Jump to content
Melius Club
Fcodamo

Scoprire i Pink Floyd a 40 anni

Recommended Posts

Fcodamo

Complice gli arresti domiciliari, in questi giorni sto ascoltando degli album nuovi dalla mia immensa collezione di

musica liquida. Mi sto concentrando su degli artisti e degli album che di solito non ascolto. Nello scorrere mi sono capitati sottomano 2 raccolte dei

migliori brani dei Pink Floyd. Che dire...fino adesso non avevo capito nulla...eccezionali...

Share this post


Link to post
Share on other sites
one4seven

Pensa quando arriverai al Prog Rock Italiano Italiano degli stessi anni 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
lofuoco

@Fcodamo cosa hai ascoltato nello specifico? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gian62xx

che dire, meglio tardi che  mai

avrai ascoltato altro nel mentre.

... pero' ... sob ...😔

("pink floyd" e "raccolta"  assieme gia' stonano 🙂 )

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fcodamo

@lofuoco ho ascoltato echoes - the best of Pink Floyd. Sono 2 cd. Ma ho anche tutti gli altri album che adesso in questi giorni divorerò.@gian62xx Eh hai ragione, ma meglio partire da qualche parte no...😆😆

@one4seven in quali giorni sicuramente ascolto  . Grazie del link

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

secondo il mio modesto parere dovresti seguire l'ordine cronologico; se come penso la curva di apprezzamento dovrebbe partire bassa, arrivare al picco verso i 2/3 del percorso per poi scendere progressivamente e rialzarsi di nuovo all'ultimo disco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nomzamo

Non è record comunque.Mia nonna li scoprì a 80 anni.E gli piacquero molto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo La Rocca

Meglio tardi che mai

Share this post


Link to post
Share on other sites
gian62xx

visto che sei "fresco", mi interessa sapere  se hai piu nelle tue corde la band con o senza Roger.

se ne riparlera'.

nel frattempo buoni ascolti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fcodamo

@piergiorgio si voglio fare così. @gian62xx Ti aggiorno, tanto il tempo non manca. Grazie ragazzi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
one4seven

Ti butto ancora più carne sul fuoco: dopo aver esplorato in lungo e largo il prog/psichedelic... la "naturale evoluzione" è arrivare al math/post rock. E allora da lì fai un salto anche nell'elettronica, ambient. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Non è mai tardi per scoprire buona musica...

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56
1 ora fa, gian62xx ha scritto:

sapere  se hai piu nelle tue corde la band con o senza Roger.

Aggiungo: con o senza Barrett, i due primi erano veri "prog"... (più il primo in verità,  The Piper...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
bungalow bill

In quel periodo c'era un bell'assortimento di complessi e cantanti , per tutti i gusti .

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@Fcodamo 

E quando ascolterai "Atom Heart Mother" ti si aprirà un mondo... specie la suite omonima del primo lato del long-playing. Un capolavoro assoluto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fcodamo

@ediate lo farò 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gian62xx

per quanto mi riguarda da ummagumma al muro   ... ma cosa ve lo dico a fare? 😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
guru1602

@ediate concordo...quella suite è stratosferica a dire poco, per non parlare della “colazione psichedelica di Alan”! Gran bell’album😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aries
23 ore fa, one4seven ha scritto:

Pensa quando arriverai al Prog Rock Italiano Italiano degli stessi anni 😎

E li si ferma l'orologio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@guru1602 Secondo me, "Atom Heart Mother" è il capolavoro del periodo d'oro dei Pink Floyd, anche se in quegli anni inanellarono un album più bello dell'altro. I Pink, fatta eccezione per "Animals", mi sono piaciuti fino a "The Wall" (pur trovandolo troppo paranoico), e ritengo che il loro periodo migliore si sia chiuso con "The Dark Side Of The Moon". Insomma, si capisce che adoro i Pink Floyd psichedelici?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gucce65

Animals purtroppo non piace a nessuno. Non capisco perché.. è un lavoro bellissimo...forse il suo torto è di essere collocato dopo Wish you were here e prima del Muro?

L'unico appunto che mi sento di muovere è la registrazione che poteva essere migliore...

Share this post


Link to post
Share on other sites
guru1602

@ediate sono d accordo con te.The Wall e The Final Cut li ritengo più padre e mamma di quello che nacque nel 92,ossia Amused To Death di Waters ( si, L album del famoso cane che una volta abbaia a destra, una volta a sinistra, una volta dietro la poltrona 😂). Per chiudere in bellezza , ci pensa lo zio David (bellissimi a mio giudizio A momentary lapse e The Division Bell).Ma come si diceva più sopra, i primi PF erano tutta un altra “pasta”😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2

@gian62xx Fcodamo partire da una raccolta può andar bene, ma con i Pink Floyd come per qualsiasi altro musicista importante è necessario passare subito agli album veri e propri. Personalmente uso 2 metodi. Quando ci sono dei capolavori assoluti do la preferenza per tutti gli autori a questo modo: consiglio di iniziare dagli assoluti capolavori (per i Pink a caso tra Darke Side, The Wall e Wish You Where Here, poi il primo album e via tutti gli altri fino a The Wall, se poi rimane tempo e voglia anche quelli più avanti) perché bisogna assolutamente ascoltarli prima di crepare. Se non ci sono capolavori assoluti allora è sempre buono il metodo dell'ordine cronologico dal primo all'ultimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2

@gucce65 No scherzi Animals è bellissimo, forse una cellula sotto i capolavori assoluti, ma dire che non piace a nessuno... siamo soltanto dentro un piccolo forum.

Share this post


Link to post
Share on other sites
raf_04

Per me i Pink Floyd sono come il maiale (guarda caso uno dei loro simboli): non si butta via niente! 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
mau59

@gucce65 Secondo me il brano piu' bello dei PInk Floyd è DOGS da Animals.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bazza

@mau59 Difficile trovare il brano più bello...ogniuno ha la sua peculiarità..

Dal canto mio oltre a Dogs considero veramente notevoli Carefull With That Axe Eugine, trasmette un senso di follia unico, Wish You Were Here che nella sua semplicità risulta davvero commovente, Comfortably Nunb, nella versione su Pulse Gilmour da fondo a tutto se stesso e The Final Cut.

Share this post


Link to post
Share on other sites
argonath07

Chi ama i PF ha il suo album preferito ovviamente,  il mio è The Final Cut,  uno dei più sottovalutati,  a torto... 

Poi c' è chi li ascolta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
mau59

@Bazza Mentre nel complesso è un capolavoro assoluto The Wall. Posso dire io c'ero quando è uscito, e ho visto il film tre volte di seguito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
guru1602

@Bazza anche Confortably Numb dell ultimo live a Pompei è notevole...ovviamente Gilmour da solista con la sua band...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    301080
    Total Topics
    6691013
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy