Jump to content
Melius Club

Summerandsun

Come migliorare il Bluesound Node con 1000 € ?

Recommended Posts

Summerandsun

Vorrei aprire questa discussione per raccogliere pareri sulla migliore strada da seguire per migliorare la qualità d'ascolto rispetto al Bluesound Node 2i spendendo al massimo 1000 € in più.

.

perché il BS Node? perché è uno streamer molto diffuso e apprezzato per il rapporto qualità prezzo, ma che non raggiunge un livello soddisfacente se si cerca quel qualcosa in più. Tanti quindi immagino che come me si trovino nella medesima situazione. Il Node ci piace, ma sappiamo che il nostro impianto potrebbe esprimersi meglio.

.

perché 1000 € in più? Perché significano un totale di 1550 € (1000 € + il prezzo del Node) e questa cifra la percepisco come fascia di prezzo oltre l'entry level. Cifra che (almeno per i lettori cd) si traduce in un significativo incremento di qualità sonora.
Lo so, la domanda sottesa è: possono 1000 € in più determinare una differenza rispetto al Node? Per ammissione del mio negoziante di fiducia, 500 € in più non farebbero la differenza (al netto delle caratteristiche timbriche s'intende). 1000 invece credo di sì, ma è tutto da verificare.

.

Le strade possono essere molteplici, ma probabilmente sono riassumibili in 4 principali:
- DAC esterno da max 1000 €
- “fine tuning” del BS Node attraverso cavi, alimentazioni, eccetera, sempre entro 1000 €
- soluzioni miste
- sostituzione dell'intero Node  con uno streamer da 1550 € max.

.

Forse lascerei da parte la strada della sostituzione. Per vari motivi.
Ad esempio, credo che tanti possessori di BS, come me, non vorrebbero rinunciare al mondo Bluesound perché il software è valido e ben supportato. In più, coloro che confrontano il BS col suo DAC interno al BS collegato ad un DAC esterno, si accorgono di quanto il DAC sia determinante. E allora, perché rinunciare al BS se si può comunque migliorare in altri modi?
La sostituzione dell'intero BS node, quindi, la considererei se il sostituto avesse un software altrettanto valido e/o se 1000 € in DAC o fine tuning non determinassero miglioramenti significativi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
6 ore fa, Summerandsun ha scritto:

- DAC esterno da max 1000 €

Ti consiglio questa strada:  ci sono DAC che per 1000 euro ti trasformano il pur valido Bluesound in una sorgente digitale pressochè definitiva.

Per la scelta,  dipende molto da cosa ascolti:

 - se solo streaming in formato 16/44,  ci sono dei mostri sacri del passato da tenere assolutamente in considerazione,  come il piccolo Wadia X32, i fratelli maggiori X64 e 2000, il Meridian 563, il Sonic Frontiers sfd2 mkII, il Theta Ds Pro prime o addirittura il GenV, ecc.ecc. ...

 - se invece vuoi un prodotto che elabori tutti i segnali negli attuali formati,  dal 24/192 al dsd,  allora non c'è che da sbizzarrirsi:  conosco diversi appassionati che hanno trovato massima soddisfazione con l' RME Adi2 (vedi link),  ma i concorrenti sono tanti e ben agguerriti 🤗 .  Ciao, Max

https://www.thomann.de/it/rme_adi_2_dac_fs.htm?glp=1&gclid=EAIaIQobChMI6Nnu56rQ5wIVCM93Ch3-lwA1EAYYASABEgJ1TfD_BwE

Share this post


Link to post
Share on other sites
Brandx
9 ore fa, Summerandsun ha scritto:

“fine tuning” del BS Node attraverso cavi, alimentazioni, eccetera, sempre entro 1000 €

Da esperienza personale, questa è la strada giusta, e spenderesti meno.

Prova se puoi ad ascoltare un Dac (nella tua catena) diciamo da 1000 € in su, sono convinto che torneresti al Bluesound, come ho fatto io.

Ciao.- 

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino
2 ore fa, maxnalesso ha scritto:

RME Adi2

@Summerandsun  condivido il RME Adi2 e con un pc o mac e Audirvana fai a meno anche del BSound.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV
9 ore fa, Summerandsun ha scritto:


- “fine tuning” del BS Node attraverso cavi, alimentazioni, eccetera, sempre entro 1000

Fine tuning dovrebbe affinare il suono del prodotto, non certo stravolgerlo,e poi per me è folle spendere il doppio dell'apparecchio in accessori. 

Anche io farei delle prove con dac tipo lo RME ma con 1550 euro circa prenderei in considerazione il Nad c658, un pre/streamer che con Dirac potrebbe avere quella marcia in più 

Share this post


Link to post
Share on other sites
shastasheen
5 minuti fa, Gici HV ha scritto:

Fine tuning dovrebbe affinare il suono del prodotto, non certo stravolgerlo,e poi per me è folle spendere il doppio dell'apparecchio in accessori.

Quotissimissimissimo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
deluc

@Brandx io uso il BS Node 2i con un dac esterno e trovo ci sia molta differenza rispetto al dac del BS, non credo sia difficile per un dac esterno migliorare la qualità del dac interno BS, pur considerandolo di discreta qualità. Se fossi Summerandsun farei qualche prova con dac dedicati, ma sono quasi certo che spendendo 1.000 euro in una macchina dedicata possa migliorare la qualità della riproduzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Svalvolato_toscano

io ero indeciso tra il bluesound e il Marantz nd8006, l'idea iniziale era di prendere il node per poi upgradarlo in futuro, ma l'idea di prendere qualcosa di già meno performante che poi dovevo andare a migliorare mi ha fatto fare il salto direttamente al Marantz.

Poi non sono del tutto convinto che uscire dal node ed andare ad un dac esterno non porti con se un degrado di segnale non trascurabile, alla fine per dire sul Marantz tutte le uscite e/o connessioni che non servono sono escludibili proprio per non degradare il segnale, sul node che è la metà pari pari come dimensioni è tutto condensato e zeppo di elettronica... almeno questa è l'idea che mi sono fatto, ma non l'ho mai ascoltato quindi potrei sbagliarmi.

L'app del Marantz non è un granché a livello grafico ma è funzionale, ci si convive.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
3 ore fa, Svalvolato_toscano ha scritto:

Poi non sono del tutto convinto che uscire dal node ed andare ad un dac esterno non porti con se un degrado di segnale non trascurabile

Uscendo in digitale (s/pdif o ottico poco importa) ed entrando in un dac con una ottima interfaccia digitale in ingresso (e ormai sono tutti così, solo sulle vecchie glorie bisogna fare al limite attenzione),  non c'è alcun degrado del segnale DIGITALE (ricordiamoci che non siamo in ambito analogico...)

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

@maxnalesso ma il formato mqa può transitare dalle uscite digitali ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Summerandsun

Perdonate la mia latitanza. Ho aperto la discussione, poi sono sparito.

Eccomi qua. Vedo che nel frattempo qualcuno ha già detto la sua e … non sono iniziate guerre religiose tra sostenitori di soluzioni diverse. Ottimo ☺️

Share this post


Link to post
Share on other sites
Summerandsun

Leggo ancora pochi pareri, ma fino ad ora una leggera maggioranza si sta esprimendo in favore dell'aggiunta di un DAC esterno.

@maxnalesso @Gici HV @deluc  Mi piacerebbe conoscere le vostre esperienze con DAC esterni collegati al BS.

Interessante anche l'esperienza opposta di @Brandx . Quali DAC hai testato prima di tornare al BS Node ? E qual è stato il fine tuning vincente sul Node?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Summerandsun

Sul collegamento BS-DAC esterno:

@Svalvolato_toscano ho provato a confrontare il BS col suo DAC interno e BS collegato con cavo coassiale al DAC del mio integrato Cyrus. Differenze timbriche a parte, non noto differenze o problemi evidenti derivanti da degrado di segnale.

@pizicaniolo credo di sì. ho letto che il BS Node esegua la conversione dell'MQA in due passi successivi. Il primo avviene nella parte streamer. Il secondo nel DAC interno. Il segnale uscente dall'uscita digitale del BS, infatti, è limitato a 24 bit e 96 KHz. Non sono un esperto, ma credo che questo significhi che l'MQA transiti in digitale anche internamente al BS Node. Dovrebbe essere lo stesso per l'uscita digitale. Corretto? Qualcuno ha potuto verificare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri65

@Summerandsun 

Ciao

sono completamente d'accordo sulla bontà del software Bluos , che ha dalla sua una buona stabilità ,velocità discreta interfaccia e una completa integrazione con servizi streaming a pagamento. Gli altri apparecchi di pari livello ,in questo senso latitano ,non sono completi e hanno diverse falle . Anche Heos ,se pur buono ,mi ha lasciato perplesso. Dal mio punto di vista , ha poco senso comunque spendere  cifre sproporzionate per l'aggiunta di DAC esterni . Magari vedo piu sensata la personalizzazione delle prestazioni , per esempio ,parlando dei mie gusti , con un DAC tipo Marantz HD 1 DAC.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@gabri65 scusa,non capisco, perché vedi meglio un dac Marantz che un altro dac della stessa fascia di prezzo? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Summerandsun

@gabri65 anch'io come @Gici HV non capisco. Indichi il Marantz in quanto buon abbinamento col BS, o perché proporzionato come prezzo?

L'intento della discussione è la ricerca di un miglioramento significativo della qualità sonora rispetto al BS con un massimo di 1000 € in più (o 1550 € per sostituire il BS). 

A tuo parere, l'aggiunta di un Marantz hd1 darebbe un risultato "momentaneamente definitivo" ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri65

@Gici HV 

Ciao Gigi

in effetti sono stato poco chiaro, perche non ho premesso che il dac di bordo del NODE , a me è sempre piaciuto per il suo carattere equilibrato.

Se dovessi aggiungere un DAC esterno , uno dei papabili è quello che ho menzionato(Marantz HD 1 DAC) , perche lo conosco ed  ha un suono che a me piace , quindi sarebbe una personalizzazione piu che un miglioramento , oltre ad avere  un prezzo non esagerato . C'è anche da dire che molti DAC hanno delle features che io ho sempre evitato ,conoscendomi, tipo i vari filtri preimpostati . Ho sempre preferito DAC "lisci" senza troppe opzioni . Questa è una delle ragioni per cui il DAC Marantz è uno tra quelli che va incontro ai miei gusti ,oltre alla timbrica tipica Marantz di cui sono Fan.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@gabri65 chiaro, grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri65

@Summerandsun

Ciao 

come ho gia spiegato a Gigi, mi sono espresso male. 

Per me il DAC del Node ,  è gia sufficiente a soddisfare i miei gusti , ma se volessi perfezionare o modellare la risposta del sistema in base ai miei gusti timbrici / musicali , la scelta cadrebbe su Marantz  HD 1 DAC perche è la timbrica che preferisco ,avendo avuto sempre sorgenti Marantz.

Non è detto che sia un miglioramento ,rispetto al DAC di bordo , ma solo una personalizzazione . Che sia una scelta definitiva ?? E chi lo puo sapere 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

@gabri65 solo una piccola precisazione,non mi chiamo Gigi ma Giulio...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabri65

@Gici HV 😁😁 piacere mio Giulio

Share this post


Link to post
Share on other sites
cla71

A mio parere con la cifra indicata ci starebbe un auralic altair ( è uscita la nuova versione quindi il primo dovrebbe avere quel costo). Ottima app ( solo iOS) buonissimo dac. Io l ho da tre anni e sono contenutissimo. 
ciao

cla

Share this post


Link to post
Share on other sites
deluc

@Summerandsun Notavo adesso che non hai detto niente sul resto della tua catena, immagino che se hai intenzione di spendere un millino per migliorare la qualitá del dac anche il resto della catena sia in grado poi di fartelo apprezzare il cambiamento. Se così non fosse, ovviamente potrebbe essere interessante utilizzare il dac del BS che proprio schifo non fa e spendere il famoso millino su qualcosa che incide di piú. Era solo una considerazione che sicuramente avrai giá fatto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Summerandsun

@deluc in realtà, ho aperto la discussione per raccogliere idee per tutti coloro che hanno il Node, che sono tanti.

Nel mio caso, comunque, il resto della catena è costituito da ampli Cyrus 6 dac e da diffusori Kef R3. Dalle prove d'ascolto effettuate prima dell'acquisto, con sorgenti superiori alle mie, ho potuto constatare che il mio ampli e soprattutto i diffusori, possono darmi molto di più di adesso. Con il node e con il Marantz cd6006, ho ottenuto un buon risultato (per le mie tasche, per le mie orecchie e per lo spazio a disposizione), ma so che investendo in miglioramento dello streamer otterrei molto di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso

Io non ho il Node,  ma un prodotto simile della Yamaha (nps 303);  il mio ragionamento infatti era più a 360°,  nel senso che ritengo che qualsiasi lettore streamer di fascia medio bassa, sia sempre migliorabile con un buon dac esterno,  anche spendendo cifre ben più consistenti se si vuole...

Io per ora,  ascoltando solo in formato 16/44,  ho fatto fare un salto notevolissimo allo Yamaha collegandoci un vecchio Wadia X32,  che nuovo costava 2500 dollari ma usato si trova intorno ai 500 euro.  Ho amici che hanno avuto ottimi riscontri utilizzando il Dac RME, altri sono approdati a prodotti ancor più estremi (si va da un vetusto ma musicalissimo Mark Levinson ML35,  ad un MSB Analog in configurazione massima per l' HiRes),  ma in ogni caso il "lettore streamer" è rimasto quello che avevano,  sia esso un pc o un prodotto "chiuso" come Bluesound, Yamaha, ecc...

Certo:  se prendi un dac che non ti piace (e possono essercene da 200 euro o da 2000 euro,  ma anche oltre),  allora potresti accorgerti che preferisci il Node così come è,  ma se hai la possibilità di fare delle prove,  vedrai che con un dac di tuo gusto farai un salto di qualità percettibile.

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites
deluc

@Summerandsun ottimi componenti, ma il dac integrato nel cyrus non ti soddisfa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

Cambridge 851 N  - lo ho ascoltato bene (io ho 851D  quindi non streamer)  e suona molto bene

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cep63

Ciao, io ho il Node2i e collegato al McIntosh Ma 5200 (ampli piu' dac 24/192) mi sembra un po' piu' performante...rispetto al dac interno del Node2...ma niente di stravolgente...

l'Auralic Altair mi ha sempre incuriosito e se avessi acquistato un ampli senza dac interno avrei azzardato l'acquisto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
centurione

@Summerandsun@Summerandsun 

Forse al tuo ampli si può aggiungere un alimentatore della stessa casa, nel caso è fattibile, perché non provarne uno, da quel che dicono migliora notevolmente. 

Semmai caso I diffusori sono su un mobile,  consiglio di mettervi sotto dei disaccopiatori del tipo isoacustic, poi un altra cosa che  consiglio di provare e un buon cavo di alimentazione. 

Personalmente... Prima di prendere un dac migliore, vedrei di migliorare quel che c'è. 

E quando tutto è a posto per il meglio  la zampata finale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@Summerandsun ciao, sono d’accordo con i consigli di @maxnalesso, l’aggiunta di un dac esterno di qualità maggiore, ti permetterebbe di fare uno step qualitativo in avanti, rispetto al tuo BS.

È un idea che mi sta frullando da un po’ anche a me. 
Ho uno streamer Pioneer NA50AE, che mi soddisfa abbastanza (anche se l’app, non è un granché), per la uso che ne faccio, con Tidal HiFi. Poi ho un ottimo lettore cd Yamaha CD-S2100 ... ma, penso che, aggiungendo un DAC di qualità che possa gestire entrambi (doppia entrata digitale coaxiale) e file Hires DSD, mi permetterebbe di avere un unico sistema di conversione di qualità superiore

senza cambiare ne lo streamer ne il CDP, quindi fondamentalmente, anche  risparmiando. 😉
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    299712
    Total Topics
    6632933
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy