Jump to content
Melius Club
edigio

Resoconto di un anno di convivenza con le Manger Swing

Recommended Posts

edigio

E' San Valentino: quale migliore occasione per celebrare dei diffusori che mi hanno letteralmente stregato?
Da poco più di un anno a dar voce al mio impiantino c'è una coppia di diffusori diversi dal solito, le Swing di casa Manger.

Si tratta di un modello decisamente particolare e non più prodotto da qualche anno, che si discostava dal resto del catalogo della casa che vede prodotti con forme del mobile e soluzioni più tradizionali.

Manger.jpg.babfd3bfa7f2c29e3cff4e4038a6d031.jpg

La prima particolarità sta nel tipo di driver utilizzati, non sono altoparlanti tradizionali con movimento di tipo pistonico ma il suono viene generato in seguito alle oscillazioni concentriche della membrana frontale con una struttura elastica, come accade naturalmente all'interno dell'orecchio umano. Per approfondimenti rimando direttamente al sito del produttore.

La seconda particolarità si trova nel mobile. Si tratta di una struttura piena, realizzata con materiali diversi per minimizzare le risonanze; la forma del frontale è curva, sempre al fine di non avere superfici piane per ridurre ulteriormente le risonanze.

I gusti sono soggettivi ma per quel che mi riguarda posso dire che sono senza alcun dubbio i diffusori più belli che siano entrati nella mia casa.

I due diffusori sono completati in gamma bassa (la risposta dell'altoparlante denominato Sound Transducer parte da 80 hz in su) dal subwoofer attivo dedicato sempre di casa Manger: il Subsonice, un oggetto molto curato esteticamente con alcune particolarità, come il microfono inserito all'interno della cupola parapolvere dell'altoparlante che ne ottimizza il funzionamento.

Il carattere dei diffusori è neutro, riescono a far emergere in modo chiaro le differenze fra gli amplificatori che le pilotano. Non necessitano di amplificatori particolarmente energici e la curva di impedenza non scende praticamente mai sotto gli 8 ohm.

Nella mia esperienza sono state collegate prima ad un'amplificazione a stato solido ed in seguito ad una ibrida con stadio d'ingresso valvolare e di potenza a stato solido.
Tanto per non essere troppo misterioso il primo finale è stato un Burmester 911...

357AB9AE-2352-43D8-8B2C-8ABC66C22A52.thumb.jpeg.982e3527a29bd424c54298c8376ec6d1.jpeg

...sostituito poi da una coppia di monofonici prodotti in Italia dalla Pathos, gli InPower.

I.thumb.jpg.71d49ed7b8acd3a8205dec7e3d95f921.jpg

Con entrambe le amplificazioni sono rimasto colpito dalla velocità e dalla ricchezza del suono.

Riguardo alla velocità i dati di targa degli altoparlanti sono impressionanti, con un tempo di salita di soli 13 µs. Non credo esistano altri altoparlanti con una risposta così fulminea.
Tutta questa velocità rende facile l'emissione e la conseguente percezione di tutti i micro dettagli.
Può capitare che un messaggio iper dettagliato possa risultare alla lunga affaticante.
In questo caso i micro dettagli si sentono proprio tutti, mi capita di sentire per la prima volta nuovi particolari, ma tutto fluisce in un modo naturale e mai affaticante.
Ed in precedenza ho sempre avuto diffusori molto informativi in gamma alta, i precedenti montavano rispettivamente tweeter a nastro, in berillio e ceramici.

Chi suona uno strumento musicale o ha la possibilità di ascoltarlo in modo molto ravvicinato avrà familiarità con i rumori meccanici delle chiavi degli strumenti a fiato, il pizzicato delle corde della chitarra o l'impatto dei martelletti sulle corde del pianoforte: con le Swing si sentono tutti in modo chiaro e netto, in modo naturale e senza effetti speciali. Non saprei come descriverlo ma è una prestazione di livello assoluto.

Le differenze fra le due amplificazioni emergono in maniera netta.

Con quella tedesca la sensazione di velocità della microdinamica è incredibile, timbricamente neutri ma spostati sul lato freddo e con una gamma media ricca ma un po' leggera.

L'amplificazione italiana offre un suono più pieno e naturale, i transienti, forse non sono così fulminei ma restano velocissimi e realistici. Timbricamente neutri ma appena spostati sul lato ambrato con una gamma media che guadagna un po' di corpo.

Per i miei gusti preferisco l'accoppiata con l'amplificazione ibrida che trovo più naturale anche se mi rendo conto che in molti potrebbero preferire le prestazioni da fuoriserie dell'amplificazione Burmester, che in ogni caso non va mai sopra le righe rimanendo ben dentro i confini di una riproduzione corretta.

La mia impressione è estremamente positiva, ma ritengo siano diffusori per molti ma non per tutti.

Mi sento di non consigliarli a chi si è appena avvicinato al mondo dell'hifi perché non riuscirebbe ad apprezzarli del tutto. Sarebbe come dare del Bolgheri Sassicaia a chi degusta vino da poco, non avrebbe le competenze per goderne appieno.

E poi non li consiglierei a chi ascolta in prevalenza le grandi orchestre di musica classica: le Swing non deludono ma in giro ci sono diffusori migliori.

Una sessione di ascolto è consigliatissima invece per gli amanti dei bookshelf o delle snelle torri da pavimento, potrebbero essere dei diffusori definitivi, per quanto di definitivo tra gli audiofili ci sia ben poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
magicaroma

Mi hai incuriosito. Grazie 

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscarbessi

Tappeto stupendo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ulmerino

Bei diffusori e molto particolari, ho sempre sentito parlar bene degli altoparlanti Manger (Se non sbaglio utilizzati anche in alcune Audio Phisics top di gamma), ma mai ascoltati...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sor Tonino

Belli, e originali.

Una domanda, ma hai provato a metterli davanti il divano ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
giacomino
53 minuti fa, Sor Tonino ha scritto:

metterli davanti il divano

Penso che in passato avesse provato, @edigio ma le avevi in vendita?

8FB09F0E-27F5-4AFC-8E49-9DC48EA735C3.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
4 ore fa, edigio ha scritto:

Da poco più di un anno a dar voce al mio impiantino c'è una coppia di diffusori diversi dal solito, le Swing di casa Manger.



e le Burmester? 1993452902_piangere21.gif.427b7e3ac12aa41b857cf78d5f4c4ca7.gif                Se lo sa @HR  ti fucila immediatamente! 164274763_ridere81.gif.f6a13d28784c6c6e8636a3cb3129ce6c.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
nexus6
5 ore fa, edigio ha scritto:

Ed in precedenza ho sempre avuto diffusori molto informativi in gamma alta, i precedenti montavano rispettivamente tweeter a nastro, in berillio e ceramici.

Puoi citare i nomi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
HR
54 minuti fa, BEST-GROOVE ha scritto:

e le Burmester? 1993452902_piangere21.gif.427b7e3ac12aa41b857cf78d5f4c4ca7.gif                Se lo sa @HR  ti fucila immediatamente! 164274763_ridere81.gif.f6a13d28784c6c6e8636a3cb3129ce6c.gif

e perché mai caro Giorgio 😊😊...dalla foto dell'ambiente e dalle relative dimensioni limitate, con molta probabilità le B25 erano sovradimensionate e quindi un diffusore meno ricco in quel contesto può essere tranquillamente preferito...Anche quell'amplificazione (911 mk1 o mk2??) avrà almeno 25 anni sul groppone che in abbinamento al pre 011 non c'entrava assolutamente nulla...Comunque é il tempo l'unico indice di soddisfazione musicale a lungo termine. 😊😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sor Tonino

Faccio  fatica a pensare che possano sunare cosi'.

Conosco i manger, per me sono addirittura oggetto di studio.

Occhio e croce dovresti conservare la scena sonora, ma l' emissione dovrebbe risultare piatta se non addirittura secca e svuotata, niente bassi se non un marcato effetto loudness che con le manger è a dir poco curioso.

Il sub in quella condizione "al massimo" dovrebbe enfatizzare tale effetto finale.

Beninteso, non è una critica ai diffusori, sono bellissimi, è che proprio stento a credere che in una stanza cosi' riescano a suonare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE
29 minuti fa, HR ha scritto:

dalla foto dell'ambiente e dalle relative dimensioni limitate, con molta probabilità le B25 erano sovradimensionate e quindi un diffusore meno ricco in quel contesto può essere tranquillamente preferito.

certamente ...se non si era capito il mio intervento era semplicemente una "boutade"

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio

@giacomino: si, poi mandati in assistenza alla casa madre con revisione e sostituzione dei damper. Sono tornati con le specifiche della produzione attuale ed hanno cambiato marcia

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
27 minuti fa, Sor Tonino ha scritto:

Faccio  fatica a pensare che possano sunare cosi'.

Se sei in zona Milano contattami che si organizza un ascolto

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
1 ora fa, BEST-GROOVE ha scritto:

e le Burmester? 1993452902_piangere21.gif.427b7e3ac12aa41b857cf78d5f4c4ca7.gif   

Le B25 che suonavano egregiamente nella sala precedente erano troppo per questa. La gamma bassa era un problema.

Con le Manger posso regolare i livelli del sub ed adattarlo meglio alla stanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
58 minuti fa, HR ha scritto:

che in abbinamento al pre 011 non c'entrava assolutamente nulla.

@HRnon é che bisogna sempre intervenire per forza... btw, l'abbinamento con lo 011 me l'hai consigliato tu...

Share this post


Link to post
Share on other sites
HR
17 minuti fa, edigio ha scritto:

HRnon é che bisogna sempre intervenire per forza... btw, l'abbinamento con lo 011 me l'hai consigliato tu...

infatti mi sono sempre astenuto nel rispondere, ma sono stato chiamato in causa ed ho detto la mia 😊😊..spero mi perdonerai se pensi che il mio post precedente ha urtato la tua sensibilità...😊😊...È pur vero che lo 011 te l'ho consigliato io, perché é oggettivamente un grandissimo pre ed è stato progettato per funzionare perfettamente con il 911 Mk3, versione che pensavo tu possedevi quando mi hai chiesto il consiglio 😊😊...Un suggerimento amichevole: quanto parli del tuo ex 911, è meglio specificare la versione che possedevi (mk1 o mk2??), perché la "mk3" è completamente un'altra macchina e di un'altra galassia musicale rispetto alla Mk1(29 anni) ed Mk2 (25 anni)  giusto per evitare di creare confusione.😊

Buona serata

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio

@HR nessun problema per me, sei stato prezioso e gentile nel suggerire di cercare uno 011 da accoppiare al mio 911 di 25 anni. 

Però direi di chiudere la parentesi Burmester qui. In questo thread si parla di Manger. 

Buona serata! 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
HR

@edigio certamente, parentesi chiusa.😊

Buona serata 😊😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
5 ore fa, oscarbessi ha scritto:

Tappeto stupendo!

grazie! 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
delirio

Ricordo una 20ina di anni fa ad uno dei gli ultimi hifi show londinesi,ad Hammersmith, la demo delle Overkill Encore.

Il progettista con la moglie,grandissime persone,ed i diffusori mi fecero un bellissima impressione,nonostante molti storcano il naso sulla qualità dei  drivers per se.

Mi piacerebbe ascoltare le Medea di Audio Physics,da estimatore dei loro prodotti.

Complimenti comunque

Share this post


Link to post
Share on other sites
delirio
8 hours ago, ulmerino said:

Manger (Se non sbaglio utilizzati anche in alcune Audio Phisics top di gamma), ma mai ascoltati...

Le Medea,che ne montava 3 per diffusore,uno frontale e 2 laterali,se non sbaglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Ps. le medea sono casse di molti anni fa, piuttosto problematiche.. lascerei stare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
radio

ricordo che l'italianissima rivista costruire hifi dedico' un interesante numero a questi trasduttori ed allo sviluppo di un diffusore che utilizzava detti altoparlanti  

Share this post


Link to post
Share on other sites
speaktome74

Questa si che è una bella recensione. "Umile" e credibile. Dopo un anno di convivenza si impara a conoscere bene i propri diffusori. Non come altra recensione "calda" di questi ultimi tempi sul forum...

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
Il 14/2/2020 Alle 21:32, nexus6 ha scritto:

Puoi citare i nomi?

@Nexus 6: mi era sfuggito il tuo post: dal più recente andando a ritroso: Burmester B25, Focal Electra 927BE - 25° Anniversario, Marten Design Mingus III

Share this post


Link to post
Share on other sites
nexus6

@edigio ti ringrazio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
Il 14/2/2020 Alle 22:10, Sor Tonino ha scritto:

Faccio  fatica a pensare che possano sunare cosi'.

Conosco i manger, per me sono addirittura oggetto di studio.

Occhio e croce dovresti conservare la scena sonora, ma l' emissione dovrebbe risultare piatta se non addirittura secca e svuotata, niente bassi se non un marcato effetto loudness che con le manger è a dir poco curioso.

Il sub in quella condizione "al massimo" dovrebbe enfatizzare tale effetto finale.

Beninteso, non è una critica ai diffusori, sono bellissimi, è che proprio stento a credere che in una stanza cosi' riescano a suonare.

@SorTonino in precedenza avevo provato la disposizione sul lato lungo, ma evidentemente il punto d'ascolto era troppo vicino ed i risultati non erano molto soddisfacenti.
Ho spostato tutto sul lato corto e suona bene.
Tra l'altro ho rispettato le indicazioni del costruttore --> https://mangeraudio.com/en/discover/faq/

Al momento i due altoparlanti si trovano a 190 cm l'uno dall'altro, il toe in è a 50 cm dal punto di ascolto (ho fatto un po' di prove a riguardo pochi giorni fa) e la distanza dalla parete posteriore è di 60 cm. Il costruttore consiglia un range da 30 a 70 cm, al momento non posso avvicinarle ulteriormente perché dietro ai diffusori ci sono i finali sul pavimento, ma appena trovo una soluzione per spostarli a lato farò questo test.
Considerando i limiti della stanza hai qualche suggerimento che si possa mettere in pratica? Mi piacerebbe spremere fino in fondo questi diffusori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sor Tonino

@edigio ripeto bellissmi diffusori, l' unica cosa che mi viene in mente, guardando la foto della disposizione orizontale, è la classica disposizione dei fonoassorbenti dietro il diffusore che a parere mio molte volte è eccessiva, o addirittura inutile.

Sempre qui sul forum ho segnalato la stessa situazione ad un' altro utente.

Se per non soddisfacente, intendi un' eccessiva ricchezza in gamma medio/alta, potresti soffrire dell' effetto "slap echo"

Per capire cos'e' e come trattarlo, ti rimando a questo link redatto da Mario Bon (credo non abbia bisogno di presentazioni) http://mariobon.com/Glossario/Slap_eco.htm

Per la disposizione, dalle foto  sembrerebbe una stanza fortemente rettangolare, Io alla buona, in una ipotetica disposizione orizontale proverei ad avvicinarmi all' angolo dove sono ora.

E trattare solo la parete dietro il divano.

Al massimo qualcosa ai lati, da una parte hai già le tende.

E farei prove senza sub ... 

Ma queste sono solo mie congetture.  :D

Richiedono qualche sacrificio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    300836
    Total Topics
    6681097
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy