Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
raf_04

Upgrade sorgente Lector: cambio Cdp o aggiungo DAC?

Recommended Posts

raf_04

Ciao a tutti,

utilizzo da diversi anni con estrema soddisfazione un Lector Cdp 0.6, che non mi ha mai deluso e ritengo a tutt'oggi un lettore dall'eccellente rapporto qualità/prezzo.

Come ampli utilizzo, con altrettanta soddisfazione, un ibrido della stessa casa (ZXT-60).

Volevo ora investire qualcosa per fare un upgrade della mia sorgente: sono indeciso se passare al Lector CDP 7 MkIII oppure affiancare al mio Oppo 105 un  DAC sempre Lector (ad esempio il Digitube S192).

Il 90% dei miei supporti fisici è composto da CD e uso poco la liquida (solo sul mio iPod che uso sui mezzi per recarmi al lavoro).

Cosa mi consigliate? CDP 7 oppure DAC?

Grazie a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxraff

Visto che i tuoi ascolti sono prevalentemente CD mi verrebbe da dirti CDP 7 ma prendendo il dac (ma non digitube andrei su un digicode 2.24hz o 704 o s192) avresti una macchina molto piu versatile e potresti continuare ad usare il cdp 0.6 come meccanica. Personalmente andrei di dac

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@raf_04 andrei di dac...704 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

bel dilemma. La soluzione dac da da affiancare allìoppo è molto flessibile, ma signidica avere uno scatolotto in più un cavo di alimentazione in più ed un cavo di interconnessione in più. Personalmente preferirei un cdp integrato, che sei anche sicuro della sinergia meccanica.dac, se però lo spazion non è un problema andrei di dac 

Share this post


Link to post
Share on other sites
BasBass

Da possessore di DAC Lector DIgicode S-192 ti straconsiglio il DAC, i 1704 fanno la differenza, lo colleghi alla tua meccanica e fai il salto quantico!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
raf_04
5 ore fa, maxraff ha scritto:

potresti continuare ad usare il cdp 0.6 come meccanica.

Purtroppo il mio cdp 0.6 non è dotato di uscita digitale,  dovrei usare per forza l'oppo 105.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxraff

@raf_04  obliavo questo fatto, comunque resterei sul dac digicode per la maggior flessibilità d’uso e qualita audio

Share this post


Link to post
Share on other sites
TopHi-End

Ho avuto sia il 6 che il 7 MKIII. Quest'ultimo, con delle NOS Pinched Waist, ha fatto un salto notevole. Credo potesse surclassare alcuni lettori Accuphase senza problemi.

Un lettore che suonava da Dio, e che non avrei più cambiato.

Il problema dei Lector, però, è che non hanno possibilità di espansione. Sono privi di ingressi e uscite digitali. Insomma, solo CD e basta.

Ritengo i 1704 tra i migliori DAC in assoluto, ma, maledizione... non decodificano i formati audio più moderni. Purtroppo neanche il Lector 704 decodifica i DSD, ma se uno si "accontenta" dei classici HiRes, può vivere falice abbinandogli una ottima meccanica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

 @raf_04 vai col cdp7 , grande passo avanti rispetto al pur ottimo 0.6. Hai il 90% di musica in cd, il dubbio non si pone. Ho avuto lo 0.6, il 7 mkiii e adesso da anni il 4 telai, col  digicode aggiornato dalla casa. In lector i gradini del listino sono concreti e giustificati da congrui incrementi di livello.

Share this post


Link to post
Share on other sites
raf_04

Grazie a tutti per i preziosi consigli. 

Il problema è che,  come spesso succede nei forum,  quando chiedi consigli aumenti solo la confusione 😅

Mi avete dato comunque tutti degli ottimi consigli,  adesso farò delle riflessioni e deciderò. 

Grazie mille 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
4 ore fa, TopHi-End ha scritto:

problema dei Lector, però, è che non hanno possibilità di espansione. Sono privi di ingressi e uscite digitali. I

Non è un problema Nino, è una scelta progettuale oculata fatta di chi conosce davvero il digitale 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxfabbri
43 minuti fa, Cano ha scritto:

è una scelta progettuale oculata fatta di chi conosce davvero il digitale

insomma...propendo più per la scelta commerciale...mettere una uscita digitale, magari disattivabile se proprio si vuole esagerare, non compromette sicuramente la resa di un lettore cd 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@maxfabbri non è la stessa cosa 

Le uscite digitali in parallelo a quelle analogiche fanno casino 

Poi praticamente tutti si sono arresi per via del marketing...ma questo è un altro discorso 

Share this post


Link to post
Share on other sites
TopHi-End

@Cano lo so, il "problema" sarebbe per chi volesse sfruttare diversamente il CDP, non sicuramente per chi lo ha progettato che in questa configurazione ha cercato di spremere il meglio delle potenzialità del lettore CD.

Infatti non toccherei mai un Lector. Piuttosto, se desidero altre espansioni, cambio sorgente.

Infatti l'ho venduto, consapevole che si tratta di una eccellente macchina da musica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
niar67

Possessore da diversi anni del digi-code digi-drive in versione 24/96 secondo me, con il 704 o il 192khz( qui devi valutare le tue effettive esigenze tecniche) non la sbagli, ottime macchine molto musicali, che fanno le scarpe a "mostri sacri" dal costo ben superiore....😉

Saluti

Andrea

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63
18 ore fa, Cano ha scritto:

@maxfabbri non è la stessa cosa 

Le uscite digitali in parallelo a quelle analogiche fanno casino 

Non riportiamo  inesattezze .circuito ben implementati con conferisco alcun problema né in ingresso tanto meno in uscita ,se un produttore non intende usare più ingressi e uscite i motivi non sono di carattere tecnico .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@sm63 l'ing Romagnoli non la pensa così...e non è l'unico 

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63

Quindi ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 minuti fa, sm63 ha scritto:

Quindi ? 

Quindi...se serve una meccanica meglio prendere una meccanica 

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63

Bè se si pone il problema splittare un segnale digitale figuriamoci quello che succede in uno analogico ,questo avrebbe impedito realizzare più ingressi e uscite ,vogliamo essere seri senza necessariente aggrapparsi agli specchi .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@sm63 infatti se fai un pre con un solo ingresso ed una sola uscita è sicuramente meglio 

Per un pre sarebbe abbastanza limitante...per una meccanica cd molto meno, visto che deve fare solo la meccanica CD 

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

Io il koala lo uso sia direttamente che come meccanica e idem il rega saturn - onestamente non ho mai percepito e sospettato il minimo problema o peggioramento di alcunché ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

@jakob1965 ma anche perché quando lo usi come cdp integrato usi il suo dac interno quando come meccanica usi un dac esterno ed eventuali peggioramenti sarebbero difficili da discernere se imputabili al diverso dac o altro fattore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@jakob1965 ovvio che non lo senti...dovresti avere la stessa macchina fatta come meccanica e poter fare un confronto 

Ma il problema non è poi tanto nell'uscita digitale quanto nell'usarlo come cdp integrato 

(Problema relativo...ovviamente) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

mmmhh  devo andare a messa . a dopo

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63

Infatti ,slittare una informazione digitale equivale ottenere due o più copie  perfette in tutto per tutto ,invece diversamente si potrebbe ottenere lo stesso risultato con il segnale analogico selettori circuiti aggiuntivi non possono che apportare forme di alterazioni . 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    296948
    Total Topics
    6525320
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy