacilmente e senza intoppi.

 Li ho contattati solo per domande tecniche quando ero in procinto di prendere il dac, per avere informazioni sulle uscite. Avevo chiesto info sulla loro porta usb e chiesto come mai non facessero una i2s. Mi pare che mi avessero risposto che preferivano curare al massimo la porta usb, perché (almeno allora) lo standard i2s non esisteva ancora. Ho chiesto loro inoltre se consigliavano un filtro ethernet tra il cavo di rete e la loro porta, ma mi dissero che ritenevano la loro porta già sufficientemente schermata. Fornisco queste informazioni se dovesse servire e se qualcuno fosse particolarmente interessato posso ricercare la mail di risposta.

Ma tornando all’innuos, io lo uso anche come streamer. Hai verificato @milani_elek se la qualità cambia bypassando il Lumin? Se non ci fosse un degrado di qualità percepibile, come spero, vorrebbe dire poter destinare il costo dello streamer aggiuntivo o per un innuos migliore o per un dac migliore ( occhio che non voglio dire che il moon sia brutto, non lo conosco).

Va detto, per completezza di informazioni, che pur avendo musica sul mio terabyte di ssd dell’Innuos, io ascolto prevalentemente musica in hd da Qobuz, perché mi piace ascoltare continuamente musica nuova, perciò non ascoltando musica in formato Dsd, forse io non percepisco differenze evidenti pur avendo confrontato lo stesso pezzo da mio hd e streamerizzato da Qobuz; forse nel caso di musica Dsd il confronto fra lo streamer di Innuos e quello del Lumin è più evidente???

Ultima due note, e poi finisco di tediare col mio lungo intervento: la prima è che uso un’interfaccia Gustard u16 (prezioso consiglio di un forumer Melius) tra l’Innuos e il dac e la seconda uso Roon, ma solo come “browser”, perché ritengo migliore la musica “suonata” dall’innuos (roon mi toglie profondità al soundstage).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jazzlover
48 minuti fa, Pifa63 ha scritto:

uso Roon, ma solo come “browser”

Non sei il primo che leggo utilizzare il player fornito dal costruttore dello streamer, preferendolo a Roon

Share this post


Link to post
Share on other sites
milani_elek

Grazie @Pifa63  dell'intervento innanzi a tutto...
Siamo qui -in fondo- a fare delle personali considerazioni, poi... evidentemente, ognuno di noi preferirà focalizzare su un percorso piuttosto che un altro, seguire cioè uno schema oppure un altro. Dico questo perché... l'ascolto della Musica riprodotta -alla fine- è l'ascolto di un SISTEMA e, il fine è assolutamente giustificato dai mezzi.
Per quanto riguarda "la liquida"... e siccome siamo tutt'altro che approdati con il senno oggi in un "fine percorso" (o quasi) che per esempio l'analogico ma anche (IMHO) il lettore di supporto digitale ci ha consegnato, ci sono ancora ampie possibilità di crescere!
Detto questo, vedo oggi "due strade" o poco più. E due "mondi", lo STREAMING (che non utilizzo) ... E I FILE FISICI.
Passare (scusate la estrema semplificazione!) i "dati" via USB (prima strada) e passarli senza USB, seconda strada.

La USB perché venga "ben trattata" necessita di "cure" esagerate e qui mi fermo perché device sui generiis stanno entrando solamente ora nel mercato o comunque sono qui disponibili da poco. E costano molto soprattutto perché c'è una "ricerca" dietro, forse più che il conseguente "pezzo di hardware". (Notiamo che il Gordon di Wavelenght è "da poco" che ha "standardizzato" un flusso ai DAC che è divenuto nonostante i tempi e tutto e tutti... ormai  "standard")

Per "passare" dalla/dalle USB significa spendere molto oppure avere a che fare con un device davvero fatto e studiato non bene... benissimo!
Per tornare in tema, la USB sui mini/ZEN/ZENITH (sullo statement, non so') è fatta "bene" ma sono già disponibili miglioramenti non da poco: la stessa Innuos ha appena fatto uscire un device che fa' solo quello (2500 euri!)
Gia le versioni (escluso il mini che è rivolto a altri settori... qualità/ prezzo esagerato ma non HIEND) Mk3 dalle Mk2 hanno un alimentazione "separata" per la USB e significa che le versioni Mk2... non sono (più) così "buone" se questa è la connessione usata.
Seguendo "la strada" senza USB per me è più semplice (meno costoso) e, i DAC disponibili li trovi in maggior numero nel mercato e costruiti anche in tempi non recenti ma con una particolare attenzione a quel "circuito/chip", al suo suono insomma, quello del CONVERTITORE, (per informazione: il Moon D750 è costruito in maniera superlativa e, pensa, ha un "upgrade"/optional nell'alimentazione separata da circa 7000 dollari!) tralasciando quindi tutte le esperienze e studi (tempi e costi) per la connessione USB.
Ecco che "semplicemente" usando server+streamer(DAC) -Ethernet cavo- entri in analogico  come si "deve".
La mia scelta quindi è stata di NON usare (suona "peggio") la USB dello ZEN ma usare le porte Ethernet. (*)

Bypassare il Lumin... (**)
Dopo quanto ho scritto (IMHO) per la USB, l'unico modo "per non alterare la SQ" potrebbe essere quella di avere un DAC (altre possibilità di miglioramento della "liquida") con ingresso Ethernet: ce ne sono ancora pochissimi con questa tecnologia che, sommata (altra NEWS!) con un MODEM/ROUTER completamente svincolato dalle connessioni INTERNET su filo di rame e cioè la FIBRA to the HOME... potrebbe dare grandi risultati. (Nota che se vai a leggere utenti USA/GERMANIA ... che già utilizzano MODEM audiophile su fibra -vera fibra, non all'italiana!- parlano molto ma molto bene...)

Ciò è (da me) avvalorato in quanto dopo aver inserito lo SWITCH audiophile (provate a costo quasi "zero" anche con la sua alimentazione switching da 2 euri...!) e anche dopo aver inserito il filtro Ethernet SOtM prima dello streamer... IL SISTEMA SUONA MEGLIO, avendo in riproduzione file non TAROCCATI, vedi mio primo commento. (Nuances... code nelle armoniche e quel "black" che fa' la differenza, sempre hai poi un sistema che te lo fa' sentire e qui... il DAC e l'amplificazione e i diffusori fanno l'altra VERA differenza... il tutto nella massima cura dell'alimentazione e della STANZA)


Per ora mi fermo qua... grazie.

P.S. Rumorini: è possibile che provi a metterci l'orecchio? Spegni tutto e lascia solamente lo ZENITH acceso e poi, mantenendo l'orecchio vicinissimo allo chassis suo... senti: potrebbe anche essere che "normalmente" HDD vs SSD .. bla bla bla.

(*) Fatto prova di ascolto. Questo è stato possibile perché il Moon ha anche ingresso via USB, sebbene non ho fatto l'ultimo upgrade (hardware) della Casa. Per dirla tutta, il canadese Monsieur Paulin di SIMAUDIO/MOON mi disse che comunque, anche a spendere circa 2000 dollari di "upgrade", alla fine arriverei praticamente molto vicino al SQ della connessione AES/EBU (su XLR) e, talvolta questa (a loro, in Sede) è anche migliore.

(**) Eh! Pur non avendo mai utilizzato Roon (l'ho scritto... mi costa troppo... ora) quando ho sostituito lo streamer (MiND sempre di SIMAUDIO/MOON) con il LUMIN, ebbene... non ci volevo credere: in fondo è uno "scatolotto" che riceve i dati e li passa al DAC, no? Invece... grande miglioramento e soprattutto la gamma bassa, ora articolata all'incredibile... eccetera. La loro App (iOS per me) non è fatta male e costantemente la aggiornano. Per me... insufficiente o non come la vorrei (soprattutto per le Playlist e per i link "esterni"... che privilegerei verso "WIKIPEDIA", almeno uno, accidenti!) ma... aspettiamo con fiducia. (Il software, qui, nella "liquida" -Roon comunque insegna- SUONA e, i programmatori sono sempre quei pochi... Fatevene una ragione)

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m

Ma uno streamer di alto livello che include già tutto no? Capisco che per alcuni di noi, sperimentare e smanettare possa essere un hobby anche divertente ma, credo, che una macchina top allinone includa già tutta una serie di sperimentazioni ed ottimizzazioni fatte dai centri R&D. Certo, magari con i sistemi DIY si riesce ad ottenere gli stessi risultati spendendo pure meno, ma alla fine ci si riempie la casa di cavi ed accrocchi.

Giusto per dire la mia esperienza, gli streamer alto di gamma di Linn e Moon suonano molto, molto bene con supporto SW (Linn) eccellente, essendo già ottimizzate. Unici accorgimenti sono un buono switch/ali e un buon cavo LAN. Però io ascolto raramente files di cd rippati (solo di quegli album che non trovo su Tidal/Qobuz). Lo stesso percorso l' ho intrapreso anche per quanto concerne il comparto amplificazione/diffusori passando ad un sistema attivo già ben ottimizzato e performante (ATC). Anche qui, sicuramente è possibile fare di meglio (ed a meno) ma io sono un tipo molto pragmatico e non ho nemmeno le competenze informatiche e/o elettrotecniche, quindi mi affido al lavoro altrui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV
11 minuti fa, c10m ha scritto:

ma io sono un tipo molto pragmatico e non ho nemmeno le competenze informatiche e/o elettrotecniche, quindi mi affido al lavoro altrui.

Penso proprio che non sei solo,anzi,probabilmente siamo in molti.   ...io il pc so a malapena accenderlo,per qualche operazione "strana" devo rivolgermi ai parenti...🤗

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296122
    Total Topics
    6491810
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy