Jump to content
Melius Club

ontherun

Whiplash... domani 13/11 ore 21:15 RAI5

Recommended Posts

ontherun

Segnalo il film in oggetto domani su RAI5 alle 21:15 e in replica domenica 17 p.v. alle 23:00

PROBABILMENTE IL MIGLIOR FILM MUSICALE DEGLI ULTIMI 10 ANNI, UN IBRIDO CAPACE DI FARSI PORTATORE DI IDEE E PUNTI DI VISTA POCO USUALI NEL CINEMA STATUNITENSE CHE VANNO BEN AL DI LÀ DELLA MUSICA.

https://www.mymovies.it/film/2014/whiplash/

J.K. Simmons interpreta un brutale maestro di un'orchestra jazz che scarica la sua frustrazione su un batterista principiante. Il film ha ottenuto 5 candidature e vinto 3 Premi Oscar, ha vinto un premio ai Golden Globes, 5 candidature e vinto 3 BAFTA, 3 candidature e vinto un premio ai Critics Choice Award, In Italia al Box Office Whiplash ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 470 mila euro e 83 mila euro nel primo weekend.

Trailer:

Da segnalare anche la colonna sonora con una splendida Caravan in edizione 'strongly percussive' meritevole anche di una promozione a demo track con tendenze tour de force per i poveri malcapitati woofer di turno 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
speaktome74

Finito di vedere ora. Ho il cuore che batte a mille!

Share this post


Link to post
Share on other sites
argonath07

Visto 3 volte

Bellissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Visto anche io...gran bel film...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
speaktome74

Non esistono due parole più pericolose di "buon lavoro" 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bizio

A me non è piaciuto granché: surreali alcune situazioni così come la str****aggine del personaggio che interpreta Simmons. Va bene che bisogna coinvolgere lo spettatore ma, nella vita reale, a uno così da mò che qualcuno gli aveva spezzato o fatto spezzare gambe e braccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

buon film, però non griderei al capolavoro, a mio parere ha riscosso più successo di quanto meritasse e mi è sembrato uno di quei film che (saltuariamente) riscuote più successo tra i critici che non tra il pubblico, sarà che ai critici musicali piace molto il jazz, più che al cinefilo medio...comunque un buon film, ma i musical li lascerei stare.

Ottimo Simmons nel ruolo del cattivissimo maestro, la figura che più colpisce nella narrazione, perché, diciamocelo, quella dell'allievo che risorge dalla polvere e si rialza per prendersi il successo meritato dopo essere rovinosamente caduto e arrivato sul baratro del fallimento (il promettente batterista che si accontenta di fare il garzone di negozio dopo essersi ritirato dal conservatorio...) è di una prevedibilità e banalità sconcertante...solo che agli americani piacciono sempre tanto i finali in cui l'eroe vince quando tutti pensavano avesse perso.

Anche la narrazione si inceppa alla fine su una sceneggiatura puerile, direi banale: il maestro che ha l'onore di aprire una prestigiosa rassegna Jazz (il "JVC Jazz Festival"...) dirigendo una orchestra di pro, che arruola nella band lo sconosciuto allievo di conservatorio che si era messo a fare il garzone di negozio abbandonando lo strumento definitivamente (quindi senza allenarsi giornalmente), sorvolando sui loro burrascosi rapporti passati, ma:

- all'apertura dell'esibizione l'allievo si accorge che il maestro gli ha mentito sulla scaletta dell'esibizione e lui non ha gli spartiti dei brani che tutto il resto dell'orchestra sta suonano...cioè, un professionista che dirige una orchestra in un importante rassegna jazz, alla serata di apertura decide di mettere in atto le sue vendettine private contro un ragazzino sconosciuto? Ma è credibile? Ma quale musicista di un certo livello rovinerebbe una simile occasione di sua visibilità professionale per vendicarsi di un ragazzino sconosciuto seppur di buone promesse? Neppure come espediente di sceneggiatura è credibile: un direttore professionista avrebbe chiamato un batterista professionista, se voleva vendicarsi del ragazzino o recuperarlo alla musica lo avrebbe fatto con altri metodi, non rovinando una sua prestigiosa occasione di lavoro/visibilità;

- ma poi...nessuna prova con l'orchestra prima dell'esibizione? cioè, io sono un batterista dilettante e sconosciuto e dopo aver abbandonto lo strumento vado a suonare in un festival jazz con una orchestra di professionisti...e mi basta presentarmi la sera della prima con le bacchette in mano e salgo sul palco e suono, così...come se nulla fosse? Ma siamo nel mondo delle favole?

- scene finali: il nostro eroe parte con un assolo e chiede ai musicisti professionisti di seguirlo, nonostante il direttore d'orchestra sia visibilmente contrariato e deluso dalla sua esibizione (peraltro da lui stesso provocata)...e i musicisti che fanno? seguono lo sconosciuto studentello di conservatorio invece che l'inflessibile e tosto direttore d'orchestra...credibile no? chi non farebbe sul proprio posto di lavoro una roba simile?

.

Boh...direi che l'ultima mezz'ora è stato un susseguirsi di improbabile espedienti per arrivare alle scene del tripudio finale, ma non c'era mezza cosa che stesse ragionevolmente in piedi, se non la frase sul "bel lavoro"...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale SantoiemmaGiacoia

@landrupp concordo.

Aggiungo che tra i vari "espedienti" di sceneggiatura, poco credibili, c'è anche quell'andare, ciascuno con i propri mezzi, sul luogo-esibizione

concorso tra le scuole, quindi l'incidente automobilistico, il sangue... poi o sopra tutto la proposizione di un'atmosfera

da Consevatorio-scuola tipo militaresco con unica materia, unico luogo, unico docente ...il nulla intorno e dentro quella scuola.

Infine un plauso a RAI5 che rimane l'unica rete a trasmettere film SENZA interruzioni pubblicitarie.

Non è poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jackhomo

Comunque su Rai 5 non trasmettono Whiplash, ma il documentario sulla rivista Rolling Stone

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Jackhomo Lo hanno trasmesso ieri sera...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jackhomo

Ah! ma nel titolo della discussione mi pare ci sia 13 Novembre ore 21:15, o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Jackhomo mi sa che l'opener ha sbagliato data...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jackhomo

Pazienza!

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Jackhomo non dico giuro, ma credo che con il computer su Raiplay, tu possa recuperarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

Sul sito Rai ci sono dei film il libera visione, magari è incluso anche questo ma mi pare di ricordare che li tengono per un tempo limitato

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jackhomo

ad onor del vero l'ho visto tempo fa, il mio intervento aveva l' intento di precisare che alla data e l' ora indicata, RAI 5 stava trasmettendo altro. Tutto qua. Comunque grazie per l' interessamento

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grancolauro

A me sembra che un film come questo non vada giudicato sulla base del fatto che la storia che racconta sia verosimile oppure no. Tutto sommato, si tratta di una “favola morale”, e come tutte le favole è dichiaratamente irrealistica. A me ha colpito la capacità del film di coinvolgere, di stimolare emozioni profonde, quasi viscerali. Quello che invece mi ha disturbato parecchio è la morale del film, l’idea che alla fine disciplina estrema e pugno di ferro siano l’unico modo per trarre il meglio dalle persone, anche se tutti pensano il contrario. Non a caso l’estrema destra americana ha osannato il film, mentre i democratici newyorkesi l’hanno ignorato. Ma questa è un’altra storia. Comunque la si pensi, mi è sembrato un film notevole, radicale, interessante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Victrix

@landrupp È un fiim...

Comunque non sono d’accordo sulle tue osservazioni, a me è piaciuto parecchio, 

e le incongruenze che hai giustamente citato sono da ascrivere al fine ultimo del regista.

Cioé: quanto vuoi Tu diventare qualcuno? Perché il talento non basta.

Questa è secondo me la lettura della trama, quindi il regista ha magistralmente usato la sceneggiatura per arrivare a quanto scritto sopra.

Comunque dopo averlo visto, non riesco più a sentire una batteria che non sia a tempo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

@Grancolauro @Victrix condivido la vostra opinione ed è un ragionamento che mi sono fatto anche io, per motivi di vita ho constatato personalmente che il talento non basta, ma nella realtà certi improbabili "colpi di C" non sono credibili, ed è secondo me la differenza tra un buon film e un capolavoro.

Sto solo pensando che questo film non lo sia...è, appunto, solo un film, un buon film, gli eventi che portano al finale son deboli, troppo sfacciatamente "pilotati".

Il messaggio passa, è vero, ma un capolavoro è fatto anche da una solida sceneggiatura: non gli avrei dato tre Oscar, al limite solo 1 per l'interpretazione di Simmons.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grancolauro

@landrupp hai ragione, credo anch'io non sia un capolavoro. Ma a volte un film imperfetto come questo, sfacciatamete eccessivo e disturbante, lascia un segno più profondo nella memoria di chi lo vede rispetto a film molto più premiati e celebrati. Se poi uno fa o ha fatto il musicista, e soffre di manie di perfezionismo (come spesso accade in questi casi), be' vedere sto film fa davvero soffrire...  

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

@Grancolauro be'...in controluce al film, scopriamo in cosa consiste avere un opinione e discuterne, no? 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grancolauro

@landrupp certo! e non è poco direi :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    297570
    Total Topics
    6552459
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy