Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
Enrico17.R

Saturazione amplificatore?

Recommended Posts

Enrico17.R

Buongiorno a tutti proprio ora stavo ascoltando un cd di Mercury che contiene dei remix in versione disco di alcuni pezzi famosi. Il disco presenta un ottimo master e un sound veramente "ignorante" passatemi il termine. Alzando sempre di piu ad un certo punto in alcuni punti ad esempio all attacco del ritornello dove abbiamo kick piatti e voce sparati al massimo ho iniziato ad avvertire qualcosa che non andava. Premetto che ascolto con magnat transpuls e amplificatore pioneer sa8800. Non credo le magnat abbiamo problemi in tenuta. Mi sa che l ampli ha leggermente distorto il suono pertanto ho abbassato subito segnandomi la soglia del volume max per quel disco. Voi cosa dite? Stiamo parlando di saturazione dell' amplificatore? Il potenziometro si trovava a metà scala!

Buona domenica a tutti. Enrico 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

Clipping dell'ampli probabilmente 

Quando si parla di saturazione si fa riferimento al segnale in ingresso 

Se si tratta di clipping stai attento perché puoi danneggiare gli altoparlanti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

Saresti in grado di spiegarmi cosa potrebbe essere successo? Forse ho sbagliato termine io, non sono un esperto!

Il suono sembrava quasi distorto appunto. Era l'ampli che non ce la faceva piu?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @

.

Concordo in toto con quanto già segnalato.

.

Trattasi di "clipping"...situazione limite molto pericolosa per l'integritá dei tweeters a causa delle Armoniche di distorsione (che si formano a causa degli spigoli di cimatura/tosatura del segnale audio) caratterizzate da un ordine di frequenza elevata e livelli di energia ancora maggiore.

.

In concreto il segnale amplificato in uscita dall'amplificatore, in funzione del suo Guadagno e del livello di Tensione in ingresso, nel Tuo caso in arrivo dal Player CD, raggiunge e supera la Tensione continua di alimentazione/lavoro massima erogabile dall'amplificatore e la taglia brutalmente.

.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Clipping_(audio)

.

Buona lettura!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

 @Enrico17.R Devi volere più bene al tuo vecchietto Pioneer SA 8800 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @

😄😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@Ultima Legione @ grazie mille. Per fortuna me ne sono accorto alzando il volume in maniera molto graduale e appena avvertito ho abbassato subito il volume! @jakob1965 Gli voglio molto bene.. poverino ha i suoi anni, non mi era mai capitato che si verificasse questo fenomeno, mi sono fatto un po' prendere ogni tanto bisogna farle cantare queste magnat. In ogni caso vorrà dire che come prossimo amolificatore ci vuole qualcosa con più muscoli! Gia che ci sono vi chiedo una cosa. Questo fenomeno del clipping ha qualche correlazione con la capacità di pilotaggio di un amplificatore? Sento spesso parlare di questo paramentro nei video recensione. È dovuto anche all all'impedenza dei diffusori quando si alza molto il volume o è solo legato alla potenza dell amplificatore? Teoricamente se io avessi un amoli da 150 watt per esempio a parità di volume che ho raggiunto oggi non si sarebbe dovuto verificare clipping? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
corrado

Usi i controlli di tono?

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabbe

Ha raggiunto il suo limite fisiologico. E come portare l'auto fuorigiri, tutto lì.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@corradono assolutamente tengo il selettore proprio su off cosi non intervengono. Anche i filtri sempre su off. @fabbe ok grazie ho capito. In ogmi caso il volume era veramente alto. Ma evidentemente l'ampli non ce l ha fatta!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

Vorrei chiedervi anche un altra info dato che me ne accorgo spesso. Oggi è capitato per la prima volta questa cosa cin cd e avendo il potenziometro a metà scala esattamente (Non lo farò più), ma con il giradischi che ha volume più basso mi capita di andare oltre la meta scala del potenziometro e non mi è mai capitato di raggiungere volume cosi alto e nessun clipping. Quindi in base al volume della sorgente cambia anche la potenza erogata? Teoricamente con cd e volume a 1/4 ad esempio e giradischi con volume a 2/4 l ampli eroga la stessa potenza? Non so se mi sono spiegato.. potrebbe essere che con il giradischi devo alzare molto di piu per ottenere pari volume ma sto facendo lavorare troppo l'ampli o posso farlo in sicurezza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @

.

La diversa posizione del potenziometro per ottenere il medesimo volume di ascolto e/o intensità sonora, é legato semplicemente ai diversi "livelli" di Tensione che l' amplificatore vede ai suoi ingressi Phono e CD.

.

Ovvero nel Tuo caso, il livello di Tensione che lo stadio Phono MM integrato dell'8800 invia ai successivi stage di preamplificazione e amplificazione di potenza, è semplicemente più basso dei canonici 2/3 Volt (non a caso definiti proprio ad Alto Livello) in uscita da qualunque Player CD.

.

Diventa chiaro quindi che avendo un amplificatore un Guadagno comunque sempre univoco, a diversi livelli di Tensione in ingresso deve corrispondere una diversa posizione del potenziometro per ottenere il medesimo volume di ascolto.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozi
2 ore fa, Enrico17.R ha scritto:

avendo il potenziometro a metà scala esattamente

Ciao, a metà scala molto probabilmente il tuo ampli (ma anche altri eh) stanno dando il massimo.

Se poi consideri che l'impedenza non è costante, in certi passaggi il clipping è dietro l'angolo.

Capisco che le Traspuls invitino ad alzare il volume, ma serve un ampli più muscoloso. Senza svenarsi vedi nel catalogo Rotel, NAD e altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

Grazie a tutti per le risposte e i vostri consigli starò quindi attento a non causare più questo fenomeno alzando troppo. Per fortuna non era mai capitato e sono intervenuto subito. @Ultima Legione @ ho letto attentamente il tuo link e anche il tuo post.. quindi ascoltando con giradischi è normale ruotare di più il potenziometro? Posso continuare a farlo sempre entro i limiti (come in questo caso)? Da quello che ho capito ruotando vado ad incrementare solamente il voltaggio che risulta molto piu basso nell ingresso phono rispetto al cd? Di conseguenza la manopola viene ruotata di piu ma cio non significa che il circuito di amplificazione sta lavorando molto di piu? O sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

 @Enrico17.R   tieni conto che il tuo Pioneer credo sia un 60 + 60 watt di circa 40 anni fa  ...   siccome il marchio è notevole il tuo ampli funziona ancora ma 40 anni ci sono ... devi avere qualche delicatezza. (Come il mio SA 506 che suona a casa di amici  ancora bene senza perdere un colpo e ha 40 anni pure lui)

Magari puoi iniziare a pensare di prendere un moderno 100 - 150 watt dove mettere alla frusta le transpuls 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@jakob1965 L' Sa8800 è 80 watt su 8 ohm ed è appena stato completamente revisionato da un tecnico del settore perche io non ne ho le competenze e pure lui mi ha detto che in ogni caso sono apparecchi delicati. Ho anche un Marantz 5004 che uso tutt'ora con delle psb b6 adatto come potenza e timbrica. Il pioneer mi è stato regalato non funzionante ed è per quello che l ho fatto sistemare a dovere. Non gli ho mai tirato il collo ed è proprio per questo che oggi ho scritto per sapere cosa potrebbe essere stato. Mi sono fatto prendere un po troppo sul volume ma non lo farò piu sapendo appunto che ha i suoi limiti! Le magnat le ho prese 2 mesi fa sapendo che con il pioneer potevano andare bene momentaneamente dato che mi piace anche molto come suona l accoppiata. Purtroppo ora sono fuori budget ma in futuro l'acquisto sarà proprio un ampli adeguato alle magnat.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

@Enrico17.R   Ah il tuo allora è quello con il led azzurri  - bello anzi bellissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @
12 minuti fa, Enrico17.R ha scritto:

Di conseguenza la manopola viene ruotata di piu ma cio non significa che il circuito di amplificazione sta lavorando molto di piu? O sbaglio?

.

Non sbagli affatto. E' corretto.

.

In realtá sia con il Pioneer che con un altro auspicabile e futuro ampli piú robusto e capace di una piú generosa erogazione di Corrente e Potenza che evidentemente le Tue nuove MAGNAT richiedono (al di lá della benevola Efficienza di 95 dB é pur sempre un diffusore a tre vie con 4 driver e sono convinto anche abbastanza vorace di Potenza, Corrente e Controllo), ancor prima di arrivare ad un possibile clipping dovrai imparare ad ascoltare e interpretare la Musicalitá, che con un appiattimento di Dinamica e Sound, preavvisa molto prima del clipping il sopraggiungere dei limiti di tenuta in Potenza.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@jakob1965 si proprio quello in foto grazie! Devo dire che come suono mi sembra molto valido e oggi ho testato il suo limite.. Dici che non è successo niente?  Posso stare tranquillo?

15734038138815792183652864089187.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@Ultima Legione @ grazie mille della tua spiegazione! Ora ho capito e mi è anche piu chiaro perché sia meglio un amplificatore più muscoloso usato con garbo! Quindi posso iniziare a guardare amplificatori almeno dal centinaio di watt in su senza problemi le magnat. Sinceramente vedendo certi ampli mi chiedevo a cosa servisse tutta quella potenza 

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

@Enrico17.R  se suona ancora senza problemi si ... penso sia tutto a posto .. il clipping ogni tanto succede - ci sta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ultima Legione @

.

Sta tranquillissimo, ...ha una circuitazione di protezione in Corrente molto cautelativa e a meno ché non gli fai un maldestro corto dei cavi in uscita sui diffusori é diffcile creargli problemi.

.

Come invece Ti é stato giá segnalato, hai rischiato grosso invece con i tweeter delle Tue Magnat.

.

P.S.: Gran bel ampli vintage l'SA8800 (tientelo stretto) e ad avvalorare la tesi del clipping, Ti segnalo che la circuitazione del SA8800 é alimentata con una relativa bassa tensione duale di +32/-32 Vdc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozi

Ciao, non è solo questione di potenza come valore nominale, ma anche di riuscire a gestire impedenze impegnative.

Normalmente gli amplificatori più datati "digeriscono" male impedenze nominali inferiori agli 8 Ohm, figuriamoci su un carico reale che risulta ben inferiore.

Quindi potrebbe bastare un amplificatore da 80W, ma che ne eroghi poi 150/160 al dimezzarsi dell'impedenza. E qui casca l'asino, dal momento che quelli che lo fanno non sono molti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@jakob1965 @Ultima Legione @ meno male che sono stato veloce ad accorgermene ed è stata una cosa graduale. Ho letto proprio prima un articolo dove parla appunto del clipping come causa principale di distruzione delle bobine dei tweeter. Nel mio caso per fortuna funziona ancora tutto alla perfezione! Grazie a tutti per le vostre risposte! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@mozi scusami ma non sono in grado di capire la tua spiegazione tencina, cosa significa che casca l'asino nel caso in cui si abbassa l impedenza? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozi
6 minuti fa, Enrico17.R ha scritto:

cosa significa che casca l'asino

Ciao, se vedi le specifiche tecniche degli amplificatori noterai che sono indicati i valori di potenza massima rms, cioè reale, con entrambi i canali pilotati.

Vedrai ad esempio, che se sono 100W ad 8 Ohm, a 4 Ohm dovrebbero diventare 200W. Ma non è così.

Nella realtà occorrono alimentazioni generose e tutta la componentistica ben strutturata. E i costi salgono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@mozi ah forse ho capito, praticamente all abbassarsi dell' impedenza dei diffusori l amplificatore dovrebbe essere in grado di erogare piu potenza manin realtà non sempre è cosi peranto quando si spinge sul volume può accadere che l amplificatore non è in grado di erogare la potenza necessaria all abbassarsi dell impedenza! E quindi puo accadere anche questo fenomeno del clipping? È una cosa correlata anche alla bassa capacità dinpilotaggio di un ampli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozi

Ciao, esattamente.

Nel mondo pro gli amplificatori finali erogano corrente senza sosta. Raddoppiano la potenza al dimezzarsi dell'impedenza.

Certi rimangono stabili anche a 2 Ohm. Poi non saranno molto raffinati come suono, ma certi suonano pure bene. Ci sono discussioni in merito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Enrico17.R

@mozi grazie mille ora ho capito meglio il tutto. 

Detto ciò quindi secondo voi con i miei diffusori quale sarebbe un ipotetico amplificatore con cui farle suonare dovutamente? In generale tenendo presente un budget che sia in linea con il costo dei diffusori. Quale potenza minima mi consigliate?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozi

Ciao, se valuti l'usato a parità di budget aumenti le possibilità.

Un integrato usato di pari valore delle Transpuls nuove, potrebbe essere Rotel, Nad, Cambridge Audio, Roksan, Audio Analogue ed altri sicuramente.

La potenza è un valore importante ma non assoluto, come detto prima.

Un amplificatore che eroga 100W a 8 Ohm e 130 a 4 Ohm sarà "inferiore" ad uno che ne eroga 50 a 8 Ohm e 80/90 a 4 Ohm.

Un buon amplificatore moderno, dai 70 ai 100W, sarà adeguato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    296844
    Total Topics
    6520218
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy