Jump to content
Melius Club

Osbourne

Lettore cd Teac 1 bit dac

Recommended Posts

Osbourne

ciao Ragazzi,

anni 90 ho acquistato uln lettore TEAC CD-P3450 , pagato abbastanza e, per l'epoca, mi sembrava abbastanza buono.

Nel ripristinare l'impianto ho rispolverato anche il lettore in questione.

Il dubbio è appunto sulla voce 1-BIT DAC che mi ritrovo tra le caratteristice: i nuovi lettori che hanno 20, 24, 28 bit che differenza possono avere in lettura e qualità sonora?

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

Dipende, ci sono monobit e multibit ottimi o mediocri allo stesso modo, solo l'ascolto ti può chiarire cosa ti piace e cosa no...a occhio direi che si tratta di un lettore abbastanza entry level di teac, che ha comunque una buona reputazione per i lettori e non dovrebbe suonare malaccio, grandi differenze coi multibit di stessa fascia non me ne aspetterei

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

@Osbourne in realtà ci sono anche mono bit attuali. io ho preso tre anni fa il teac cd-p1260 ancora attualmente in commercio. sono scelte progettuali: chi usa il mono bit chi il multi bit chi il bit-stream come technics/panasonic coi lettori MASH. non c'è per forza meglio o peggio. diciamo che teoricamente il multi.bit è meglio ma poi bisogna vedere il filtro digitale, l'alimentazione la scocca ecc.. insomma l'insieme... dicono che il mono-bit vada meglio però riguardo l'errore di quantizzazione (se non dico corbellerie)... c'è chi dice che il dac bitstream abbia un clock più preciso... insomma se ne dicono... alla fine secondo me conta come suona il lettore... tempo fa ebbi un entry level della metà anni 90 della kenwood con dac mono bit. suonava secondo me una meraviglia alla faccia di tanti multi bit philips o Marantz blasonati. per cui non sto più tanto a leggere il frontale dei lettori mi baso ad orecchio! 😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@Osbourne  titolo in minuscolo come da regolamento, stavolta corregge la moderazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nirone95

@Osbourne Ciao Ozzy, bel nick complimenti, diciamo che nei mitici 90' il monobit fu lanciato da diverse aziende, tra cui a mio parere la più famosa fu la technics con il sistema M.A.S.H, ho anch'io un cd ad 1 bit M.A.S.H (multi stage noise shaping) un AMC e mi piace come suona, lo trovo meno digitale di altri cd coevi e di pari rango...ma il mio dac preferito rimane il BB 1704 a 24 bit....  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Osbourne

Grazie a tutti per la spiega, quindi mi sembra di capire che un eventuale upgrade potrebbe essere non in funzionerà dei bit ma nella fattura del lettore.

a cosa potrei mirare sotto i 500 euri?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@Osbourne Un Sony CDP-X559ES. Ce l'ho, è un carrarmato pesantissimo, costruito come si deve, suona da dio. Si dovrebbe trovare tra 250 e 300 euro. Consiglio: questa, come altre, è una macchina bellissima, però forse oggi a quel prezzo avrei più di qualche riserva a comprarla. Devo ammettere che non sento soverchie differenze tra i vari lettori CD, per cui mi sentirei anche di consigliarti gli eccellenti lettori Technics MASH che si trovano a partire da 50 euro... o dei buonissimi, sottovalutati lettori JVC con i convertitori P.E.M. che si trovano ancora a prezzi umanissimi. I modelli con questo convertitore hanno la sigla XL-Znnn coem questo:

https://www.ebay.it/itm/LECTEUR-CD-JVC-XL-Z451/173895146610?hash=item287cf55c72:g:fUYAAOSw0kBc0Dpf

è a 110 Volt, assicurati che il venditore fornisca anche il trasformatore per i 230V...

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

Occhio che i ricambi dei laser Sony sono introvabili e quando li trovi li paghi più del lettore stesso, cercherei macchine più facilmente riparabili nel caso, c'è un thread in vintage Room che elenca gli apparecchi sconsigliabili da questo punto di vista...

Share this post


Link to post
Share on other sites
v15
1 ora fa, landrupp ha scritto:

laser Sony sono introvabili

Non tutti...Sony CDP-X222ES, non sarà un top di gamma ma è comunque ben costruito e monta un laser facilmente rimediabile. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Osbourne con il tuo budget potresti anche cercare un Rega Apollo, ne ho letto molto bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

io onestamente, sono conscio che andrò controcorrente, ma non so se comprerei ancora dei lettori cd usati. lo facevo quando ero uno studente universitario squattrinato, ma ora come ora non so. se ne trovano nuovi a prezzi umani (gli entry level partono da meno di 200 euro) perché rischiare con l'usato a meno di non innamorarsi di un certo modello? lo faccio solo con i deck a cassette visto che sul nuovo c'è poco o nulla, allora si è obbligati. comunque ne ho avuti sia di così così che di buoni. Teac, Sony, Kenwood, Pioneer, Philips ecc... sinceramente di differenze così eclatanti tra uno e 'altro non ne ho trovate...

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

@dipparpol quoto, se il budget è di 500€ prenderei nuovo un Marantz cd6006 uk edition, che probabilmente suona anche meglio di quasi tutti gli usati comprabili allo stesso prezzo ma di cui non si conoscono condizioni dei componenti e durata nel tempo del laser, stante che sostituzione di un condensatore, il cambio di una cinghia o la taratura di un laser (se non da sostituire, SE trovabile), rappresentano costi che esorbiterebbero anche di parecchio in alcuni casi il budget stanziato...si trova a circa 300€ o anche a meno su eBay...

Quello che avanza si investe per un buon cavo tipo Ricable rh e ovviamente per i CD...

Share this post


Link to post
Share on other sites
nirone95

@landrupp nel nuovo ho acquistato un Denon 510 AE dopo 2 anni laser sostituito, e dopo 3 anni cinghietta carrello . Ho dei sony del 1988 che hanno suonato per anni prima di dare segni di cedimento, l'AMC l'ho comprato nel 99 ho regolato il laser e cambiato la cinghia dopo 15 anni...

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@nirone95 tutto può succedere, ma io comprerei un cdp usato solo se sapessi esattamente cosa voglio e anche cosa ricschio. Tutto è riparabil a patto di trovare i ricambi originali e con i cdp non sempre è possibie. Ci sono macchine datate che mi intrigano per averle sentire a suo tempo, di lettori sony ne ho avuto diversi (attialmente ho un sony scd1 da quasi 20 anni, preso ex demo), il 222 e il 333 pur costrutiti benissimo non mi han fatto impazzir, il 333 lo trovavo leggermente spigoloso in alto. Con 500 euro (e sapendo ri rischiare) io punterei ad un madrigal, ad un audio alchemy, magari u inrovabile california audiolabs aria

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

@nirone95 è un discorso statistico, fatto salvo che alcuni apparecchi nascono male e vivono peggio, in genere i guasti sono più probabili sull'usato (soprattutto se) molto chilometrato che non sul nuovo...non c'è dubbio che Marantz ha un'esperienza e un know-how sui CD player che non è discutibile e il 6006 è una macchina rodata ed evoluta da modelli precedenti che anche i novizi possono acquistare ad occhi chiusi.

Nell'usato, invece, gli occhi van tenuti ben aperti e bisogna "sapere e capire" cosa si compra...e non è detto che non ci si becchi il pacco o la macchina che dopo 6 mesi diventa un bel soprammobile.

Insomma, l'usato è statisticamente più esposto ai cattivi affari che il nuovo, direbbe Catalano...😁😁😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
dipparpol

@nirone95 va a fortuna... non ne facciamo leggi assolutistiche. anch'io ho oggetti con trent'anni sul groppone che vanno da dio ed altri che dopo 3 anni sono dovuti andare dall'assistenza o dal riparatore. in compenso ho anche oggetti nuovi presi 10 anni fa che non hanno ancora avuto bisogno d'intervento ed altri vintage che sono diventati irreparabili e ho dovuto buttare per mancanza di ricambi. dipende...

diciamo che di lettori cd che sul NUOVO c'è ancora, per fortuna, una discreta scelta (quindi non parliamo di un formato morto), secondo me è controproducente puntare a tutti costi sull'usato, a meno di non volersi levarsi lo sfizio e prendere la macchina per cui si sbavava da giovani e non se la si poteva permettere all'epoca...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pserci

Tornando al tema della richiesta. I bit non sono nulla senza il controllo 😀 Ogni apparecchio o famiglia di apparecchio potrebbe avere la sua caratteristica sonora. Sui CDP e sulle macchine digitali in genere è molto difficile percepire differenze eclatanti. Sono differenze che spesso si scoprono con l'ascolto prolungato e ripetuto.

Quindi ti direi di star sereno con le caratteristiche puramente tecniche e di affidarti di più alla piacevolezza complessiva dell'apparecchio, sia dal punto di vista sonoro che dal punto di vista operativo.

I CD vintage hanno ancora molto da dire, spesso quelli moderni montano convertitori D/A ottimizzati per i flussi ad alta risoluzione e rendono meno sul buon vecchio 44/16 (lo standard CD) ed hanno le sezioni analogiche molto meno curate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nirone95

il vintage è bello per questo, si comprano apparecchi che hanno fatto storia, che hanno un certo fascino e magari sono il rimpianto di un tempo, assumendo il rischio di una eventuale riparazione e manutenzione. Personalmente il nuovo non mi dispiace e sicuramente ha dei vantaggi , però per la mia personale esperienza con apparecchi di fascia media vintage i sony sono stati i migliori in termini di qualità di ascolto , durata e riparabilità, io per meno di 500 € comprerei un ESD 338...

Share this post


Link to post
Share on other sites
madero

Ho avuto il 338, comprato nuovo nel 1989. Ancora va a casa di un amico, gli ho solo unto le guide qualche anno fa. Gran macchina sostituita con un xa5 es qualche anno dopo e non sono sicuro di aver fatto un passo avanti. Ma 500 euro mi sembrano decisamente troppi

Share this post


Link to post
Share on other sites
nirone95

@madero il 338 è un mio vecchio pallino, quotato intorno ai 300 €..... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
v15
1 ora fa, pserci ha scritto:

Sui CDP e sulle macchine digitali in genere è molto difficile percepire differenze eclatanti. Sono differenze che spesso si scoprono con l'ascolto prolungato e ripetuto.

Bravo, sarebbe sempre bene ricordarlo, prima di rischiare di far dilapidare lo stipendio al forumer di turno alla ricerca del pelo nel l'uovo (quando c'è)!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Osbourne

@pserci concordo, ho anche un CDP-791 che non ho ancora ricollegato e quando lo farò potrò valutare

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    298578
    Total Topics
    6590695
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy