Jump to content
Melius Club

Ale64

Punte e sottopunte per casse libreria

Recommended Posts

Nerodavola62

@giorgio_  Giorgio, parlare di regole assolute in HiFi è un azzardo, perché le variabili sono infinite.

Sulla carta i diffusori generalmente gradiscono un accoppiamento del cabinet con qualcosa che abbia massa significativamente maggiore, perché ciò consente di ridurre le vibrazioni prodotte dai driver a tutto beneficio della "chiarezza" della musica riprodotta.

Se la massa sottostante è minore di quella del diffusore e/o risonante, in genere meglio disaccoppiare.

Se lo stand (tipicamente pesante e sordo) poggia sul pavimento, magari tramite punte, in teoria non avrebbe senso disaccoppiare il diffusore dallo stand.

Del resto non lo si può neppure imbullonare; quindi (a mio parere) il BluTack può costituire un ottimo compromesso, essendo tra l'altro un intervento non invasivo e reversibile.

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
3 ore fa, giorgio_ ha scritto:

Ma alla fine tra stand e diffusore cosa hai fatto? Accoppiato o disaccoppiato?

Mi trovo in una situazione analoga: sono costretto a usare gli stand nonostante i bambini turbolenti perché il ripiano esistente mi permette solo un metro e mezzo di distanza tra i due diffusori e la scena è troppo ristretta rispetto al punto di ascolto. E allora via di sabbia e piombo per appesantire (e assordare) gli stand.

Però leggendo quello che dice @Nerodavola62 il diffusore dovrebbe essere accoppiato allo stand, se questo è stabile e, nel caso della sabbia, non vibrante.

Pace che ognuno giudica secondo proprie orecchie stanza e tutto il resto, ma a questo punto la teoria cosa direbbe? Diffusore isolato o solidamente ancorato ad una base stabile, magari a sua volta isolata dal pavimento

Scusa, forse mi sono perso io, di che diffusori parli ?? Grazie 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
giorgio_

@meridian Scusa Dario, chiedevo ad @Ale64 , che ha posizionato i diffusori sugli stand, se li avesse alla fine accoppiati o disaccoppiati.

Grazie per l'interessante chiarimento @Nerodavola62 : nel mio caso in effetti (b&w 706) il costruttore sul manuale consiglia di "imbullonare" 🤣, di "insabbiare" e poi al pavimento, a piacere, accoppiare con punte oppure disaccoppiare con piedini in gomma.

Probabilmente lo stand riempito di sabbia anche solo per metà va ad avere una massa maggiore del diffusore, ma non saprei dirti di quanto.

Qui il link del manuale.

Farò le due prove e vi saprò dire: pensavo per disaccoppiare di interporre i pad consigliati da @meridian , mentre per accoppiare usare un sottile tessuto di cotone, giusto per non rovinare il legno del diffusore quando va a contatto con la piastra superiore dello stand.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62
2 minuti fa, giorgio_ ha scritto:

giusto per non rovinare il legno del diffusore quando va a contatto con la piastra superiore dello stand.

Valuta anche bluetack, che accoppia meglio (nel senso che rende più stabile) l'abbinata diffusore-stand, in caso di micro urti etc...

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ale64

@giorgio_ Ciao tieni presente che non sono molto afferrato 

in materia, sto imparando a poco a poco... con gli stand ho accoppiato e il risultato è stato ottimo, mi sono fidato del venditore che mi ha proposto uno stand che andava bene con le mie casse (che tra l’altro vende anche lui)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Armando Sanna

Alla fine ho preso i Soundcare Super Spikes quelli con le superfici adesive ...

Le prime impressioni non sono male ma vanno accordati tutto il resto.

Mi farò qualche ascolto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
CaP

Sto leggendo diversi post per capire meglio questa cosa di accopiare e disaccoppiare. 

Le mie casse stanno sulla libreria appoggiate con i piedini originali (conici e in gomma) e non le posso mettere su uno stand per questioni di spazio e bambini. La libreria è massiccia e gli scaffali sono spessi 3,5 cm. Sotto le case ci sono dei vani con dei libri.

Quindi, se ho capito bene, in teoria sarebbe bene accoppiare perché la massa della libreria è decisamente maggiore di quella delle casse, ma il rischio è che i vani facciano da cassa di risonanza, quindi sarebbe meglio disaccoppiare? 

Sarebbe meglio mettere sotto questi pad, mettere delle punte e sotto punte o lasciare i piedini? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@Armando Sanna ciao, ho usato i soundcare adesivi in molte situazione, e devo dire che funzionano molto bene. 
Attualmente sono tra il ripiano top del tavolino e la base di bambù su cui poggia il mio pesante giradischi, e fanno un ottimo lavoro di isolamento. Consigliatissimi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@CaP io lascerei i piedini in gomma..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nerodavola62
6 minuti fa, Gici HV ha scritto:

io lascerei i piedini in gomma.

concordo.

mauro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Armando Sanna

@CaP 

abbiamo delle situazioni abbastanza simili, diffusori in libreria molto pesante con ripiani di profondità 42 cm e qualche spazio chiuso ante e con ripiani con materiale musicale e video ( ovviamente dotati di gommini per evitare vibrazioni indesiderate).

Tra le varie prove i piedini disaccoppianti li ho trovati poco di mio gusto, spesso ingrassano la gamma medio bassa , velano l’estremo acuto e in alcuni casi diminuiscono la dinamica ...

Le punte se da una parte definiscono e migliorano l’articolazione e la resa dell’ambiente delle registrazioni, dall’altra possono smagrire la gamma medio bassa e bassa , rendere le voci maschili più leggere perdere di profondità ...

L’ideale è trovare qualcosa che non danneggi nulla ma migliori alcuni parametri del suono, con le punte generalmente mi sono sempre trovato non male al patto di inserire sulle sotto punte dei dischetti in gomma o feltro di adeguato spessore. In alcuni casi degli elementi tipo tappi larghi ( tipo The freddo o Gatorade da  1,5 lt) e collocare all’interno un misto di O ring e sabbia ...

Cosi hai un po’ di tutto 😉 ora sto

provando degli Soundcare Spikes con adesivi, da utilizzare assolutamente sotto di essi i loro adesivi in feltro pena un eccessivo smagrimento  del suono, ma le prove continuano poi saprò raccontarti

buona scelta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Armando Sanna

@iBan69 

sto facendo alcune prove e non mi sembrano male...  forse nel

mio impianto e ambiente sto “quadrando il cerchio“ 😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
CaP

Grazie a tutti. Era un po' che stavo meditando il cambio di amplificatore... Quindi quando il mio vecchio è spirato, non ho pianto, ma l'appetito vien mangiando e adesso ho un po' di idee in testa per vedere e riesco a migliorare ulteriormente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bargeld

Riporto la mia esperienza, se può aiutare: ho avuto in libreria (massiccia e piena di dischi) due coppie di diffusori bass reflex (le piccole Indiana Line e le B&W 706 S2) e attualmente le Harbeth (sospensione pneumatica). Ho provato con tutti e tre i diffusori diverse soluzioni (piccoli piedini in gomma, mopad, piedini isoacoustics), ma in tutti i casi la migliore è risultata l'accoppiata con i piedini fermaporta tipo Upim, che ho trovato su eBay a pochi euro. Ovviamente la cassa chiusa esce vincente in ogni caso con tale posizionamento (forzato). 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Armando Sanna

Conosco i piedini tipo UPIM, quelli fermaporta trasparenti con un parte bianca sfilabile che contiene il segmento di unione più la parte circolare adesiva.

Nelle mie prove andava rimossa la parte bianca e lasciata iella trasparente , buona sulle elettroniche con persi superiori ai 12-15 kg  con  quelle leggere non smorzavano le vibrazioni ...

Le punte coniche e sotto punte  , opportunamente smorzate a mio avviso fanno un lavoro migliore .

un saluto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bargeld

@Armando Sanna le punte non accoppiano? Non sarebbe meglio disaccoppiare in questo caso? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Armando Sanna

@bargeld 

come ho scritto in qualche post più sopra 

in linea di larga massima :

- le punte e sottopunte oltre ad accoppiare asciugano/definiscono il suono

- i piedini isolano e rendono il suono più presente in gamma bassa e medio bassa 

Nelle varie mie prove con tutta una serie di piedini e punte, alcuni acquistati (Magic Dream, Vibra Pod, Vibra Cone, Sound Care Spikes...) altri costruiti "home made" la mia preferenza è per le punte e sotto punte armonizzate con (feltrini o sabbia e O ring ) con questo metodo IMHO si può tentare di ottenere il meglio dei due sistemi, ovvero mitigare le contro indicazioni.

Ma questa come al solito è sempre (nel mio ambiente, con i miei componenti e soprattutto con le mie orecchie...) quello che meglio accorda i pregi e smussa i difetti delle due scelte.

L'ideale sarebbe avere i componenti sospesi in aria, e non su molle ad aria quello qualcuno lo ha già inventato (sistema  Moss  )-

buona ricerca 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    299902
    Total Topics
    6639170
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy