Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
cinemascope

cultura generale Che gli italoterroni...abbiano formato questo secolo e mezzo ???

Recommended Posts

cinemascope

File:Notable Italian Americans.png

Noti personaggi italoamericani. Madonna,Fiorello La Guardia, Robert De Niro, Francis Ford Coppola, Nancy Pelosi, Frank Sinatra,Joe DiMaggio, Samuel Alito, Rudy Giuliani,Martin Scorsese, Enrico Fermi, Chris Botti.

https://it.wikipedia.org/wiki/Italoamericani

ed oltre la MUSICA...che gli italoterroni...abbiano formato questo secolo e mezzo ???

eterogenesi dei massacri savoiardi (!)...???

esilio-sofferenza-nostalgia = creatività ???

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

...

Sapete cos’era, la cultura di Napoli? E sapete cosa cantano Springsteen, i Rolling Stones, Elvis? Fanno una musica che è stata rinnovata, in Occidente, nel ‘700, dai napoletani – e da un mio concittadino, Giovanni Paisiello, di Taranto. Poi questa musica è stata esportata, con gli emigrati, in tutto il mondo, esaltando la sequenza di accordi che racconta meglio di qualsiasi altra il dolore: la Sesta Napoletana. La musica nasce dal dolore, cola dalla ferita come il sangue: è il lamento della vedova. Tutto Chopin e Berlioz non sono altro che “mariermà” pugliesi e molisani. Se volete scoprire il dolore di un popolo, guardate quanta musica produce. Il Meridione formava i grandi della musica: andavano a studiare lì. La scuola di musica si chiama ancora oggi conservatorio, perché a Napoli si chiamavano così gli orfanotrofi dove ai ragazzini insegnavano la musica per rieducargli l’anima. Dopo la conquista del Sud e l’immane strage, in nove anni, nel Mezzogiorno fu prodotta più musica che in tutta la seconda metà del Settecento.

Gli emigrati siciliani di Salaparuta andarono a New Orleans a sostituire gli schiavi neri liberati dai campi di cotone. La condizione di libero cittadino del Sud, dopo l’unificazione, in Italia era diventata così drammatica, che quella di sostituto degli schiavi neri era migliore. E i bandisti di Salaparuta sapevano suonare. Cosa proporre, a New Orleans? Cominciarono a improvvisare, sfidando i neri. E se andate al cimitero del jazz, a New Orleans, scoprite che tutte le prime file hanno nomi di italiani del Sud: i padri del jazz. Il primo disco della storia del jazz, “The Original Dixieland Jazz Band” è di Nick La Rocca. Ma i neri avevano la scala pentatonica, e la nostra era eptatonica (sette note); bisognava trovare una nota in cui incontrarsi, per suonare insieme: per cui inventarono la “blue note”, e nacque il blues. Per questo, i più grandi jazzisti di sempre, ancora oggi – ma anche bluesman, swinger e crooner, da Frank Sinastra a Michael Buble – sono quasi tutti italiani, o di origine italiana. Sono il frutto del dolore del Sud, del genocidio subito.

...

by 

Pino Aprile: truccati gli archivi, nascosto il genocidio del Sud
Postato il 25/11/2019

http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=8167

Share this post


Link to post
Share on other sites
JohnLee

naaah... sono stati gli Ebrei : Woody Allen, Bob Dylan, Albert Einstein, Henry Kissinger, Leonard Cohen, Paul Newman, Peter Selles, Dustin Hoffman, Ralph Lauren, Levi Strauss...

Non c'è storia, ci danno cappotto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

ovvio (!) gli ebrei sono terroni-nativi !!!

maaaa...quelli  che taliani...iper-umili-superiori (!!!)

minimo sindacale (!) NON razzisti-superioristi-razza-eletta ecc.

dunque...umanamente-creativi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Clouseau

@cinemascope Meglio cambiare il titolo , si capisce un'altra cosa...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
20 minuti fa, cinemascope ha scritto:

Ma i neri avevano la scala pentatonica, e la nostra era eptatonica (sette note); bisognava trovare una nota in cui incontrarsi, per suonare insieme: per cui inventarono la “blue note”, e nacque il blues.

Immane corbelleria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinemascope

Va', pensiero, sull'ali dorate, va' ti posa sui clivi, sui colli, ove olezzano libere e molli l'aure dolci del suolo natal!

Del Giordano le rive saluta, di Sïonne le torri atterrate... Oh mia patria sì bella e perduta! Oh membranza sì cara e fatal!

Arpa d'ôr dei fatidici vati perché muta dal salice pendi? Le memorie nel petto raccendi, ci favella del tempo che fu!

O simìle di Sòlima ai fati traggi un suono di crudo lamento, o t'ispiri il signore un concento che ne infonda al patire virtù!

...

gli ebrei hanno la loro sovranità...(300 armi atomiche)...

gli italoterroni...diciamo (!)  limitata...by hardware...MA...by software...forse vincente...

ed overworld...

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

Hai scordato Rocco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

@cinemascope quella è una lista di artisti e politici, un po' poco per  formare il secolo. Se andiamo sui nobel pesanti la lista scompare o quasi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    298601
    Total Topics
    6591588
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy