Jump to content
Melius Club

orsa99

Regolazione dell'antiskating con l'oscilloscopio: ci sono riuscito!

Recommended Posts

orsa99

Tanti audiofili trascurano la regolazione dello antiskating, o meglio vanno ad orecchio o usano il famoso disco senza traccia. In realtà, per avere una regolazione più attendibile dello skating, bisogna usare l'oscilloscopio. Ovviamente un oscilloscopio ha un suo costo, ma anni fa l'ing. Chiappetta pubblicò su Chf n. 134 un articolo dove spiega che basta avere un pc e un programma freeware, Visual analyzer, per regolare con precisione lo skating. Ovviamente bisogna collegare le uscite out del pre linea all'ingresso in della scheda audio del pc. Insomma, nulla di trascendentale, nell'articolo si spiega come settare Visual analyzer. Ieri, grazie a questo articolo, sono riuscito a regolare l'antiskating sul mio giradischi che è composto da componenti non esoterici: testina Transfiguration Orpheus L (1 ohm impedenza interna con regolazione a 1.8g come richiesto dalla casa) braccio Rega rb-1000 (che si sposa perfettamente con la transfiguration che non fa del punch il suo punto di forza) giradischi La Turbie di Audiogears. Come disco test bisogna obbligatoriamente usare l'HI-fi News Analog test LP, che contiene 4 tracce per regolare lo skating, di cui la famigerata ultima con un tono a 300hz e a ben +18db!

Come si può vedere dalle immagini, con la prima traccia le onde sui due canali sono perfette. Incominciano già a deformarsi con la seconda traccia, L'IMPORTANTE NON E' CHE NON SI DEFORMINO, MA CHE LA DEFORMAZIONE SIA IDENTICA SU ENTRAMBI I CANALI, SOLO COSI' POSSIAMO AVERE UN BUON ANTISKATING.  Con la terza traccia la deformazione è ovviamente più evidente, ma sempre ben distribuita sui due canali. E veniamo alla madre di tutte le battaglie, la famigerata ultima traccia, dove la deformazione è ovviamente maggiore, ma stavolta non equamente distribuita: dall'immagine si vede chiaramente che il canale dx distorce maggiormente rispetto a quello di sx, ho provato in tutti i modi a regolare diversamente, ma questo è il risultato migliore che riesco ad ottenere. Non devo crucciarmi, già così è un ottimo risultato, perché si sussurra che solo pochi fortunati audiofili sono riusciti a trovare un equilibrio anche nell'ultima traccia che si trova alla fine del disco. Risultato : lo skating risultato regolato a poco più di 1, diciamo 1.2, con la traccia liscia invece l'avevo regolato quasi a 2, rimesso in questa posizione perdo l'equilibrio già dalla prima traccia. Questo per farvi capire come quanto sia poco attendibile la regolazione con la traccia senza solchi. Come disco test per testare il risultato all'ascolto, ho usato Belafonte at Carnegie Hall (rca living stereo)  che ha una grande presenza scenica e tridimensionalità, e ho immediatamente percepito una migliore messa a fuoco (è un disco che conosco come le mie tasche). Una fine regolazione dello skating serve. Se volete sapere come settare il Visual analyzer, contattatemi in PM.   

osc1.jpg

osc2.jpg

osc3.jpg

osc4.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
networkcode

@orsa99 

Tempo fa feci la suddetta regolazione con il mio oscilloscopio DSO Rigol DS2102A.

Usando i due canali, of course, mi sono aiutato molto con le funzioni di analisi matematica Diff, per mettere in evidenza il displacement tra i due canali.

Unico modo per settare l'as in maniera corretta.

Alessandro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
2 minuti fa, networkcode ha scritto:

mi sono aiutato molto con le funzioni di analisi matematica Diff

@networkcode  ????

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso

@orsa99 Io uso il disco test senza oscilloscopio:  ascolto che su ambedue i canali non ci sia distorsione (per le prime 3 tracce) e poi, con la quarta regolo in modo che la distorsione sia la più simile possibile fra i 2 canali.

Direi che ho ottenuto degli ottimi risultati,  a sostegno di quanto dici tu :  il disco liscio  non serve a nulla 👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@maxnalesso  si ha una funzione visiva ... vedere se il dispositivo funziona, soprattutto in quelli magnetici

Share this post


Link to post
Share on other sites
networkcode
1 ora fa, orsa99 ha scritto:

????

Molti oscilloscopi, come anche gli analizzatori di spettro, permettono di attivare funzioni matematiche tra due canali per computare differenze tra i segnali acquisiti o modificarli per ottenere letture diverse.

Alcuni possiedono anche un editor per poter impostare la propria funzione.

In quel frangente una funzione di differenza tra i due canali ha permesso di valutare il ratio di alterazione tra i canali L e R.

Alessandro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

Quella prova la feci 20 e più  anni fa insieme all'ing Nuti ( forse qualcuno sa chi è). I risultati li dovrei avere ancora memorizzati da qualche parte.

Diciamo che il disco test più indicativo è il CBS STR112 che ha proprio una sezione dedicata al tracking e quello di HiFi news è praticamente una copia un rimaneggiata.

Quello che si vede nei grafici quando l'onda è deformata si definisce in gergo mistracking ed ovviamente si può ottimizzare ( forse non del tutto eliminare) sia con il peso che con la regolazione dell'antiskating.

Di fatto la prova ha senso per le testine cedevoli, quindi tipiacamente MM e qualche MC ( vedi Denon DL304)

Ha poco senso con MC dove il peso sia uguale o superiore a 2 gr..

Ci sono altre prove da poter illustrare e sono previsti nel futuro almeno due articoli al riguardo; personalmente ho circa 25 LP test tra cui gli introvabili CBS oltre a Bruel&Kjaer quindi sono corazzato.

:)

nota aggiuntiva: l'abilità nel tracciamento non è solo per una non perfetta regolazione dellìantiskating o peso , conta molto anche la qualità costruttiva dell'equipaggio mobile.

Ci sono testne che non arrivano alla terza traccia ma il cui suono è spettacolare.

Walter

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
1 ora fa, maxnalesso ha scritto:

ascolto che su ambedue i canali non ci sia distorsione (per le prime 3 tracce) e poi, con la quarta regolo in modo che la distorsione sia la più simile possibile fra i 2 canali.

@maxnalesso io su regolazioni così infinitesimali non mi fiderei ciecamente del mio udito, pensa che ieri sono arrivato a sfiorare il meccanismo che regola l'antiskating del rb-1000 per avere il fine tuning ovvero il massimo risultato, ma se ti sei trovato bene niente da dire 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@walge ... 👌... condivido... non ho mai visto testine(almeno nella mia esperienza) con pesi di lettura fra i 2.2 e 2.8 g. con cantilever fuori asse; viceversa più di qualcuna MM

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@bear_1   ...riferimento soprattutto alle MM che di solito leggevano  con un peso da 0,75 a 1.2 g. ...1,4g

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

Me ne mancano due!!!

Chissa dive li ho messi!!

Walter

IMG_7036.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Coltr@ne
2 ore fa, walge ha scritto:

si definisce in gergo mistracking ed ovviamente si può ottimizzare ( forse non del tutto eliminare) sia con il peso che con la regolazione dell'antiskating.

Quindi l'oscilloscopio aiuta anche a regolare il peso "corretto"?

1 ora fa, walge ha scritto:

Chissa dive li ho messi!!

Walter

Non guardare me.

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

Aiuta, certo.

Walter

Share this post


Link to post
Share on other sites
networkcode
3 ore fa, walge ha scritto:

all'ing Nuti ( forse qualcuno sa chi è)

Certo che sì, Paolo l'ho conosciuto!

Anche Montanucci.

Mi sembra di aver capito che scrivessi per AR, scusa la curiosità, posso sapere con che nomi ti firmavi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

Walter Gentilucci

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
networkcode
18 minuti fa, walge ha scritto:

Walter Gentilucci

ciao

Non avevo colto l'acrostico nel nickname walge, pur essendo ovvio :D

Piacere di rileggerti!

Alessandro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

Fu una botta di fantasia quel nick

😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico
5 ore fa, maxnalesso ha scritto:

il disco liscio  non serve a nulla 👍

Ho appena fatto il test avendo regolato con disco liscio e in effetti non risulta perfetto, nel mio caso lievissime distorsioni... ma presenti..

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
38 minuti fa, Berico ha scritto:

e in effetti non risulta perfetto

@Berico non mi dire che a casa non hai un pc 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Berico

@orsa99 si ma non in grado di connettersi con un giradischi però...😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99

@Berico basta acquistare un cavo da un lato rca dall'altro con il connettore mini jack (quello delle cuffie) da inserire nel mic in della scheda audio...un cavo che costa pochi euro e puoi trrovare in qualsiasi negozio d'elettronica o centro commerciale

https://it.wikipedia.org/wiki/Connettore_Jack

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina
4 ore fa, walge ha scritto:

Me ne mancano due!!!

Chissa dive li ho messi!!

Walter

Non te ne curare, l'insieme che hai credo sia già irripetibile. 

Complimenti

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro1

Ma , in un altro punto del disco con simile modulazione la regolazione e' diversa . Qual'e' il migliore compromesso ? Noi che siamo molto pignoli , ci accorgiamo che durante tutta la facciata il risultato che otteniamo e' diverso ,Vero ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

Direi che in posizione mediana del disco si può trovare un buon compromesso


W

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
1 ora fa, mauro1 ha scritto:

ci accorgiamo che durante tutta la facciata il risultato che otteniamo e' diverso ,Vero ? 

@mauro1 la regolazione dello skating è sempre un compromesso. L'unico modo è dotarsi di un braccio tangenziale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@walge il disco test della cbs dovrei averlo (ho una collezione di dischi tet, non estesa quanto la tua, ma comunque non piccola)

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
11 ore fa, orsa99 ha scritto:

Se volete sapere come settare il Visual analyzer, contattatemi in PM.


prima o poi lo farò...ma i 18 db della quarta traccia nei vinili ci stanno? Credo di no!

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Antiskating? Teoria claudicante, perché forza di skaing varia da brano a brano, in ogni istante musicale.

possiamo solo trovare un valore medio empirico, che nella maggioranza dei casi corrisponde al peso di lettura.

in genere, usando bracci lunghi, preferisco senza, suono più arioso e articolato.

oppure uso il tangenziale... che non a caso suona la sua carta migliore verso fine disco, ove l’errore tangenziale è maggiore..

di certo useless l’oscilloscopio, la vedo un po’complicata, andrebbe acceso per ciascun disco...

un po’ come cambiare matita dopo ciascun tratto di disegno.. 🤪

Share this post


Link to post
Share on other sites
walge

concordo con Alexis anche se i tangenziali non li amo

Ma è un mio limite.

Walter

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@alexis ... perfetto quello che faccio regolarmente; lo regolo in maniera "empirica" ...pur avendo un oscilloscopio, che ho messo in disparte  in quanto, avendo un parco testine, dovrei ad ogni cambio regolare i miei giradischi continuamente...  mah...alla fine si perde più tempo nel "giochino" che ascoltare musica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296844
    Total Topics
    6520218
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy