Jump to content
Melius Club
pive1977

Suono Harbeth

Recommended Posts

pive1977

Salve amici, come definireste il suono Harbeth? Pregi e difetti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pizicaniolo

@pive1977 parlo per l’unico modello che conosco shl5 piacevolezza di ascolto !!!! Le ascolti per ore senza stancarti, difetti, per quello che mi riguarda nessuno, magari ho trovato il giusto setup non so dirti, magari non indicatissime per musica rock

Share this post


Link to post
Share on other sites
Phil966

Ho avuto le C7 ES3, molto piacevoli da sentire e corrette, decisamente ottime, secondo me però poco coinvolgenti e troppo perfettine 

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

Ciao, domanda un po' troppo generica, Harbeth ha in catalogo due lavatrici, le M 40 e due diffusori lillipuzziani, le P3 sr  . . . 

Quindi le separa un mondo, in mezzo ci sono eccellenti diffusori più generalisti e più godibili in diversi ambienti e con leggere differenze di proposizione della musica, le citate C7, le Monitor 30.2, le SHL 5 plus, dipende da cosa cerchi , dove devi inserirle, cosa ascolti, qual è il tuo budget e resto della catena audio . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

@meridian 

Ottima disamina... 

Saluti massimo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
33 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Rimediabile con un paio di sub di quelli buoni

Così smonti quello che hai detto prima. 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
8 minuti fa, pinkflo2 ha scritto:

Così smonti quello che hai detto prima.

Non ho capito la battuta

Sicuramente è spiritosa ma non l'ho capita

Share this post


Link to post
Share on other sites
vitang

@FabioSabbatini penso voglia dire che se un diffusore suona bene ...non ha bisogno dei sub e mi trova d accordo...

saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
diego_g

Per un audiofilo smaliziato, che non cerchi il Sacro Graal e che sappia gustarsi anche il bello di "visioni parzialmente limitate", le piccole P3 sono una goduria.

Io le ho come secondo diffusore e ne apprezzo il tono neutro, ma non chirurgico, la capacità di sparire, creando una scena ben dimensionata anche in profondità. 

Obiezioni sull'assenza di gamma bassa e dinamica non sono ricevibili, se non da audiofilo alle prime armi: basta un'occhiata per capire a cosa si va incontro. 

Un piccolo classico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
12 minuti fa, vitang ha scritto:

penso voglia dire che se un diffusore suona bene ...non ha bisogno dei sub e mi trova d accordo..

Ciao

Grazie della spiegazione

Allora forse non voleva fare una battuta...

Secondo me: se mancano le frequenze fino a, chesso', 35 Hertz, non vuol affatto dire che suona male. 

Anzi, quasi sempre se non si dispone di adeguato dsp si fanno più che altro pasticci, con il basso basso.

Inoltre, sempre secondo me:

praticamente tutti i diffusori, fino a ottantamila euro, hanno "bisogno" di sub. Due sub. Buoni, anzi ottimi. Bisogno non va inteso alla lettera, intendo dire che il suono complessivo migliora. Ovviamente con valido dsp a corredo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vitang

@diego_govviamente nei loro limiti,sono il miglior diffusore Harbeth che ho avuto👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto1972

@FabioSabbatini Ciò vale anche per le Goldenear Triton Reference?

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
9 minuti fa, Roberto1972 ha scritto:

 Ciò 

Cioè?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto1972

Chiedevo se il fronte sonoro e la capacità di scendere in frequenza delle Triton Reference, se le hai ascoltate, non sono più che sufficienti e bisogna comunque ricorrere al subwoofer, le Triton Reference non costano 80000 euro, ma poco più di 10000 se non erro.

Senza polemica, ma se un diffusore da 80000 euro non riesce a coprire l'intero spettro delle frequenze udibili, il problema, a mio avviso, non va ricercato nei diffusori o in chi li ha progettati, ma in chi l'acquista...

Mi pare che si parli di decina di migliaia di euro come se fossero noccioline, d'accordo che nella vita tutto è relativo, però se ci pensiamo un attimo 80000 euro sono una cifra molto elevata, il denaro ha ancora un suo valore, come ben sa chi ogni giorno si smazza per portare a casa la pagnotta ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso

Tutte le Harbeth hanno la classica impostazione del bookshelf inglese, ovviamente con varie sfumature tra una piccola P3 e la grande monitor 40

Non è il diffusore per chi cerca la veridicità timbrica assoluta richiesta dalla musica classica,  ma è il diffusore pressochè perfetto (nelle varie sfumature dal più piccolo al più grande) per chi cerca un diffusore che "interpreti" molto bene la musica Jazz e generi affini.

Chi come me ascolta per esempio per il 90% musica da camera, sinfonica, per pianoforte e per organo,  devrà rivolgere le sue ricerche altrove:  con i 6k di una shl5 plus guarderei di più una Tuscanini Auge,  o con gli oltre 10k di una monitor 40 probabilmente una Magneplanar 3.7 o una Goldenear Triton Reference.

Invece per Jazz, Blues, Fusion e generi affini,  le trovo davvero interessanti,  e potrebbero essere una scelta definitiva nei rispettivi settori (minimonitor,  bookshelf medio,  bookshelf grande).

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
19 minuti fa, Roberto1972 ha scritto:

fronte sonoro e la capacità di scendere in frequenza delle Triton Reference, se le hai ascoltate, non sono più che sufficienti e bisogna comunque ricorrere al subwoofer, le Triton Reference non costano 80000 euro, ma poco più di 10000 se non erro.

Mai ascoltate, almeno credo

Non so bene cosa sia il fronte sonoro ma i signori tritoni per fortuna sanno bene cosa è il basso, evidentemente. Visto che ce lo mettono direttamente dentro ai diffusori un sub con 1800 watt di ampli. 

Comunque è OT

Facci un bel tredde sui tritoni, non sembrano malaccio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto1972

Ciao Fabio,

io purtroppo non li ho ascoltati di persona, ma conosco il modello inferiore, il Triton One, se tanto mi da tanto :D

C'è però un membro che le possiede, ha postato le sue impressioni di ascolto in una discussione qui su Melius Club, dedicata proprio alle Triton Reference. Chiudo pure io l'OT, sorry.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
1 ora fa, Roberto1972 ha scritto:

Senza polemica, ma se un diffusore da 80000 euro non riesce a coprire l'intero spettro delle frequenze udibili, il problema, a mio avviso, non va ricercato nei diffusori o in chi li ha progettati, ma in chi l'acquista...

Mi pare che si parli di decina di migliaia di euro come se fossero noccioline, d'accordo che nella vita tutto è relativo, però se ci pensiamo un attimo 80000 euro sono una cifra molto elevata, il denaro ha ancora un suo valore, come ben sa chi ogni giorno si smazza per portare a casa la pagnotta

Come non essere d'accordo. Se togli la polemica il problema è proprio il diffusore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
5 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

Non ho capito la battuta

Scusami, si è come dice vitang sotto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
22 ore fa, mas 65 ha scritto:

Ottima disamina... 

Saluti massimo 

Grazie, buona Domenica e . . . Buona musica !

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
palomar

In tutto ho avuto 5 modelli harbeth:

- p3esr

- Compact 7 II

- Monitor 30

- Monitor 30.1

Shl5 Plus 40°

Secondo me, a parte le compact 7 II che sono effettivamente un po' scurette, la  caratteristica comune è avere la gamma alta ben estesa ma mai assolutamente aspra o pungente, voci di conseguenza molto belle, una scena molto precisa ma non estesissima in larghezza, un basso estremamente controllato e musicale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sbronf80

ho le c7es3, premetto che mi piacciono molto...ma non si può dire che siano neutrali, confermo anche leggermente scurette.

misurate anche con microfono (certo l'ambiente può avere falsato, un po' , il risultato), ma comunque sono molto attenuate da 1,5khz a salire, arrivando ad un -6db gia dai 3khz circa). se volete vi posto i grafici. ecco perché (magari non solo per questo) non sono mai aspre e fastidiose. Anzi, Sicuramente non è solo per questo...hanno  infatti la regione dove l'orecchio è più sensibile diciamo medie e medio basse favolose...e qui non è per l'attenuazione ma per merito della loro costruzione (drivers+crossover+mobile bbc).

saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capa

@palomar Ho avuto le C7ESII e poi le ESIII in prestito per oltre un anno da un amico.

Ho trovato le ESIII molto più equilibrate e corrette.

@sbronf80 Mi consenti di dubitare di una misura del genere? Non solo perché fare misure è una cosa seria (magari tu hai le conoscenze adeguate per farle) ma -6 dB già a 3 kHz mi pare poco credibile ... 🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
sbronf80

figurati, saranno falsate da vari punti di vista, però qualitativamente rispecchiano anche le sensazioni di ascolto. confrontate anche con i diffusori che stavo autocostruendo, che avevano una curva molto più piatta, questi ultimi suonavano più frizzanti (ma comunque peggio eh per carità :D )

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
14 ore fa, mas 65 ha scritto:

Con soul, blues, jazz, e qualche rock ( non duro) sono affascinanti... 

Classico suono british

Descrizione perfetta direi 👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
emaspac

ho ascoltato spesso le Shl5 Plus 40°, molte vole accoppiate con Leben ma anche a stato solido.

per me hanno il loro suono (dolce), affascinante, ma alla lunga non sono diffusori neutri.

non le accoppierei con le valvole, contrariamente alal maggior parte degli impianti che ho visto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
1 ora fa, emaspac ha scritto:

ho ascoltato spesso le Shl5 Plus 40°, molte vole accoppiate con Leben ma anche a stato solido.

per me hanno il loro suono (dolce), affascinante, ma alla lunga non sono diffusori neutri.

non le accoppierei con le valvole, contrariamente alal maggior parte degli impianti che ho visto.

18 ore fa, mas 65 ha scritto:

Posso dirti che comunque mantengono un family sound, fatto di... 

Messa a fuoco, immagine e piacevolezza d' ascolto, fuori dal comune... 

Non suonano ( loudness) 

Con soul, blues, jazz, e qualche rock ( non duro) sono affascinanti... 

Classico suono british

Voci e registro medio, bellissimi... 

Per la mia esperienza, ho in casa SHL 5 plus prima e 40° Anniversary oggi, da ormai quasi 4 anni, le trovo discretamente neutre e se pilotate a stato solido di qualità, abbastanza rigorose e adatte a molti generi musicali, classica compresa . . . Ciò che mi ha più impressionato, il coinvolgimento con molti generi musicali, molto più di quanto si potrebbe pensare dalle recensioni e, anche da chi è prevenuto senza averle ben approfondite, per il tipo di costruzione e il cabinet non sordo . . . Da me mai problemi di basso, bello articolato, ovviamente fin dove arriva, in questo fanno meglio le Wilson Benesch Discovery, mentre sulle medio alte, voci e pianoforte, oltre che molti strumenti del Jazz, sono difficilmente eguagliabili da prodotti simili o anche di fascia ben superiore . . . 

Un esempio di un lavoro ben inciso, che da me ha reso benissimo, come confermato da un appassionato, che ha un sistema audio notevole con le ProAc Future two, questo 

https://www.discogs.com/I-Solisti-Di-Pavia-Enrico-Dindo-Il-Suono-Degli-Archi/release/14764202

Certo, ci sono diffusori più neutri e anche se vogliamo precisi e che spaccano la seminota in 4, ma nel complesso, per come porgono la musica, per come sono adeguate a suonare quasi tutto in modo molto verosimile, io sono onnivoro e ascolto quasi tutto lo scibile musicale eccetto metal estremo e musica operistica, le considero un buon punto di arrivo se non si hanno spazi enormi e necessità di essere spettinati o di avere il colpo allo sterno . . . 

Chiaro che come tutti i diffusori, hanno bisogno di essere ben implementati, messi in condizioni di fare ciò che possono fare, molto a mio avviso, e curare parecchio il Fine tuning, sicuramente più di altre tipologie di casse . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
1 ora fa, emaspac ha scritto:

per me hanno il loro suono (dolce), affascinante, ma alla lunga non sono diffusori neutri.

Confermo in merito ad altri modelli (non ho ascoltato le Anniversary, ma non credo cambi molto): sono affascinanti,  musicali, ma non neutri ; adattissime a Jazz/Blues e generi simili.

Per fare un esempio,  sugli ensamble di archi e sul pianoforte sono molto più corretti diffusori come Magneplanar 1.7,  B&W 803D3, Revel Performa M20, Quad 988... per fare alcuni degli esempi di ciò che ho ascoltato con attenzione.

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    307022
    Total Topics
    6992760
    Total Posts

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy