Jump to content
Melius Club
pive1977

Suono Harbeth

Recommended Posts

iBan69

Cerco di non essere troppo di parte ... 
Ho ascoltato le PS3, 30.1, le CS7, le super HL5plus (anche edizione Anniversary) e le 40 prima serie, e tutte eccellenti diffusori nella loro categoria, ma le SHL5P, le ho trovate le più equilibrate. 
Suonano tutte meglio con una buona dose di watt, anzi, più ne hanno meglio si esprimono, e se le amplifichi con roba di qualità, ti accorci cosa riescono fare.
(Ma, si parla tanto di abbinarle con Naim, ma le volte che le ho ascoltate con questa amplificazione, le ho sempre trovate un po’ scure). Sono anche di facile collocazione, tutto sommato, ma devono aver degli stand adatti. Diffusori di derivazione monitor, hanno una risposta in frequenza abbastanza piatta, anche se non sono il top di neutralità. Come è già stato scritto, sono eccellenti con la musica acustica, jazz, blues, meno con la classica e la rock spinto. Per la qualità sonora che riescono ad esprimere, sono anche ad buon prezzo (40 e LA a parte).
Un diffusore di cui ti innamori, con cui puoi invecchiare e che difficilmente cambi. 😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax
Il 7/8/2020 Alle 18:23, iBan69 ha scritto:

SHL5P, le ho trovate le più equilibrate

Cioè ti hanno convinto più delle 40?

@meridian Secondo te confronto SHL5 plus con le 40?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

Confronto improponibile, 

Una costa 16000 €

L' altra 6000€

E la differenza è tanta... 

Saluti massimo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@baax ciao, il problema delle 40, è la necessità di spazio/aria che hanno bisogno per esprimersi al meglio. Da questo punto di vista le SHL5p, sono più facilmente inseribili anche in ambienti anche di modeste dimensioni, perché risentono meno della vicinanza alle pareti.

Il secondo "problema" delle 40 è il loro costo, decisamente più alto delle SHL5plus e il fabbisogno di watt, che richiedono. Insomma, diffusori eccezionali, ma decisamente più impegnativi da gestire. Credo che siano questi i veri motivi, del perché, alcuni hanno trovato difficoltà a farli suonare ad alto livello. Non è una carenza del diffusore, tutt'altro, ma le loro caratteristiche, rispetto ai modelli più piccoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax
55 minuti fa, mas 65 ha scritto:

Confronto improponibile,

Il confronto era solo da punto di vista sonico, collocazione in ambiente, amplificazioni possibili, universalità di generi ascoltabili. 

Iban 69, diceva dimaverle trovate più “equilibrate” ed ero curioso di capire come mai non emergesse l’eccezionalità presunta delle 40 al confronto, al di là del loro costo.

...

Per il prezzo delle 40 (elevatissimo) se ben suonanti, sarebbe da chiedersi come mai non prese troppo in considerazione? Forse il limite di prezzo cui si pongono, fa volgere l’attenzione a quel punto verso diffusori esteticamente più d’effetto, iperlaccati, iper rifiniti, super scintillanti? Se però suonano davvero bene, senza troppe limitazioni di generi musicali come pare leggere dai vari commenti, allora chi ama veramente la musica...

Share this post


Link to post
Share on other sites
rictrip

Scusate se vado leggermente OT, ma ho letto con molto interesse questa discussione..

Essendo intenzionato a cambiare diffusori, sto facendo un pensierino alle Harbeth ed in particolare alle 30.1 ed SHL5 che vedo qui molto decantante. Qualcuno le ha per caso ascoltate abbinate ad un Integrato Hegel H390? O magari qualcuno conosce sia i diffusori che l’amplificatore e darebbe un parere su questa possibile accoppiata!?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
4 ore fa, baax ha scritto:

Secondo te confronto SHL5 plus con le 40?

Dunque, premettendo che ho ascoltato le M 40 solo in giro e in ambienti non conosciutissimi, sono 2 diffusori molto diversi, e parecchio lontani tra loro, sotto quasi tutti gli aspetti . . . 

Intanto il litraggio, decisamente molto differente, dove le SHL 5 entrano giuste, le 40 non vanno neppure considerate . . . Hsnno bisogno di spazio, di pareti distanti e di molto controllo, considera il woofer da 30 in un diffusore con le pareti sottili, e dove il midrange da 20 per le M 40 è il woofer delle SHL 5 . . . Poi considera la distanza di ascolto, io le SHL 5 le ho in un locale di meno di 12 mq, e ascolto near field, ben, con le M 40 sarebbe improponibile . . . Ho avuto uno scambio di opinioni con chi ha cercato ci metter a punto le M 40, uno ci è riuscito con sforzi e parecchio tempo, ambiente grande, tra l' altro, alzandole più del progetto originale, per attenuare un po' l' invadenza della parte bassa, un altro possessore, ha preferito ripiegare proprio sulle SHL 5 40° Anniversary, che a mio avviso, sono anche un filo meglio delle SHL 5 plus, le ho avute entrambe nello stesso ambiente e identica catena audio . . . Ora esce la versione XD, Xtended Definition, sentiremo se ci saranno ulteriori progressi . . . !!

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
1 ora fa, rictrip ha scritto:

sto facendo un pensierino alle Harbeth ed in particolare alle 30.1 ed SHL5 che vedo qui molto decantante. Qualcuno le ha per caso ascoltate abbinate ad un Integrato Hegel H390? O magari qualcuno conosce sia i diffusori che l’amplificatore e darebbe un parere su questa possibile accoppiata!?

Ciao, sulla carta vedo meglio l' accoppiata del tuo ampli con le SHL 5, un pelo più calde e meno neutre e asettiche delle M 30, che forse risulterebbero eccessivamente algide con l' Hegel . . . 

Dipende anche molto da che musica ascolti, in che ambiente, e cosa cerchi nella riproduzione, pur non essendo tanto diversi sulla carta e nelle dimensioni, suonano differenti . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

@baax 

Le 40 sono enormi, in un ambiente domestico, diciamo fra i 20- 25 metri, la vedo difficile collocare, a meno che non si ha una sala dedicata.. 

Per quanto non siano difficili da pilotare... Ascoltate con un 30 watt in classe A, andavano alla grande... 

Saluti massimo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
rictrip

@meridian innanzi tutto grazie.. vorrei precisare che la nuova serie di Hegel ed in particolare questo integrato, non é nemmeno lontanamente fredda, anzi è forse uno degli amplificatori più neutri che abbia sentito, dove nessuna frequenza è in evidenza ed un grande dettaglio non è figlio di fatica d’ascolto.

La versione Super hl5 da cosa differisce rispetto alla versione plus? Vedo una gran differenza di prezzo nell’usato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
2 minuti fa, rictrip ha scritto:

vorrei precisare che la nuova serie di Hegel ed in particolare questo integrato, non sono nemmeno lontanamente freddi, anzi è forse uno degli amplificatori più neutri che abbia sentito,

Si, ma il rischio è che neutro l' ampli, neutre le casse, si potrebbe creare un suono un filo magro o non gradito a tutti . . . Poi, se ascolti musica che predilige la neutralità, ottimo, altrimenti potrebbe essere poco coinvolgente, il tutto . . . 

3 minuti fa, rictrip ha scritto:

La versione Super hl5 da cosa differisce rispetto alla versione versione plus? Vedo una gran differenza di prezzo nell’usato.

Dunque, la SHL 5 plus esiste in versione normale, e 40° Anniversary. La prima ha ormai una decina di anni all' attivo, circa, la seconda è del 2017, anno del 40 esimo di Harbeth . . . 

Sono diffusori con un' impostazione simile, a mio sentire le 40 ° Anniversary , oltre a qualche upgrade interno, ai connettori WBT , molto validi, e ad un supertweeter che dovrebbe essere meglio integrato col tweeter, hanno un suono più amalgamato e meno aggressivo in alto, rispetto alle precedenti, confronto fatto near field, con un sistema piuttosto neutro, con e senza le tele protettive . . . 

Le differenze nell' usato dipendono da anni del diffusore, finitura, e ovviamente il fatto che le 40° Anniversary hanno qualche upgrade , non così determinante, si convive comodamente anche con le Plus normali , dipende sempre dalle occasioni e dalle opportunità di ascolto . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
rictrip

@meridian ascolto molto jazz e rock anni 70

volevo sapere la differenza tra hl5 ed hl5 plus.. non tra hl5 plus normali o 40

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@mas 65 

35 minuti fa, mas 65 ha scritto:

Ascoltate con un 30 watt in classe A, andavano alla grande... 

direi sottopilotate con pur buoni 30 watt, a meno di stanze piccole e volumi sonori moderati. Hanno una sensibilità di 86db, ti assicuro che necessitano di watt, per esprimersi al meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
58 minuti fa, iBan69 ha scritto:
1 ora fa, mas 65 ha scritto:

Ascoltate con un 30 watt in classe A, andavano alla grande... 

direi sottopilotate con pur buoni 30 watt, a meno di stanze piccole e volumi sonori moderati. Hanno una sensibilità di 86db, ti assicuro che necessitano di watt, per esprimersi al meglio.

Sono d' accordo, si ascoltano anche a volumi bassi, ma per tirarne fuori le potenzialità bisogna dare birra, credo che meno di 70- 80 watt, tranne qualche ovvia eccezione, siano auspicabili . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
1 ora fa, rictrip ha scritto:

ascolto molto jazz e rock anni 70

volevo sapere la differenza tra hl5 ed hl5 plus.. non tra hl5 plus normali o 40

Attuale riferimento ?? Con che sistema e diffusori ascolti ??? Giusto per capire dove sei posizionato attualmente . . . 

.

Lo spartiacque, secondo me, tra i modelli attuali e i primi, sono il Radial 2, al posto del Radial, e l' introduzione del supertweeter, perché ho ascoltato anche le HL5 senza il super . . . 

http://www.hifi-review.com/153621-harbeth-hl5.html Qui vedi le HL5  ,con il vecchio woofer e la mancanza del supertweeter . . . 

.

Le SHL5 normali, mi pare risalgano al 2004 circa, tra le normali e le Plus , del 2015, anno più anno meno,  le differenze sono evidenti, qui puoi leggere qualcosa 

https://pinkfishmedia.net/forum/threads/harbeth-shl5-vs-shl5-plus.193160/

https://theartofsound.net/forum/archive/index.php/t-56353.html

Mediamente sono d' accordo su molti commenti che trovi  scritti . . . 

.

Io non starei sotto le SHL 5 plus, per vari motivi , a meno di trovarne una coppia in ordine, a prezzi appetibili, per entrare nel mondo Harbeth e poi valutare se piace e salire con prodotti recenti . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

@iBan69 

Sono in line di massima d' accordo, prima era attaccato un ampli da 150 watt, si d' accordo più spinta in basso, ma dal medio alto in poi... 

Quindi watt si, ma di indubbia qualità... 

Saluti massimo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
rictrip

@meridian Usher Mini Dancer one DMD. Sei stato gentilissimo, grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

@mas 65 @meridian Grazie per i chiarimenti. Molto affascinante l’universo Harbeth. Mi ha sempre intrigato non poco. Mi sembra di capire che le SHL5 plus nelle sue varie declinazioni (il top sarebbe 40 Anniversary) siano le meglio riuscite per rapporto qualità /prezzo, facilità di collocazione in ambiente / pilotaggio, e in definitiva per equilibrio e prestazioni generali...

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
3 minuti fa, baax ha scritto:

Grazie per i chiarimenti. Molto affascinante l’universo Harbeth. Mi ha sempre intrigato non poco. Mi sembra di capire che le SHL5 plus nelle sue varie declinazioni (il top sarebbe 40 Anniversary) siano le meglio riuscite per rapporto qualità /prezzo, facilità di collocazione in ambiente / pilotaggio, e in definitiva per equilibrio e prestazioni generali...

Ciao, non ho voluto proportele, ma nel tuo ambiente potrebbero fare molto bene, se piace anche la tipologia del diffusore . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

Resterebbe da chiarire bene (magari con un attento ascolto) la questione della propensione ad alcuni generi musicali, piuttosto che ad altri. La non universalità di un diffusore, essendo davvero onnivoro di musica di ogni genere, mi frena sempre poi dal passare da un reale interessamento a qualcosa di più.

Per quanto riguarda invece gli stand da dedicare alle Harbeth invece quali le proposte minime, le più adeguate o la tipologia di suono che poi si va ad influenzare secondo voi con i vari modelli che proporreste?

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
22 minuti fa, baax ha scritto:

Resterebbe da chiarire bene (magari con un attento ascolto) la questione della propensione ad alcuni generi musicali, piuttosto che ad altri. La non universalità di un diffusore, essendo davvero onnivoro di musica di ogni genere, mi frena sempre poi dal passare da un reale interessamento a qualcosa di più.

Per quanto riguarda invece gli stand da dedicare alle Harbeth invece quali le proposte minime, le più adeguate o la tipologia di suono che poi si va ad influenzare secondo voi con i vari modelli che proporreste?

Ciao, avute almeno 7-8 coppie di diffusori in quel locale , trovo le SHL 5 40° Anniversary, tra le casse più onnivore in termine di musicalità e coinvolgimento agli ascolti . . .

Io non apprezzo il metal e musica operistica, in mezzo ascolto di tutto, Jazz soprattutto, rock progressive e anni 60-80, elettronica, acustica, etnica, pop, blues soul, e altro ancora. . . 

Qui puoi leggere, magari lo hai già fatto . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

@baax 

Guarda, per come conosco io le harbeth, il miglior rapporto qualità prezzo, lo hanno le piccole, e le hl5... Non mi hanno mai preso piu si tanto le monitor 30... ma, ultimamente ho ascoltato le monitor 30. 2 40th, e devo dire che, mi sono ricreduto moltissimo... Diffusori raffinatissimi... Se ti capita ascoltalo, in ambiente domestico potrebbero essere l' ideale... Veramente ottime... 

Concorrenti appunto delle Graham 5/9...

Saluti massimo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

@meridian Mi sa che lo avevo già letto tempo fa. Vado a rinfrescarmi la memoria... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax
7 minuti fa, mas 65 ha scritto:

le monitor 30. 2 40th, e devo dire che, mi sono ricreduto moltissimo... Diffusori raffinatissimi.

In realtà il mio interesse era iniziato proprio per quelle, più facilmente collocabili all’inizio come secondi diffusori alternativi al posto di altri con i quali farei spazio. Ora mi confondi... 😅 Le HL5 sranno certamente meglio, ma difficile “farle sparire” alla vista di mia moglie, per la serie ho tolto quelle (Klipsch RP150M dell’audio video) e ho messo queste... leggermente cresciute

Poi costano anche meno le 30.2 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
6 ore fa, baax ha scritto:

In realtà il mio interesse era iniziato proprio per quelle,

Se ascolti prevalentemente musica classica e hai un locale non superiore a 25mq,  ti consiglio vivamente le Monitor 30.2

Se ascolti prevalentemente musica Jazz/Rock e hai un locale non inferiore a 20mq,  ti consiglio le Shl5 (in una qualsiasi delle sue declinazioni)

Ciao,

Max

@rictrip  Idem come sopra ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
nebraska

@mas 65

@baax 

tra l'altro le 30.2 e le 40.2 hanno lo stesso tweeter...

e non è detto che le 40 necessitino di spazi enormi

da una recensione:

It doesn't really matter which Harbeth's you have either, as my big Harbeth Monitor 40.1's worked as well in my small 11-feet x 12-feet x 9-feet (ceiling) extra bedroom as do my smaller Harbeth Super HL5 loudspeakers. In fact, now when I think back on it, the big M40.1's even worked better, and contrary to what you would expect, the smaller room helps keep the prodigious bass output of Harbeth's in check, and keeps them from becoming boomy, as was their tendency in my larger rooms.

Non importa quale sia la tua Harbeth, dato che il mio grande Harbeth Monitor 40.1 ha funzionato anche nella mia piccola camera da letto extra da 11 piedi x 12 piedi x 9 piedi (soffitto) come i miei altoparlanti Harbeth Super HL5 più piccoli . In effetti, ora che ci ripenso, i grandi M40.1 hanno persino funzionato meglio e, contrariamente a quanto ci si aspetterebbe, la stanza più piccola aiuta a tenere sotto controllo la prodigiosa uscita dei bassi di Harbeth e impedisce loro di diventare rimbombanti, come era la loro tendenza nelle mie stanze più grandi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim
31 minuti fa, nebraska ha scritto:

i grandi M40.1 hanno persino funzionato meglio e, contrariamente a quanto ci si aspetterebbe, la stanza più piccola aiuta a tenere sotto controllo la prodigiosa uscita dei bassi di Harbeth

Per me non è una novità. Nel mio caso in 27mq gestisco le PMC che sono ben più grosse delle M40, e in passato ho avuto maggiori problemi con diffusori di dimensioni inferiori. Dipende sempre da come si sposa la cassa con l'ambiente, dalla sua frequenza di risonanza in relazione a quella della stanza, e non sempre il woofer grande risulta più problematico, fermo restando che con un mini con woofer da 13cm è improbabile andare incontro a fastidiosi rimbombi. Sotto questo punto di vista ho trovato la M30 un monitor che, nel periodo che ho avuto in casa, qualche problema di bassi me lo creava, a dispetto di una dimensione contenuta.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax
5 ore fa, maxnalesso ha scritto:

Se ascolti prevalentemente musica classica e hai un locale non superiore a 25mq,  ti consiglio vivamente le Monitor 30.2

Sono in circa 20mq, saloncino rettangolare, su lato lungo obbligato, aperto sulla dx (porta scorrevole) su altro ambiente di uguali dimensioni.

La classica la ascolto, ma prediligo jazz, acustica, blues e non disdegno assolutamente progressive (contemporaneo). C’è già però impianto principale a ss, un po' per tutto. Tieni presente però che le Harbeth sarebbero terminale di un secondo impianto, proprio per ascolti alternativi, con pre a valvole e finale da definire.

...

Specifico anche che è per eventuale progetto futuro, in attesa di tempi migliori, e di eventuali vendite dell’analogico di cui devo oggi, mio malgrado privarmi, visto che ora sono veramente in cattivissime acque, se non di più... purtroppo. Ma sognare e distrarsi con la musica e il nostro hobby, fa tanto bene ed è terapeutico anche per questo. Il fascino “del bel legno” delle Harbeth, mi sta aiutando già da qualche giorno, ringraziando il cielo.

...

Verosimilmente, data la presenza dell’impianto principale, mi sarebbe praticamente quasi impossibile inserire delle SHL5, per dimensioni. Razionalmente potrei pensare di inserire su stand max delle 30, sempre per dimensioni dei diffusori. Visto però che quasi unanimamente sembra i pareri facciano emergere le prime..

Non ho ben capito una cosa: perché le 30.2 sarebbero meglio per la classica. Le SHL5, essendo più complete, non gestirebbero meglio anche i grandi piani orchestrali?

Share this post


Link to post
Share on other sites
baax

@nebraska @naim Ho l’impressone che ben pochi qui abbiano le 40 o le abbiano sentite nel proprio ambiente. Pareri dunque forse basati su dati teorici, rispetto i loro limiti di possibile inserimento in ambiente. 

Sarebbero diffusori da impianto principale e si sa che molti preferiscono veder troneggiare qualcosa di esteticamente “impattoso”, a quelle cifre, magari anche a discapito di un ritorno e di un risultato sonico superiore

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

@baax 

ma prediligo jazz, acustica, blues e non disdegno assolutamente progressive

Vai di 30.2 40th... 

Non credo che con le 30.2 tu non possa ascoltare altri generi... Anzi

Un bel finale da accoppiare al tuo pre, e sei a posto... 

Anche un bel stadio solido in classe A... 

Saluti massimo 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    307743
    Total Topics
    6950257
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy