Jump to content
Melius Club
pinkflo2

Diffusore e tipo di musica. Una falsa credenza?

Recommended Posts

pinkflo2
4 minuti fa, homesick ha scritto:

il suono dei legni

Ma sei sicuro? Non è che ti autosuggestioni da solo? In che senso i legni nella classica? Nella classica ci sono molti archi, pianoforte, contrabasso, c'è di tutto e di più, non capisco perché qualche strumento a legno dovrebbe suonare male?

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

@pinkflo2 perdonami ma se più di un forumer scrive che certi strumenti lo sente meglio con quel diffusore piuttosto che no cosa c'è di così difficile da accettarlo come tale?

Autosuggestione ?

Dopo che uno ha provato , e parlo di prove fatte da me e in casa di amici , una 50ina di diffusori diversi avrà quel minimo di esperienza per dire che...

Ti faccio due esempi reali.

Un mio amico vendeva un McIntosh , era fuori per lavoro , mi aveva lasciato le chiavi di casa .

Arriva un acquirente , che veniva da 20 anni e passa di Spendor e valvole.

Casse Klipsch heresy III.

Arriva coi suoi CD , solo classica , concerti per  solo strumento , quartetti etc .

Suono poco gradevole , mette su 6/7 CD ma lo vedevo che storceva il muso.

Allora gioco sporco , metto su Brother in arms , dopo 3 tracce ero lì che imballavo l'ampli con i soldi in tasca.

Oppure un altro amico , ha delle ML , con pré e finali valvolari.

Quartetti e piccoli ensemble jazz , da sogno.

Il rock una cagata pazzesca, la grossa orchestra insomma.

Infatti ha un 2nd impianto con delle Klipsch.

E parlo di un musicista , anzi uno dei maggiori cantanti heavy metal che abbiamo avuto in Italia negli 80's.

Che ha un orecchio molto allenato all'ascolto.

Poi sono d'accordo con te che un diffusore dovrebbe suonare bene tutto , ma la fisica è fisica , il suono di un 38 non sarà uguale per la batteria a quello di un 16.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
9 minuti fa, homesick ha scritto:

perdonami ma se più di un forumer scrive che certi strumenti lo sente meglio con quel diffusore piuttosto che no cosa c'è di così difficile da accettarlo come tale?

Autosuggestione ?

Guarda non è che perché tutti dicono nel forum che i legni suonano male allora suonano male per forza. Ma appunto vai a sapere cosa intendono per legni. Il violino c'è anche nella musica folk, nel progressive, nel rock , volendo nel blues. Le percussioni sono ovunque, mentre la batteria non c'è nella classica ma non è quest'ultima non ha frequenze della batteria. Pianoforti e contrabbassi ovunque molto nel jazz. Chitarre acustiche e classiche ovunque. Cioè non so di cosa stiamo parlando. 

Anzi a dirla tutta, io ascolto anche classica molto volentieri, un pochino meno che altri generi, ma se un diffusore riproduce bene la classica, significa che va con tutto. per classica intendo tutta la classica. se dobbiamo distinguere anche tra quartetti e sinfonia non ne usciamo più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
11 minuti fa, homesick ha scritto:

Suono poco gradevole , mette su 6/7 CD ma lo vedevo che storceva il muso.

Se l'acquirente era esperto e ci sentiva bene c'è un problema con le Heresy. A mio parere. poi è vero che è un esempio un po' estremo da un capo all'altro. problema sia di Spendor che di Heresy...

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

@pinkflo2 ok ma quando uno dice va meglio con piuttosto che, non vuol dire che con la chitarra elettrica senti il suono della chitarra mentre se ci senti un violino sembra di sentire una motosega.

Sul discorso della classica sono d'accordo ma parlando di grande orchestra , e io di diffusori che suonano realistica una massa orchestrale ne ho sentiti pochi.

Poi ripeto fammi i nomi di due tre diffusori che a prezzi umani suonano bene tutto che ne parliamo e se non li ho ascoltati , alla prima occasione li vado a sentire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
14 minuti fa, homesick ha scritto:

ha delle ML , con pré e finali valvolari

Anche qui, fatte salve tutte le altre variabili c'è semplicemente a mio modesto avviso c'è un problema con queste casse. Null'altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
1 minuto fa, homesick ha scritto:

se ci senti un violino sembra di sentire una motosega

Un diffusore del genere se esiste "vade retro"! 🙂 Ma che diffusore è scusa e costa 3000 mila euro? Non è possibile, qualcosa non torna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

@pinkflo2 si ok allora al tuo discorso sfugge un concetto .

Quando vendi un prodotto ti rivolgi ad un mercato che può essere ampio come di nicchia , ma è una scelta a monte .

Chi produce elettrostatici , planari etc sa che non venderà quelle casse ad una platea la più ampia possibile , così come chi produce mini con coni che è ridicolo chiamarli woofer da quanto sono piccoli , sa già che non venderà  a chi vuole sentire la cassa nello stomaco.

Però si sceglie a monte di intercettare una fetta del mercato e/o dei gusti dei probabili acquirenti e si punta forte su alcune caratteristiche .

Ma questo vale anche per gli amplificatori , un valvolare da 3 watt con la maggior parte dei diffusori in commercio rischia di essere sottodimensionato , con uno ad altissima efficienza una accoppiata fantastica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
6 minuti fa, homesick ha scritto:

Poi ripeto fammi i nomi di due tre diffusori che a prezzi umani suonano bene tutto che ne parliamo e se non li ho ascoltati , alla prima occasione li vado a sentire.

Sinceramente penso che ce ne siano tanti, il resto sono solo nostre fissazioni (sanissime ) audiofile. Sono convinto che ci sioano in giro parecchi buoni diffusori che sono in grado di riprodurre piuttosto bene tutto. Siamo noi che interpretiamo male e in modo dogmatico quindi non vero quello che ascoltiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

@pinkflo2 ok tre nomi , marca e modello così ne discutiamo anche con eventuali possessori , non basta dire penso che.. se sei convinto della tua teoria è perché l'hai riscontrata sul campo , per cui non dovresti avere problemi a fare un mini elenco di diffusori onnivori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
2 minuti fa, homesick ha scritto:

ti rivolgi ad un mercato che può essere ampio come di nicchia

Appunto. Innanzitutto potrei anche essere in disaccordo con questa scelta "poco musicale" di chi progetta. Poi bisogna vedere se realmente il pubblico fa le cose in questo modo. Sui valvolari andiamo OT, non che non sia interessante ma complichiamo il discorso. Valà che è tardi, un saluto buona notte 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
3 minuti fa, homesick ha scritto:

ok tre nomi

Non saprei, conosco molto bene per esempio delle MA silver a mio parere le torri riproducono tutto, ovvio non andrei a cercare proprio la botta nello stomaco che forse  è l'unica cosa che non riproducono bene (ma possiamo lasciarla volendo per la musica live?). Sono diffusori per tutte le stagioni sicuramente. Anche un paio di Spendor SP100 possono riprodurre tutto, non ho mai detto che non possono, è solo che le trovavo troppo composte, ma questo è un gusto "emozionale". Ma penso che tanti altri diffusori siano abbastanza buoni per riprodurre bene tutto. Ritengo sbagliate e assurde le nostre categorie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
senek65
2 minuti fa, pinkflo2 ha scritto:

riprodurre bene tutto.

È di fatto impossibile.  Possono riprodurre in modo accettabile tutto. Ma poi è ovvio che per caratteristiche intrinseche del diffusore , questi sarà maggiormente adatto ad un certo di di riproduzione. Parlo di diffusori mediamente costosi non di aggeggi da 50.000 € e più 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

Io la metterei in questi termini! Diffusori e tipo di strumento da riprodurre! Come noto,  ogni diffusore ( tra le altre cose) ha il proprio pattern di radiazione ( diagramma polare ...da OMNI ad elevato indice di Direttività ..costante/non costante ..e tutto quello che ci sta nel mezzo.)  e ogni strumento ( tra le altre cose) ha la propria Irradiazione! di conseguenza   il diffusore " perfetto" Non può esistere ma inevitabilmente ogni diffusore riproduce in maniera più o meno accurata questo o quell' altro strumento ( se dico Tromba ..Non ci accosto Omni)! Dopodiché ad incasinare ulteriormente la cosa ci si mette il Tonmeister che sceglie la tipologia di microfoni ( omni/cardioide..etc) da usare , il numero,  il posizionamento! Ecco dunque che le variabili e le possibili  combinazioni nella catena virtuale ( emissione strumento reale/microfono/emissione diffusore) aumentano! E per finire l ' interazione con l Ambiente ...diversa a seconda del tipo di emissione del diffusore...e  delle caratteristiche acustiche dell' ambiente di ascolto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pippo La Rocca

Secondo me un diffusore deve suonare tutto bene, ma spesso non può scendere troppo in basso, basta aggiungere un subwoofer e il problema è risolto

Anzi se volete che la dica tutta, sono un crxxxno perché ho rinunciato al subwoofer per decenni per essermi fatto condizionare dai vari guru.

Per me nessun impianto, a parte pochissimi dovrebbero fare a meno di un subwoofer.

Share this post


Link to post
Share on other sites
powerpeppe

e se ascolti vinile arriverai ad un'altro bivio...gira che vanno bene per alcuni generi e altri che vanno bene con altri...testine che vanno bene per alcuni e etc etc ...

non può esistere universalità di resa

disquisizione che si discosta dalla realtà...

mi costruisco i diffusori dopo averne avuti (non tanti) commerciali ,uso componenti costosi (molto più della media che si trovano in diffusori di serie) e ho 2 impianti sviluppati che suonano completamente diversi!. attenzione, entrambi sono di larghe vedute ma se poi vai nel dettaglio di alcuni generi una coppia è preferibile sull"altra.

conclusioni tirate con budget non illimitato ma ho ascoltato anche qualche diffusori da decine di migliaia di € e ho avuto le medesime sensazioni.

naturalmente le tue idee possono prortarti a trovare "Il Diffusore" totale...se c'è...buona ricerca

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vmorrison

@extermination 

+1 alcuni diffusori sono limitati in partenza...
Sarebbe invece auspicabile capire cosa cercare, che è diverso da cosa si vuole cercare. 
salute

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA

Anche secondo me l'idea di avere un impianto che suona bene con la classica da camera, uno solo per la lirica, uno per il jazz e infine uno per il rock è piuttosto ridicola.  È anche poco pratica come cosa. Per me " one man , one hifi!", sempre stato contrario al secondo o terzo impianto o a riempirsi la casa di ciarpame costoso. Un hifi basta e avanza, mica deve monopolizzarmi la vita, altrimenti diventa una fossazione una forma di dipendenza.

Senza dubbio i diffusori sono i componenti con maggiore personalità e per così dire meno universali, anche se dobbiamo distinguere. 

Per esempio le Magneplanar non hanno buoni bassi, a livello impulsivo sono penose. Per una precisa questione tecnica ( grandezza della membrana, dipolo etc..). Non vuol dire che siano inascoltabili col pop rock o con la musica elettronica. Però ci si accontenta o si aggiunge un subwoofer, risolvendo in parte. Non parliamo degli elettrostatici.

Io distinguerei tra limiti oggettivi come quelli sopra riportati e caratteristiche maggiormente opinabili, quali la gradevolezza timbrica che si sposerebbe meglio o peggio con la riproduzione di un dato strumento. Su quest'ultimo punto più si ascolta e più ci si rende conto di quanta poca oggettività vi sia. Soprattutto al cambiare dell'amplificazione e della sorgente. E dei cavi... e di tutto il contorno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Stebroc

Ho ascoltato pochissimi impianti buoni nella mia vita, quindi potrei certamente sbagliarmi,  ma tenderei a rispondere di si, è una falsa credenza. È chiaro che molti diffusori hanno una vocazione precisa (l'esempio di cui sopra delle klipsch sul quartetto d'archi). Ma i diffusori monitor, (o comunque neutri/non particolarmente colorati)dovrebbero essere per tutte le stagioni. Ho delle Kef ls50w, ascolto cose molto variegate, e trovo personalmente che vadano bene con tutto, dal jazz/classica al rock più duro, fino al pop elettronico/techno/house. Probabilmente non sono i diffusori migliori per il metal, ma non fanno per nulla fatica in questo ambito. E quelle mancanze in basso dovute alle dimensioni possono essere risolte integrando bene un sub. Ora, se un sistema sui 2500 euro riesce a riprodurre discretamente tutto, a maggior ragione lo faranno diffusori più importanti. Penso a delle Atc o PMC attive, a sistemi come il Kii, a diffusori passivi di fascia alta di Harbeth, B&W, ad alcune Jbl. Altro discorso è, può un diffusore entro certi budget suonare in maniera straordinaria con tutto? Qui magari la risposta è no. Ma il non suonare eccellente un genere non significa automaticamente suonare male. Per le eccellenza totale si dovranno superare i tre zeri, o prendere diffusori tipo le focal utopia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

Non mi riferisco a nessuno in particolare, ma penso che sia molto azzardato stabilire teorie senza aver ascoltato.

Ed è ancora più sbagliato puntare a confutare "credenze" utilizzando teorie.

È evidente che non esiste il diffusore perfetto per tutte le esigenze, ma esistono tanti buoni diffusori in grado di proporre buoni compromessi.

Perché, tendiamo sempre a dimenticarlo, noi ogni giorno ascoltiamo compromessi, e certo non possiamo imputarlo ai costruttori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination
1 ora fa, ClasseA ha scritto:

Io distinguerei tra limiti oggettivi come quelli sopra

Dici bene ma in presenza di " carenza" di " quantità" vedi a titolo esemplificativo e non esaustivo Estensione, Dinamica, Spl, Tenuta in Potenza, si perde già in partenza! del tipo batteria/organo ...tanto per citare 2 strumenti tralasciando masse orchestrali o strumenti amplificati ( es. basso elettrico) ...ne usciranno fuori  più o meno limitati se non fortemente limitati e/o penalizzati!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
pifti
11 ore fa, speaktome74 ha scritto:

o vieterei di ascoltare qualsiasi tipo di musica con qualsiasi tipo di minidiffusore con woofer da 10-12cm

Passa da Ankara sicuro hanno un bel posto di lavoro per te

Share this post


Link to post
Share on other sites
speaktome74

Non capisco perché devo recarmi in Turchia

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

@pinkflo2 quello che tu dici sarebbe giusto se avessimo diffusori perftti che non devono tener conto di altro (dimensioni, costo, peso estetica ecc ecc)nella realtà tutti i prodotti non saranno mai perfetti ma avranno dei limiti, che possono essere spostati in alto ma mai eiminati de tutto. Un po come per le auto, un tir può avere molta più potenza di una formula 1 ma su pista resterebbe indietro, mnetre la formula 1 non potrebbe mai trascinare un rimorchio. Ci sono auto nate per nadare su strada, fuoristrada, in citta ognuna ha un target di clientela specifico, certo è possibile realizzare una macchina "universale", ma non avrebbe senso se per esempio la uso solo per muovermi in città dove le dimensioni per il parcheggio sono priortarie.

Posto che ogni diffuore ha dei limiti, è evidente che ne discende che ogn diffuore sarà più vocato ad un genere di musica piuttosto ch ad un altro. Se ascolto solo organo mi interessa la risposta in basso, se ascolto solo madrigali rinascimentali del basso profondo posso infischiarmene. Ovviamente ci saranno diffusori meno universali di altri, ma anche quelli più universali daranno il meglio con alcuni generi. Anni fa assitetti ad n cliclo di concerti dedicati alla storia della sonata per pianoforte, il pianista (per la crnaca, Campanella, solista di fama internazionle e docente al cnservatorio di napoli) cambiò il pinoorte, usandone uno per mozart haydn, uno er beethoven e schubert, uno per listz ecc.Le note sono sette il pianoforte è uno, ma se si vogliono esplorare le patiture al meglio servono strumenti dedicati

C'è poi il second aspetto della medaglia, oltre all'hw, c'è il sw, in genere le registrazioni di musica acustica sono realizzate in modo diverso da quelle di musica amplificata, e questo fa si che un diffusore possa nadare meglio in un caso e meno bene in un altro

Resta il fatto che un buon diffusore deve essere utilizzabile con tutti i generi i musica, pur se come tutte le ce di questo mondo a seconda dei casi potrà andare da 7 o da 9

ps

anche in formula 1 ci sono macchine più adatte a silverstone ed altre più adatte a montecarlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA
26 minuti fa, extermination ha scritto:

Dici bene ma in presenza di " carenza" di " quantità" vedi a titolo esemplificativo e non esaustivo Estensione, Dinamica, Spl, Tenuta in Potenza, si perde già in partenza!

È proprio ciò che intendevo.

Elenchiamo ciò che porta a perdere in partenza ( proviamoci):

1 minidiffusori. Se è piccolo è piccolo. Non c'è niente da fare. Poca dinamica, poca estensione, molta distorsione.

Pro: sorgente puntiforme ( discutibile) Contro: tutto il resto

2 dipolo elettrostatici o magnetoplanari. Pro: timbro ( discutibile) Contro: estensione in basso, risposta agli impulsi alle frequenze gravi, mancanza di punch. Dimensioni " folli".

3 monovia. Pro: coerenza assoluta Contro: tutto il resto

Continua...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
6 ore fa, maxnalesso ha scritto:

perché la mia musica preferita sui suoi diffusori non mi convince al 100%

Ciao Max, scusa se sono preciso, non conosco le Avalon, suppongo siano diffusori d'alto bordo che dovrebbero essere onnivori. Evito tutte le altre considerazioni (prezzo, universalità, ecc) lampanti, per chiederti se quel 100% che non ti convince potrebbe giustificare la difesa della tesi che le Avalon non sono per la classica. Pianoforte, violoncello, contrabbasso cavolo se scendono, un diffusore che che va bene con la batteria non può non essere ok anche per questi strumenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pinkflo2
1 ora fa, Pippo La Rocca ha scritto:

Per me nessun impianto, a parte pochissimi dovrebbero fare a meno di un subwoofer

Potrei essere molto daccordo, a sapere come integrarlo bene in un impianto stereo! Ma questo sarebbe un problema esterno di nostra incapacità più che qualcosa di errato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo

@pinkflo2 allora ti contraddici.

Se quasi tutti i diffusori hanno bisogno di subwoofer (non è così, per me),  non esiste diffusore perfetto.

Ergo, non può esistere diffusore buono per tutte le stagioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
22 minuti fa, ClasseA ha scritto:

minidiffusori. Se è piccolo è piccolo. Non c'è niente da fare. Poca dinamica, poca estensione, molta distorsione.

Pro: sorgente puntiforme ( discutibile) Contro: tutto il resto

2 dipolo elettrostatici o magnetoplanari. Pro: timbro ( discutibile) Contro: estensione in basso, risposta agli impulsi alle frequenze gravi, mancanza di punch. Dimensioni " folli".

3 monovia. Pro: coerenza assoluta Contro: tutto il resto

Non so se ti sei accorto,  ma stai evidentemente difendendo solo il tuo punto di vista,  non puoi generalizzare:   hai mai posseduto (o ascolato per bene) delle Sonus Faber Guarneri?  Hai mai posseduto delle Magneplanar 3.7?  Ha mai posseduto dei monovia ad altissima efficienza correttamente amplificati?

Non è possibile scrivere << contro tutto il resto >>  per poi magari arrivare ad affermare che l'unica strada giusta è il multivia RD,  che molti di noi hanno già messo da parte nelle loro scelte da 30 anni a questa parte ...

Non stiamo definendo quale è il diffusore che ha una rif piatta da 20 a 20k,  ma quello che si adatta meglio alla timbrica di alcuni strumenti e a certi generi musicali ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    303123
    Total Topics
    6770866
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy