Jump to content
Melius Club
lupoal

alimentatore supercapacitor e ...

Recommended Posts

alexis

Interessante... stavo proprio pensando al Farad per il mio giradischi.. in versione 24v 2,2 A..  é una specie di superbatteria, più che un alimentatore classico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lupoal

mi domando se la differenza di prezzo rispetto ad un Sbooster trovi, al netto di quanto a schermo oscilloscopio, riscontro reale in fase di ascolto con impianto di livello medio ed orecchie di mezza età 🙄

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Io lo sto ordinando per alimentare il giradischi, è una specie di batteria virtuale, sono convinto che sia un eccellente sistema per i gingilli Hi-Fi, ancorpiú in ambito digitale. 😎

considerato il modesto overprice rispetto agli alimentatori normali a regolatori... non esiterei. La tecnologia del futuro, basato su supercondensatori di ultima generazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

ordinato... or ora😋

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

bella lettura, grazie.

E che numeri che ha il rumore di uscita del Farad Super3. Impressionante.

Noise max: -122 dBV (@55 KHz)
Noise min: -145 dBV

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolo75

Ho un pre phono Nagra BPS alimentato a batteria( quelle rettangolari da nove volt), ma ha la possibilità di essere alimentato anche esternamente con un alimentatore da 7 a 10 V di uscita...non me ne intendo,ma le analisi di rumore potrebbero rendere il Farad un sostituto sovrapponibile a una alimentazione a batteria, ma con uno sprint dinamico superiore?

(pensate che una volta ho messo sotto quelle batterie da nove volt ultra costose al litio, e senza pensarci e attendendo miglioramenti favolosi ho ascoltato il pre phono...la dinamica si era dimezzata, non capivo cos era successo...poi ho scoperto che le batterie al litio non vanno bene se hai bisogno di alimentazioni sprintose, forse per questione di resistenza interna o cose del genere...insooma, è un apparecchio sensibile a come lo si alimenta)

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

da quel che leggo il Farad dovrebbe garantire prestazioni ben superiori alle batterie.. non dimentichiamo che abbiamo a disposizione ben 3A...

che una batteria da 9 V si sogna..

comunque sett prossima mi arriva, sono curioso di sapere come va.

il titolare comunque risponde subito ed è gentilissimo, potresti scrivergli se tra i suoi clienti c'è qualcuno con il nagra

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolo75

...grazie Alexis...lo contatto e vediamo...il buon Bolduc diceva che un bps alimentato da una batteria da camion che aveva in saletta aveva aumentato moltissimo le prestazioni...vediamo con questi super alimentatori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
_EmmE_

Per confermare le potenzialitá di questa tecnologia, i supercondensatori offrono effettivamente gradienti di corrente ben superiori alle batterie, di ogni tecnologia costruttiva. Nel laboratorio di elettr. di potenza dove stò facendo la tesi ce ne sono diversi ( bestioni da 300/400 Farad ), sotto studio per essere utilizzati come compensatori di "buchi" di rete, proprio in virtù della loro 'velocitá' di erogazione di corrente, molto molto superiore a quella delle batterie che andranno a sostituire.

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@_EmmE_ in che utilizzi  e a che tensioni? UPS offline veloci, online a supporto delle batterie   o  a supporto di elettroniche in bassa tensione?  Sono curioso perche´ i supercap ad  esempio nel supporto nei grandi controller RAID e altri utilizzi  mission  critical sono realta´ gia´  da un pezzo. A bassissima tensione ad esempio  ci sono i maxwell  a migliaia di Farad.

Share this post


Link to post
Share on other sites
_EmmE_

@everett3 Ho visto che stanno facendo prove di carica a 450v, e scarica su pacco resistivo da 4,5 kw che scalda come un dannato. Tieni presente che sono bestioni grandi quanto un tavolo, quindi ci stá, verranno usati in ottica smart grids come storage per inverter particolarmente "cazzuti" in termini di erogazioni impulsive, atti a compensare le carenze di rete, ma diciamo lato distribuzione, non per la singola utenza domestica. 

Cordialmente, Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

azz.. ci credo che scalda. 400F a 450V  fanno 180k Coulomb. Vorrei assistere a quell´esperimento. Che rele´ usano per l´attacco del carico?

o forse  semiconduttori di alta potenza, tipo IGBT?

Share this post


Link to post
Share on other sites
_EmmE_

bravo, attualmente usano proprio degli igbt molto ben dissipati, ma sono ancora allo studio approfondito del condensatore, poi passano all'inverter e li ne hanno di lavoro. I relè sono da escludersi in quanto il loro tempo di risposta elevato renderebbe il tutto vano, ai fini dell'applicazione prevista.

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Eccolo qui... da fuori è ben fatto, compatto e pesante. A breve sapremo come va, almeno nel mio uso specifico, per alimentare una giradischi..

😎

Se tanto mi da tanto, una piccola rivoluzione per i tipici problemini delle catene liquide.. dalle interfacce, agli streamer, ai dac.

per HD meccanici e nas e computer stessi occorre aspettare ancora un po’, la potenza si ferma per ora a 3 A, che comunque non sono pochi.

028BCDF1-D4FA-476E-B8C2-0D7F0F3BF83A.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@blueray mi hai fatto riflettere: meglio non istigare fantasie suicide. Lo sapete che sta roba se usata male, e ci vuole poco, fa il botto? Mi vengono in mente quelli che esplodono coi mod meccanici per svapare. Resistenza-coil  diretta sulla batteria. Un bel ricordo a vita, se va bene.

O forse  farei meglio a tacere e dare occasione a qualcuno di  vincere Darwin Awards e far evolvere la specie?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ipoci

Io volevo prendere questo alimentatore QUI di Iancanada per alimentare il DAC (di suo ho le board McFiFo e XO e sono notevoli).

Poi pensando al rischio, ho lasciato stare ... 😥

.

Un cordiale saluto, Massimiliano

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@ipoci 😂 ottima conclusione. Chiaramente sei libero, e se sai quello che fai la responsabilitá é tua. Il problema é  di chi sta intorno al momento della deflagrazione. DIY  va bene  ma in sicurezza.

Chiaramente il mio discorso non vale per apparecchi certificati e con protezioni ad hoc come il Farad.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@blueray rispondo quotando me stesso:

14 ore fa, everett3 ha scritto:

Lo sapete che sta roba se usata male, e ci vuole poco, fa il botto?

e la tua deduzione resta tua, nulla a che fare con ció  che ho detto. Resta vero che: 

- in caso di sovraccarico o cortocircuito la batteria puó esplodere. Ogni batteria puó  esplodere.

- esiste una differenza sostanziale tra batterie chimiche e capacitá caricate

detto questo, non capisco il perché dell'OT. Ribadisco che tutto é bene ma non tutto giova. Coltelli in cucina si, ma quanto affilati?

da parte mia non continuo con questo OT.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@blueray capisco, ti sei offeso per questo:

Riportato

O forse  farei meglio a tacere e dare occasione a qualcuno di  vincere Darwin Awards e far evolvere la specie?

Scusami ma non era per te! Era per un ipotetico pinco pallino con brutte intenzioni, la frase era parte del paragrafo intero.

Non mi permetterei mai di attacare nessuno, semmai di difendermi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@alexis come va il Farad?

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@blueray Interessante e ti riporto la mia esperienza diretta, dato che non parlo mai per sentito dire.
Ho comprato l'anno scorso uno jump starter per auto. Lo scopo era di riavviare l'auto con la batteria scarica dopo due mesi di fermo in garage. Morta, non si aprivano piú nemmeno le portiere, sono andato di chiave in toppa. Il multimetro rideva a crepapelle.

Bene, carico l'oggettino, vado all'auto. Fiat Bravo Multijet diesel 1600 105 CV. Apro il cofano, le istruzioni chiarissime dicevano che se si fosse accesa una spia specifica, allora avrei dovuo attivare l'interruttore "boost".  Non si accende la spia, quindi niente boost ma partenza normale. Al primo colpo Lazzaro resuscita, e in che modo!

540 grammi di accumulatore. L'energia che ha dentro é impressionante.

Veniamo all'audio, l'oggetto di cui sopra fa anche da power pack (e da torcia con un superled) con uscita USB 5V 2.1 A max e 12 V 10A con plug cilindrico.

L'ho usata nell'impianto per il raspberry pi 3B+ con hifiberry digi+ pro che uso da trasporto-streamer. Va e va veramente bene. L'ho tolto perché non sto tranquillo con quell'affare sempre inserito, ho bambini in casa, e poi devi ricaricarlo, anche se parliamo di settimane o mesi.
E´certificato contro sovraccarico  e cortocircuito, inversione di polaritá e surriscaldamento. 

https://www.amazon.de/gp/product/B07CMN6JZ8/

image.png.df946b164348deb7f672c38a78f2aa49.pngimage.png.9f9ab694cefeefe4c1ec65a1c305c071.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
SHAR_BO

Un oggetto da tenere in auto sempre ben carico per ogni evenienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

@SHAR_BO Ma anche in garage o in cantina o nel ripostiglio.

@blueray questo potrebbe interessare:  http://archimago.blogspot.com/2019/07/measurements-switching-power-supplies.html

Il primo innegabile dei vantaggi é l'assenza di rumore a 50 e 100Hz e famiglia dovuto ad induzione e ripple. Basta misurare quel che ti pare con un portatile , REW e un microfono USB prima a batteria e poi con l'alimentatore senza toccare niente altro. Lo spettro parla chiaro.  Che sia udibile o meno, é faccenda personale.

Mi scuso per il leggera divagazione comunque in tema e spero di sapere peresto l'esito della prova dal buon alexis.

L'oggetto del thread sono gli alimentatori supercap a bassissimo rumore. Per i powerbank, disconnessi dalla rete elettrica, bisognerebbe fare misure analoghe.

Riferimenti:

Audio Electronics ; John Linsley Hood; Newnes, 1999; pp 375  -> vedere capitolo PSU

Share this post


Link to post
Share on other sites
lupoal

Ok... @alexis  come va il farad?

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    301209
    Total Topics
    6696406
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy