Jump to content
Melius Club

orsa99

connettore placcato e connettore tornito dal pieno

Recommended Posts

orsa99

Mettiamo che abbia due connettori: uno in argento puro tornito dal pieno e un altro di ottone placcato 24k con lo stesso argento usato per quello tornito dal pieno...se la placcatura è ancora integra, vi sarebbero differenze tra i due connettori per quanto riguarda la conducibilità?  

Share this post


Link to post
Share on other sites
bombolink

Feci una volta grosso modo la stessa domanda ad un certo George Cardas, mi rispose che materiali diversi non isolati tra loro (es. Rame argentato, ottone dorato ecc.) introducono sempre una distorsione.

Quindi no placcatura, anche se mi disse che le placcature non sono tutte uguali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
36 minuti fa, bombolink ha scritto:

introducono sempre una distorsione.

@bombolink poi bisognerebbe misurarla questa distorsione e verificare quanto influisce sull'ascolto. Ho fatto bene io allora ha scegliere cavi di segnale e potenza tutti con connettori di rame torniti dal pieno e trattati affinché l'ossido non diventi un problema...certo sarebbe bello averli d'argento torniti dal pieno, ma poi costerebbero una follia anche se con i costi di certi cavi...dovrebbero fornirli. Anche la filosofia che se il cavo è di rame anche il connettore deve essere dello stesso materiale...una volta un venditore mi fece la testa piena di chiacchiere perché voleva vendermi dei connettori che costavano 200 euro l'uno. Ma il discorso della terminazione con lo stesso materiale del cavo ha senso quando riesci ad ottenerlo dall'inizio alla fine...intendo dalla sorgente fino al diffusore...meglio fino al faston dell'altoparlante. Ma se io compro un cavo pure silver con connettori in argento anche se placcati...e poi questi si connettono in femmine da pannello con i contatti dorati o di altro materiale...mi spiegate che senso ha, visto che questa purezza dell'argento la perdo quando entra in un altro apparecchio? E' un po come il bilanciato,  se esistono veri benefici allora deve esserlo dall'inizio alla fine...  

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
3 ore fa, orsa99 ha scritto:

.certo sarebbe bello averli d'argento torniti dal pieno, ma poi costerebbero una follia anche se con i costi di certi cavi..

dovresti con il tempo tenerli ossidati in quanto l'argento pare condurre un pizzico di più quando ossidato...non mi ricordo dove lo lessi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

@BEST-GROOVE probabilmente quando si è parlato dei  cavi di segnale Thorens.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bombolink

No, l'ossido di qualunque metallo conduce meno del metallo stesso ma l'ossido di argento conduce meglio dell'ossido di rame.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
4 ore fa, paolosances ha scritto:

probabilmente quando si è parlato dei  cavi di segnale Thorens.

vero, ma anche altrove lessi qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
12 ore fa, BEST-GROOVE ha scritto:

..non mi ricordo dove lo lessi.

@BEST-GROOVE forse l'hai letto qua: 

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@orsa99  probabile, ma ripeto lo lessi anche fuori da queste quattro mura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nixie

@orsa99 Come contatto superficiale secondo me è la stessa,poi se il cavo d argento è saldato dentro un connettore di ottone penso di no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99

Un'altra delle stranezze dell'audiofilia...se l'argento conduce meglio dell'oro, se una placcatura in oro costa di più rispetto ad una in argento vista la differenza di prezzo sul mercato, per quale/i motivo/i il 99% degli apparecchi montano connettori palccati in oro e non in argento? Per quale motivo i negozi che vendono componenti audio esauriscono prima i connettori placcati in oro? (io sono ben contento quando mi lasciano quelli in argento 😀) La risposta può essere una sola: i contatti dorati sono più belli da vedere 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina

perché se fossero d'argento sarebbero ossidati, quindi apparirebbero bruttini, quindi venderebbero meno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.

Concordo con il redivivo carlottina, che approfitto per salutare...

Ad ogni modo, c'è poco da girarci intorno: l'argento "puro" non trattato sarebbe la migliore scelta possibile come materiale, perché più conduttivo del rame anche in condizione di ossidazione. Però costa molto e quindi... il rame "puro" (leggi: non trattato, senza placcatura) resta il materiale con il miglior rapporto q/p. Va però curata maniacalmente l'installazione e la periodica operazione di pulizia con strumenti idoneei.

Desidero a questo punto fare delle osservazioni sul tipo di installazione al cavo di molti connettori, anche pregiati: il più delle volte, per semplificare il montaggio e renderlo a prova di niubbio, il connettore e il conduttore sono fissati per il tramite di uno/due grani di piccola dimensione, che esercitano una piccola pressione, oltre a rovinare la cordatura del conduttore. Tutto questo porta ad un innalzamento della resistenza di contatto, rendendo in tutto o in parte inutile l'uso di materiali nobili e ipercostosi...

La brasatura a stagno sui conduttori di grandi dimensione non è ottimale e comunque è di gran lunga inferiore alla giunzione  a mezzo crimpatura: se questa viene eseguita cum grano salis, presenta resistenza di contatto bassissima ed è a prova di corrosione.

Questo è un esempio:

QED-Airloc-Forte-QE1910-Metal-Banana-Plugs-3345rpm.gr_-3.thumb.jpg.cf8dea0b237c522e7ab1fb81369a2022.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina

@M.B. Ciao, ben ritrovato! 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
bombolink

@orsa99 perché l'oro non ossida.

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99
8 ore fa, M.B. ha scritto:

La brasatura a stagno sui conduttori di grandi dimensione non è ottimale e comunque è di gran lunga inferiore alla giunzione  a mezzo crimpatura

@M.B. vero ma ha senso crimpare 8-12 passaggi del segnale per togliere lo stagno quando inevitabilmente attraverserà quello delle elettroniche in larga quantità? Come si mantiene il cavo nella crimpatura come si vede nel disegno che hai postato? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO

La crimpatura industriale ha altri vantaggi:

I trefoli d cui è composto il cavo rimangono liberi di muoversi già immediatamente all'uscita della crimpatura anzichè rimanere vincolati dalla stagnatura che - se fatta bene - risale lungo gli spazi interposti, così il cavo rimane più flessibile e non presenta un punto di passaggio tra trefoli liberi e trefoli bloccati, con minor rischio di rotture in caso di piegature ripetute.

Naturalmente si parla di crimpatura eseguita a regola d'arte, non con le pinze di casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.
2 ore fa, SHAR_BO ha scritto:

La crimpatura industriale ha altri vantaggi:

I trefoli d cui è composto il cavo rimangono liberi di muoversi già immediatamente all'uscita della crimpatura anzichè rimanere vincolati dalla stagnatura che - se fatta bene - risale lungo gli spazi interposti, così il cavo rimane più flessibile e non presenta un punto di passaggio tra trefoli liberi e trefoli bloccati, con minor rischio di rotture in caso di piegature ripetute.

Naturalmente si parla di crimpatura eseguita a regola d'arte, non con le pinze di casa.

Vero. Ho letto diversi studi a tal proposito che lo dimostrano. Ed è soprattutto per questo motivo che i migliori connettori da crimpare presentano una svasatura iniziale del cilindro (che non va crimpata). Che poi questa (la svasatura) faciliti l'ingresso dei conduttori nel connettori, è cosa di secondaria importanza... 

Comunque sia, la crimpatura (nel giusto connettore) offre la più bassa resistenza di contatto e preserva le parti dall'ossidazione (perché non c'è più aria). Con la giusta tecnica e attrezzatura, anche a casa si possono eseguire crimpature di buona qualità. Nella foto allegata ci sono alcuni dei miei attrezzi che uso al bisogno. Per i connettori hifi, le pinze idrauliche (al centro della foto) sono indidlensabili.

IMG-20200103-WA0000.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.
3 ore fa, orsa99 ha scritto:

vero ma ha senso crimpare 8-12 passaggi del segnale per togliere lo stagno quando inevitabilmente attraverserà quello delle elettroniche in larga quantità? Come si mantiene il cavo nella crimpatura come si vede nel disegno che hai postato? 

Secondo me ce l'ha un senso, e anche bello grande, perché un conto sono le brasature a stagno dei piccoli componenti elettronici su una pcb, tutt'altro conto sono le brasature a stagno dei cavi di potenza. Non a caso nelle migliori amplificazioni si usa crimpare il cablaggio di potenza su dei connettori terminali (capicorda) fissati poi meccanicamente alla pcb.

Il cavo, una volta crimpato (bene) al connettore, diviene un tutt'uno con esso. Meccanicamente ha una tenuta straordinaria. Tieni presente che in campo automobilistico (vedi cavi batteria, etc) la crimpatura non è un opzione, ma (che io sappia) la sola strada perseguita da tutti i costruttori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO
4 ore fa, M.B. ha scritto:

Tieni presente che in campo automobilistico (vedi cavi batteria, etc) la crimpatura non è un opzione, ma (che io sappia) la sola strada perseguita da tutti i costruttori...

Infatti,

si conferma la natura prettamente meccanica della preferenza per la crimpatura, meglio resistente alle vibrazioni.

In ambito industriale la preferenza - ferma restando la buona / eccellente qualità della connessione - è esclusivamente per motivi di costo.

Crimpare un cavetto su un contatto richiede pochi secondi, decimi se fatta con una macchina automatica.

La saldatura a stagno è molto più impegnativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.

@SHAR_BO 

Sul fatto che la crimpatura a livello industriale sia preferita per motivi di rapidità e quindi di costo, non ci piove! Ma è, a mio avviso, una scelta saggia.

Se questo fine settimana ho tempo, cerco e pubblico qui qualche documento tecnico che lessi tempo fa riguardante lo studio comparativo tra la connessione elettrica a mezzo brasatura e a mezzo crimpatura. Neanche io immaginavo una così schiacciante superiorità della crimpatura, sia sotto l'aspetto puramente meccanico e sia sotto quello elettrico, con resistenza di contatto sensibilmente più bassa rispetto alla brasatura. Quest'ultima è stata anche analizzata in funzione della lega brasante utilizzata, ovvero la classica 60/40 e un tipo ad "alta" percentuale d'argento: differenze misurate tra le due leghe brasanti risibili...

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO

Ricordo papers di moooolti anni fa quando vennero di moda le connessioni WireWrap con filo rigido:

i produttori sostenevano, prove alla mano, che la connessione con fili di rame (stagnato ) meccanicamente pressati sui post quadrati garantivano un contatto " air tight " e quindi affidabile e duraturo nel tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
27 minuti fa, M.B. ha scritto:

Sul fatto che la crimpatura a livello industriale sia preferita per motivi di rapidità e quindi di costo, non ci piove! Ma è, a mio avviso, una scelta saggia.

Se questo fine settimana ho tempo, cerco e pubblico qui qualche documento tecnico che lessi tempo fa riguardante lo studio comparativo tra la connessione elettrica a mezzo brasatura e a mezzo crimpatura. Neanche io immaginavo una così schiacciante superiorità della crimpatura, sia sotto l'aspetto puramente meccanico e sia sotto quello elettrico, con resistenza di contatto sensibilmente più bassa rispetto alla brasatura

Però a livello di ossidazione nel tempo come siamo messi? bisognerebbe rifare le stesse misure dopo un paio d'anni e vedere se cambia qualcosa

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.

@AlfonsoD 

La crimpatura ad alta pressione, di fatto, elimina tutta l'aria tra il conduttore e il connettore (a prova di gas). Senza l'aria, non c'è ossidazione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
2 ore fa, M.B. ha scritto:

La crimpatura ad alta pressione, di fatto, elimina tutta l'aria tra il conduttore e il connettore (a prova di gas).

Ma quella "fatta in casa" è paragonabile o è meglio saldare?

Io preferisco la crimpatura, ma se posso poi saldo, in modo che il cavo sia comunque protetto da uno strato ulteriore; tanto l'elettrone di turno sceglierà la via meno faticosa evitando lo stagno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe845

Infatti, la crimpatura è migliore sotto tutti gli aspetti.

G

Share this post


Link to post
Share on other sites
M.B.

@AlfonsoD 

Io da anni ho due crimpatrici manuali, di cui una knipex a matrice quadrata, che uso con grande soddisfazione con i puntalini sui conduttori elettrici. Recentemente ho acquistato una crimpatrice idraulica, che esercita 7 Tonnellate di pressione ed è indicata in tutti i casi si debbano crimpare connettori e cavi di buona sezione. Per verificare la sua efficacia, dopo aver crimpato un conduttore ad una forcella in rame l'ho sezionata con il dremel e un disco diamantato. Pazzesco! I cavi e i conduttori si erano letteralmente fusi in un tutt'uno indistinguibile ad occhio nudo! Il cilindro era completamente saturo...

P.S. Sempre nello stesso documento di cui sopra, si consiglia vivamente di NON eseguire la stagnatura dei conduttori che devono essere crimpati, pena un innalzamento (picco) della resistenza di contatto. La lega brasante, in pratica, sotto la grande pressione si spaccherebbe e si comporterebbe elettricamente in modo "anomalo". Brasare invece dopo la brasatura (mia opinione), la vedo un'operazione inutile sotto il profilo elettrico e dannosa sotto l'aspetto meccanico. Al limite, solo se si esegue in "modalità fredda", ovvero una colata di stagno che serve solo per coprire la parte, senza che questo penetri nella giunzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO
4 ore fa, M.B. ha scritto:

Brasare invece dopo la brasatura (mia opinione), la vedo un'operazione inutile sotto il profilo elettrico e dannosa sotto l'aspetto meccanico. Al limite, solo se si esegue in "modalità fredda", ovvero una colata di stagno che serve solo per coprire la parte, senza che questo penetri nella giunzione.

Per quanto ne so,

tutto dipende dalla qualità della crimpatura: se eseguita a regola d'arte non ha bisogno d'altro perché il contatto è ( dovrebbe essere ) "air tight ", cioè non accessibile all'aria.

Concordo sulla dannosità della stagnatura fatta prima.

Fatta dopo, in ogni caso peggiora la robustezza meccanica dell'assemblaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
9 ore fa, SHAR_BO ha scritto:

Ricordo papers di moooolti anni fa quando vennero di moda le connessioni WireWrap con filo rigido


le odio da morire, non si può sfilare una scheda per averla in mano neanche per scommessa senza dissaldare le colonnine.

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO

Infatti quel modo di connessione è sparito presto dal mercato . . . .

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    299793
    Total Topics
    6635661
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy