Jump to content
Melius Club
alexis

Giradischi. L’epopea dei super motori

Recommended Posts

alexis

@scroodge trovo che sia molto semplice da descrivere...   🙂

per inciso il sp 10 a me non faceva impazzire.. come del resto in genere i motori DD al quarzo delle generazioni passate...

il sp 10R non l'ho ancora ascoltato, ho solo letto diverse recensioni, tra cui quella di fremer che ne esaltava il senso del ritmo, ma ne criticava le prestazioni in gamma bassa.

Come al solito, andrebbe ascoltato, perché lo sforzo tecnologico non è stato indifferente.

Ah rispetto al 1200G ha il doppio degli avvolgimenti.. quindi come se avesse due motore sovrapposti e sfasati tra di loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Ancora una volta, ho trovato che RPM, che si scarica nella versione completa come App su Iphone.. insegne un sacco di cose.. consiglio a tutti di fare il testo sul proprio giradischi.

ultimamente l`ho fatto su un nuovissimo rega 10, con stupore ho letto: velocita 33,5 giri/min, valori di W&F affatto eccezionali 0,4% e soprattutto una (.. vagamente preoccupante) forma d'onda parecchio segmentata, indice di un fin troppo (?) deciso intervento dei servocontrollo in accelerazione e frenata. Che le sensazioni di ascolto di leggerezza, generale asciutezza e leggera nervosità associata al giradischi dipendessero proprio dal tipo di servocontrollo? Quantomeno un fenomeno meritevole di essere indagato a fondo... 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
scroodge
1 ora fa, alexis ha scritto:

per inciso il sp 10 a me non faceva impazzire.. come del resto in genere i motori DD al quarzo delle generazioni passate...

Neanche a me.. infatti Technics lo ha tolto e ci ha messo un encoder.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolo75

@alexis hai la possibilitá di postare il grafico fatto con RPM del w/f di un garrard 301 ad esempio per vedere la differenza con i gira quarzati? sul mio Denon dp80 ad esempio posso escludere l aggancio e regolare manualmente la velocitá con una rotella,ma il grafico non cambia particolarmente...

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

@alexis .. .strano del rega... vanno meglio miei vintage. L' ultimo testato dava 33.31 e un W/F 0.07 e ha 40 anni.. comunque l'app la conosco già da molto tempo e non so quanto sia precisa; i giradischi secondo me, vanno testati con appositi strumenti di laboratorio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Dalle mie esperienze RPM,  se associato a un iPhone ultima generazione da risultati affidabili e ripetibili, ovviamente è uno strumento da uso consumer, senza pretese di ufficialità.. anche se molti strumenti di misura veri, se usati senza calibrazioni periodiche possono pure fare di peggio. Basti confrontare le misure dello stesso giradischi su riviste diverse.

ho un pro max 11, e devo dire che dalle prove che ho fatto, sente qualsiasi influsso esterno, e pure le curve ( quelli si che sono interessanti, ma bisogna acquistare l’app) disegnate sul display risentono del tipo di olio (!) filtri passivi sull,alimentatore, trafi di isolamento, servocontrollo eccetera.

provando la stessa app su iPhone meno recenti i risultati sono differenti, a mio avviso, meno sensibili.

bisogna avere l’accortezza si appoggiare l’iPhone non sul piatto ma su un rialzo centrate in modo che sia centrato e non sbilanci il bilanciamento del gira stesso. Davvero molto interessante, anche se la correlazione tra curve e percezione acUstica sono tutte da indagare.

io comunque.. un’idea me la sono fatto... 🙂 pronto a rigettarla, a fronte di altre più autorevoli dimostrazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
scroodge

Confermo la bontà di RPM. Come pure che la sua precisione è proporzionale agli iphone più recenti. Però... c'è un però. Io ho ottenuto la perfetta corrispondenza con un misuratore di w&F professionale (tarato ovviamente) solo usando la procedura di calibrazione manuale, che è molto macchinosa essendo molto sensibile fino al quarto decimale (avete letto bene). Mentre la calibrazione automatica di RPM può non raggiungere questa precisione.

comunque... se uno vuole costruirsi un gira, imho non può prescindere da uno di questi, che poi è quello che ho usato io:

https://www.radiomuseum.org/r/leader2_wow_flutter_meter_lfm_39a.html

Anche Kenwood ne faceva uno, ed anche EMT..
 

Ah, attenzione anche con gli standard JIS, CCIR, NAB, IEC, DIN.. non ricordo RPM quale di questi adotti (credo, ma potrei sbagliare CCIR). Per contro, non tutti i costruttori di gira dichiarano lo standard di misura. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bear_1

... se si vuole essere un po' più precisi allora è meglio questa del Dr. Feickert

9ziavf9p_t.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
scroodge

eh.. quella del dr. feickert... sto maledetto. Ce l'ho, con tanto di disco e tono di prova. Negli iphone ultimi non è più supportata, ma ora che mi ci fai pensare.. io ci ho ancora un 4 ed un 5...

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
Il 19/1/2020 Alle 20:44, alberto1954 ha scritto:

Però... guardando questa foto per quel po che si capisce... il motore sembra un motorino ino..

era intuibile già guardando il piano superiore ,  la puleggia infatti è decentrata quindi il motore al di sotto non poteva assumere lo stesso diametro del blocco di alluminio che riveste il tutto.    :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

@alexis Dai Alex, non ciurlare nel manico e dicci piuttosto come va il nuovo motorone Derenville... Non ti sei ancora espresso e sono preoccupato!

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@Suonatore dovrebbe arrivare domani.. curiosissimo...🤯
il primo paziente sarà l’Oracle, poi toccherà al Versa, con il suo eccellente tangenziale.

il disco di feikert è forse più preciso, ma RPM a mio avviso è meglio.. perché disegna anche le micro- increspature quando l’olio non è quello giusto.. 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Oiboh,  pensavo lo stessi già provando...

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

eccolo qui, il supermotore.. 😎

prima impressione: aptica, cioé qualità tattile e grado finitura (che per spazzolatura e anodizzazione ricorda i frontali dei classici mark levinson).. semplicemente perfetto.

Il rotore e la puleggia tornita.. perfetti, girano... smooth e precisi, ovviamente senza gli "scattini" dei poli.. tasti a lente convessa con la giusta resistenza, perfettamente a filo.

insomma, se il buon giorno si vede dal mattino...

IMG_1130.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

eccolo che gira... impressionante, sembra fermo.. nessuna vibrazione percepibile nessun rumore..

bello!!!

IMG_1131.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldina

È esattamente quello che ci si aspetta da un prodotto di quella levatura e soprattutto con quelle premesse tecniche, che a onor del vero a quanto si legge sono di prim'ordine

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolo75

Danno anche la distanza tra asse della puleggia e centro del piatto?secondo me a questi livelli è fondamentale...per regolare la giusta tensione della cinghia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
scroodge
4 ore fa, alexis ha scritto:

nessuna vibrazione percepibile nessun rumore..

be'... sì.. .altri motori che hai provato erano rumorosi? Adesso  mi fai venire l'ansia, vado tosto a posare orecchio e fonendo sul "G"!! 😆

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
Il 3/2/2020 Alle 19:07, alexis ha scritto:

tra cui quella di fremer

Quel fremer sarà ma mi convince mica tanto?!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@scroodge se sono sincero mai avuto in mano un motore cosi.. muto...  fa una certa impressione.. come se fosse spento. nessunissima vibrazione percepibile, anche tenendolo in mano.

ho una decina di giradischi a casa.. e tutti, in qualche modo vibrano...  anche violentemente  ( 301/124 /930) .. tranne questo.

Il progettista sostiene che vi é stato un lungo percorso progettuale per giungere a questo risultato.

immagino che quello di valerio sia simile per cui.. sentiamo anche cosa ci racconta lui.

L'uovo di colombo è la combinazione tra un motore ad alta coppia (30W nominali) con questa assoluta assenza di vibrazioni.. e non penso sia stato facile.

Molti costruttori rifuggono da questa apparente dicotomia e scelgono motori evidentemente sottodimensionati.. proprio per paura delle vibrazioni che si scaricano o sulla meccanica stessa, o sul telaio, sul tavolo o attraverso la cinghia, direttamente sul piatto.

@paolo75 il costruttore dice che questo motore regolato in tempo reale è piuttosto insensibile alla perfetta tensione della cinghia, per cui da solo indicazioni generiche.

io mi sono fatto dare una cinghia da 110 cm, sufficientemente lunga da avvolgere il piatto e posizionare il motore a lato del giradischi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
4 ore fa, alexis ha scritto:

eccolo che gira... impressionante, sembra fermo.. nessuna vibrazione percepibile nessun rumore..

bello!!!

adesso servirà da affiancarci un superalimentatore. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
36 minuti fa, scroodge ha scritto:

vado tosto a posare orecchio e fonendo sul "G"!! 😆

passa al R e fine delle paturnie 164274763_ridere81.gif.f6a13d28784c6c6e8636a3cb3129ce6c.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
12 minuti fa, alexis ha scritto:

scelgono motori evidentemente sottodimensionati.

o sottoalimentati appunto per non innescare vibrazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@BEST-GROOVE bel modo elegante di sventolare bandiera bianca... 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
Adesso, alexis ha scritto:

 bel modo elegante di sventolare bandiera bianca

in riferimento a quale post? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@BEST-GROOVE  mi riferisco all’incapacità di molti costruttori di affrontare la questione vibrazioni e potenza.. 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
2 minuti fa, alexis ha scritto:

mi riferisco all’incapacità di molti costruttori di affrontare la questione vibrazioni e potenza..


si ed è sorprendente...un motore è un motore e nulla più...basta costi poco rientrando nel budget stanziato per imbastire un giradischi degli Nmila che spuntano come funghi e via andare. :(

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

collegato brevemente al volo al vecchio oracle.. ieri sera.. prime impressioni.. è il motore a fare i giradischi...  come sospettavo..

ma a breve ulteriori approfondimenti🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
scroodge
16 ore fa, alexis ha scritto:

ho una decina di giradischi a casa.. e tutti, in qualche modo vibrano.

questa cosa mi fa molto riflettere e mi può tornare con i gira che hai nominato, mi torna meno con gira più moderni, mi puoi spiegare meglio cosa intendi?

Cioè, quanto vibrano? Sono vibrazioni udibili ad orecchio? Oppure chessò, appoggiandoci una mano?

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

Ma anche vibrassero dove sta il problema se collocati distanti dal piatto su altro ripiano con cinghia lunghissima?


1179804412_ptcsys_012.jpg.73b5d2b02cca48957ca711d28d7b23c3.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    303534
    Total Topics
    6778973
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy