Jump to content
Melius Club
Soundmaster

Troels Gravesen DYS

Recommended Posts

audio2
25 minuti fa, Soundmaster ha scritto:

Io però seguito a non capire se ritenete che autocostruire un progetto

questo lo saprai dopo che lo hai realizzato, secondo me se hai dei dubbi meglio comperare qualcosa di pronto che puoi ascoltare prima.

a parte che non si sa che impianto hai che gusti che casse conosciute preferisci ecc ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

Caro Audio 2 temo proprio che tu abbia ragione... Speravo di avere qualche risposta del tipo Grav. è bravissimo e ingegnerizza delle casse fantastiche che valgono ogni € speso perche per trovarne di simili in commercio ti ci vorrebbero 10.000€, ma siccome questo non sta succendendo temo che sia meglio ascoltare e comprare... siamo un po' come s. tommaso qua..!!!

Cosa mi piace esattamente non lo so, so che se sento una bella cassa a prescindere dalle qualità mi pica e non sono nemmeno troppo schizzinoso.

Al momento ho delle s.faber concertino e mi rendo conto che non sono all'altezza, ho voglia di qualcosa con più respito più gamma più dettaglio  più potenza più definizione, insomam più tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites
sandrelli

Se le concertino in gamma bassa non ce la fanno, puoi usare un subwoofer attivo che abbia le uscite filtrate con passa-alto per i satelliti da mandare al tuo ampli...una volta si faceva così (e si sfasavano anche i satelliti rispetto al sub)   

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

le concertino le ho avute anche io, erano molto gradevoli ma adesso come anche allora c'è roba anni luce avanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@audio2 esatto percui vedi sarei facilmente accontentabile... probabilmente anche dalle autocostruite. Ripeto voglio solo un paio di casse di qualità, ma non sto cercando i diffusori definitivi che in negozio costano 70.000€.

Vorrei la qualità (lasciamo da parte x un momento i gusti personali) di un diffusore che retail va sui 4/7000€ nuovo e pensavo che autocostruendomelo avrei potuto arrivare a quel risultato con 2/2500€

Tutto qua

@Sandrelli si grazie mi è stata suggerita questa soluzione, ma non è solo la gamma bassa è proprio la qualità e la quantità di voce del diffusore che non mi soddisfa più

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

io proverei con qualcosa della dynaudio già fatto preso usato, poi gli fai rifare il crossover.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

 @sandrelli no, perche' lo hai postato? Adesso affossano pure Tony Gee.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@audio2 e chi me lo rifà il xover?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@sandrelli be' grazie...hanno un sito stupendo. studierò

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@everett3 Grazie evrett ...quindi mi stai dicendo che con un po di olio di gomito i risultati si ottengono ...a prescindere dai tecnicismi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

Certo! Ragioniamo un attimo. Chiunque a un certo punto cominci a fare qualcosa di nuovo, mosso da piacere e passione, muove il primo passo. Deve farlo. Al poi, non c'e' limite, e' solo questione di tempo.

Fratello caro,  molti, tanti, troppi a volte, saranno tentati e faranno in modo da distoglierti, denigrarti, umiliarti. Non farti fregare. E' l'unico gioco possibile per chi compensa le proprie frustrazioni massacrando gli altri. Vivi le tue passioni intensamente e non cercare approvazione altrui.

Divertiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

comincia con un open baffle a largabanda, poi aumenta il numero delle vie, crossover, poi passi a cassa chiusa. Ti si apre un mondo. Non ti abbattere se non va come ti aspetti, hai imparato, altro che racconti e pippe mentali.  Intanto vai in giro ad ascoltare, trova il tuo suono.

Guarda questo come se la spassa:

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea
6 ore fa, leosam ha scritto:

ci metti i Mundorf bianchi

I mundorf bianchi sono letteralmente trasparenti, se qualcosa non va non è certo colpa loro. Li ho usati sul mid più trasparente che esista e tale restava. Qualsiasi alterantiva provata per me era peggio. PEr me. Come dicevo ad un certo punto questione di gusti.

5 ore fa, joe845 ha scritto:

che la differenza tra un ottimo componente e uno discreto sia quasi nulla, bah, se la pensi così buon per te.

Non penso nulla, provo. Chi stabilisce quale è un ottimo componenete ed uno discreto? perché il confronto dovrebbe essere a parità di schema e non a parità di costo? perché sul basso nessuno metterenne bobile avvolte in aria costose rispetto ad una economica con resistenza 3 o 4 volte più bassa? In un cross ci va il compoenete giusto non quello figo. Messo quello giusto il resto è una variazione sul tema, a chi piace bianco, a chi nero. Per un autocostruttore il problema non dovrebbe nemmeno porsi, il cross è una palla al piede, inutilità allo stato puro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucamauro

Nella mia esperienza, a parità di schema, i componenti del crossover fanno una grande differenza. Forse il rapporto qualità prezzo non sarà il migliore ma le differenze sono assolutamente evidenti. Purtroppo alcune volte anche in peggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
leosam

@lucamauro ciao

Se si prende il catalogo dei produttori di questi componenti,più si sale di gamma più la qualità aumenta, e dunque anche il prezzo,per i materiali migliori,per la costruzione più accurata e complicata,per le tolleranze minori ecc.,chi nega questo ha un po' le fette di salame alle orecchie!Poi che ci siano delle eccezioni e' vero,ma sono appunto eccezioni,non è certamente la regola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucamauro
10 minuti fa, leosam ha scritto:

Se si prende il catalogo dei produttori di questi componenti,più si sale di gamma più la qualità aumenta, e dunque anche il prezzo,per i materiali migliori,per la costruzione più accurata e complicata,per le tolleranze minori ecc.,chi nega questo ha un po' le fette di salame alle orecchie!Poi che ci siano delle eccezzioni e' vero,ma sono appunto eccezioni,non è certamente la regola.

in linea di massima sono d'accordo ma per esempio in alcune situazioni ho preferito i mundorf silver\oil (se non ricordo male) ai silver\gold superiori come costo. Tutto va provato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
JohnLee

Caro Soundmaster, secondo me c'è un punto filosofico da avere ben chiaro :)

Cominciando con l'autocostruzione bisogna accettare un margine di rischio: a meno di casi fortunati è impossibile sapere come suona l'aggeggio prima di averlo fatto. Mentre in negozio uno può fare un ascolto a confronto e formarsi un giudizio (per quanto rischioso di essere fallace),  un audiofilo  che inizia con il DIY per scegliere deve affidarsi a presentazioni o pareri teorici su concetti anche complessi e di cui non sa molto. 

Quindi ad un certo punto deve 'fidarsi' del suo intuito sapendo di correre il rischio di prendere una cantonata.  Poi col tempo, l'esperienza, i libri, i tentativi, i software etc. l'individuo riuscirà prima a capire al volo quale progetto gli piacerà, e poi anche a progettarselo da solo.

Ma non è una strada breve, bisogna giocare parecchio e le prime volte appene finito un diffusore verrà voglia di disfarlo subito e rifarlo con quello che si è imparato facendolo... ma ti diverti intanto che lo fai, lo ripensi e lo rifai !

(detto da uno che sono 45 anni che si diverte a pasticciare...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD

@Soundmaster Allora, ti dico quali secondo me possono essere i vantaggi dell'autocostruzione fatta cum grano salis, a prescindere dai costi e dando per scontato che un po' di esperienza ci vuole (e se non ce l'hai ti divertirai moltissimo ad acculturarti in materia)

Un diffusore (qualsiasi), per quanto possa avere dei grafici di risposta in frequenza da manuale, suonerà in MOLTO diversamente a seconda dell'ambiente in cui viene inserito; questo dipende da COME il diffusore immette energia nell'ambiente stesso ad ogni frequenza emessa, frequenze che a loro volta saranno diffuse/assorbite in maniera diversa dalle pareti, soffitto e pavimento; sembra poco, ma l'ambiente può dare una differenza anche di 15-20db (che sono veramente tanti) in alcune porzioni di frequenza ad un diffusore che sulla carta suoni lineare.

Il vantaggio che puoi avere in questi casi è che puoi cucire il diffusore nel tuo ambiente ed andare a correggere in fase di realizzazione tali magagne; puoi per esempio progettare un diffusore che non ha bisogno di stare a 35mt dalle pareti dandogli un roll-off in basso che compensi la vicinanza con i muri... insomma, una volta fatta la mano puoi sfruttare le conoscenze acquisite disegnando quello che ti serve nella maniera più consona.

Controindicazioni: ti trovi come me ad avere più idee di quelle che riesci a realizzare con il risultato di avere una decina di progetti in corso ed un sovraffollamento di quello che dovrebbe essere il banco da lavoro (che viene normalmente sepolto da tutta la roba che c'è sopra) portando a fine solo 1/15 di quello che inizi (e con tempi biblici).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@everett3 Direi che provarci è l'unica maniera...

hai ragione

Share this post


Link to post
Share on other sites
everett3

Ecco! Basta parole. Agisci.

- compra i libri che ti ho segnalato

- comprati un multimetro e un LCR meter  (ti consiglio il TC1)

- comprati un microfono usb tipo Umik-1  e usa REW, ci sono tanti tutorial

- guarda tanti video su youtube, fatti una idea

- vai a casa degli altri e ascolta, ci sono persone gentili e con gran gusto

Trova il tuo suono e vai avanti per la tua strada.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@AlfonsoD Buona sera alfonso...capisco l'intrippamento, ma vi assicuro che io sonon molto più facile da soddisfare di quanto avete intuito...tendenzialmente vorrei farmi un paio di casse ma non intraprendere un altro hobby... fra la'altro il legno non lo posso certo fare io ma mi devo rivolgere ad un falegname.

IO ci provo poi vi faccio sapere come è andata.

Grazie a tutti per i preziosi consigli

Share this post


Link to post
Share on other sites
Soundmaster

@everett3 Si hai ragione...grazie mille vi terrò informati sui progressi 😬😛

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@Soundmaster anche io non sono in grado di fare nessun crossover, per quello ho fatto queste...

20191228_134435.thumb.jpg.561056e1159ac8b1a6a12e4e59067bd2.jpg

..monovia con Audionirvana da 12" trovati usati come nuovi,non hanno le solite limitazioni agli estremi banda dei fullrange. 

Anche il sito Audiojam 2 di Bellino aveva dei bei progetti diy,io ne ho sentiti 2 modelli che lui vendeva finiti a meno di 3.000 euro, suonavano benissimo,ora dovresti trovarlo su Facebook. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
AlfonsoD
16 ore fa, Soundmaster ha scritto:

Buona sera alfonso...capisco l'intrippamento, ma vi assicuro che io sonon molto più facile da soddisfare di quanto avete intuito...tendenzialmente vorrei farmi un paio di casse ma non intraprendere un altro hobby

be', allora con uno qualsiasi dei progetti di troels dovresti vivere felice, anche se una indiana line, una wharfedale, una magnat nella fascia fino 7-800 euro sono imbattibili; tra l'altro il DIY non mira alla convenienza.

16 ore fa, Soundmaster ha scritto:

fra la'altro il legno non lo posso certo fare io ma mi devo rivolgere ad un falegname.

Per questo ci sono i Fratelli Margotto, possono soddisfare qualsiasi esigenza e sono molto disponibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV
1 ora fa, AlfonsoD ha scritto:

Per questo ci sono i Fratelli Margotto, possono soddisfare qualsiasi esigenza e sono molto disponibili

👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

A proposito di troels Gravesen. Ho trovato spesso stranezze e incongruenze nei sui progetti. 

Ultimamente avendo per le mani dei tweeter scan speak ellipticor posso dire che le poche misure che pubblica in.ben tre suoi "progetti" con questo componente siano ampiamente farlocche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    300993
    Total Topics
    6687494
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy