Jump to content
Melius Club

Aqualung

App streaming

Recommended Posts

Aqualung

Come abbonato ad Amazon prime , uso Amazon Music. Prima usavo Spotify free ma ero stufo delle continue interruzioni pubblicitarie ed invito a pagare abbonamento . Mi sembra però che la qualità audio  di Amazon sia un pelo inferiore e meno brani ed album . Ovviamente esiste anche Amazon Unlimited con plus di abbonamento . Cosa ne pensate ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @

.

Che con 19,99 Euro al mese ti abboni a TIDAL HiFi e vivi felice con uno streaming che a casa, come in auto e da smartphone è sempre prestante e impeccabile nel farti sentire la tua musica preferita tra circa 50 milioni di titoli in formato Red-book 44,1K Hz/16 bit di cui oltre 8 milioni in formato Master MQA / Studio.

.

Amazon Unlimited come numero di titoli e qualità, in verità non è neanche confrontabile.

.

In un sol colpo ti scorderai persino che esiste anche il formato audio MP3.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
SimoTocca

@Aqualung 

Sul fatto che Amazon Music abbia ancora grossi problemi, almeno con il formato HiRes, é comprovato da un recentissimo articolo su Computer Audiophile...

Sul fatto che 19,90 euro al mese, cioè il prezzo di un CD, sia un prezzo elevato...ci si trova su barricate opposte: a me sembra così poco che non so come facciano a farlo...questo prezzo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
2 ore fa, Aqualung ha scritto:

caruccio però ...

.

😀😀....mettila cosí:  ......con i 20 Euro al mese invece di comprarTi un CD con solo i suoi classici 10/12 brani.......invece Ti compri l'accesso e l'ascolto a 60 Milioni di brani (!!) che puoi ascoltari in qualunque momento sullo stereo di casa, in macchina come in cuffia dallo smartphone...e con il bonus che ben 8 Milioni di brani te li godrai con una qualitá inarrivabile da qualunque CD e/o dal migliore player CD sul mercato.

.

E posso assicurarTi, che dopo il periodo di prova di 1 mese e magari dopo esserti creato la playlist della Tua musica preferita che ritroverai su qualunque dispositivo appena apri TIDAL, molto difficilmente potrai piú farne a meno.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
1 ora fa, SimoTocca ha scritto:

a me sembra così poco che non so come facciano a farlo...questo prezzo...

😀😀

.

TIDAL: oltre 4 Milioni di abbonati nel 2018 e quest'anno un tasso percentuale di crescita a due cifre....basta fare due conti e si capisce perché il fatturato della musica in streaming ormai rappresenta quasi il 50% dei soldi che entrano nelle tasche degli autori e delle Major discografiche.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aqualung

@Ultima Legione @ basterebbe abbonamento a Premium? O Hifi e’ molto meglio ? Chiedono di inserire i dati della carta di credito 

Share this post


Link to post
Share on other sites
jj@66

@Aqualung 

Credo che se hai un palato fine l’opzione HiFi sia preferibile, i dati della carta servono perché ogni mese ti scalano la quota abbonamento

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
20 ore fa, Aqualung ha scritto:

@Ultima Legione @ basterebbe abbonamento a Premium? O Hifi e’ molto meglio ? Chiedono di inserire i dati della carta di credito 

.

L'elevato livello qualitativo (a parte gli straordinari Master e Studio MQA) anche degli "ordinari" 44,1K Hz / 16 bit, giustifica ampiamente la scelta HiFi specie se l'ascolto e quello domestico sull'impianto stereo. Per un uso più informale in cuffia o da smartphone può anche andare bene il Premium.

.

Dopo il mese gratuito di prova, si paga automaticamente con addebito periodico mensile, disdicibile in qualunque momento, con Carta di Credito oppure, come io ho preferito, con la modalità PayPal.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
medio

Condivido, se l’uso é solo da telefono, secondo impiantino (ufficio, cameretta, etc.) o ascolto “scanzonato” il premium va più che bene.

Se ne fai una delle tue sorgenti alla pari di CD/LP/... l’hifi é d’obbligo.

Non so te, ma io abituato all’acquisto di 4/5 cd minimo al mese l’ho trovo economico come spesa, con la stessa qualità ma con catalogo virtualmente infinito.

Considera il plus di avere più accessi in contemporanea con lo stesso abbonamento (quindi -anche contemporaneamente- su diversi impianti, tablet e telefoni) e la possibilità di scaricare offline la musica sui telefoni/tablet per ascoltare dove vuoi e quando vuoi senza la necessità delle rete.

Share this post


Link to post
Share on other sites
SimoTocca

Pur essendo (ancora) abbonato a Tidal, per lo stesso costo mensile, circa 20 euro, trovo che Qobuz sia molto più fornito di file HiRes, non per quanto riguarda la classica e il jazz, ma anche per il Pop Rock... dal momento che Universal ha aderito appieno a MQA e pubblica su Tidal i propri album HiRes in MQA su Tidal...ma Sony e molte altre etichette non pubblicano in MQA ma solo in HiRes nativo, quindi su Tidal compaiono i titoli in formato 16/44, mentre su Qobuz in formato 24/96 e oltre...

Da un punto di vista di ascolto: se si usa ascoltare le piccole casse Monitor da computer, sono d’accordo che la differenza fra file lossy, file 16/44 e MQA/HiRes non si noti...ma in cuffia, anche in cuffia IEM da 30 euro, la differenza é notevole! Ovviamente la differenza di qualità é ancora più evidente quando ascolto le mie Maggies o la mia Stax... 

Tanto che io ho accantonato i miei lettori CD/SACD Accuphase perché in streaming MQA o HiRes il suono é molto più bello e fedele...ecco, mi sembra di avere detto tutto... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296948
    Total Topics
    6525320
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy