Jump to content
Melius Club
mauro73

Bassi spariti

Recommended Posts

mauro73

Ciao,

diversamente dalla maggior parte degli utenti i quali devono gestire l'esuberanza dei bassi io ho il problema opposto,

per varie ragioni ho dovuto spostare l'impianto da un lato del salotto (lato corto e impianto sacrificato in un angolo) sull'altro lato del salotto (lato lungo dove un lato si apre su corridoio e cucina e sopra non ha soffitto ma si apre una mansarda aperta).

Sono migliorati tutti i parametri di ascolto ma le medie basse frequenze non ci sono più, prima il basso era viscerale e lo sentivo nella pancia anche a bassi volumi ed era quasi predominante (come piace a me) ora l'impianto ha l'effetto radiolina (appena acceso ho spento tutto perché pensavo di aver invertito i cavi dei diffusori ma così purtroppo non era), la musica ora manca di consistenza, ho provato a spostare avanti e indietro i diffusori ma il basso non torna...come se ci fossero delle cancellazioni di frequenze.

Cosa potrei fare, magari insonorizzare per attutire le medie alte, mettendo un tappeto per esempio qualcosa migliora ma poco...

e un subwoofer? aiuterebbe a recuperare o no?

grazie per l'aiuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Eh, quando capitano questi “scivoloni” difficilmente se ne esce con successo. L’acustica ambientale è una brutta bestia. Allo stato attuale, difficilmente otterrai qualcosa di simile a quello che per te era già un capolinea. Tentando di correggere la risposta percepita, dovrai in qualche modo mettere più sotto sforzo gli altoparlanti, e se aggiungi un sub saprai comunque che non sarà la cura ma solo un cerotto, perché sai che prima non ve ne era assolutamente bisogno. Visto che non ti costa nulla, potresti provare a ipotizzare un’altra zona dove piazzare il tutto. Quella attuale secondo me non troverá mai una soluzione soddisfacente, solo uno spreco di tempo e di denaro. O perlomeno, prima di iniziare ad aprire il portafogli, vedi se riesci ad applicare il mio consiglio, che è a costo zero. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

grazie Dadox,

purtroppo non posso mettere l'impianto da altre parti e dovo cercare di ottimizzare questa posizione;

non me ne intendo ma è possibile che abbia delle cancellazioni delle basse frequenze? e se si a cosa potrebbere essere dovute?

l'idea che avevo era quella di insonorizzare con qualche pannello per attutire medie e alte così da evidenziare le basse.

ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

@mauro73 Guarda, io ho portato l’impianto a casa mia, traslocato dalla sala della morosa, la quale voleva metterci un grosso armadio. Mi son subito rassegnato, sin dalla prima accensione mi son reso conto che c’era un abisso dalla sua alla mia sala. Inutile restaurare o intervenire, certe diversitá sono troppo esagerate. Perlomeno ora ben conosco le potenzialitá del mio sistema. 
Io ad esempio son si passato da una sala col parquet, ma quello a casa mia è vuoto, e probabilmente quella è la causa principale di questa forte attenuazione sulle basse. Mica posso far fare una campata di cemento per sentire lo stereo...

Da te probabilmente è proprio una questione di forma della stanza. Da un lato le basse incrementano, dall’altra fanno la cosa opposta. È più facile intervenire sulle alte frequenze. Ma le basse, se le hai troppo “ingombranti” puoi attenuarle tramite i controlli di tono, ma riportarle all’efficacia di come venivano riprodotte prima, apriti cielo‼️

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Ma è una mancanza di basse relativa o assoluta? Nel senso, sono relativamente minori rispetto a prima quindi pur essendoci non ti soddisfano o mancano in modo assoluto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Rileggendo che avevi l’impianto sacrificato in un angolo mi è venuto in mente che non è che forse nella posizione precedente era più l’ambiente a suonare che i diffusori?

Tra l’altro anche tu dici che tutti gli altri parametri sembrano migliorati, quindi ciò lascia pensare che il rafforzamento delle basse era dovuto alle pareti più vicine. 
In un certo senso mi sto ritrovando a vivere la tua stessa situazione dopo essere passato da un ambiente di 15 mq a uno di oltre 50. 
Ho fatto fare una misurazione e i 30 hz li raggiungo ho qualche buco in gamma medio bassa (quella che a orecchio si percepisce) devo lavorarci un po’ anche se forse sono io che mi sto fissando un po’ perché ora è il diffusore a suonare e non l’ambiente. 
per questo ti chiedevo se i rispetto a prima i bassi sono solo diminuiti o proprio scomparsi. 
Che valori hanno poi i tuoi diffusori?

in base a questo puoi valutare l’aggiunta di un sub. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox
15 minuti fa, giannifocus ha scritto:

in base a questo puoi valutare l’aggiunta di un sub.

Guarda Gianni, non sappiamo (sino a che non si spiega meglio) in che misura gli si sono spente le basse. Qualunque sia il motivo per cui prima c’erano e ora no resta un fatto che prima il suono a lui piaceva. Evidentemente c’è un qualcosa nella forma, nei materiali di cui è fatta la stanza che crea queste esasperate differenze da una zona all’altra. Un subwoofer ci mette un cerotto, non risolve. E poi son altri soldi da spendere...ipotizzando un sub posizionato nella zona “negativa” renderebbe anche lui (seppur compensando) poco. Se allungasse i cavi posizionandolo da un altra parte probabilmente verrebbe giù la casa 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Il tutto si riallaccia a quello che dicevo prima, i bassi sono diminuiti o scomparsi?

Si parla di bassi o medio bassi?

Che caratteristiche hanno i suoi diffusori?

E se prima sentiva solo medio bassi con basso non articolato e invece ora è un suono più corretto?

Bisognerebbe avere più info e semmai una misurazione. 
L'argomento ripeto sta a cuore anche a me.  
Ub sub se ben integrato con l’ausilio della misurazione ambientale e ottimizzazione della fase fa sempre bene ma bisogna avere questi strumenti altrimenti si rischia di fare un pastrocchio e ciò che mi ha ancora frenato dall’acquisto.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

Giannifocus,

no, non mancano in modo assoluto ma sono decisamente fievoli, tieni conto che le mie Vandersteen avevano il controllo di tono sulle medie/alte e  prima (quando l'impianto era nell'altro angolo) lo tenevo a +1db per dare mitigar l'esuberanza del basso, adesso lo devo tenere a -2db e comunque i bassi sono "bassi" di volume.

Da poco poi ho preso delle Harbeth che il controllo di tono (come la maggior parte di casse) non lo hanno e quindi ora prendo quello che viene.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

Adesso sto vedendo di mandare delle foto così capite il tipo di ambiente...

per il momento vi ringrazio dell'interesse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

allora, questa era la posizione precedente (dove vedete la pianta e il mobile con i dischi),

il diffusore di dx era schiacciato nell'angolo, non c'era  un bel palcoscenico e capivi che l'impianto era sacrificato e poteva dare di più,

ma qui i bassi c'erano, articolati e presenti...anche troppo...

1889232452_exposizione.thumb.jpg.0b18b41b2ef5dc3740bea2d7a98269e0.jpg

questa è la posizione attuale, tutto meglio ma come detto bassi "fiochi" ti devi concentrare per andarli a cercare,

per cercare di rinforzarli tengo le casse le tengo vicino alla parete posteriore ma migliora poco,

lo so, manca un tappeto per attutire le alte che ora sono più in evidenza rispetto alle medie basse...

i diffusori sono Harbeth C7es3, prima avevo casse da pavimento Vandersteen ma era uguale, non sto cercando frequenze bassissime, quello che manca sono i medio/bassi normali...

fronte.thumb.jpg.390fed9b727816d471bf8adc3b383d9a.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

sopra l'impianto manca metà soffitto, la scala porta in un soppalco mansardato di 50mq...però i bassi dovrebbero essere direzionali e non patire la mancanza del soffitto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

@mauro73 i bassi al contrario sono omnidirezionali, non come gli acuti che al contrario lo sono. Ecco perché se ne sono andati a farsi friggere, la mancanza di “ritorno” crea la dispersione. Se ne vanno tutti al piano di sopra‼️😄

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

infatti se salgo in mansarda mentre l'impianto suona la musica la sento più rotonda e piena...

a questo punto allora è meglio che i diffusori li tengo più avanti in modo che le riflessioni incontrino la parte di soffitto che rimane proprio sopra il punto di ascolto? 

oppure questa perdita di bassi potrebbe essere compensata da un sub? ammesso che quest'ultimo copra tutte le frequenze deboli e non una parte...

A questo punto dovrei forse farmi fare una rilevazione ambientale per vedere dove ho i buchi...

secondo voi, senza acquistare software o microfoni, è stupido pensare di farlo con l'app del telefonino che misura i decibel facendo suonale all'impianto le varie tracce di frequenza e  disegnare il grafico di risposta?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

...sopra l'impianto, per metà salotto si vede la parte di soffitto aperto verso la mansarda,

la parte sopra il punto di ascolto c'è ancora il soffitto, se tiro avanti le casse (anche se poi potrebbero trovarsi sulla traiettoria di gioco dei bimbi) dovrei forse riuscire a portare le riflessioni sulla metà soffitto rimasta...

sopra.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Allora come pensavo la posizione iniziale era tale che a essere sollecitato era l’ambiente tanto che dovevi intervenire per ridurre le basse. Diciamo che avevi delle medio basse molto in evidenza che però sporcavano il segnale acustico. 
Male. 
La posizione attuale mette i diffusori in condizione di poter suonare liberamente ma logicamente bisogna accordare l’ambiente. 
ci vuole tempo e pazienza ma con la consapevolezza che quel suono (sbagliato) che avevi prima non lo avrai più. 
col cellulare non fai nulla misuri solo i db, ci vuole un amico che col pc e Rew ti faccia una misurazione x capire dove intervenire come hanno fatto a me. 
Hai detto bene, se il buco lo hai tra 80-100 credo che il sub non serva ma solo una correzione attiva per andare su quelle frequenze x sottrazione delle altre e non per incrementarle. 
consigli:

1- cerca un amico un forumer vicino a te che possa misurarti l’ambiente. 
2- misure alla mano puoi scrivere a Davide di Oudimmo x trovare i pannelli giusti

3- dalle misure si capirà se serve un sub o una correzione attiva (solo x la liquida)

4- se proprio non puoi fare a meno del super basso non resta altra strada che percorrere quella dei diff. attivi. 
 

p.s: non sono un esperto di acustica e i miei pensieri sono completamente sindacabili dai più esperti. Come dicevo sto vivendo una situazione simile e sto studiando anch’io un po’. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

Grazie Giannifocus,

Oudimmo è a 10 km da me...li ho già sentiti e mi hanno detto di mandargli un disegno e delle foto ma a questo punto o trovo qualcuno vicino a bg che mi fa una misurazione o gli chiedo quanto mi costa fare uscire un loro tecnico direttamente...

se possibile vorrei evitare correzioni attive sia perché ascolto anche giradischi e sia perché non voglio inserire una doppia conversione che snaturi il lavoro del mio impianto in firma...

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Ottimo se è così vicino sicuramente ti sapranno indirizzare verso un tecnico x la misurazione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox
37 minuti fa, giannifocus ha scritto:

Diciamo che avevi delle medio basse molto in evidenza che però sporcavano il segnale acustico. 
Male. 

Male mica tanto. Se a lui piace non si puó giudicare fino a che punto le basse sono ingombranti. Non giochiamo subito col denaro altrui perché tanto il sub non lo paghiamo noi. Perché se di bassi ne ho troppi basta ridurli un pó coi toni, ma un sub, e magari nemmeno della stessa marca dei diffusori, rischia di danneggiare ancor più la situazione. Ricordati che anche il subwoofer suona, e sarebbe meglio approcciarlo a diffusori dello stesso costruttore.  Come ripeto, cerotto costoso, non soluzione. Se poi i soldi li coltivate nell’orto, allora fate come credete...

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

Non mi ritrovo assolutamente in nulla di quello che hai detto e argomento. 
 

Se a lui piace non si puó giudicare fino a che punto le basse sono ingombranti. 

parliamo di Hifi o myfy?

5 minuti fa, dadox ha scritto:

Non giochiamo subito col denaro altrui perché tanto il sub non lo paghiamo noi


ho dato come unica soluzione l’acquisto di un sub????? Da valutare previa misurazione. In più non ho mai fatto il gay col cu** degli altri. 

7 minuti fa, dadox ha scritto:

Perché se di bassi ne ho troppi basta ridurli un pó coi toni, ma un sub, e magari nemmeno della stessa marca dei diffusori, rischia di danneggiare ancor più la situazione.


due errori macroscopici a cui lascio a te il divertimento di capire quali siano. 

8 minuti fa, dadox ha scritto:

Ricordati che anche il subwoofer suona, e sarebbe meglio approcciarlo a diffusori dello stesso costruttore.  

 
questa me/ce la devi spiegare con un tanto di minimo argomentazione tecnica. 
 

9 minuti fa, dadox ha scritto:

Come ripeto, cerotto costoso, non soluzione.


più che cerotto se ben implementato può essere soluzione, integrazione, miglioramento, armonizzazione, completamento del messaggio musicale.  
un buon sub parte da 500€ (SVS, BK, Rel, Heco) a 5.000€ (B&w, WB Taurus, JL). 
e quando parlo di 500€ non parlo di sub HT.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

L’hifi non esiste, di casa in casa lo stesso stereo cambia il suono anche solo spostando un l’armadio o una poltrona. Ne è la prova proprio questo caso. In questo caso perché includere un sub? Migliorerà certo, ma è un rattoppo. Se sposterà in futuro lo stereo che fará? Se lo tiene sul groppone? Il sistema pecca di suo per colpa dell’ambiente anomalo ma non per mancanze dello stesso. In ogni caso poter abbassare i livelli dei bassi se troppi è a costo zero, spese aggiuntive sono tutte da prendere con le pinze. I costruttori costruiscono i sub per abbinarlI acusticamente in primis ai loro stessi diffusori, tenendo conto dei crossover, riposte in ambiente e via dicendo. L’ho provato sulla pelle e ci metto la mano sul fuoco. I sub suonano, Non stanno lì solo a pompare su frequenze alla quali i diffusori non arrivano, se attivi ereditano il timbro dell’elettronica amplificata in dotazione, se passivi reagiranno sonicamente al finale che li pilota, in questo caso il sub passivo può vantare maggior versatilità, maggior simbiosi. Proprio perché hifi e non ht a maggior ragione sarebbe meglio evitarlo. Si parla di consigli senza aver potuto ascoltare il suo impianto, ma sembra che ti ti stia portando avanti, l’immaginazione qui serve poco. Cerco di restare obiettivo senza strafare. Poi ognuno fa quel che crede.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

dai ragazzi non litigate...

mi vanno bene tutti i consigli, anche quelli che prevedono costi (inevitabili), tanto sarò poi io a scegliere se adottarli o meno

partendo dal fatto che il soffitto non lo posso rimettere (a meno di appenderci dei pannelli riflettenti) la strada di misurare e poi decidere cosa fare in base alle misurazioni è la migliore,  

se poi saranno pannelli, tappeti, correttori ambientali o sub che risolveranno vedrò io cosa fare...ma almeno sono a conoscenza della causa e non spenderò a caso.

...cercasi bergamasco che mi faccia delle misurazioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus
8 ore fa, dadox ha scritto:

se attivi ereditano il timbro dell’elettronica amplificata in dotazione, se passivi reagiranno sonicamente al finale che li pilota, in questo caso il sub passivo può vantare maggior versatilità, maggior simbiosi.

Queste affermazioni cambiano tutte le leggi dell’elettroacustica finora conosciute. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

@giannifocus L’interessato ha giá tenuto conto delle opinioni e consigli. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
tremac

Se prima avevi una cassa "schiacciata in angolo", ci credo che con la nuova configurazione il basso sia sparito! Penso che prima il rinforzo/risonanza fosse eccessivo. Aggiungi un sub, o trova il modo di rimettere un diffusore in angolo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
grisulea

Metti un subwoofer con dsp al posto del vaso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Saetta_McQueen

Così non c'è speranza di avere i bassi.

A mio parere, o aggiungi un sub, ma devi studiarne bene l'introduzione in ambiente e l'incrocio con i diffusori, oppure ti servono dei diffusori con sub o woofer montato in basso o con il reflex in basso, come alcune casse Chario ad esempio.

E ti parlo per esperienza. Anni fa ho avuto in problema simile al tuo in un bilocale che avevo in affitto, mansardato parzialmente.

All'epoca, avevo delle Indiana Line da pavimento, in cassa chiusa.

Ho risolto, visto che non potevo fare altro, proprio sostituenndo i diffusori con il consiglio di un bravissimo negoziante.

A mio parere, comunque, l'ambiente meriterebbe delle belle torri da pavimento. Tanto l'ingrombo è uguale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
katylied

REW su un computer portatile, microfono Behringer ECM8000 (con pre micro che abbia l'alimentazione phantom) ed una scheda audio USB  (io uso una Behringer) e cerchi di capire dove sta il problema. Secondo me, tra posizionamento dei diffusori e/o punto d'ascolto sei finito in un nodo che toglie energia nella zona dell'impatto (60/120Hz?).

Basta anche solo fare delle rilevazioni con la funzione analizzatore di spettro a terzi d'ottava e rumore rosa per iniziare ad avere delle indicazioni attendibili. A parole non ne esci….

Share this post


Link to post
Share on other sites
ulmerino

1. cambia diffusori...evidentemente quelli che hai mal si sposano con la collocazione attuale nel tuo ambiente...lo spazio e' abbastanza grande e aperto/dispersivo, quei diffusori evidentemente non riescono a sonorizzare adeguatamente...probabilmente un modello da pavimento "potrebbe" risolvere il problema...

2. anche un subwoofer alla fine potrebbe essere d'aiuto, se ottimizzato e posizionato bene...con un modello attivo, giocando con fase, equalizzazioni e dsp eventuali, potresti fondere nel migliore dei modi le basse frequenze del sub con le casse principali, ottimizzando anche la critica regione dei medio-bassi...

3. potrai integrare le scelte fatte con un trattamento acustico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauro73

Grazie a tutti per i consigli,

I diffusori da pavimento li ho avuti (Vanderstenn 1ci) e il problema c'era lo stesso, probabilmente dovrei prendere casse con bassi che normalmente sono eccessivi per farle andare bene nel mio ambiente;

il subwoofer lo stavo valutando ma non ho intenzione di usare DSP e correttori vari in quanto non ho intenzione di ascoltare con PC di mezzo e inoltre ascolto anche analogico (giradischi);

prima di prendere le Harbeth (che sognavo da anni) avevo adocchiato altre casse da pavimento con bassi più estesi e generosi...mi piacevano la nuove Canton Ref.8 e le Spendor D7 ma il mio sogno erano e rimangono al momento le Harbeth e alla prima occasione di usato me le sono accaparrate e per ora rimangono lì;

in questi giorni di quarantena ho modificato la disposizione, ho avvicinato le casse al muro posteriore passando da 1mt a 0,60mt e avvicinate fra di loro passando da 2,10mt a 1,70mt e i bassi ora, "diciamo" che ci sono, non sono predominanti come vorrei io, però non ti devi concentrare per seguirli e, anche ascoltando a volumi bassi,  l'effetto radiolina si è mitigato e il suono ha più corpo.

appena finita questa emergenza, se avrò ancora lavoro e soldi, chiamerò un tecnico per farmi fare una verifica sulla riposta della stanza e capire se posso migliorare ulteriormente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    303535
    Total Topics
    6779027
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy