Jump to content
Melius Club

Gipi

Ascolto vinile

Recommended Posts

Gipi

Ciao a tutti volevo un vostro parere :

Con alcuni vinili quando il braccetto arriva alla penultima canzone la voce tende a gracchiare può dipendere dalla taratura del braccio o solo perché i dischi sono datati? Grazie mille. 

Ho un Pioneer Plx500x. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maui_76

Prova i dischi su un altro giradischi se puoi, così verifichi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA
19 minuti fa, Gipi ha scritto:

quando il braccetto arriva alla penultima canzone la voce tende a gracchiare

La distorsione è senza dubbio più alta nella traccia più interna.

Esistono comunque i punti di annullo secondo vari metodi: Baervald, Stevenson, Lofgren.

Prova a verificare con la dima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

se la cosa si verifica solo nelle ultime canzoni del lato, penserei di primo acchito a distorsione e quindi a una dimatura forse ottimizzabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aless

@ClasseA per minimizzare questo effetto  la casa discografica tedesca Tacet ha prodotto vinili che suonano al contrario, cioè dall’interno all’esterno. Ne ho acquistato uno ( Bolero di Ravel - Olerob)

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

in che modo il fatto che il disco venga letto dal centro verso il bordo risolve il problema che causa la distorsione ? non è una questione geometrica di allineamento della puntina al solco ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gipi

Grazie per i consigli. ..Dima scaricata questa sera farò delle prove.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aless

@daniele_g 

secondo la loro teoria, mano a mano che la testina si avvicina al centro del disco, si ha molto meno spazio per comprimere la stessa quantità di suono. L'effetto sgranato e distorto che ne risulta viene chiamato “mistracking”.

Sarà vero 😏 comunque fa uno strano effetto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

sì, ma non capisco: se incido a partire dall'interno, sempre quello spazio avrò... cosa cambia se negli ultimi 3-4cm verso l'etichetta ho il primo o l'ultimo brano di un LP ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aless

L'errore di tangenza conduce inevitabilmente a una notevole distorsione, soprattutto in prossimità della parte interna del disco, a meno di non utilizzare bracci tangenziali, che però soffrono di altri problemi data la loro complessità. Sempre secondo la loro teoria, questo accorgimento è applicato solamente su brani in crescendo, dove la maggiore quantità di informazioni è dedicata alla parte esterna del disco. 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62

Bah, a me mi pare una...

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aless

@Nerodavola62 sarà anche una ... ma è comunque divertente. Con 23 euro puoi stupire qualche amico. Il disco suona magnificamente 

Share this post


Link to post
Share on other sites
66ale

Meno male siamo in un forum hifi 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frovalta

@Aless Consigliato per i brani in crescendo? Perfetto per il Bolero di Ravel... 9_9

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Pathe adottò quella soluzione già nel 1905, ma non ebbe seguito, probabilmente i risultati non furono quelli sperati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62
10 ore fa, Aless ha scritto:

ma è comunque divertente. Con 23 euro puoi stupire qualche amico.

Se di questo si tratta sono pienamente d’accordo con te.

Invece più in generale continua a sembrarmi una …curiosità, basata su presupposti residuali e difficilmente generalizzabili: la musica (ma quale poi? Classica, pop…), presenta forse più contenuti informativi (cioè cosa? Dinamica ? alte frequenze?...) tipicamente alla fine…di che? (del 2° mov di una sinfonia del periodo romantico? Del 5o brano di un disco pop? O in generale  la durata media di una facciata di un vinile?).

Se parliamo di Classica, che meglio conosco, i “contenuti informativi” - qualunque cosa ciò voglia significare - sono abbastanza equamente distribuiti e sovente con andamenti dinamici del tutto “opposti” (aperture con grande dinamica, etc); che poi questa tecnica incidentalmente si adatti bene al Bolero, che presenta la corretta durata + evoluzione dinamica in partitura, va benissimo. Ma resta appunto un esperimento per stupire gli amici e un disco ben registrato, come ce ne sono molti.

Se poi si esce dal mondo della classica, i presupposti di cui sopra non risultano nemmeno applicabili; non a caso la scaletta dei vinili pop viene sovente definita tenendo conto della penalizzazione che subiranno inevitabilmente i brani incisi a fine disco.

Diversa cosa se questa tecnica di lettura riducesse altri tipi di distorsione intrinseca del vinile o migliorasse la tracciabilità, che so a seguito di modificazioni sull’attrito da contatto, o  altro…; a me non sovviene nulla in proposito, ma potrei sbagliarmi.

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
TetsuSan

Scusate. Ma a parità di velocità angolare, è facile capire che nei solchi interni di un vinile la testina fa "meno strada" a parità di tempo rispetto ai solchi esterni. Probabilmente avere "più strada da percorrere" nello stesso tempo (velocità lineare maggiore) consente di far stare maggiori informazioni ( un po' come quando si registra su nastro magnetico - più velocità = più fedeltà ). La questione dell'errore di tangenza non c'entra. La Tacet ci ha azzeccato col Bolero, che parte in pianissimo e finisce in fortissimo. Quindi, "ci sta" che incidere così possa convenire, ma sono casi specifici e limitati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aless

@Nerodavola62 @TetsuSan sfogliando il catalogo Tacet, oltre al disco citato ce ne sono altri tre. I brani si prestano in questi casi specifici. In particolare la nona sinfonia di Beethoven prevede il "play backwards" solo per l’ultimo movimento (inno alla gioia “.

A mio avviso rimane un esperimento divertente e ben condotto ma non applicabile alla stragrande maggioranza delle incisioni.

Secondo quanto dichiarato nel loro sito: “ playing an LP backwards offers considerable advantages under certain circumstances. 
Depending on how well a programme is suited to this procedure, some LPs by TACET will, in the future, be issued "normally" and others "backwards".

È stimolante ogni tanto valutare “out of the box” senza essere condizionati dall’approccio convenzionale e senza scervellarsi su questioni di fisica o meccanica applicata. In fondo si tratta di un hobby

Buoni ascolti a tutti 

8B1823BF-288E-42F8-BC3F-CEC26A897046.jpeg

FD5A802C-0445-49E2-920B-F401DFCCD98F.jpeg

4E57BD4C-80E4-476B-A639-D3CF4652ADD2.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62
34 minuti fa, Aless ha scritto:

È stimolante ogni tanto valutare “out of the box” senza essere condizionati dall’approccio convenzionale e senza scervellarsi su questioni di fisica o meccanica applicata

Eddai che c'entrano i condizionamenti... si tratta solo di capire se una determinata proposta può avere qualche contenuto (di replicabilità, innnovazione o altro), oppure fermarsi solo "al titolo" e accettarla come pura curiosità; e di tutto ciò si può discutere senza bisogno di scomodare la meccanica quantistica e tantomeno farsi venire il malditesta 😉

Riflettevo invece e sorridevo pensando come questa ...innovazione porterebbe ulteriore acqua al mulino dei detrattori del vinile: oltre alla testina, dimatura, peso, VTA, antiskating, pulizia dei dischi, braccetti e sospensori vari, 'mo bisogna pure ricordarsi dove posizionare il braccio ad ogni giro del disco 😂

(si scherza eh)

Comunque è interessante, e in alcuni casi (magari pochi) offrirà sicuramente dei vantaggi.

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aless
10 minuti fa, Nerodavola62 ha scritto:

Riflettevo invece e sorridevo pensando come questa ...innovazione porterebbe ulteriore acqua al mulino dei detrattori del vinile: oltre alla testina, dimatura, peso, VTA, antiskating, pulizia dei dischi, braccetti e sospensori vari, 'mo bisogna pure ricordarsi dove posizionare il braccio ad ogni giro del disco 😂

(si scherza eh)

 Ahi Ahi... che sasso nello stagno! Rimaniamo in trepidante attesa 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@Aless ciao, non conoscevo la Tacet, e questa particolarità dell’incisione, e la trovo molto interessante.

Dal punto di vista sonoro e artistico sono validi le loro incisioni? Mi piacerebbe prenderne uno. Grazie 

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g
5 ore fa, TetsuSan ha scritto:

Scusate. Ma a parità di velocità angolare, è facile capire che nei solchi interni di un vinile la testina fa "meno strada" a parità di tempo rispetto ai solchi esterni. Probabilmente avere "più strada da percorrere" nello stesso tempo (velocità lineare maggiore) consente di far stare maggiori informazioni ( un po' come quando si registra su nastro magnetico - più velocità = più fedeltà ). La questione dell'errore di tangenza non c'entra.

ecco, questo mi convince; non è una questione di distorsione, almeno non relativa ad allineamento della puntina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

Per cui a fine disco se la puntina dovesse uscire dal solco esterno andrebbe a finire sul giradischi ?

Da consigliare  agli utilizzatori del T1210 con lo strobo in rilievo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
fischio
16 minuti fa, daniele_g ha scritto:

ecco, questo mi convince; non è una questione di distorsione, almeno non relativa ad allineamento della puntina.

Il disallineamento della puntina è maggiormente evidente nei solchi interni proprio perché la velocità lineare è inferiore. Nel caso specifico di cui alla domanda iniziale è molto probabile che sia necessaria una ottimizzazione dell'allineamento, che deve essere piuttosto accurato, soprattutto se mancano precisi riferimenti geometrici nel corpo della testina.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bambulotto
1 ora fa, pino ha scritto:

Per cui a fine disco se la puntina dovesse uscire dal solco esterno andrebbe a finire sul giradischi ?

Da consigliare  agli utilizzatori del T1210 con lo strobo in rilievo.

Senza considerare l'alza braccio a fine disco...:S

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gipi

Ho provato con la Dima ed è tutto allineato ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
TetsuSan

@Gipi Domanda scema ma necessaria : ma succede con tutti i dischi ? Non è che alla fine della facciata vedi un pochino di residui accumulati intorno alla puntina ?

Perdona la banalità, ma quando si cerca una soluzione, bisogna considerare TUTTI i problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gipi

Ciao non con tutti i dischi ...solo con quelli più datati ...non trovo sporco sulla testina perché sono puliti bene .

Share this post


Link to post
Share on other sites
TetsuSan

@Gipi Allora sono consumati. Fattene una ragione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonew

Sembra proprio così , ma i dischi 

si ricomprano @ @Gipi con calma, quindi 

si può star sereni .

Piuttosto , e questo è assurdo , in quasi 2 giorni

nessun infestante detrattore  del vinile è intervenuto

l'unica volta che avrebbe avuto ragione !😂 🤣🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    298578
    Total Topics
    6590708
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy